Marco Belinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Marco Belinelli
Belinelli nel 2021
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 196 cm
Peso 100 kg
Pallacanestro
Ruolo Guardia / ala piccola
Squadra Virtus Bologna
Carriera
Giovanili
1997-2003Virtus Bologna
2003-2005Fortitudo Bologna
Squadre di club
2001-2003Virtus Bologna17 (45)
2003-2007Fortitudo Bologna128 (1.295)
2007-2009G.S. Warriors75 (467)
2009-2010Toronto Raptors66 (469)
2010-2012N.O. Hornets146 (1.616)
2012-2013Chicago Bulls73 (702)
2013-2015San Antonio Spurs142 (1.479)
2015-2016Sacramento Kings68 (696)
2016-2017Charlotte Hornets74 (780)
2017-2018Atlanta Hawks52 (591)
2018Philadelphia 76ers28 (380)
2018-2020San Antonio Spurs136 (1.190)
2020-Virtus Bologna151 (2.364)
Nazionale
2003-2004Bandiera dell'Italia Italia U-1823 (444)
2003-2005Bandiera dell'Italia Italia U-2013 (202)
2006-2019Bandiera dell'Italia Italia154 (2.258)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al luglio 2021

Marco Stefano Belinelli (San Giovanni in Persiceto, 25 marzo 1986) è un cestista italiano, di ruolo guardia, professionista in Serie A ed in NBA, attualmente in forza alla Virtus Bologna, della quale è capitano.

Considerato tra i migliori giocatori italiani di sempre, è stato selezionato con la 18ª scelta assoluta al Draft NBA 2007 dai Golden State Warriors, ed è il primo e unico italiano ad aver vinto il titolo NBA (nella stagione 2013-2014 con i San Antonio Spurs)[1], oltre che l'NBA Three-point Shootout (vinto durante l'NBA All-Star Weekend 2014)[2][3].

Nel corso della carriera ha vinto inoltre due campionati italiani, uno con la Fortitudo Bologna e uno con la Virtus Bologna, una Supercoppa italiana con la Fortitudo, venendo nominato MVP di quest'ultima, e due con la Virtus nonché, ancora, una Coppa Italia e una EuroCup sempre con la Virtus Bologna. Per finire, con 2 258 punti segnati in 154 partite, è il quarto miglior realizzatore nella storia della Nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Il suo ex compagno di squadra Chris Paul ne ha elogiato la capacità di tirare efficacemente «sia in movimento che da fermo».[4] È uno specialista del tiro da 3 punti come dimostra sia la sua carriera che la vittoria dell'NBA Three-point Shootout del 2014.[2][5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club (in Italia)[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nella famiglia, il fratello maggiore Enrico giocava nella squadra locale, mentre il secondogenito Umberto praticava pattinaggio artistico a rotelle. Marco iniziò a giocare nelle giovanili della squadra della Vis Persiceto, che esordirono successivamente nei campionati regionali.

Nel 1997 viene notato da Gianni Giardini e segnalato a Massimiliano Milli e Licen Simone, allora allenatori delle squadre giovanili della Virtus Bologna. Nella stagione 1997-1998 entra a far parte della squadra giocando nel ruolo di playmaker. La squadra vince per 4 anni di seguito i campionati provinciali e regionali e Marco riceve più volte la nomina di miglior giocatore nelle varie manifestazioni sportive. Marco continua a crescere e nella stagione 2001-2002 inizia a occuparsi di lui Marco Sanguettoli, storico allenatore dei cadetti e juniores della Virtus. Con Sanguettoli, formatore di tanti giovani giocatori, Marco gioca due anni (2001-2003) e continua a migliorare. A soli 15 anni inizia ad allenarsi con la prima squadra, con l'allenatore Ettore Messina e al fianco del campione argentino Emanuel Ginóbili, poi diventato uno dei suoi giocatori preferiti.

Serie A (2002-2007)[modifica | modifica wikitesto]

Debutta in serie A contro Udine nella Primavera del 2002 a 16 anni appena compiuti segnando il suo primo canestro da oltre l 'arco dei tre punti Nel 2002-03 presenzia stabilmente in Serie A, con 22 presenze in campionato e circa 12 in partite europee, una media di 3 punti a partita e un massimo di 14 punti nella partita contro la Benetton Treviso.

A causa del dissesto economico della Virtus, l'anno successivo passa alla Fortitudo Bologna, guidata dall'allenatore croato Jasmin Repeša.

Gioca 34 partite di campionato con ottimi risultati, 12 minuti abbondanti di utilizzo e una media di 4,5 punti a partita (65% da due punti e 41% da tre). In campo europeo gioca gli stessi minuti, con una media di 3 punti a partita e percentuali al tiro sempre altissime. Il massimo stagionale (14 punti) lo ottiene contro il Panathīnaïkos, giocando 32 minuti in cui tira con 6/7 dal campo, aggiungendo 3 rimbalzi offensivi. La squadra raggiunge la finale di Eurolega e la finale scudetto, entrambe perse.

Marco indossa inoltre la maglia della nazionale juniores, quarta agli Europei di Saragozza, e incomincia a essere seguito con interesse dalla NBA.

Nella stagione 2004-05 gioca 17 minuti, con 7 punti a partita (61% da due punti, 41% da tre punti) e con un massimo di 20 punti. La squadra ne trova giovamento, e quando la rosa sembra essere ristretta, dopo l'infortunio del serbo Miloš Vujanić e l'allontanamento dalla squadra di Gianmarco Pozzecco, Belinelli dà un importante contributo alla squadra giocando un'inaspettata finale scudetto, che porterà la Fortitudo al secondo titolo italiano della sua storia, e al primo di Belinelli.

La stagione 2005/2006 è quella dell’esplosione per Marco, che trascina la propria squadra alla finale di campionato. Marco risulta essere il miglior giocatore del campionato e uno dei prospetti europei più seguiti oltreoceano.

Durante il mondiale giapponese del 2006 gioca contro la nazionale americana, composta da giocatori del calibro di LeBron James e Carmelo Anthony, segnando 25 punti che cambiarono radicalmente la direzione della sua carriera sportiva. Belinelli la descrisse nel 2015 come la partita più importante della sua vita.[6]

Nel settembre 2006, Marco è l’oggetto del desiderio di quasi tutte le squadre italiane ed europee e firma un contratto quadriennale con la Fortitudo, al termine di una lunga trattativa che lo vide per molto tempo vicino alla Virtus Roma.

La sua ultima annata in Italia lo vede protagonista di una stagione difficile, complice la non facile situazione verificatasi in Fortitudo. Il 12 febbraio 2007 riceve, a soli vent'anni, uno dei riconoscimenti più importanti del basket italiano, il "Premio Reverberi" giunto alla ventunesima edizione e conosciuto con la denominazione di Oscar del Basket.[7]

NBA (2007-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Golden State Warriors (2007-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 giugno 2007, nel corso del draft NBA 2007 viene selezionato al primo giro come 18ª scelta assoluta dai Golden State Warriors, e secondo europeo, così come nel 2006 Andrea Bargnani (scelto come 1º assoluto dai Toronto Raptors).[8]

All'esordio nella Summer League di Las Vegas l'8 luglio 2007 realizza 37 punti con 14/20 dal campo e 5/7 nel tiro da 3 in 40 minuti di gioco, allora seconda migliore prestazione nella breve storia del precampionato americano, a un solo punto da Keith Bogans che ne realizzò 38, nel 2004, con la maglia di Orlando.[8] Nelle partite successive realizza, in ordine, 23, 15 e 16 punti, chiudendo la Summer League con una media di 22,8 punti (44,4% da tre punti) e 2,5 assist a partita. Poco dopo firma per due anni con la squadra californiana.[8] In un'intervista dichiara di puntare persino a vincere il campionato.[9]

Il 30 ottobre 2007 fa il suo esordio nell'NBA contro gli Utah Jazz, realizzando 6 punti con 2/4 dal campo (2/3 nel tiro da tre) in 12 minuti di gioco.[10] La sua prima stagione negli Stati Uniti si rivela tuttavia avara di soddisfazioni: Marco infatti partecipa complessivamente solo a 33 delle 82 gare di stagione regolare, rimanendo in campo mediamente solo 7,3 minuti.[11] A dicembre si vocifera persino che Marco potrebbe finire in D-League,[12] la lega di sviluppo dell'NBA: l'eventualità non si concretizzerà mai, anche per la contrarietà del giocatore.[13]

Dopo un'altra ottima Summer League, nella stagione 2008-09 Don Nelson continua a utilizzarlo poco, e Belinelli dichiara la sua insoddisfazione a La Gazzetta dello Sport.[14] Complici anche gli infortuni dei compagni Corey Maggette e Stephen Jackson e la perdurante assenza di Monta Ellis, Belinelli trova finalmente spazio: dalla partita dell'8 dicembre contro gli Oklahoma City Thunder (vittoria 112-102 e 13 punti in 18')[15] per lui inizia la "vera" carriera NBA e ben presto trova posto nel quintetto base. In 11 delle 13 partite disputate fino alla fine del 2008 segna più di 11 punti e il 19 dicembre 2008 nella partita contro gli Atlanta Hawks segna il suo record assoluto con 27 punti (11/21 dal campo, 3/10 da tre punti) in 42 minuti, aggiungendo 3 rimbalzi e 6 assist.[15]

