Pallacanestro Forlì 2.015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pallacanestro Forlì 2.015
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body redsides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body thinwhitesides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Bianco con striscia Rossa.png Bianco e rosso
Dati societari
Città Forlì
Nazione Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato Serie A2
Fondazione 2015
Denominazione Pallacanestro Forlì 2.015
(2015-)
Presidente Giancarlo Nicosanti
General manager Renato Pasquali
Allenatore Sandro Dell'Agnello
Impianto Unieuro Arena
(6,511 posti)
Sito web www.pallacanestroforli2015.it
Palmarès
Altri titoli 1 Coppa Italia LNP di Serie B

La Pallacanestro Forlì 2.015 è una squadra di pallacanestro della città di Forlì.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Pallacanestro Forlì 2.015 si costituisce a maggio 2015. Il “due-punto-zero (quindici)” incarna in quel “2.0” la voglia di dar vita ad un nuovo corso, che rompa con il passato. Pallacanestro Forlì 2.015 vuole essere un progetto credibile, serio, per una pallacanestro divertente e sostenibile.

L’iniziativa che fa nascere Pallacanestro Forlì 2.015 è di Giuseppe Rossi, manager di professione, controller e direttore generale dell’importante ditta di panificazione Orva Srl di Bagnacavallo (RA) e da oltre 20 anni presidente della squadra di Lugo di Romagna. A inizio 2015 Rossi verifica la possibilità di “fare basket” a Forlì, facendo il salto dal palasport di Lugo all’arena del Palafiera. Rossi entra positivamente in contatto con Unieuro, realtà leader nazionale nella distribuzione al dettaglio di elettronica ed elettrodomestici con “radici” e base operativa a Forlì.

Nel suo rilancio del basket a Forlì Rossi trova l’appoggio di Luigi Garelli, allenatore con solida carriera professionistica, originario di Anzola dell’Emilia ma “forlivese” da vent’anni: per matrimonio, residenza e per alcune belle stagioni alla guida delle forlivesi Libertas Basket ’80 prima e Fulgor poi a cavallo nel nuovo millennio. Garelli assume un ruolo da “Manager”, dirigente e allenatore allo stesso tempo.

La stagione 2015/16 vede Pallacanestro Forlì 2.015, al suo debutto, impegnata nel campionato di Serie B. I risultati sono immediati: vittoria della Coppa Italia Serie B, 2º posto in regular season, playoff vinto, promozione conquistata nel giugno 2016 alla Final Four di Montecatini Terme.

Nella stagione 2016/17 la Pallacanestro Forlì 2.015 fa il proprio debutto in Serie A2, in una stagione “divisa in due”. Negativa la prima parte del campionato, in cui l’Unieuro paga a carissimo prezzo gli errori nella costruzione della squadra. A farne le spese è coach Gigi Garelli, il ‘costruttore’ della nuova creatura forlivese. Con l’arrivo sulla panchina biancorossa di un tecnico quale Giorgio Valli e con una minuziosa (e dispendiosa) messa in sesto del roster, ecco che la stagione della Pallacanestro Forlì 2.015 cambia radicalmente. Abbandonato l’ultimo posto in classifica in seguito ad un ‘filotto’ di vittorie, accompagnate da leggendari ‘esodi’ di supporter forlivesi al seguito della squadra in trasferta, l’Unieuro si gioca così la salvezza passando per le forche caudine dei playout. Ko al primo turno contro Scafati (3-2 per i campani), la permanenza in A2 viene raggiunta nella sfida “da dentro o fuori” con Chieti, battuta dai forlivesi con un globale 3-1.

Da giugno 2017 assume il comando operativo della società in qualità di General Manager Renato Pasquali, figura di spicco nel panorama cestistico italiano con esperienze internazionali come direttore tecnico della Nazionale Canadese, in Cina, a Kiev e in Svizzera. Pasquali arriva a Forlì dopo la positiva esperienza da General Manager all’Auxilium Torino nel biennio 2014-16, con promozione dall’A2 e poi salvezza.

La sua prima stagione conferma le aspettative di tifosi e società: partita con l’obiettivo di una salvezza tranquilla la squadra, guidata in campo dal talento del play israeliano Yuval Naimy, ottiene la permanenza in A2 con tre giornate di anticipo. È una stagione per molti versi indimenticabile: partita con il record all time di abbonati nella storia dello sport forlivese (2.340), la Pallacanestro Forlì 2.015 regala ai tifosi la soddisfazione di molti derby vinti compreso quello del 25 marzo, quando all’Unieuro Arena i biancorossi travolgono la Fortitudo Bologna 91-67.

Forlì chiude la stagione al quarto posto per incassi nel girone e al quinto per presenze: quasi 50mila tifosi hanno seguito la squadra all’Unieuro Arena. Numeri che convincono la società ad alzare, ulteriormente, l’asticella.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Pallacanestro Forlì 2.015
  • 2015 · Fondazione della Pallacanestro Forlì 2.015 con sede a Forlì, Arrow Blue Up 001.svg ammessa in Serie B.
  • 2015-2016 · 2ª nel girone A di Serie B, vince i play-off promozione, Green Arrow Up.svg promossa in Serie A2.
VINCITORE COPPA ITALIA PALLACANESTRO.png Vince la Coppa Italia LNP di Serie B (1º titolo).

Impianto di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: PalaGalassi.

Fiore all'occhiello della città di Forlì è il PalaGalassi impianto inaugurato nel 1987 con una capacità di oltre 7.500 posti di cui 5676 a sedere, con una visibilità perfetta in ogni punto del palazzo.
L'impianto si suddivide in tre anelli: parterre con poltroncine, tribuna numerata e gradinate.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2016

Roster 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 2 luglio 2020.

Naz. Ruolo Sportivo Anno Alt. Peso
1 Stati UnitiSvezia AP Erik Rush 1988 197 100
3 Estonia G Kaspar Kitsing 2001 198 79
5 Italia P Jacopo Giachetti 1983 191 85 Captain sports.svg
7 Italia G Luca Campori 1999 194 88
11 SerbiaItalia AC Danilo Petrović 1999 203 100
14 Italia GA Federico Cinti 2001 185 79
18 Italia C Samuel Dilas 1999 206 106
21 Italia P Christian Piazza 2001 185 80
22 Italia PG Paolo Bandini 2004 178 70
33 Italia AC Davide Bruttini 1987 203 106
Italia GA Riccardo Bolpin 1997 197 90

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]