Danilo Gallinari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Danilo Gallinari
Gallinari con gli Atlanta Hawks nel 2022
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 209 cm
Peso 110 kg
Pallacanestro
Ruolo Ala grande
Squadra Milwaukee Bucks
Carriera
Giovanili
Borghebasket 91'
Squadre di club
2004-2005Casalpusterlengo28
2005-2006Pall. Pavia16 (228)
2006-2008Olimpia Milano78 (1.104)
2008-2011N.Y. Knicks157 (2.155)
2011Olimpia Milano8 (87)
2011-2017Denver Nuggets303 (4.898)
2017-2019L.A. Clippers89 (1.667)
2019-2020Oklahoma Thunder62 (1.160)
2020-2022Atlanta Hawks117 (1.447)
2022-2023Boston Celtics0 (0)
2023-2024Wash. Wizards26 (181)
2024Detroit Pistons6 (52)
2024-Milwaukee Bucks17 (47)
Nazionale
2003-2004Bandiera dell'Italia Italia U-1616 (298)
2004-2006Bandiera dell'Italia Italia U-1815 (147)
2006-Bandiera dell'Italia Italia72 (1.024)
Palmarès
 Europei Under-18
Bronzo Serbia e Montenegro 2005
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 luglio 2023

Danilo Gallinari (Sant'Angelo Lodigiano, 8 agosto 1988) è un cestista italiano, di ruolo ala grande, professionista nella NBA con i Milwaukee Bucks.

Con la nazionale italiana ha partecipato ai campionati europei 2011 e 2015, ai campionati mondiali del 2019 e ai giochi olimpici di Tokyo 2020.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio di Vittorio Gallinari, ex giocatore tra le altre di Olimpia Milano e Virtus Bologna, e cugino di Giacomo Devecchi, anch'egli ex giocatore di Milano e Dinamo Sassari. Dopo il diploma nel 2007 all'Istituto Studium di Milano, decide di proseguire i suoi studi iscrivendosi all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Nel 2010 pubblica il suo libro autobiografico dal titolo: Da zero a otto, scritto insieme al giornalista e telecronista Flavio Tranquillo.[1] È apparso inoltre sulla copertina dell'edizione italiana del videogioco NBA 2K17.[2]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È padre di due figli, nati dalla relazione con la modella e presentatrice televisiva Eleonora Boi, con cui è sposato.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca nel ruolo di ala,[3] è un giocatore molto completo offensivamente con un ottimo tiro da 3 punti e dalla media distanza,[4][5] dispone di una buona visione di gioco[6] e di un ottimo ball-handling per la sua stazza.[7][8][9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver militato nelle giovanili di alcune squadre del lodigiano e del milanese (tra le quali Borghebasket '91, Basket Lodi, Milano3, e Basket Ombriano)[10] Gallinari esordisce a 16 anni nella Serie B d'Eccellenza 2004-2005 con la maglia del Casalpusterlengo; dove colleziona complessivamente 28 presenze.

Rilevato dall'Olimpia Milano nel 2005, viene ceduto in prestito al Edimes Pavia dove, nonostante un brutto infortunio, vince il titolo di miglior giocatore italiano del Campionato di Legadue grazie anche ai 14,3 punti di media a partita. La formula del prestito prevedeva la possibilità per Gallinari di disputare con l'Olimpia Milano alcune partite dell'Eurolega 2005-06;[11] fa pertanto il suo esordio in Eurolega il 17 novembre 2005 nella sfida contro il Prokom.[12]

Nella stagione 2006-07 fa parte della rosa dell'Olimpia Milano sponsorizzata Armani Jeans. Con i lombardi conquista i play-off, terminati in semifinale con la sconfitta contro la Virtus Pallacanestro Bologna. Gallinari chiude la stagione con la conquista del premio come miglior giocatore under-22 del campionato.

La stagione 2007-08 lo vede chiudere al primo posto nella classifica dei migliori realizzatori italiani, con 508 punti totali. Conquista i play-off con Milano; la squadra viene eliminata ancora in semifinale, dalla Mens Sana Siena.

Il 23 aprile 2008 si dichiara eleggibile per il draft NBA. Il giorno successivo riceve il Rising Star Trophy, premio destinato al miglior giocatore under-22 dell'Eurolega, selezionato dai 24 allenatori delle formazioni che hanno preso parte all'edizione 2007-08 della massima competizione europea per club. Gallinari chiude la stagione europea con 14,9 punti di media a partita, divenendo il miglior realizzatore dell'Olimpia Milano e tra i primi tre nelle classifiche di rimbalzi, palle recuperate e stoppate della formazione biancorossa.

Il 30 aprile 2008 vince il premio di miglior giocatore della stagione regolare del campionato italiano. Nella votazione della giuria composta da giornalisti, allenatori e capitani, l'ala ha preceduto Gianmarco Pozzecco e Shaun Stonerook.[13]

Il 20 settembre 2011 torna ufficialmente all'Olimpia Milano, stipulando un accordo valido fino al termine del lockout NBA 2011.[14] Gioca la sua prima partita il 9 ottobre contro la Pallacanestro Varese, realizzando 12 punti. In dicembre fa il suo ritorno ai Nuggets visto l'inizio, seppur ritardato, della stagione NBA.