Il 29 dicembre 2008, nella partita casalinga vinta 117-111[16] contro i Toronto Raptors di Andrea Bargnani, segna 23 punti ed esce tra gli applausi al grido di "Rocky, Rocky", nome con cui i tifosi dei Warriors lo hanno ribattezzato in virtù di una somiglianza con Sylvester Stallone.[17] L'11 gennaio 2009 si procura una distorsione alla caviglia destra nel match contro gli Indiana Pacers; prima dell'infortunio mette a referto 17 punti.[18] Dopo oltre un mese di assenza rientra nella gara del 18 febbraio con i Lakers, firmando una prova che sembra farlo ripartire da dove aveva lasciato (6 punti e 4 assist in 15 minuti).[19] Chiude la stagione con una media di 8,9 punti, 1,7 rimbalzi e 2,1 assist a partita e un utilizzo medio di 21 minuti.[11]

Toronto Raptors (2009-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Marco Belinelli con la canotta numero 0 dei Toronto Raptors nel novembre 2009.

Il 30 luglio 2009 viene ceduto ai Toronto Raptors in cambio di Devean George.[20] A Toronto lui raggiunge il suo connazionale Andrea Bargnani, formando la prima coppia di giocatori italiani nella stessa squadra in NBA. Il 29 ottobre 2009, il giorno dopo la prima partita ufficiale con la nuova maglia, i Raptors annunciano di aver esercitato l'opzione contrattuale per la stagione 2010-11.[21] A Toronto Belinelli sembra destinato a giocarsi il ruolo di guardia tiratrice titolare con DeMar DeRozan: di fatto l'italiano diventa la seconda scelta in questo ruolo, e il suo minutaggio viene a essere, a fine stagione, di 17 minuti (minore di quello della stagione precedente ai Warriors), con una sola partita giocata da titolare e un impiego via via sempre minore. Nonostante ciò per Belinelli, con 66 partite giocate e più di 1 000 minuti sul parquet, è la stagione NBA con impiego più continuo. Le cifre della guardia italiana però si abbassano rispetto all'anno precedente: non solo i minuti, ma anche i punti (7,1 PPG). I Raptors finiscono la stagione con un bilancio di 40 vittorie e 42 sconfitte, mancando di un soffio i playoff, dopo un finale di stagione in calo.

New Orleans Hornets (2010-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il contratto coi Raptors in scadenza nel 2011, l'11 agosto 2010 la ESPN annuncia lo scambio di Belinelli con Julian Wright, ala dei New Orleans Hornets.[22] A New Orleans Belinelli diventa titolare in pianta stabile (con David West, Trevor Ariza, Chris Paul ed Emeka Okafor) e contribuisce in modo significativo al miglior inizio di stagione della storia della franchigia con una striscia di 8 vittorie consecutive.[23] Dopo la fine della stagione ottiene insieme alla squadra il passaggio ai play-off con il settimo posto nella Western Conference.

Marco per la prima volta in carriera gioca nella post-season NBA. Nei play-off gli Hornets affrontano i Los Angeles Lakers campioni in carica. Nonostante tenga una buona media punti (10,5), perde un po' sul tiro da 3 punti (solo 30,8% da 3 rispetto al 40,1 della RS), e gli Hornets perdono la serie 4-2. Le sue statistiche a fine stagione saranno: 10,4 punti a partita con una media di 24,5 minuti a incontro e il 40,1% al tiro da 3 punti.

A fine stagione Marco rimane free agent. Firma il 14 dicembre 2011 la qualifying offer per rimanere un altro anno a New Orleans.[24][25] Il giorno successivo alla firma di Marco, le prospettive della stagione di NOLA cambiano drasticamente e non in bene. Dopo una lunga trattativa (anche con il mancato passaggio ai Lakers per opera di David Stern)[26] la stella della squadra Chris Paul viene ceduta ai Los Angeles Clippers, nello scambio che assegna alla franchigia della Louisiana una prima scelta al Draft NBA 2012 (che era stata ottenuta in precedenza dai Minnesota Timberwolves), Eric Gordon, Chris Kaman e Al-Farouq Aminu.[27]

Con l'arrivo di Eric Gordon (giocatore in grado di arrivare nelle prime tre stagioni a: 16,1 nella prima, 16,9 nella seconda, e 22,1 punti a partita nella terza stagione), Belinelli sembra essere destinato a diventare la sua riserva. All'inizio è così, anche se comunque Belinelli gioca una media di 15 minuti a partita, ma a causa di due gravi infortuni di Gordon alla prima gara della stagione in dicembre e in febbraio, Belinelli torna a essere il titolare della squadra come fu nella stagione precedente. La squadra, come pronosticabile dopo la partenza di Chris Paul, conclude ultima nella Western Conference con un record di 21 vittorie e 45 sconfitte. Belinelli ha disputato in totale tutte le 66 partite della stagione (quella stagione non furono 82 a causa del Lockout che ha fatto slittare l'inizio della stagione da ottobre a dicembre), di cui 55 da titolare, tenendo una media di 11,8 punti (career-high ancora oggi), 1,5 assist, 2,6 rimbalzi, 78,3% ai tiri liberi, 41,7% di tiri dal campo e 37,7% da 3 punti in 29,8 minuti a partita (career-high ancora oggi). A fine anno Belinelli non rifirma con i New Orleans Hornets (come fece l'anno precedente anche se l'opzione era di squadra), rimanendo così free agent.

Chicago Bulls (2012-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 luglio 2012 Belinelli si trasferisce ai Chicago Bulls.[28] Ai Bulls, seppur non giocando da titolare (su 73 partite, solo 27 nel quintetto base), riuscì a ritagliarsi uno spazio importante in una squadra molto competitiva. Ebbe difficoltà all'inizio,[29] ma riuscì ad adattarsi al meglio nel sistema di coach Thibodeau. Disputa un'ottima stagione regolare con quasi 26 minuti di media, contribuendo in maniera sostanziale alla positiva stagione. Nella prima serie dei playoff contro i Brooklyn Nets Belinelli mise a segno 4 punti in gara-4, vinta dai Bulls 142-134 dopo 3 tempi supplementari.[30] In gara-6, con i Bulls sconfitti 95-92, Belinelli fu il leader di assist della squadra. Il 5 maggio 2013 Belinelli segnò 24 punti in gara-7, vinta dai Bulls 99-93, e divenne il primo giocatore italiano a superare il primo turno di playoff nell'NBA.[31]

Alla fine della stagione, in una lunga intervista con Federico Buffa, spiegò tante cose sulla sua carriera NBA (tra cui le sue insoddisfazioni a Golden State e soprattutto a Toronto, il workout pre-Draft e la notte del Draft stesso).[32] L'anno successivo in un'intervista prima di gara-4 delle NBA Finals 2014 affermò che lui a Chicago ha imparato molto da Luol Deng e Kirk Hinrich (oltre che da Emanuel Ginóbili, suo compagno di squadra a San Antonio, dopo esserlo stato per breve tempo anche a Bologna nel 2002).[33]

San Antonio Spurs: la vittoria dell'anello e la consacrazione (2013-2015)[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2013 passa ai San Antonio Spurs firmando un contratto di 2 anni.[34] Il 19 dicembre 2013 mette a segno il suo record assoluto con 28 punti in 29 minuti con 10 su 16 dal campo.[35] Il successivo 2 gennaio realizza un nuovo record di 32 punti, nella sconfitta contro i New York Knicks del connazionale Andrea Bargnani. Nel 2014, grazie alla media stagionale di oltre il 44,5% nel tiro da tre punti, viene selezionato per partecipare all'NBA Three-point Shootout in occasione dell'NBA All-Star Weekend 2014. Vince la gara, sconfiggendo nello spareggio finale lo statunitense Bradley Beal.[36][37] Il 31 maggio 2014 diventa il primo giocatore italiano a vincere una NBA Conference (la Western) e quindi a raggiungere le NBA Finals, dopo la vittoria per 4-2 nella serie contro gli Oklahoma City Thunder.[38] Il 15 giugno vince il titolo NBA con gli Spurs, sconfiggendo 4-1 nella serie finale i Miami Heat e diventando pertanto anche il primo cestista italiano a vincere l'anello.[39] Chiude la stagione con 11,4 punti a partita, con una media di 25,2 minuti a incontro e il 43% al tiro da 3 punti.

