Unione Cestistica Casalpusterlengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UCC Assigeco Piacenza
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body thinsidesonwhite.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body whitesides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu2.png Rosso e blu
Dati societari
Città Piacenza
Paese Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie A2
Fondazione 1977
Denominazione Unione Cestistica Casalpusterlengo
(1977-2016)

UCC Assigeco Piacenza
(dal 2016-)

Presidente Franco Curioni
Allenatore Marco Andreazza
Impianto PalaBanca di Piacenza
(4.500 posti)
Sito web uccassigecopiacenza.it
Palmarès
Altri titoli 2 Coppa Italia A Dilettanti
(2007, 2009)

L'UCC Assigeco Piacenza (precedentemente conosciuta come Unione Cestistica Casalpusterlengo è una squadra di basket di Piacenza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'U.C. Casalpusterlengo nasce nel 1977, per volontà del presidente Franco Curioni: la squadra milita nel campionato di Promozione e la rosa è composta proprio dal presidente Curioni e dagli altri membri del consiglio direttivo.

Nel 1994, sponsorizzata Assigeco, disputa la Serie D, venendo promossa in Serie C sotto la guida di Maurizio Fiorani.

Dal dicembre 2002 al novembre 2006 l'allenatore è Marcello Ghizzinardi, subentrato a Fabio Corbani: durante questo periodo il club ottiene una promozione in Serie B d'Eccellenza (2004). Nel 2006-07 vince la Coppa Italia di categoria con Walter De Raffaele in panchina, successo poi bissato nel 2008-09 nel primo anno al PalaCastellotti di Lodi.

Nel 2009-10 viene ammessa al campionato di Legadue, a seguito della rinuncia del Basket Livorno. L'11 aprile 2010, l'Assigeco conquista la salvezza matematica, con tre giornate d'anticipo rispetto alla fine della regular season di Legadue.

Nella seconda stagione in Legadue (2010-11), l'Assigeco riesce a conquistare la salvezza all'ultimo turno di campionato, battendo in casa per 85-72 Ferrara, riuscendo a classificarsi 11ª in campionato grazie al notevole contributo degli atleti italiani nella seconda metà di stagione.

Il 30 giugno 2011, dopo aver annunciato il ritorno al Campus di Codogno, viene ufficializzata la rinuncia al campionato di Legadue[1] e l'autoretrocessione nella nuova Lega di Sviluppo (la vecchia A Dilettanti).

Nella stagione 2013-14 l'Assigeco raggiunge la finale per la promozione nella nuova A2 Gold, ma viene sconfitta da Mantova. Successivamente accede per ripescaggio al campionato di Serie A2 Gold 2014/2015.

Tra i suoi ex giocatori più rappresentativi vi sono: Danilo Gallinari ed il padre Vittorio, Mario Boni, Pietro Aradori, Federico Bolzonella, Federico Bellina, Pierpaolo Picazio, Klaudio Ndoja, Luca Conte, Mitchell Poletti.

A partire dalla stagione 2016-17 la società si unisce con il Piacenza Basket Club, trasferendo il proprio campo di gioco a Piacenza e disputando gli incontri con il nome di UCC Assigeco Piacenza [2].

Roster 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso
3 Italia P Francesco De Nicolao 1993 185 80
4 Italia P Valerio Costa 1997 180 78
6 Stati UnitiGuinea Equatoriale AG Bobby Jones 1984 201 98
8 Italia A Tommaso Raspino 1989 197 90
9 Italia G Matteo Formenti 1982 194 90
10 Italia C Luca Infante 1982 206 110
11 Italia C Edoardo Persico 1987 207 110
12 Italia G Riccardo Rossato 1996 190 85
14 Serbia AC Nemanja Dincic 1998 200 100
41 Stati Uniti G Kenny Hasbrouck 1986 191 88
48 Italia G Stefano Borsato 1986 193 85

Organigramma e staff[modifica | modifica wikitesto]

Presidente: Franco Curioni
Vice presidente: Gianmarco Bianchi
Vice presidente: Giuseppe Grecchi
Team Manager: Sergio Codola
Direttore Sportivo: Giovanni Sabbia
Allenatore: Marco Andreazza
Vice allenatore: Cesare Riva
Preparatore atletico: Andrea Annoni
Fisioterapista: Matteo Anelli
Medico: Piermario Carollo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Campionati Professionistici. La comunicazione della ComTec, in FIP, 4 luglio 2011. URL consultato il 5 luglio 2011.
  2. ^ Inside the A2 Est – Assigeco: cambia il profilo, il parquet e… le ambizioni, basketinside.com, 27 settembre 2016. URL consultato il 06 ottobre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]