NBA (2008-)[modifica | modifica wikitesto]

New York Knicks (2008-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Gallinari e Mozgov in riscaldamento con i New York Knicks nel 2009

Il 27 giugno 2008 viene scelto dai New York Knicks del neo-coach Mike D'Antoni come sesta scelta assoluta al draft NBA.[15] Fischiato dal pubblico di casa presente al Madison Square Garden,[15] nella sua prima conferenza stampa da giocatore dei Knicks dichiara: «Toccherà a me guadagnarmi gli applausi. Sono contentissimo. New York mi ricorda Milano, questa per me è la soluzione migliore».[16] Gallinari è stato l'unico giocatore non statunitense scelto tra i primi diciannove rookie; ha scelto l'8 come numero di maglia (numero che aveva sempre avuto nelle sue esperienze passate e che considera il proprio numero fortunato, essendo nato l'8/8/1988).[17]

Dopo un'estate costellata di problemi alla schiena, il 30 ottobre fa il suo esordio in NBA a Miami contro gli Heat.[18] Tuttavia dopo due sole partite, il riaggravarsi dei problemi alla schiena lo costringe a un lungo stop.[19] Il 17 gennaio 2009 torna in campo contro i Philadelphia 76ers,[20] mettendo a segno 6 punti, 1 assist e 1 stoppata nei suoi 16 minuti in campo.[20]

Gallinari, Felton, Stoudemire e Chandler ai Knicks nel 2011

Nella sua seconda stagione ai Knicks disputa complessivamente 81 incontri, di cui 74 da titolare. Il 27 gennaio 2010 viene selezionato per la NBA Rookie Challenge, primo evento dell'All-Star Weekend 2010. Viene inoltre selezionato per il Three-point Shootout, essendo al primo posto nella classifica NBA dei tiri da tre.[21][22]

Denver Nuggets (2011-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 febbraio 2011 viene ceduto dai Knicks ai Denver Nuggets, in uno scambio che vede coinvolti otto giocatori (tra questi anche Carmelo Anthony).[23] Esordisce con i Nuggets il 23 febbraio 2011, nella vittoria casalinga contro i Boston Celtics; Gallinari mette a referto 2 punti, 4 rimbalzi e 3 stoppate in 19 minuti di gioco.[24] Due giorni dopo, resta in campo per 42 minuti nella sfida persa al supplementare contro i Portland Trail Blazers; è il migliore della propria squadra: realizza 30 punti e 9 rimbalzi.[25] In maglia Nuggets disputa 14 partite di stagione regolare, di cui 12 da titolare. Nella sua prima partita assoluta di play-off fa registrare 18 punti, 4 rimbalzi e 2 assist contro gli Oklahoma City Thunder.[26] In totale disputa 5 gare di play-off, per un totale di 147 minuti e 60 punti realizzati.

Gallinari, rientrato a Denver dopo aver giocato a Milano mentre l'NBA era ferma per il lockout, il 21 gennaio 2012 stabilisce il suo nuovo record di punti in NBA con 37 punti con 8/16 da 2, 1/3 da 3, 18/20 nei liberi in 51:42 minuti giocati contro i New York Knicks[27] e permettendo una vittoria della sua squadra al secondo tempo supplementare.

Gallinari al tiro con i Denver Nuggets allo Staples Center nel 2013

Il 28 dicembre 2012 migliora il suo record di punti in NBA, mettendone a referto 39 con 14/23 dal campo, 7/11 da 3, 4/4 nei liberi in 34 minuti a casa dei Dallas Mavericks.[28] Il 5 aprile 2013 subisce un brutto infortunio durante una partita contro i Dallas Mavericks, riportando la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro[29] che lo costringerà a saltare tutta la stagione successiva.

Il 22 marzo 2015 migliora ancora il suo career high, segnando 40 punti contro i Magic a Orlando con 6/8 da 2, 6/13 da 3, 10/11 ai liberi, accompagnati da 7 rimbalzi, 4 assist, 3 palle rubate e 2 stoppate. I Denver Nuggets vincono 119-100 e Gallinari viene eletto uomo-partita.[30] L'11 aprile 2015, nella partita tra Dallas Mavericks e Denver Nuggets, dopo due supplementari segna 47 punti, il suo massimo storico in carriera e record assoluto per un giocatore italiano in NBA. Gallinari ha tirato anche con ottime percentuali, tra cui 7/12 da tre punti (58,3 per cento) e 10/10 ai tiri liberi (100 per cento). Gallinari ha anche preso 9 rimbalzi e fatto 2 assist. Al termine della regular season i Nuggets non riescono a qualificarsi per i play-off, Il Gallo chiude la stagione con 12,4 punti di media in 24,2 minuti.

Los Angeles Clippers (2017-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 luglio 2017 Gallinari, attraverso una trade a tre tra Clippers, Hawks e Nuggets, approda alla città degli angeli, con un'offerta da 65 milioni di dollari in tre anni, che lo rende lo sportivo italiano più pagato al mondo nel 2017.[31]

Con i Clippers, dopo un primo anno 15,3 punti di media, nel secondo tiene una media di 19,8 punti con cui aiuta la squadra a tornare ai play-off.[32] dove escono al primo turno contro Golden State per 4-2.

Oklahoma City Thunder (2019-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2019 viene ufficializzato uno scambio che porta Gallinari (oltre a Shai Gilgeous-Alexander e prime scelte non protette) agli Oklahoma City Thunder in cambio di Paul George. Disputa una delle migliori stagioni della sua carriera toccando i 18,7 punti di media nelle 62 partite di regular season. Ai play-off esce al primo turno contro gli Houston Rockets di James Harden e Russell Westbrook che vincono la serie 4-3. Al termine della stagione, con il termine del suo contratto, lascia la squadra e diventa free agent.

Atlanta Hawks (2020-2022)[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 novembre 2020 firma un triennale da 61,5 milioni di dollari con gli Atlanta Hawks.[33] Sceglie di vestire la maglia numero 8. Con gli Hawks ricopre per la prima volta in carriera il ruolo di sesto uomo, uscendo dalla panchina.

Il 24 febbraio 2021 segna 10 triple su 12 nella partita vinta 127-112 contro i Boston Celtics, migliorando così i record di franchigia e personale per triple segnate in una partita.