Il 17 settembre 2014, a Bologna, gli viene conferito il Nettuno d'oro. Il giorno successivo viene premiato nella sua San Giovanni in Persiceto con il Pesco d'oro (premio per il cittadino più rappresentativo del paese).[40][41] Il 12 gennaio 2015, nel corso della tradizionale visita alla Casa Bianca della squadra detentrice del titolo NBA, nel discorso di benvenuto di Barack Obama a Belinelli vengono riservate le parole «who we miss on the Bulls» («di cui sentiamo la mancanza ai Bulls»)[42], con chiaro riferimento al tifo del Presidente degli Stati Uniti per la squadra di Chicago.[42]

Nella notte del 10 febbraio 2015 Belinelli regala con un canestro decisivo negli ultimi secondi della gara la vittoria numero 1 000 al suo allenatore Gregg Popovich, vincendo contro gli Indiana Pacers 95-93.[43] Chiamato a difendere il titolo dell'NBA Three-point Shootout vinto l'anno precedente, non riesce a ripetersi, e la sfida viene vinta da Stephen Curry. Ad aprile gli Spurs, con il sesto posto ottenuto nella Western Conference, si qualificano per i Playoff, dove affrontano i Los Angeles Clippers venendone eliminati 4-3. Per Belinelli la migliore prestazione furono i 23 punti realizzati in gara-6.[44]

Sacramento Kings (2015-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 2015 si accorda con i Sacramento Kings. Al suo primo incontro di preseason 2015-2016, Marco mise a segno 32 punti nella vittoria contro i Trail Blazers, miglior realizzatore della partita. Debutta in regular season il 28 ottobre nella sconfitta contro i Los Angeles Clippers. La stagione di Belinelli è difficile ma conclusa comunque a più di 10 punti di media in quasi 25 minuti a partita. Il 24 marzo 2016, in un'intervista espresse il suo malcontento dichiarando che questa è stata secondo lui la sua "peggior stagione in NBA" e di voler essere scambiato dalla società californiana.[45]

Il riscatto agli Charlotte Hornets (2016-2017)[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 giugno 2016 Belinelli viene ceduto agli Charlotte Hornets in cambio della 22ª scelta assoluta al Draft NBA 2016, ovvero Malachi Richardson.[46] Belinelli inizia la stagione con una media del 49% al tiro da 3 punti che lo porta a essere il miglior tiratore di questo inizio di stagione. La guardia di San Giovanni in Persiceto venne elogiata da Nicolas Batum (che in passato aveva più volte affrontato Belinelli in Eurolega e con la Nazionale francese)[47] e dal coach della squadra Steve Clifford.[48] Per la serietà mostrata dalla società Belinelli accostò la società della Carolina del Nord ai San Antonio Spurs.[49] Il suo ottimo inizio di stagione venne frenato da una distorsione alla caviglia durante la partita contro i Chicago Bulls (sua ex-squadra) il 24 dicembre 2016 che lo costrinse a uscire in stampelle dal campo dopo pochi minuti di gioco.[50] Tornò in campo il 5 gennaio 2017 nella gara vinta 123-112 in trasferta contro gli Oklahoma City Thunder; in quella partita Belinelli giocò 14 minuti in cui mise a referto 7 punti, 2 rimbalzi e 1 assist.[51][52] L'11 gennaio 2017, nella gara persa per 121-114 al Toyota Center di Houston contro i locali Rockets, Belinelli mise a segno 15 punti.[53] Alla fine della stagione gli Hornets non si qualificarono ai playoffs in quanto arrivarono undicesimi a est con un record di 36 vittorie e 46 sconfitte, venendo per giunta eliminati con due giornate d'anticipo dalla corsa per l'ottavo posto perdendo per 121-114 in casa contro i Boston Celtics.[54] Nell'arco della stagione Belinelli tenne di media 10,5 punti in 74 partite.

Atlanta Hawks e Philadelphia 76ers (2017-2018)[modifica | modifica wikitesto]

Marco Belinelli con la divisa dei Philadelphia 76ers nel 2018.

Il 21 giugno 2017 venne ceduto insieme a Miles Plumlee e alla 41ª scelta dagli Charlotte Hornets agli Atlanta Hawks in cambio di Dwight Howard e la 31ª scelta al Draft NBA 2017.[55] Lasciato come free agent dagli Atlanta Hawks, il 10 febbraio 2018 viene ingaggiato dai Philadelphia 76ers.[56] In questo sprazzo di stagione i 76ers vincono 16 partite consecutive con l'italiano che viaggia a medie mai raggiunte in carriera (oltre i 13 punti a partita)[57], aiutando la squadra della città della fratellanza a raggiungere il terzo posto nelle Eastern Conference ed essere una candidata per le NBA Finals. I Philadelphia 76ers superano il primo turno contro i Miami Heat per 4-1, ma vengono eliminati nelle semifinali contro i Boston Celtics. Belinelli si rende protagonista per un tiro allo scadere in gara 3, che è valso i tempi supplementari, ma che non è bastato per evitare la sconfitta finale ai Sixers.[58]

Il ritorno ai San Antonio Spurs (2018-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Belinelli in palleggio con la maglia dell'Italia contro la Finlandia nel 2010.

Il 1º luglio 2018 fa ritorno ai San Antonio Spurs.[59] Con gli speroni raggiunge un record NBA, arrivando al punto di segnare 50 triple con 9 franchigie diverse.[5]

Il ritorno alla Virtus[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 novembre 2020, rimasto senza contratto, fa ritorno dopo 17 anni alla Virtus Bologna, con cui firma un contratto triennale da cinque milioni di euro. Fa il suo esordio nel derby d'Italia contro Olimpia Milano, partita in cui segna 9 punti, anche se la sua squadra perde 68-73[60][61].

Il 13 gennaio 2021 esordisce in Eurocup contro Cedevita Olimpija Ljubljana (vinta 90-76) nella prima partita valida per le Top 16 segnando 25 punti in 21 minuti a cui aggiunge anche 5 rimbalzi e 9 falli subiti.

Ai playoffs dello stesso anno, grazie alle sue prestazioni e a quelle di Miloš Teodosić, la Virtus Bologna vince lo scudetto battendo in finale l'Olimpia Milano per 4 a 0. Da ricordare la sua tripla decisiva nel quarto periodo che sancisce la definitiva sconfitta dei meneghini.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 debutta nella Nazionale italiana, con cui partecipa ai Mondiali di Giappone 2006. Nella prima partita contro la Cina totalizza 6 punti, contro la Slovenia 26 e contro gli USA 25, compresa una schiacciata in contropiede, subendo fallo da Carmelo Anthony; tuttavia ritrovarsi avanti di 12 con quell'azione (nella quale Belinelli segna il libero supplementare) non sarà sufficiente all'Italia per battere le stelle della NBA. Alla fine del torneo (in cui l'Italia viene eliminata agli ottavi di finale) è il migliore realizzatore della propria squadra con 13,5 punti a partita.

Nell'Europeo 2007 in Spagna è di nuovo il miglior realizzatore italiano, con una media di 15,5 punti a partita, che però non sono sufficienti a portare l'Italia ai quarti di finale. Nel 2008 rinuncia alla chiamata in nazionale, ritenendo più importante lavorare per migliorare individualmente che partecipare alle attività della nazionale italiana, impegnata nelle qualificazioni agli Europei 2009.

Partecipa alle qualificazioni EuroBasket 2011, svoltesi nell'agosto 2010. Viene successivamente convocato per gli Europei 2011, 2013, 2015 e 2017. Nel 2016 partecipa con la Nazionale italiana al torneo di qualificazione di Torino per le Olimpiadi di Rio de Janeiro, ma il 9 luglio viene battuto in finale dalla Croazia.[62] Nel 2017 disputa le fasi finali dei Campionati Europei arrivando fino ai quarti di finale, dove la nazionale viene battuta il 13 settembre dalla Serbia futura finalista.[63]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Competizione Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2001-2002 Bandiera dell'Italia Virtus Bologna Serie A 1 0 5 0/1 1/1 0/0 1 1 0 0 3
2002-2003 Bandiera dell'Italia Virtus Bologna Serie A 16 0 150 12/27 2/15 12/16 11 3 5 2 42
2003-2004 Bandiera dell'Italia Fortitudo Bologna Serie A 34 14 412 31/48 25/61 15/19 26 12 23 0 152
2004-2005 Bandiera dell'Italia Fortitudo Bologna Serie A 44 5 778 51/93 47/117 50/63 40 28 46 1 293
2005-2006 Bandiera dell'Italia Fortitudo Bologna Serie A 47 33 1 304 78/158 132/322 68/87 59 78 65 0 620
2006-2007 Bandiera dell'Italia Fortitudo Bologna Serie A 33 29 1 035 101/188 76/231 98/131 59 45 67 3 528
nov. 2020-2021 Bandiera dell'Italia Virtus Bologna Serie A 25 17 576 58/115 52/151 91/102 65 44 16 0 363
Totale carriera 200 98 4 260 331/630 335/898 334/418 261 211 222 6 2 001

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Denota una stagione in cui ha vinto il titolo

