Giorgio Airaudo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Airaudo
Giorgio Airaudo daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
Sinistra Italiana-Sinistra Ecologia Libertà-Possibile
Coalizione Italia. Bene Comune
Circoscrizione Piemonte 1
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Sinistra Italiana (Dal 2017)
In precedenza:
Sinistra Ecologia Libertà (2013-2016)
Titolo di studio Diploma
Professione Perito Elettronico

Giorgio Airaudo (Torino, 16 agosto 1960) è un politico e sindacalista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Perito elettronico e sindacalista. Nel 2001 è eletto segretario della Fiom provinciale torinese. Nel 2010 è entrato a far parte della segreteria nazionale dell'organizzazione diventando successivamente Segretario Nazionale del sindacato dei lavoratori operanti nelle imprese metalmeccaniche della CGIL.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Striscione della Torino in Comune alla manifestazione del Primo Maggio 2016, a Torino

Nel gennaio 2013 accetta la candidatura offertagli dal leader di SEL, Nichi Vendola, come indipendente di Sinistra, per la Camera dei Deputati, assieme a Laura Boldrini.[1]

Elezione a deputato[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 febbraio 2013 viene eletto deputato con Sinistra Ecologia Libertà nella circoscrizione Piemonte 1. Dal 7 maggio 2013 è membro della commissione XI (Lavoro pubblico e privato).

Vicino al Coordinatore Nazionale Nicola Fratoianni, favorevole a mantenere SEL all'opposizione del Governo Renzi e del PD, vota contro la decisione del gruppo di appoggiare il Decreto IRPEF sugli € 80 del Governo, ribadendo la sua contrarietà astenendosi in Aula insieme al collega Giulio Marcon nonostante la maggioranza del gruppo si fosse orientata per il sì al provvedimento.

Candidatura a Sindaco di Torino[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2015 lancia la sua candidatura a Sindaco di Torino con la lista Torino in Comune (che raccoglie Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista)[2], un progetto politico che riunisce la sinistra subalpina ispirandosi al neomunicipalismo di Barcelona en comù di Ada Colau. Oltre a Torino in Comune, sostengono la candidatura di Airaudo Ambiente Torino (lista unitaria tra Possibile, Green Italia e Federazione dei Verdi) e Pensionati e Invalidi Giovani Insieme. Airaudo ottiene 14166 voti pari al 3,7% ed è eletto consigliere.

Candidatura al Senato[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2018 è candidato al Senato della Repubblica con Liberi e Uguali senza però essere eletto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN286193708 · ISNI (EN0000 0003 9215 9926 · SBN IT\ICCU\TO0V\572273 · LCCN (ENno2012148737 · GND (DE1029685282