La franchigia della Georgia chiude la regular season al 5º posto ad est con un record di 41 vittorie e 31 sconfitte. Nei playoff gli Hawks sconfiggono dapprima i New York Knicks per 4-2, consentendo così al Gallo di vincere la prima serie di playoff della sua carriera NBA, e successivamente approdano alle finali della Eastern Conference grazie alla vittoria per 4 a 3 contro i Philadelphia 76ers. Proprio in gara 7 il giocatore italiano realizza una delle giocate più importanti della sua carriera, rubando il pallone a Joel Embiid e andando a schiacciare per il +6 Hawks a 44 secondi dalla fine.[34] Gli Hawks verranno poi sconfitti in 6 gare dai Milwaukee Bucks futuri campioni NBA, anche a causa dell'infortunio subito dalla loro stella Trae Young.[35]

Boston Celtics (2022-2023)[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 giugno 2022 viene inserito in una trade con i San Antonio Spurs, insieme a diverse prime scelte al draft, per Dejounte Murray e Jock Landale.[36] L'8 luglio successivo Gallinari viene tagliato dalla franchigia texana.[37]

Il 12 luglio seguente, il cestista si accorda per due anni con i Boston Celtics.[38] Tuttavia, nell'agosto dello stesso anno riporta la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro durante un incontro con la Nazionale, trovandosi dunque costretto a saltare l'intera stagione 2022-2023.[39][40]

Nonostante ciò, nel giugno del 2023 Gallinari esercita ufficialmente l'opzione per il secondo anno del suo contratto con i Celtics, per un cifra stimata intorno ai 6.8 milioni di dollari.[41][42]

Washington Wizards (2023-2024)[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 giugno passa ai Washington Wizards nell'ambito di una trade a tre squadre con i Boston Celtics e i Memphis Grizzlies.[43] Qui trova poco spazio, ma torna a giocare dopo un anno di stop.

Detroit Pistons (2024)[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 gennaio 2024 si trasferisce ai Detroit Pistons dopo essere stato oggetto, insieme a Mike Muscala, di una trade tra quest'ultimi e i Washington Wizards.[44] Il 1º febbraio mette in mostra le sue qualità con una prestazione da 20 punti, 3 rimbalzi, 2 assist, 1 palla rubata e 100% 3FG (4/4) ma, il 9 febbraio, stesso giorno dell'arrivo del connazionale Simone Fontecchio, è stato tagliato dal roster dopo aver giocato solo 6 partite.[45]

Milwaukee Bucks (2024-)[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 febbraio 2024 firma per i Milwaukee Bucks, ritrovando Doc Rivers come suo coach.[46][47]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Gallinari con la maglia della nazionale italiana

Convocato per la prima volta in nazionale dal coach Carlo Recalcati per l'All-Star Game del 2006 disputato a Torino, si è aggiudicato la gara del tiro da tre punti battendo in finale Mike Jordan.[48]

Gallinari è stato convocato per altre gare amichevoli disputate dalla nazionale, ma ha dovuto rinunciare agli Europei 2007 a causa di un infortunio occorso durante la preparazione estiva con la nazionale. Successivi infortuni gli hanno impedito di prendere parte anche alle gare di qualificazione agli Europei 2009.

Il 29 luglio 2011 è ritornato in nazionale dopo quattro anni di assenza, nella sfida vinta contro la Macedonia in occasione del Trofeo Gianatti di Bormio.[49] Ha successivamente preso parte agli Europei 2011 svoltisi in Lituania.

Nel 2015 partecipa con la Nazionale italiana agli Europei. La squadra arriva ai quarti di finale, dove viene sconfitta dalla Lituania.

Nel 2016 partecipa con la Nazionale italiana al torneo di qualificazione di Torino per le Olimpiadi di Rio de Janeiro ma il 9 luglio viene battuto in finale dalla Croazia.[50]

Il 30 luglio 2017, durante un'amichevole di preparazione a EuroBasket 2017 contro l'Olanda, reagisce a una gomitata ad altezza viso dell'avversario Jito Kok colpendolo con un pugno al volto. Nell'occasione viene espulso e si frattura il primo metacarpo della mano destra ed è costretto a saltare la manifestazione continentale.[51]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PT  Partite da titolare  MP  Minuti a partita
 TC%  Percentuale tiri dal campo a segno  3P%  Percentuale tiri da tre punti a segno  TL%  Percentuale tiri liberi a segno
 RP  Rimbalzi a partita  AP  Assist a partita  PRP  Palle rubate a partita
 SP  Stoppate a partita  PP  Punti a partita  Grassetto  Career high
* Primo nella lega

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2004-05 Casalpusterlengo 28 - - - - - - - - - -
2005-06 Pall. Pavia 16 15 29,4 62,1 46,6 83,1 3,3 0,8 2,0 0,6 14,3
2006-07 Olimpia Milano 33 32 25,6 52,6 30,4 81,9 3,9 1,0 1,7 0,2 10,9
2007-08 Olimpia Milano 29 28 33,9 50,3 40,5 85,6 5,7 1,3 1,9 0,5 17,5
2011-12 Olimpia Milano 8 1 21,5 50,0 22,7 80,0 5,4 1,6 1,6 0,5 10,9
Carriera 114 76 21,6 52,6 37,7 84,2 3,4 0,9 1,4 0,3 10,4

[nota 1]

  1. ^ Il "totale carriera" non tiene in considerazione la stagione 2004-2005 disputata a Casalpusterlengo, per via dei dati incompleti. Fa eccezione il dato sulle presenze totali, di cui si ha invece certezza statistica.

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2006-07 Olimpia Milano 8 8 29,4 43,9 28,0 83,0 3,6 0,9 2,1 0,8 11,5
2007-08 Olimpia Milano 8 8 36,9 57,6 40,5 82,1 6,5 1,5 1,8 0,3 18,1
Carriera 16 16 33,1 52,0 35,5 82,7 5,1 1,2 1,9 0,5 14,8