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2007-2008 G.S. Warriors 33 0 7,3 38,7 39,0 77,8 0,4 0,5 0,2 0,0 2,9
2008-2009 G.S. Warriors 42 23 21,0 44,2 39,7 76,9 1,7 2,1 0,9 0,0 8,9
2009-2010 Toronto Raptors 66 1 17,0 40,6 38,0 83,5 1,4 1,3 0,6 0,1 7,1
2010-2011 N.O. Hornets 80 69 24,5 43,7 41,4 78,4 1,9 1,2 0,5 0,1 10,5
2011-2012 N.O. Hornets 66 55 29,8 41,7 37,7 78,3 2,6 1,5 0,7 0,1 11,8
2012-2013 Chicago Bulls 73 27 25,8 39,5 35,7 83,9 1,9 2,0 0,6 0,1 9,6
2013-2014 San Antonio Spurs 80 25 25,2 48,5 43,0 84,7 2,8 2,2 0,6 0,1 11,4
2014-2015 San Antonio Spurs 62 9 22,4 42,3 37,4 84,8 2,5 1,5 0,5 0,0 9,2
2015-2016 Sacramento Kings 68 7 24,6 38,6 30,6 83,3 1,7 1,9 0,5 0,0 10,2
2016-2017 Charlotte Hornets 74 0 24,0 29,8 36,2 89,3 2,4 2,0 0,6 0,1 10,5
2017-2018 Atlanta Hawks 52 1 23,3 41,1 37,2 92,7 1,9 2,0 0,9 0,1 11,4
Philadelphia 76ers 28 1 26,3 49,5 38,5 87,0 1,8 1,6 0,7 0,3 13,6
2018-2019 San Antonio Spurs 79 1 23,0 41,3 37,2 90,3 2,5 1,7 0,4 0,1 10,5
2019-2020 San Antonio Spurs 57 0 15,5 39,2 37,6 82,8 1,7 1,2 0,2 0,0 6,3
Carriera 860 219 22,7 42,4 37,6 84,6 2,1 1,7 0,6 0,1 9,7

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2011 N.O. Hornets 6 6 28,8 36,5 30,8 100 0,8 0,7 0,8 0,0 9,7
2013 Chicago Bulls 12 7 27,1 41,1 34,0 87,9 2,9 2,6 0,4 0,0 11,1
2014 San Antonio Spurs 23 0 15,5 44,4 42,1 95,5 2,3 0,8 0,1 0,0 5,4
2015 San Antonio Spurs 7 0 16,6 51,3 46,7 84,6 1,9 1,4 0,3 0,0 9,3
2018 Philadelphia 76ers 10 0 27,3 40,6 34,8 87,1 2,1 2,0 0,7 0,0 12.9
2019 San Antonio Spurs 7 0 18,7 36,8 38,1 83,3 1,9 1,1 0,0 0,3 5,9
Carriera 65 13 21,1 41,6 37,5 89,0 2,1 1,4 0,3 0,0 8,5

Massimi in carriera[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo di punti: 32 vs. New York Knicks (2 gennaio 2014)[64]
  • Massimo di rimbalzi: 11 vs. Boston Celtics (12 febbraio 2014)
  • Massimo di assist: 8 (3 volte)
  • Massimo di palle rubate: 4 (3 volte)
  • Massimo di stoppate: 2 (2 volte)
  • Massimo di minuti giocati: 51 vs. Denver Nuggets (18 marzo 2013)

Cronologia presenze e punti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e dei punti in Nazionale - Bandiera dell'Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Punti Note
16/07/2006 Bormio Serbia e Montenegro Bandiera della Serbia e Montenegro 86 - 58 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole 10 [65]
19/07/2006 Bormio Turchia Bandiera della Turchia 71 - 87 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole 20 [66]
21/07/2006 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 73 - 67 Bandiera del Canada Canada Torneo amichevole 8 [67]
22/07/2006 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 70 - 75 Bandiera della Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro Torneo amichevole 17 [68]
23/07/2006 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 62 - 83 Bandiera della Grecia Grecia Torneo amichevole 5 [69]
31/07/2006 Atene Italia Bandiera dell'Italia 59 - 66 Bandiera della Francia Francia Torneo amichevole 14 [70]
01/08/2006 Atene Grecia Bandiera della Grecia 70 - 63 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 0 [71]
04/08/2006 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 79 - 65 Bandiera della Francia Francia Torneo amichevole 14 [72]
05/08/2006 Berlino Germania Bandiera della Germania 65 - 70 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 18 [73]
12/08/2006 Seul Italia Bandiera dell'Italia 64 - 69 Bandiera della Turchia Turchia Torneo amichevole 6 [74]
13/08/2006 Seul Corea del Sud Bandiera della Corea del Sud 61 - 96 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 14 [75]
19/08/2006 Sapporo Italia Bandiera dell'Italia 84 - 69 Bandiera della Cina Cina Mondiali 2006 - Fase a gironi 6 [76]
20/08/2006 Sapporo Italia Bandiera dell'Italia 80 - 76 Bandiera della Slovenia Slovenia Mondiali 2006 - Fase a gironi 26 [77]
22/08/2006 Sapporo Italia Bandiera dell'Italia 64 - 56 Bandiera del Senegal Senegal Mondiali 2006 - Fase a gironi 8 [78]
23/08/2006 Sapporo Italia Bandiera dell'Italia 85 - 94 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 2006 - Fase a gironi 25 [79]
24/08/2006 Sapporo Italia Bandiera dell'Italia 73 - 72 Bandiera di Porto Rico Porto Rico Mondiali 2006 - Fase a gironi 7 [80]
26/08/2006 Saitama Italia Bandiera dell'Italia 68 - 71 Bandiera della Lituania Lituania Mondiali 2006 - Ottavi di Finale 9 [81]
29/07/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 77 - 59 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole 16 [82]
31/07/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 86 - 65 Bandiera dell'Austria Austria Torneo amichevole 21 [83]
01/08/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 81 - 70 Bandiera della Croazia Croazia Torneo amichevole 16 [84]
03/08/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 86 - 54 Bandiera dell'Australia Australia Torneo amichevole 11 [85]
04/08/2007 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 72 - 66 Bandiera della Croazia Croazia Torneo amichevole 15 [86]
12/08/2007 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 88 - 57 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Torneo amichevole 13 [87]
13/08/2007 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 83 - 73 Bandiera della Lettonia Lettonia Torneo amichevole 23 [88]
14/08/2007 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 84 - 52 Bandiera della Polonia Polonia Torneo amichevole 3 [89]
20/08/2007 Atene Italia Bandiera dell'Italia 81 - 84 Bandiera della Slovenia Slovenia Torneo Acropolis 2007 20 [90]
21/08/2007 Atene Grecia Bandiera della Grecia 72 - 62 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2007 10 [91]
22/08/2007 Atene Italia Bandiera dell'Italia 70 - 86 Bandiera della Lituania Lituania Torneo Acropolis 2007 6 [92]
24/08/2007 Bamberga Italia Bandiera dell'Italia 59 - 77 Bandiera della Russia Russia Torneo amichevole 7 [93]
25/08/2007 Bamberga Italia Bandiera dell'Italia 79 - 60 Bandiera del Portogallo Portogallo Torneo amichevole 0 [94]
26/08/2007 Bamberga Germania Bandiera della Germania 60 - 69 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 0 [95]
30/08/2007 Roma Italia Bandiera dell'Italia 52 - 73 Bandiera della Grecia Grecia Amichevole 6 [96]
03/09/2007 Alicante Italia Bandiera dell'Italia 68 - 69 Bandiera della Slovenia Slovenia EuroBasket 2007 - 1ª fase a gironi 7 [97]
04/09/2007 Alicante Italia Bandiera dell'Italia 62 - 69 Bandiera della Francia Francia EuroBasket 2007 - 1ª fase a gironi 15 [98]
05/09/2007 Alicante Italia Bandiera dell'Italia 79 - 70 Bandiera della Polonia Polonia EuroBasket 2007 - 1ª fase a gironi 20 [99]
08/09/2007 Madrid Italia Bandiera dell'Italia 74 - 79 Bandiera della Lituania Lituania EuroBasket 2007 - 2ª fase a gironi 9 [100]
10/09/2007 Madrid Italia Bandiera dell'Italia 84 - 75 Bandiera della Turchia Turchia EuroBasket 2007 - 2ª fase a gironi 17 [101]
12/09/2007 Madrid Italia Bandiera dell'Italia 58 - 67 Bandiera della Germania Germania EuroBasket 2007 - 2ª fase a gironi 25 [102]
14/07/2009 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 64 - 63 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole 19 [103]
16/07/2009 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 85 - 49 Bandiera della Svezia Svezia Torneo amichevole 12 [104]
18/07/2009 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 89 - 97 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Torneo amichevole 26 [105]
25/07/2009 Trento Italia Bandiera dell'Italia 91 - 69 Bandiera del Canada Canada Torneo amichevole 22 [106]
26/07/2009 Trento Italia Bandiera dell'Italia 88 - 70 Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda Torneo amichevole 20 [107]
27/07/2009 Trento Italia Bandiera dell'Italia 83 - 72 Bandiera del Portogallo Portogallo Torneo amichevole 13 [108]
01/08/2009 Conegliano Italia Bandiera dell'Italia 81 - 75 Bandiera del Canada Canada Amichevole 22 [109]
05/08/2009 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 77 - 80 dts Bandiera della Francia Francia Qual. Euro 2009 26 [110]
11/08/2009 Vantaa Finlandia Bandiera della Finlandia 75 - 77 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2009 23 [111]
14/08/2009 Pau Francia Bandiera della Francia 81 - 61 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2009 19 [112]
20/08/2009 Porto San Giorgio Italia Bandiera dell'Italia 89 - 95 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Euro 2009 26 [113]
16/07/2010 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 83 - 60 Bandiera della Macedonia Macedonia Torneo amichevole 14 [114]
17/07/2010 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 88 - 76 Bandiera della Polonia Polonia Torneo amichevole 22 [115]
18/07/2010 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 83 - 84 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Torneo amichevole 26 [116]
24/07/2010 Parenzo Croazia Bandiera della Croazia 89 - 72 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 23 [117]
25/07/2010 Pola Croazia Bandiera della Croazia 80 - 71 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 15 [118]
02/08/2010 Bari Italia Bandiera dell'Italia 71 - 79 Bandiera d'Israele Israele Qual. Euro 2011 20 [119]
05/08/2010 Riga Lettonia Bandiera della Lettonia 69 - 68 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2011 14 [120]
08/08/2010 Bari Italia Bandiera dell'Italia 82 - 73 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Euro 2011 15 [121]
11/08/2010 Bijelo Polje Montenegro Bandiera del Montenegro 71 - 62 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2011 13 [122]
17/08/2010 Tel Aviv Israele Bandiera d'Israele 76 - 81 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2011 14 [123]
20/08/2010 Bari Italia Bandiera dell'Italia 109 - 93 Bandiera della Lettonia Lettonia Qual. Euro 2011 19 [124]
23/08/2010 Vantaa Finlandia Bandiera della Finlandia 83 - 85 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2011 23 [125]
26/08/2010 Bari Italia Bandiera dell'Italia 72 - 71 Bandiera del Montenegro Montenegro Qual. Euro 2011 6 [126]
29/07/2011 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 89 - 70 Bandiera della Macedonia Macedonia Torneo amichevole 16 [127]
30/07/2011 Bormio Italia Bandiera dell'Italia 80 - 74 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Torneo amichevole 19 [128]
05/08/2011 Nicosia Grecia Bandiera della Grecia 76 - 70 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 21 [129]
06/08/2011 Nicosia Russia Bandiera della Russia 67 - 71 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 8 [130]
07/08/2011 Nicosia Polonia Bandiera della Polonia 72 - 88 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 30 [131]
12/08/2011 Rimini Italia Bandiera dell'Italia 57 - 58 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Torneo amichevole 11 [132]
13/08/2011 Rimini Italia Bandiera dell'Italia 67 - 61 Bandiera della Polonia Polonia Torneo amichevole 13 [133]
23/08/2011 Atene Bulgaria Bandiera della Bulgaria 71 - 74 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2011 18 [134]
24/08/2011 Atene Brigham Young University Bandiera degli Stati Uniti 63 - 102 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2011 15 [135]
25/08/2011 Atene Grecia Bandiera della Grecia 81 - 82 dts Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2011 21 [136]
31/08/2011 Šiauliai Serbia Bandiera della Serbia 80 - 68 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 9 [137]
01/09/2011 Šiauliai Germania Bandiera della Germania 76 - 62 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 15 [138]
02/09/2011 Šiauliai Lettonia Bandiera della Lettonia 62 - 71 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 11 [139]
04/09/2011 Šiauliai Francia Bandiera della Francia 91 - 84 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 19 [140]