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2008-2009 N.Y. Knicks 28 2 14,7 44,8 44,4 96,3 2,0 0,5 0,5 0,1 6,1
2009-2010 N.Y. Knicks 81 74 33,9 42,3 38,1 81,8 4,9 1,7 0,9 0,7 15,1
2010-2011 N.Y. Knicks 48 48 34,8 41,5 34,7 89,3 4,8 1,7 0,8 0,4 15,9
Denver Nuggets 14 12 30,9 41,2 37,0 77,2 5,4 1,6 0,9 0,6 14,7
2011-2012 Denver Nuggets 43 40 31,4 41,4 32,8 87,1 4,7 2,7 1,0 0,5 14,6
2012-2013 Denver Nuggets 71 71 32,5 41,8 37,3 82,2 5,2 2,5 0,9 0,5 16,2
2014-2015 Denver Nuggets 59 27 24,2 40,1 35,5 89,5 3,7 1,4 0,8 0,3 12,4
2015-2016 Denver Nuggets 53 53 34,7 41,0 36,4 86,8 5,3 2,5 0,8 0,4 19,5
2016-2017 Denver Nuggets 63 63 33,9 44,7 38,8 90,2 5,1 2,1 0,6 0,2 18,2
2017-2018 L.A. Clippers 21 21 32,0 39,8 32,4 93,1 4,8 2,0 0,6 0,5 15,3
2018-2019 L.A. Clippers 68 68 30,3 46,3 43,3 90,4 6,1 2,6 0,7 0,3 19,8
2019-2020 Oklahoma Thunder 62 62 29,6 43,8 40,5 89,3 5,2 1,9 0,7 0,1 18,7
2020-2021 Atlanta Hawks 51 4 24,0 43,4 40,6 92,5 4,1 1,5 0,6 0,2 13,3
2021-2022 Atlanta Hawks 66 18 25,3 43,4 38,1 90,4 4,7 1,5 0,4 0,2 11,7
2023-2024 Wash. Wizards 26 0 14,8 43,5 31,3 83,9 2,9 1,2 0,2 0,1 7,0
Detroit Pistons 6 0 15,0 54,5 58,3 87,5 2,3 2,0 0,3 0,3 8,7
Milwaukee Bucks 15 0 8,6 39,3 20,0 84,6 0,9 0,7 0,3 0,1 2,4
Carriera 775 563 28,9 42,8 38,1 87,6 4,7 1,9 0,7 0,3 15,0

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2011 Denver Nuggets 5 5 29,6 43,2 46,7 71,4 3,4 2,0 0,8 0,0 12,0
2012 Denver Nuggets 7 7 31,7 36,2 17,4 91,7 5,1 2,4 0,7 0,6 13,4
2019 L.A. Clippers 6 6 33,5 35,1 30,2 84,8 6,2 2,7 1,3 0,2 19,8
2020 Oklahoma Thunder 7 7 30,3 40,5 32,4 96,7 5,4 1,0 0,7 0,1 15,0
2021 Atlanta Hawks 18 0 24,6 42,5 40,5 94,2 3,9 0,8 0,3 0,2 12,8
2022 Atlanta Hawks 5 3 22,2 40,0 26,7 100* 4,2 0,8 0,2 0,0 10,2
2023 Boston Celtics 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Carriera 48 28 27,9 39,5 34,1 90,1 4,6 1,4 0,6 0,2 13,8