05/09/2011 Šiauliai Israele Bandiera d'Israele 96 - 95 dts Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2011 - Fase a gironi 6 [141]
07/08/2013 Trento Italia Bandiera dell'Italia 85 - 69 Bandiera della Georgia Georgia Torneo amichevole 21 [142]
08/08/2013 Trento Italia Bandiera dell'Italia 67 - 64 Bandiera d'Israele Israele Torneo amichevole 11 [143]
09/08/2013 Trento Italia Bandiera dell'Italia 76 - 65 Bandiera della Polonia Polonia Torneo amichevole 10 [144]
17/08/2013 Anversa Belgio Bandiera del Belgio 76 - 57 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 5 [145]
18/08/2013 Anversa Israele Bandiera d'Israele 78 - 74 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 8 [146]
19/08/2013 Anversa Italia Bandiera dell'Italia 79 - 82 Bandiera della Polonia Polonia Torneo amichevole 24 [147]
22/08/2013 Portorose Italia Bandiera dell'Italia 89 - 73 Bandiera del Montenegro Montenegro Torneo amichevole 21 [148]
24/08/2013 Capodistria Slovenia Bandiera della Slovenia 92 - 84 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 18 [149]
27/08/2013 Atene Italia Bandiera dell'Italia 63 - 79 Bandiera della Lituania Lituania Torneo Acropolis 2013 15 [150]
28/08/2013 Atene Italia Bandiera dell'Italia 73 - 62 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Torneo Acropolis 2013 14 [151]
29/08/2013 Atene Grecia Bandiera della Grecia 79 - 65 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2013 12 [152]
04/09/2013 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 76 - 69 Bandiera della Russia Russia EuroBasket 2013 - Fase a gironi 16 [153]
05/09/2013 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 90 - 75 Bandiera della Turchia Turchia EuroBasket 2013 - Fase a gironi 17 [154]
07/09/2013 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 62 - 44 Bandiera della Finlandia Finlandia EuroBasket 2013 - Fase a gironi 7 [155]
08/09/2013 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 81 - 72 Bandiera della Grecia Grecia EuroBasket 2013 - Fase a gironi 23 [156]
12/09/2013 Lubiana Slovenia Bandiera della Slovenia 84 - 77 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2013 - Fase a gironi 11 [157]
14/09/2013 Lubiana Italia Bandiera dell'Italia 68 - 76 Bandiera della Croazia Croazia EuroBasket 2013 - Fase a gironi 9 [158]
16/09/2013 Lubiana Italia Bandiera dell'Italia 86 - 81 Bandiera della Spagna Spagna EuroBasket 2013 - Fase a gironi 16 [159]
19/09/2013 Lubiana Italia Bandiera dell'Italia 77 - 81 Bandiera della Lituania Lituania EuroBasket 2013 - Quarti 22 [160]
20/09/2013 Lubiana Italia Bandiera dell'Italia 58 - 66 Bandiera dell'Ucraina Ucraina EuroBasket 2013 - Semifinale 5º-8º posto 7 [161]
21/09/2013 Lubiana Serbia Bandiera della Serbia 76 - 64 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2013 - Finale 7º-8º posto 8 [162]
14/08/2015 Tbilisi Italia Bandiera dell'Italia 82 - 63 Bandiera della Lettonia Lettonia Torneo amichevole 13 [163]
15/08/2015 Tbilisi Italia Bandiera dell'Italia 85 - 61 Bandiera dell'Estonia Estonia Torneo amichevole 9 [164]
16/08/2015 Tbilisi Georgia Bandiera della Georgia 67 - 87 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 2 [165]
21/08/2015 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 86 - 72 Bandiera della Finlandia Finlandia Torneo amichevole 12 [166]
22/08/2015 Capodistria Italia Bandiera dell'Italia 75 - 77 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Torneo amichevole 21 [167]
23/08/2015 Capodistria Slovenia Bandiera della Slovenia 76 - 67 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 16 [167]
28/08/2015 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 91 - 90 Bandiera della Georgia Georgia Torneo amichevole 14 [168]
29/08/2015 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 90 - 69 Bandiera degli Stati Uniti Università statale del Michigan Torneo amichevole 25 [169]
30/08/2015 Trieste Italia Bandiera dell'Italia 68 - 63 Bandiera della Russia Russia Torneo amichevole 16 [170]
05/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 87 - 89 Bandiera della Turchia Turchia EuroBasket 2015 - Fase a gironi 14 [171]
06/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 71 - 64 Bandiera dell'Islanda Islanda EuroBasket 2015 - Fase a gironi 12 [172]
08/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 105 - 98 Bandiera della Spagna Spagna EuroBasket 2015 - Fase a gironi 27 [173]
09/09/2015 Berlino Italia Bandiera dell'Italia 89 - 82 dts Bandiera della Germania Germania EuroBasket 2015 - Fase a gironi 17 [174]
13/09/2015 Lilla Italia Bandiera dell'Italia 82 - 52 Bandiera d'Israele Israele EuroBasket 2015 - Ottavi 14 [175]
16/09/2015 Lilla Italia Bandiera dell'Italia 85 - 95 dts Bandiera della Lituania Lituania EuroBasket 2015 - Quarti 18 [176]
17/09/2015 Lilla Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 70 - 85 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2015 - Gara 5º posto 12 [177]
17/06/2016 Trento Italia Bandiera dell'Italia 78 - 48 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Torneo amichevole 15 [178]
18/06/2016 Trento Italia Bandiera dell'Italia 87 - 58 Bandiera del Cile Cile Torneo amichevole 19 [179]
25/06/2016 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 106 - 70 Bandiera delle Filippine Filippine Torneo amichevole 11 [180]
26/06/2016 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 71 - 74 Bandiera del Canada Canada Torneo amichevole 5 [181]
04/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 68 - 41 Bandiera della Tunisia Tunisia Qual. Olimpiadi 2016 11 [182]
05/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 67 - 60 Bandiera della Croazia Croazia Qual. Olimpiadi 2016 19 [183]
08/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 79 - 54 Bandiera del Messico Messico Qual. Olimpiadi 2016 12 [184]
09/07/2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 78 - 84 dts Bandiera della Croazia Croazia Qual. Olimpiadi 2016 18 [62]
29/07/2017 Trento Italia Bandiera dell'Italia 96 - 36 Bandiera della Bielorussia Bielorussia Torneo amichevole 10 [185]
30/07/2017 Trento Italia Bandiera dell'Italia 66 - 57 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Torneo amichevole 14 [186]
09/08/2017 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 74 - 68 Bandiera della Finlandia Finlandia Amichevole 15 [187]
11/08/2017 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 75 - 70 Bandiera della Finlandia Finlandia Torneo amichevole 14 [188]
13/08/2017 Cagliari Italia Bandiera dell'Italia 73 - 53 Bandiera della Turchia Turchia Torneo amichevole 14 [189]
18/08/2017 Tolosa Montenegro Bandiera del Montenegro 66 - 67 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 24 [190]
19/08/2017 Tolosa Belgio Bandiera del Belgio 80 - 60 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 10 [191]
20/08/2017 Tolosa Francia Bandiera della Francia 88 - 63 Bandiera dell'Italia Italia Torneo amichevole 15 [192]
23/08/2017 Atene Serbia Bandiera della Serbia 73 - 65 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2017 20 [193]
25/08/2017 Atene Georgia Bandiera della Georgia 65 - 73 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2017 16 [194]
31/08/2017 Tel Aviv Israele Bandiera d'Israele 48 - 69 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2017 - Fase a gironi 18 [195]
02/09/2017 Tel Aviv Ucraina Bandiera dell'Ucraina 66 - 78 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2017 - Fase a gironi 26 [196]
03/09/2017 Tel Aviv Lituania Bandiera della Lituania 78 - 73 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2017 - Fase a gironi 14 [197]
05/09/2017 Tel Aviv Germania Bandiera della Germania 61 - 55 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2017 - Fase a gironi 12 [198]
06/09/2017 Tel Aviv Georgia Bandiera della Georgia 69 - 71 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2017 - Fase a gironi 15 [199]
09/09/2017 Istanbul Finlandia Bandiera della Finlandia 57 - 70 Bandiera dell'Italia Italia EuroBasket 2017 - Ottavi 22 [200]
13/09/2017 Istanbul Italia Bandiera dell'Italia 67 - 83 Bandiera della Serbia Serbia EuroBasket 2017 - Quarti 18 [63]
09/08/2019 Verona Italia Bandiera dell'Italia 70 - 72 Bandiera della Russia Russia Torneo amichevole 11 [201]
10/08/2019 Verona Italia Bandiera dell'Italia 72 - 54 Bandiera del Venezuela Venezuela Torneo amichevole 5 [202]
16/08/2019 Atene Grecia Bandiera della Grecia 83 - 63 Bandiera dell'Italia Italia Torneo Acropolis 2019 13 [203]
17/08/2019 Atene Italia Bandiera dell'Italia 64 - 96 Bandiera della Serbia Serbia Torneo Acropolis 2019 16 [204]
18/08/2019 Atene Italia Bandiera dell'Italia 70 - 72 Bandiera della Turchia Turchia Torneo Acropolis 2019 6 [205]
23/08/2019 Shenyang Italia Bandiera dell'Italia 65 - 71 Bandiera della Serbia Serbia Torneo amichevole 18 [206]
25/08/2019 Shenyang Italia Bandiera dell'Italia 80 - 82 Bandiera della Francia Francia Torneo amichevole 20 [207]
26/08/2019 Anshan Italia Bandiera dell'Italia 82 - 88 Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda Torneo amichevole 19 [208]
31/08/2019 Foshan Italia Bandiera dell'Italia 108 - 62 Bandiera delle Filippine Filippine Mondiali 2019 - 1ª fase a gironi 9 [209]
02/09/2019 Foshan Italia Bandiera dell'Italia 92 - 61 Bandiera dell'Angola Angola Mondiali 2019 - 1ª fase a gironi 17 [210]
04/09/2019 Foshan Italia Bandiera dell'Italia 77 - 92 Bandiera della Serbia Serbia Mondiali 2019 - 1ª fase a gironi 15 [211]
06/09/2019 Wuhan Italia Bandiera dell'Italia 60 - 67 Bandiera della Spagna Spagna Mondiali 2019 - 2ª fase a gironi 7 [212]
08/09/2019 Wuhan Italia Bandiera dell'Italia 94 - 89 dts Bandiera di Porto Rico Porto Rico Mondiali 2019 - 2ª fase a gironi 27 [213]
Totale Presenze 154 Punti 2 258

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Virtus Bologna: 2001-02
Fortitudo Bologna: 2004-05
Virtus Bologna: 2020-21
Fortitudo Bologna: 2005
Virtus Bologna: 2021, 2022, 2023
San Antonio Spurs: 2014
Virtus Bologna: 2021-22

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2005
2014

Testimonial[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2014 Comau lo sceglie come testimonial del robot Racer.[214][215]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Belinelli. Alla fine ho vinto, di Daniele Labanti, Bologna, Minerva Edizioni, 2014, ISBN 978-88-7381-601-0
  • Pokerface. Da San Giovanni in Persiceto al titolo NBA, con Alessandro Mamoli, Milano, Baldini & Castoldi, 2015, ISBN 978-88-68-52821-8.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nba Finals, Marco Belinelli primo italiano campione: "Non ci credo", in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  2. ^ a b Belinelli ha vinto la gara dei tiri da tre punti - Il Post, in Il Post, 16 febbraio 2014. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  3. ^ Marco Belinelli fa la storia dell'All-Star Game: è il primo italiano a vincere il Three-Point Contest (Video) | Nba Passion, in NBA PASSION: News, Mercato NBA, 16 febbraio 2014. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  4. ^ Michele Ipprio, Chris Paul parla di Marco Belinelli, su nbareligion.com, 12 dicembre 2012. URL consultato l'11 settembre 2017.
  5. ^ a b Marco Belinelli: 50 triple per 9 squadre, record NBA, su pianetabasket.com. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  6. ^ Filmato audio Federico Buffa, Federico Buffa conversation con Marco Belinelli, su Youtube, GZNBA89, 9 novembre 2015 (archiviato il 7 marzo 2020)., dal minuto 2:40 al min 3:16.
  7. ^ Basket, a Belinelli premio Reverberi miglior giocatore, su sport.repubblica.it. URL consultato il 16 giugno 2014.
  8. ^ a b c (EN) Stein: Belinelli might give Warriors immediate help, su ESPN.com, 10 luglio 2007. URL consultato il 29 marzo 2019.
  9. ^ Belinelli sogna il titolo Nba, su gazzetta.it, 17 luglio 2007. URL consultato il 16 giugno 2014.
  10. ^ (EN) Tabellino del match, su NBA.com, 21 dicembre 2008. URL consultato il 21 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2008).
  11. ^ a b (EN) Statistiche, su nba.com. URL consultato il 31 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2014).
  12. ^ Belinelli in NDBL?, su basketcentral.it, 5 dicembre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2008).
  13. ^ Beli: "No alla D-League", su gazzetta.it, 10 dicembre 2007. URL consultato l'8 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2008).
  14. ^ "Non vedo l'ora di andarmene", su gazzetta.it, 5 dicembre 2008.
  15. ^ a b (EN) Tabellino del match su NBA.com, su nba.com. URL consultato il 20 dicembre 2008.
  16. ^ (EN) Tabellino del match su NBA.com, su nba.com. URL consultato il 30 dicembre 2008.
  17. ^ E Belinelli divenne Rocky, su gazzetta.it, 30 dicembre 2008.
  18. ^ Belinelli, 17 punti e infortunio, su gazzetta.it, 12 gennaio 2009.
  19. ^ (EN) Los Angeles Lakers - Golden State Warriors, su nba.com, 18 febbraio 2009. URL consultato il 1º maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2009).
  20. ^ Belinelli va a Toronto, Raptors made in Italy, su gazzetta.it, 30 settembre 2009.
  21. ^ (EN) Raptors Exercise Fourth Year Option On Marco Belinelli, su nba.com, 29 ottobre 2009.
  22. ^ NBA: Belinelli a New Orleans, Wright a Toronto, su news.tuttobasket.net, 13 agosto 2010. URL consultato il 18 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2012).
  23. ^ (EN) Terry's 26 points lead Mavericks past Hornets, su nba.com, 16 novembre 2010. URL consultato il 16 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2010).
  24. ^ HORNETS: Marco Belinelli Signs Qualifying Offer, su nba.com. URL consultato il 19 dicembre 2016.
  25. ^ Belinelli Signs Qualifying Offer With Hornets - RealGM Wiretap, su basketball.realgm.com. URL consultato il 19 dicembre 2016.
  26. ^ Sources: Lakers pull out of trade talks for Paul, in ESPN.com. URL consultato il 19 dicembre 2016.
  27. ^ Clippers get All-Star Paul in trade with Hornets, in ESPN.com. URL consultato il 19 dicembre 2016.
  28. ^ (EN) Bulls sign free agent guard Marco Belinelli, su nba.com. URL consultato il 25 luglio 2012.
  29. ^ F.M.B, Belinelli e le difficoltà nel sistema Thibodeau, su NBA-Evolution, 16 ottobre 2012. URL consultato l'8 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2016).
  30. ^ (EN) Steve Busfield, Chicago Bulls rally to beat Brooklyn Nets 142-134 in triple overtime, in The Guardian, 28 aprile 2013. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  31. ^ GZNBA89, Marco Belinelli: 24 punti, gara 7 @ Nets (live F.Tranquillo), 5 maggio 2013. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  32. ^ GZNBA89, Federico Buffa conversation con Marco Belinelli, 9 novembre 2015. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  33. ^ GZNBA89, 5 domande a Belinelli + intervista a Ginobili pre-gara 4 @ NBA Finals 2014, 12 giugno 2014. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  34. ^ (EN) Spurs Sign Marco Belinelli nba.com
  35. ^ (EN) Spurs at Warriors - December 19, 2013 Archiviato il 21 dicembre 2013 in Internet Archive. nba.com
  36. ^ Nba, Belinelli vince gara 'bombe' da tre, in ANSA, 16 febbraio 2014. URL consultato il 17 febbraio 2014.
  37. ^ (EN) Belinelli wins Foot Locker Three-Point Contest, su NBA.com. URL consultato il 29 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2019).
  38. ^ NBA - San Antonio stende OKC e va alle Finals con Miami, in Eurosport, 1º giugno 2014. URL consultato il 1º giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2014).
  39. ^ La Compagnia dell'Anello, Belinelli campione Nba, in La Repubblica, 16 giugno 2014. URL consultato il 18 giugno 2014.
  40. ^ Nettuno d'oro a Belinelli, oggi la festa a San Giovanni: 'Sono fiero di essere persicetano', su BolognaToday. URL consultato il 29 marzo 2019.
  41. ^ Belinelli, San Giovanni lo festeggia in grande il 18 settembre, su Repubblica.it, 22 luglio 2014. URL consultato il 29 marzo 2019.
  42. ^ a b whitehouse.gov
  43. ^ (EN) Associated Press, Gregg Popovich joins 1,000-win club as Spurs beat Pacers, in The Guardian, 10 febbraio 2015. URL consultato il 29 marzo 2019.
  44. ^ Melissa Rohlin, Clippers defeat Spurs, 111-109, to advance to second round, su latimes.com. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  45. ^ Marco Belinelli on season with Kings: 'There wasn't a group from the beginning', su Sportando. URL consultato il 29 marzo 2019.
  46. ^ Hornets Acquire Marco Belinelli from Sacramento | Charlotte Hornets, in Charlotte Hornets. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  47. ^ Charlotte Hornets: Nicolas Batum Really Believes in Marco Belinelli, su Swarm and Sting, 30 settembre 2016. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  48. ^ Nba, Charlotte promuove Belinelli: "Prende le decisioni giuste", in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  49. ^ Nba, Belinelli si gode Charlotte: "Qui c'è un sistema alla Spurs", in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  50. ^ Nba, italiani: Belinelli infortunato, Gallinari 21 punti ma Denver perde, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 25 dicembre 2016.
  51. ^ Nba, Belinelli torna dopo l’infortunio: Charlotte batte Oklahoma - Sport - Il Mattino di Padova, in Il Mattino di Padova, 6 gennaio 2017. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  52. ^ NBA LEAGUE PASS | NBA.com, su watch.nba.com. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  53. ^ NBA LEAGUE PASS | NBA.com, su watch.nba.com. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  54. ^ Hornets Eliminated from Playoff Contention with Loss to Celtics | Charlotte Hornets, in Charlotte Hornets. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  55. ^ Mercato NBA, Marco Belinelli va agli Atlanta Hawks. URL consultato il 21 giugno 2017.
  56. ^ Nba, Marco Belinelli sceglie Philadelphia, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato l'8 dicembre 2018.
  57. ^ Davide Chinellato, Nba, i complimenti di Bryant a Belinelli: "Grande, ma non mi sorprende", su gazzetta.it, 12 aprile 2018. URL consultato il 29 marzo 2019.
  58. ^ Sixers on brink of elimination after heartbreaking loss, su NBC Sports Philadelphia, 5 maggio 2018. URL consultato il 29 marzo 2019.
  59. ^ Mercato NBA, Marco Belinelli torna ai San Antonio Spurs: contratto di due anni, su sport.sky.it.
  60. ^ Marco Belinelli è un nuovo giocatore di Virtus Segafredo Bologna, in Virtus Pallacanestro Bologna, 26 novembre 2020. URL consultato il 26 novembre 2020 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2020).
  61. ^ Virtus Bologna: triennale da cinque milioni di euro per Marco Belinelli, su sportando.basketball, 27 novembre 2020. URL consultato il 27 novembre 2020.
  62. ^ a b La Croazia si qualifica per Rio 2016, su fiba.com, 10 luglio 2016. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2016).
  63. ^ a b EuroBasket 2017: Italia-Serbia 67-83, Azzurri eliminati ai quarti di finale, su fip.it, 13 settembre 2017. URL consultato il 9 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 ottobre 2017).
  64. ^ Marco Belinelli - NBA Career bests, su basketball.realgm.com. URL consultato il 20 luglio 2019.
  65. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 16 luglio 2006. URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  66. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 19 luglio 2006. URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  67. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 21 luglio 2006. URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  68. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 22 luglio 2006. URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  69. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 23 luglio 2006. URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  70. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 24 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  71. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 1º agosto 2006. URL consultato il 14 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  72. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 4 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  73. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 5 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  74. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 12 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  75. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 13 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  76. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 19 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  77. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 20 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  78. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 22 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  79. ^ L'Italia del basket sfiora l'impresa gli azzurri sognano e poi cedono agli Usa, in repubblica.it, 23 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019.
  80. ^ Mondiale basket, Italia implacabile Battuto Porto Rico, ottavi con la Lituania, in repubblica.it, 26 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019.
  81. ^ Mondiali di basket, Italia addio eliminata agli ottavi dalla Lituania, in repubblica.it, 26 agosto 2006. URL consultato il 23 aprile 2019.
  82. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 29 luglio 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  83. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 31 luglio 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  84. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 1º giugno 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  85. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 3 giugno 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  86. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 4 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  87. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 12 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  88. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 13 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  89. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 14 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  90. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 20 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  91. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 21 agosto 2007. URL consultato il 23 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  92. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 22 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  93. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 24 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  94. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 25 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  95. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 26 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  96. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 30 agosto 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  97. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 3 settembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  98. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 4 settembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  99. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 5 settembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  100. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 8 settembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  101. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 10 settembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  102. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 12 settembre 2007. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  103. ^ Ufficio Stampa FIP, Italia-Repubblica Ceca 64-63. Esordio vincente per gli azzurri, in FIP.it, 14 luglio 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  104. ^ Ufficio Stampa FIP, Trofeo Gianatti – L'Italia batte la Svezia 85-49. Azzurri belli e concreti, in FIP.it, 16 luglio 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  105. ^ Ufficio Stampa FIP, Trofeo Gianatti. Italia-Repubblica Ceca 89-97. I cechi chiudono al primo posto, in FIP.it, 18 luglio 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  106. ^ Ufficio Stampa FIP, Trentino Cup. Italia-Canada 91-69, in FIP.it, 25 luglio 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  107. ^ Ufficio Stampa FIP, Trentino Cup. Italia-Nuova Zelanda 88-70, in FIP.it, 26 luglio 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  108. ^ Ufficio Stampa FIP, Trento. L'Italia batte il Portogallo 83-72 e si aggiudica la Trentino Cup, in FIP.it, 27 luglio 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  109. ^ Ufficio Stampa FIP, Italia-Canada 81-75. Una festa guastata da una rissa, in FIP.it, 1º agosto 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2016).