Massimi in carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e punti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e dei punti in Nazionale - Bandiera dell'Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Punti Note
23/12/2006 Torino Italia Bandiera dell'Italia 102 - 63 Bandiera non conosciuta All Star Team All Star Game Lega Basket 2006 11 [53]
29/07/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 77 - 59 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole 10 [54]
31/07/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 86 - 65 Bandiera dell'Austria Austria Amichevole 8 [55]
01/08/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 81 - 70 Bandiera della Croazia Croazia Amichevole 2 [56]
03/08/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 86 - 54 Bandiera dell'Australia Australia Amichevole 12 [57]
04/08/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 72 - 66 Bandiera della Croazia Croazia Amichevole 14 [58]
12/08/2007 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 88 - 57 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole 8 [59]
13/08/2007 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 83 - 73 Bandiera della Lettonia Lettonia Amichevole 6 [60]
29/07/2011 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 89 - 70 Bandiera della Macedonia Macedonia Amichevole 15 [61]
30/07/2011 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 80 - 74 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Amichevole 20 [62]
13/08/2011 Rimini Italia Bandiera dell'Italia 67 - 61 Bandiera della Polonia Polonia Amichevole 9 [63]
14/08/2011 Rimini Italia Bandiera dell'Italia 82 - 73 Bandiera della Grecia Grecia Amichevole 17 [64]
23/08/2011 Atene Italia Bandiera dell'Italia 74 - 71 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Torneo Acropolis 2011 16 [65]
24/08/2011 Atene Italia Bandiera dell'Italia 102 - 63 Bandiera degli Stati Uniti Brigham Young University Torneo Acropolis 2011 21 [66]
25/08/2011 Atene Grecia Bandiera della Grecia 81 - 82 dts Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2011 23 [67]
31/08/2011 Šiauliai Serbia Bandiera della Serbia 80 - 68 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 15 [68]
01/09/2011 Šiauliai Italia Bandiera dell'Italia 62 - 76 Bandiera della Germania Germania EuroBasket 2011 - Fase a gironi 17 [69]
02/09/2011 Šiauliai Lettonia Bandiera della Lettonia 62 - 71 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 7 [70]
04/09/2011 Šiauliai Italia Bandiera dell'Italia 84 - 91 Bandiera della Francia Francia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 18 [71]
05/09/2011 Šiauliai Israele Bandiera d'Israele 96 - 95 dts Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 19 [72]
15/08/2012 Sassari Italia Bandiera dell'Italia 97 - 45 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2013 10 [73]
18/08/2012 Chomutov Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 53 - 63 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2013 13 [74]
21/08/2012 Sassari Italia Bandiera dell'Italia 78 - 69 Bandiera della Turchia Turchia Qual. Euro 2013 16 [75]
24/08/2012 Minsk Bielorussia Bandiera della Bielorussia 63 - 84 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2013 19 [76]
30/08/2012 Coimbra Portogallo Bandiera del Portogallo 70 - 82 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2013 18 [77]
02/09/2012 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 68 - 56 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2013 10 [78]
05/09/2012 Kayseri Turchia Bandiera della Turchia 82 - 83 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2013 19 [79]
08/09/2012 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 83 - 58 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Qual. Euro 2013 16 [80]
14/08/2015 Tbilisi Italia Bandiera dell'Italia 82 - 63 Bandiera della Lettonia Lettonia Amichevole 22 [81]
15/08/2015 Tbilisi Italia Bandiera dell'Italia 85 - 61 Bandiera dell'Estonia Estonia Amichevole 8 [82]
16/08/2015 Tbilisi Georgia Bandiera della Georgia 67 - 87 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole 17 [83]
21/08/2015 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 86 - 72 Bandiera della Finlandia Finlandia Amichevole 18 [84]
22/08/2015 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 75 - 77 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Amichevole 9 [85]
28/08/2015 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 91 - 90 Bandiera della Georgia Georgia Amichevole 14 [86]
29/08/2015 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 90 - 69 Bandiera degli Stati Uniti Michigan State Spartans Amichevole 3 [87]
30/08/2015 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 68 - 63 Bandiera della Russia Russia Amichevole 32 [88]
05/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 87 - 89 Bandiera della Turchia Turchia EuroBasket 2015 - Fase a gironi 33 [89]
06/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 71 - 64 Bandiera dell'Islanda Islanda EuroBasket 2015 - Fase a gironi 4 [90]
08/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 105 - 98 Bandiera della Spagna Spagna EuroBasket 2015 - Fase a gironi 29 [91]
09/09/2015 Berlino Germania Bandiera della Germania 82 - 89 dts Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2015 - Fase a gironi 25 [92]
10/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 82 - 101 Bandiera della Serbia Serbia EuroBasket 2015 - Fase a gironi 14 [93]
13/09/2015 Lilla Italia Bandiera dell'Italia 82 - 52 Bandiera d'Israele Israele EuroBasket 2015 - Ottavi 6 [94]
16/09/2015 Lilla Italia Bandiera dell'Italia 85 - 95 dts Bandiera della Lituania Lituania EuroBasket 2015 - Quarti 17 [95]
17/09/2015 Lilla Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 70 - 85 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2015 - Gara 5º posto 15 [96]
17/06/2016 Trento Italia Bandiera dell'Italia 78 - 48 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Torneo amichevole 4 [97]
18/06/2016 Trento Italia Bandiera dell'Italia 87 - 51 Bandiera del Cile Cile Torneo amichevole 17 [98]
25/06/2016 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 106 - 70 Bandiera delle Filippine Filippine Torneo amichevole 20 [99]
26/06/2016 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 71 - 74 Bandiera del Canada Canada Torneo amichevole 16 [100]
30/06/2016 Biella Italia Bandiera dell'Italia 83 - 70 Bandiera di Porto Rico Porto Rico Amichevole 18 [101]
04/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 68 - 41 Bandiera della Tunisia Tunisia Qual. Olimpiadi 2016 6 [102]
05/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 67 - 60 Bandiera della Croazia Croazia Qual. Olimpiadi 2016 12 [103]
08/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 79 - 54 Bandiera del Messico Messico Qual. Olimpiadi 2016 15 [104]
09/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 78 - 84 dts Bandiera della Croazia Croazia Qual. Olimpiadi 2016 12 [105]
29/07/2017 Trento Italia Bandiera dell'Italia 96 - 36 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Torneo amichevole 10 [106]
30/07/2017 Trento Italia Bandiera dell'Italia 66 - 57 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Torneo amichevole 5 [107]
23/08/2019 Shenyang Italia Bandiera dell'Italia 65 - 71 Bandiera della Serbia Serbia Torneo amichevole 11 [108]
25/08/2019 Shenyang Italia Bandiera dell'Italia 80 - 82 Bandiera della Francia Francia Torneo amichevole 15 [109]
26/08/2019 Anshan Italia Bandiera dell'Italia 82 - 88 Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda Torneo amichevole 22 [110]
31/08/2019 Foshan Italia Bandiera dell'Italia 108 - 62 Bandiera delle Filippine Filippine Mondiali 2019 - 1ª fase a gironi 16 [111]
02/09/2019 Foshan Italia Bandiera dell'Italia 92 - 61 Bandiera dell'Angola Angola Mondiali 2019 - 1ª fase a gironi 7 [112]
04/09/2019 Foshan Italia Bandiera dell'Italia 77 - 92 Bandiera della Serbia Serbia Mondiali 2019 - 1ª fase a gironi 26 [113]
06/09/2019 Wuhan Italia Bandiera dell'Italia 60 - 67 Bandiera della Spagna Spagna Mondiali 2019 - 2ª fase a gironi 15 [114]
08/09/2019 Wuhan Italia Bandiera dell'Italia 94 - 89 dts Bandiera di Porto Rico Porto Rico Mondiali 2019 - 2ª fase a gironi 22 [115]
25/07/2021 Saitama Germania Bandiera della Germania 82 - 92 Bandiera dell'Italia Italia Olimpiadi 2021 - Fase a gironi 18 [116]
28/07/2021 Saitama Italia Bandiera dell'Italia 83 - 86 Bandiera dell'Australia Australia Olimpiadi 2021 - Fase a gironi 5 [117]
31/07/2021 Saitama Italia Bandiera dell'Italia 80 - 71 Bandiera della Nigeria Nigeria Olimpiadi 2021 - Fase a gironi 3 [118]
03/08/2021 Saitama Italia Bandiera dell'Italia 75 - 84 Bandiera della Francia Francia Olimpiadi 2021 - Quarti di finale 21 [119]
12/08/2022 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 78 - 79 dts Bandiera della Francia Francia Amichevole 13 [120]
16/08/2022 Montpellier Francia Bandiera della Francia 100 - 68 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole 11 [121]
20/08/2022 Amburgo Italia Bandiera dell'Italia 96 - 80 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Torneo amichevole 2 [122]
24/08/2022 Riga Ucraina Bandiera dell'Ucraina 89 - 97 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2023 10 [123]
27/08/2022 Brescia Italia Bandiera dell'Italia 91 - 84 Bandiera della Georgia Georgia Qual. Mondiali 2023 17 [124]
Totale Presenze 72 Punti 1.024

Record individuali[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i record individuali in una singola partita di Danilo Gallinari.

Statistica Serie A[125] Eurolega[126] NBA[127]
Punti 29
Teramo-Milano, 20 gennaio 2008
27
Maccabi-Milano, 24 gennaio 2008
47
Denver-Dallas, 10 aprile 2015
Rimbalzi 11
2 volte
7
Le Mans-Milano, 6 dicembre 2007
18
Clippers-Nuggets, 24 novembre 2015
Assist 3
11 volte
5
Le Mans-Milano, 6 dicembre 2007
8
Warriors-Knicks, 2 aprile 2010
Stoppate 3
Milano-Virtus Bologna, 6 giugno 2007
2
Aris Salonicco-Milano, 22 novembre 2007
4
2 volte
Palle recuperate 6
2 volte
4
Aris Salonicco-Milano, 22 novembre 2007
5
Nuggets-Lakers, 1º gennaio 2012
Minuti giocati 40
5 volte
38
Lietuvos Rytas-Milano, 12 dicembre 2007
52
Pistons-Knicks, 28 novembre 2010
Tiri liberi 14
Teramo-Milano, 20 gennaio 2008
18/18
Nuggets-Bulls, 5 febbraio 2016
Triple segnate 10
Celtics-Hawks, 24 febbraio 2021

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2007, 2008
2008
2007-2008
  • MVP NBA Africa Game: 1
2018

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dal sito dell'editore: Libreria dello Sport, su libreriadellosport.it, 2 febbraio 2011. URL consultato il 2 febbraio 2011 (archiviato il 25 novembre 2010).
  2. ^ Giorgio Melani, Danilo Gallinari è il giocatore di copertina per NBA 2K17 in Italia, su multiplayer.it, 21 luglio 2016. URL consultato il 26 novembre 2019.
  3. ^ Mirco Melloni, Nuovi allenamenti e salute: l’evoluzione di Gallinari è il segreto dei Clippers leader ad Ovest, su LaStampa.it, 29 novembre 2018. URL consultato il 26 novembre 2019.
  4. ^ Mauro Bevacqua, NBA, Gallinari sta giocando la miglior stagione mai disputata da un italiano?, su Sport.Sky.it, 9 novembre 2018. URL consultato il 26 novembre 2019.
  5. ^ Basket, NBA: Gallinari all'All Star Game, in gara tiri da 3, su Repubblica.it, 16 febbraio 2019. URL consultato il 26 novembre 2019 (archiviato il 30 marzo 2019).
  6. ^ Massimo Tosatto, Danilo Gallinari - Il maschio alfa del basket italiano, su BasketInside.com, 18 novembre 2015. URL consultato il 26 novembre 2019.
  7. ^ Gallinari: “La mia capacità di playmaking? È dovuta al mio passato in Europa”, su sportando.basketball. URL consultato il 26 novembre 2019 (archiviato il 31 luglio 2019).
  8. ^ (EN) Mason Bissada, Gallinari Forcing NBA to Take Notice with Career Year, su nba.com, 4 gennaio 2019. URL consultato il 26 novembre 2019 (archiviato il 29 settembre 2019).
  9. ^ (EN) Tomer Azarly, Danilo Gallinari excited to bring versatility to new-look Clippers, su ClutchPoints.com, 2017. URL consultato il 26 novembre 2019 (archiviato il 12 novembre 2019).
  10. ^ Chi Siamo | BASKET LODI, su www.basketlodi.it. URL consultato il 20 luglio 2016 (archiviato il 17 agosto 2016).
  11. ^ Danilo Gallinari in prestito alla Edimes Pavia, su basketnet.net. URL consultato il 20 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2011).
  12. ^ Tabellino incontro AJ MILANO - PROKOM TREFL SOPOT, su euroleague.net. URL consultato il 20 settembre 2011.
  13. ^ Gallinari, Boniciolli e Minucci i migliori della stagione, su 195.56.77.208, Lega Basket. URL consultato il 20 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2014).
  14. ^ Danilo Gallinari torna a Milano, su olimpiamilano.com, Olimpia Milano. URL consultato il 21 settembre 2011.
  15. ^ a b Walter Fuochi, New York sceglie Gallinari ma i fischi sporcano il sogno, in La Repubblica, 28 giugno 2008. URL consultato il 21 settembre 2011.
  16. ^ Danilo non teme i fischi "Guadagnerò gli applausi", su gazzetta.it, 27 giugno 2008. URL consultato il 29 giugno 2008 (archiviato il 19 settembre 2008).
  17. ^ Gallinari ha firmato per i Knicks Danilo ha scelto la maglia numero 8, su qn.quotidiano.net, QN. URL consultato il 21 settembre 2011.
  18. ^ NY e Toronto: Debutti vincenti, su it.eurosport.yahoo.com, eurosport.yahoo.com, 30 ottobre 2008.
  19. ^ La schiena ferma Gallinari per almeno un mese, su qn.quotidiano.net, QN. URL consultato il 21 settembre 2011.
  20. ^ a b Gallinari, rientro a sorpresa, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 21 settembre 2011 (archiviato il 4 marzo 2016).
  21. ^ E. Carchia, All-Star Game, Il Gallo alla gara del tiro da tre punti, su Redazione Sportando, 3 febbraio 2010. URL consultato il 30 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2012).
  22. ^ Nba, Gallinari conquista gli States e va all'All Star Game, su tuttosport.com, 27 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2010).
  23. ^ Anthony è dei Knicks, Gallinari va a Denver, su repubblica.it. URL consultato il 21 settembre 2011 (archiviato il 25 maggio 2011).
  24. ^ Il Gallo canta anche a Denver. I Nuggets battono Boston, su sport.sky.it, Sky Sport. URL consultato il 21 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2011).
  25. ^ Gallo, 30 punti con beffa, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 21 settembre 2011 (archiviato il 18 maggio 2011).
  26. ^ NBA - Belinelli vince a Los Angeles. Gallinari sconfitto ad Oklahoma, su pianetabasket.com. URL consultato il 21 settembre 2011.
  27. ^ (EN) Tabellino del match, su nba.com. URL consultato il 22 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2012).
  28. ^ (EN) Tabellino del match, su it.global.nba.com (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2013).
  29. ^ Nba. Gallinari stagione finita: è rottura crociato anteriore, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 6 aprile 2013. URL consultato il 7 aprile 2013.
  30. ^ Davide Chinellato, Gallinari Record, su gazzetta.it.
  31. ^ Danilo Gallinari guida la classifica degli sportivi italiani più pagati al mondo, su Eurosport, 15 dicembre 2017. URL consultato il 29 marzo 2019.
  32. ^ Jacopo Gramegna, NBA Playoff Preview: Golden State Warriors vs Los Angeles Clippers, su NBARELIGION.COM, 11 aprile 2019. URL consultato il 14 aprile 2019 (archiviato il 14 aprile 2019).
  33. ^ Gallinari agli Atlanta Hawks, super contratto da 61,5 milioni di dollari per 3 anni (ma nessuna prospettiva di titolo), su corriere.it, 21 novembre 2020.
  34. ^ Sky Sport, La giocata decisiva del Gallo nel finale di gara-7, su sport.sky.it. URL consultato il 16 febbraio 2022.
  35. ^ Sky Sport, Middleton e Holiday trascinano Milwaukee in finale, su sport.sky.it. URL consultato il 16 febbraio 2022.
  36. ^ (EN) Atlanta Completes Trade with San Antonio Spurs; Acquires Dejounte Murray and Jock Landale in Exchange for Danilo Gallinari and Future First Round Draft Picks, su nba.com, 30 giugno 2022.
  37. ^ (EN) San Antonio Spurs Waive Veteran Forward, su si.com, 8 luglio 2022.
  38. ^ (EN) Celtics Sign Gallinari, su nba.com, 12 luglio 2022.
  39. ^ Gallinari, news infortunio: lesione al crociato, salta tutta la stagione Nba, su Adnkronos, 2 settembre 2022. URL consultato il 3 ottobre 2022.
  40. ^ Basket Italia - Danilo Gallinari, che sfortuna: è rottura del legamento crociato anteriore, su Eurosport, 2 settembre 2022. URL consultato il 16 giugno 2023.
  41. ^ (EN) Adrian Wojnarowski, Gallinari opts in for Celtics return in 2023-24, su ESPN.com, 15 giugno 2023. URL consultato il 16 giugno 2023.
  42. ^ Davide Fumagalli, Danilo Gallinari esercita l'opzione: resterà ai Boston Celtics anche nel 2023-24, su Eurosport, 16 giugno 2023. URL consultato il 16 giugno 2023.
  43. ^ (EN) Boston Celtics Acquire Kristaps Porzingis, su nba.com, 23 giugno 2023.
  44. ^ (EN) DETROIT PISTONS ACQUIRE DANILO GALLINARI AND MIKE MUSCALA, su NBA.com, 14 gennaio 2024. URL consultato il 16 febbraio 2024.
  45. ^ (EN) Pistons PR, The Detroit Pistons announced today that the team has requested waivers on forward Danilo Gallinari. (Tweet), su Twitter, 9 febbraio 2024. URL consultato il 16 febbraio 2024.
  46. ^ (EN) Reports: Bucks finalizing deal with veteran Danilo Gallinari, su NBA.com, 16 febbraio 2024. URL consultato il 20 febbraio 2024.
  47. ^ (EN) Milwaukee Bucks Sign Danilo Gallinari, su NBA.com/bucks, 21 febbraio 2024. URL consultato il 22 febbraio 2024.
  48. ^ TIM ASG, Gallinari vince la gara del tiro da 3 'Trofeo Champion', su 195.56.77.208, Lega Basket. URL consultato il 20 settembre 2011 (archiviato il 5 maggio 2014).
  49. ^ ITALIA-MACEDONIA 89-70, su fip.it, FIP. URL consultato il 20 settembre 2011 (archiviato il 5 maggio 2014).
  50. ^ La Croazia si qualifica per Rio 2016, su fiba.com, 10 luglio 2016. URL consultato l'11 luglio 2016 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2016).
  51. ^ Sky Sport, Pugno Gallinari, parla Kok: “Era frustrato...”, su sport.sky.it. URL consultato il 14 aprile 2019.
  52. ^ (EN) Danilo Gallinari - NBA Career Bests, su basketball.realgm.com. URL consultato l'8 aprile 2022.
  53. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017).
  54. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  55. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  56. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  57. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  58. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  59. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  60. ^ Mario Carta, La giovane Italia doma anche la Lettonia, in lanuovasardegna.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato il 6 aprile 2019).
  61. ^ Trofeo Gianatti, Bormio. Italia-Macedonia 89-70. Domani finale con la Bulgaria alle 17,30 (diretta Rai Sport), in pianetabasket.com. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato il 6 aprile 2019).
  62. ^ Mario Calabresi, Italia ancora ok E ora arriva Bargnani, in Repubblica.it. URL consultato il 6 aprile 2019.
  63. ^ Claudio Russo, L’Italbasket batte 67-61 la Polonia con i tre fenomeni NBA in campo, in pianetazzurro.it. URL consultato il 6 aprile 2019 (archiviato il 12 luglio 2019).
  64. ^ Stefano Valenti, Talento e grinta Italia batte Grecia, in Repubblica.it. URL consultato il 29 marzo 2019.
  65. ^ Basketinside.com, Nazionale, i “Big Three” piegano la Bulgaria. URL consultato il 29 marzo 2019.
  66. ^ repubblica.it, L'Italia a rullo Finale conquistata, 29 marzo 2019.
  67. ^ dietrolanotizia.eu, Torneo dell’Acropolis. Grecia -Italia 81-82 dopo 2ts. Gallinari MVP, 29 marzo 2019.
  68. ^ SERBIA vs ITALY Eurobasket 2011, in archive.fiba.com. URL consultato il 7 aprile 2019 (archiviato il 6 aprile 2019).
  69. ^ ITALY vs GERMANY Eurobasket 2011, in archive.fiba.com. URL consultato il 7 aprile 2019.
  70. ^ LATVIA vs ITALY Eurobasket 2011, in archive.fiba.com. URL consultato il 7 aprile 2019.
  71. ^ ITALY vs FRANCE Eurobasket 2011, in archive.fiba.com. URL consultato il 7 aprile 2019.
  72. ^ ISRAEL vs ITALY Eurobasket 2011, in archive.fiba.com. URL consultato il 7 aprile 2019 (archiviato il 6 aprile 2019).
  73. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  74. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  75. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  76. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  77. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  78. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  79. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  80. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  81. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  82. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  83. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  84. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  85. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  86. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  87. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  88. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  89. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  90. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  91. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  92. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 10 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  93. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 14 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  94. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 14 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  95. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  96. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it. URL consultato il 17 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  97. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 17 giugno 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  98. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 18 giugno 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  99. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 25 giugno 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  100. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 26 giugno 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  101. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 30 giugno 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  102. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 4 luglio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  103. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 5 luglio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  104. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 8 luglio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  105. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 9 luglio 2016. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  106. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 29 luglio 2017. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  107. ^ Tabellino del match su FIP.it, su fip.it, 30 luglio 2017. URL consultato il 22 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  108. ^ Torneo AusTiger. Italia-Serbia 65-71 (18 Belinelli). Il CT: “Passo avanti. Peccato per alcuni errori in fasi cruciali”. Domenica la Francia (9.30 in Italia), su fip.it, 23 agosto 2019. URL consultato il 23 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2019).
  109. ^ Torneo AusTiger. Italia-Francia 80-82 (20 Belinelli). Il CT: "Ancora progressi ma nei momenti bui dobbiamo fare meglio". Domani la Nuova Zelanda ad Anshan (13.30 in Italia), su fip.it, 25 agosto 2019. URL consultato il 25 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2019).
  110. ^ Torneo AusTiger. Italia-N. Zelanda 82-88 (22 Gallinari). Il CT: "Passo indietro. Spero sia utile". Il 29 agosto gli ultimi due "tagli", su fip.it, 26 agosto 2019. URL consultato il 26 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2019).
  111. ^ FIBA World Cup. Italia-Filippine 108-62 (17 Datome e Della Valle). Il CT: "Fatto il nostro. Guardiamo avanti". Lunedì l'Angola, su fip.it, 31 agosto 2019. URL consultato il 31 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2019).
  112. ^ FIBA World Cup. Italia-Angola 92-61. Azzurri vicini alla seconda fase e al pass preolimpico (serve vittoria serba contro le Filippine). Belinelli quinto miglior marcatore Azzurro di sempre, su fip.it, 2 settembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 2 settembre 2019).
  113. ^ Italia-Serbia 77-92 (26 Gallinari). Seconda fase a Wuhan contro Spagna (6/09, 14.30 italiane) e Portorico (8/09, 10.30 italiane)., su fip.it, 4 settembre 2019. URL consultato il 4 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2019).
  114. ^ FIBA World Cup. Italia-Spagna 60-67. Azzurri eliminati. Le parole di Sacchetti, Petrucci e Datome. Domenica chiusura contro il Portorico (10.30 italiane, Sky Sport Uno e Arena), su fip.it, 6 settembre 2019. URL consultato il 6 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2019).
  115. ^ FIBA World Cup. Italia-Portorico 94-89 dts (27 Belinelli). Finisce il Mondiale degli Azzurri. Meo: "Che questa esperienza serva a tutti per migliorare ancora", su fip.it, 8 settembre 2019. URL consultato l'11 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2019).
  116. ^ Ufficio Stampa FIP, Tokyo 2020. Italia-Germania 92-82 (20 Fontecchio). Ritorno ai Giochi con vittoria per gli Azzurri. Sacchetti: "Il carattere di questi ragazzi non è banale", su fip.it, 25 luglio 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  117. ^ Ufficio Stampa FIP, Tokyo 2020, Italia-Australia 83-86 (Fontecchio 22). Sacchetti: “Peccato per i rimbalzi nel finale”. Sabato 31 luglio Italia-Nigeria (ore 6.40 italiane), su fip.it, 28 luglio 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  118. ^ Ufficio Stampa FIP, Tokyo 2020. Italia ai quarti di finale! Battuta la Nigeria 80-71 (Melli 15). Azzurri secondi nel girone., su fip.it, 31 luglio 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.
  119. ^ Ufficio Stampa FIP, Tokyo 2020. Italia-Francia 75-84. Azzurri eliminati ai quarti di finale. Petrucci: "Grazie a squadra e staff. Ora al lavoro per migliorare ancora". Sacchetti: "A testa alta". Melli: "Non vedo l'ora di tornare in Nazionale con questo gruppo", su fip.it, 3 agosto 2021. URL consultato il 3 agosto 2021.
  120. ^ Ufficio Stampa FIP, All'Unipol Arena Italia-Francia 77-78 dts (Fontecchio 24 punti e career high). Pozzecco: "Alta intensità, fatte le cose che abbiamo in mente di fare". Petrucelli autorizzato a lasciare il raduno, in FIP.it, 12 agosto 2022. URL consultato il 13 agosto 2022.
  121. ^ Ufficio Stampa FIP, Francia-Italia 100-68 a Montpellier (Melli 13). Oggi il trasferimento ad Amburgo per la Supercup (19 agosto vs Serbia, 20 agosto vs Germania o Rep.Ceca), in FIP.it, 16 agosto 2022. URL consultato il 19 agosto 2022.
  122. ^ Ufficio Stampa FIP, Italia-Rep.Ceca 96-80 ad Amburgo (Mannion 20 punti). Nella notte il rientro a Brescia. Il 24 agosto contro l'Ucraina a Riga, in FIP.it, 20 agosto 2022. URL consultato il 20 agosto 2022.
  123. ^ Ufficio Stampa FIP, FIBA World Cup 2023 Qualifiers: Ucraina-Italia 89-97 (20 punti Fontecchio). Azzurri ancora primi nel girone L. Pozzecco: "Vittoria clamorosamente importante. Orgoglioso dei miei ragazzi", in FIP.it, 24 agosto 2022. URL consultato il 30 agosto 2022.
  124. ^ Ufficio Stampa FIP, World Cup 2023 Qualifiers, Italia-Georgia 91-84. Pozzecco: "Bella vittoria, speriamo che l'infortunio di Gallinari non sia grave", in FIP.it, 27 agosto 2022. URL consultato il 30 agosto 2022.
  125. ^ Statistiche su legabasket.it, su 195.56.77.208. URL consultato il 20 settembre 2011 (archiviato il 12 luglio 2019).
  126. ^ (EN) Statistiche su euroleague.net
  127. ^ Statistiche, su nba.com. URL consultato il 26 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]