  110. ^ Ufficio Stampa FIP, Additional Qualifying Round. Italia-Francia 77-80 d1ts, in FIP.it, 5 agosto 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  111. ^ Ufficio Stampa FIP, Additional Qualifying Round. Finlandia-Italia 75-77, in FIP.it, 11 agosto 2009. URL consultato il 12 luglio 2010.
  112. ^ Ufficio Stampa FIP, Additional Qualifying Round. Francia-Italia 81-61, in FIP.it, 14 giugno 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2016).
  113. ^ Ufficio Stampa FIP, Additional Qualifying Round. Italia-Finlandia 89-95, in FIP.it, 20 agosto 2009. URL consultato il 12 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  114. ^ Ufficio Stampa FIP, Trofeo Mandela Forum. Italia-Macedonia 83-60. Pianigiani: “Bene in attacco e in difesa. Siamo fiduciosi”, in FIP.it, 16 luglio 2010. URL consultato il 20 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2014).
  115. ^ Ufficio Stampa FIP, Trofeo Mandela Forum. Italia-Polonia 88-76. Pianigiani: “Questo è il modo in cui si cresce”, in FIP.it, 17 luglio 2010. URL consultato il 20 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2014).
  116. ^ Ufficio Stampa FIP, Trofeo Mandela Forum. Italia-Bulgaria 83-84. Pianigiani: “Complessivamente contento per la voglia dimostrata da questo gruppo”, in FIP.it, 18 luglio 2010. URL consultato il 20 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2014).
  117. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 24 luglio 2010. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  118. ^ Pola. Croazia-Italia 80-71, in repubblica.it, 25 luglio 2010. URL consultato il 23 aprile 2019.
  119. ^ Ufficio Stampa FIP, Coach Pianigiani: "Siamo dispiaciuti. A questi livelli non è permesso sbagliare”, in FIP.it, 2 agosto 2010. URL consultato il 24 aprile 2019.
  120. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 5 agosto 2010. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  121. ^ Ufficio Stampa FIP, Qualificazioni Eurobasket 2011. Italia-Finlandia 82-73. Pianigiani: “Cominciamo ad essere quello che dobbiamo essere”, in puglianews.org, 9 agosto=2010. URL consultato l'11 agosto 2010.
  122. ^ Sky Sport, Euro 2011, un miraggio per l'Italbasket: ko in Montenegro, in sport.sky.it. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2019).
  123. ^ Ufficio Stampa FIP, L'italbasket espugna Tel Aviv e torna a sperare nella qualificazione diretta, in FIP.it, 18 agosto 2010. URL consultato il 25 aprile 2019.
  124. ^ Ufficio Stampa FIP, Qualificazioni Eurobasket 2011. Italia-Lettonia 109-93. Pianigiani: “Partita eccellente giocata insieme”, in FIP.it, 20 agosto 2010. URL consultato il 23 aprile 2019.
  125. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 23 agosto 2010. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2017).
  126. ^ Ufficio Stampa FIP, Qualificazioni Eurobasket 2011. Italia-Montenegro 72-71. Pianigiani: “Partita di alto livello. I risultati di quest’anno sono entusiasmo per l’anno prossimo”, in FIP.it, 26 agosto 2010. URL consultato il 23 aprile 2019.
  127. ^ Ufficio Stampa FIP, Trofeo "D. Gianatti" Italia-Macedonia 89-70, in FIP.it, 29 luglio 2011. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  128. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 30 luglio 2011. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  129. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  130. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 6 agosto 2011. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  131. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 7 agosto 2011. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  132. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 12 agosto 2011. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  133. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 13 agosto 2011. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  134. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 23 agosto 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  135. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 24 agosto 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  136. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 25 agosto 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  137. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 31 agosto 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  138. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 1º settembre 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  139. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 2 settembre 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  140. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 4 settembre 2011. URL consultato il 22 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  141. ^ ISRAEL vs ITALY Eurobasket 2011, in archive.fiba.com. URL consultato il 22 aprile 2019.
  142. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 7 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  143. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 8 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  144. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 9 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  145. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 17 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  146. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 18 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  147. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 19 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  148. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 22 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  149. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 24 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  150. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 27 agosto 2013. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  151. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 28 agosto 2013. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  152. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 29 agosto 2013. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  153. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  154. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  155. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  156. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  157. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  158. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  159. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  160. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  161. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  162. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  163. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  164. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  165. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  166. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  167. ^ a b Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  168. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  169. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  170. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  171. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  172. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  173. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 9 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  174. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 23 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  175. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 14 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  176. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  177. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it. URL consultato il 17 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  178. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 17 giugno 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  179. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 18 giugno 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  180. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 25 giugno 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  181. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 26 giugno 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  182. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 4 luglio 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  183. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 5 luglio 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  184. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 8 luglio 2016. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  185. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 29 luglio 2017. URL consultato il 20 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  186. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 30 luglio 2017. URL consultato il 20 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  187. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 9 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  188. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 11 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  189. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 13 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  190. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 18 agosto 2017. URL consultato il 20 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2017).
  191. ^ Massimo Oriani, Basket, Italia-Belgio 60-80, brutta sconfitta per gli azzurri, in gazzetta.it, 19 agosto 2017. URL consultato il 22 aprile 2019.
  192. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 20 agosto 2017. URL consultato il 21 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  193. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 23 agosto 2017. URL consultato il 23 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2017).
  194. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 25 agosto 2017. URL consultato il 25 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2017).
  195. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 31 agosto 2017. URL consultato il 31 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2017).
  196. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 2 settembre 2017. URL consultato il 2 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2017).
  197. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 3 settembre 2017. URL consultato il 4 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2017).
  198. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 5 settembre 2017. URL consultato il 5 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  199. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 6 settembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2017).
  200. ^ Ufficio Stampa FIP, Tabellino del match su FIP.it, in FIP.it, 9 settembre 2017. URL consultato il 9 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2017).
  201. ^ Ufficio Stampa FIP, Verona Basketball Cup. Italia-Russia 70-72 (13 punti per Gentile e B. Sacchetti). Meo: "Perdere così fa male". Oggi il Venezuela (20.30, Sky Sport Arena), in FIP.it, 9 agosto 2019. URL consultato l'11 agosto 2019.
  202. ^ Ufficio Stampa FIP, Verona Basketball Cup. Italia-Venezuela 72-54. Cinciarini, Moraschini e M. Vitali lasciano il raduno. Meo: "Scelte sofferte. Atteggiamento in campo da rivedere", in FIP.it, 10 agosto 2019. URL consultato l'11 agosto 2019.
  203. ^ Ufficio Stampa FIP, Torneo dell'Acropolis. Grecia-Italia 83-63. Meo: "Sapevamo fosse dura. Queste sono le partite che ci servono per migliorare", in FIP.it, 16 agosto 2019. URL consultato il 16 agosto 2019.
  204. ^ Ufficio Stampa FIP, Torneo dell’Acropolis. Italia-Serbia 64-96 (16 Belinelli). Il CT: “Non è bello perdere così. Serbia fortissima ma possiamo migliorare”. Domani la Turchia (17.00 in Italia, Sky Sport Arena), in FIP.it, 17 agosto 2019. URL consultato il 17 agosto 2019.
  205. ^ Ufficio Stampa FIP, Torneo dell'Acropolis. Italia-Turchia 70-72 (26 Gentile). Domani la partenza per la Cina, in FIP.it, 18 agosto 2019. URL consultato il 18 agosto 2019.
  206. ^ Ufficio Stampa FIP, Torneo AusTiger. Italia-Serbia 65-71 (18 Belinelli). Il CT: “Passo avanti. Peccato per alcuni errori in fasi cruciali”. Domenica la Francia (9.30 in Italia), in FIP.it, 23 agosto 2019. URL consultato il 23 agosto 2019.
  207. ^ Ufficio Stampa FIP, Torneo AusTiger. Italia-Francia 80-82 (20 Belinelli). Il CT: "Ancora progressi ma nei momenti bui dobbiamo fare meglio". Domani la Nuova Zelanda ad Anshan (13.30 in Italia), 25 agosto 2019. URL consultato il 25 agosto 2019.
  208. ^ Ufficio Stampa FIP, Torneo AusTiger. Italia-N. Zelanda 82-88 (22 Gallinari). Il CT: "Passo indietro. Spero sia utile". Il 29 agosto gli ultimi due "tagli", 26 agosto 2019. URL consultato il 26 agosto 2019.
  209. ^ Ufficio Stampa FIP, FIBA World Cup. Italia-Filippine 108-62 (17 Datome e Della Valle). Il CT: "Fatto il nostro. Guardiamo avanti". Lunedì l'Angola, in FIP.it, 31 agosto 2019. URL consultato il 31 agosto 2019.
  210. ^ Ufficio Stampa FIP, FIBA World Cup. Italia-Angola 92-61. Azzurri vicini alla seconda fase e al pass preolimpico (serve vittoria serba contro le Filippine). Belinelli quinto miglior marcatore Azzurro di sempre, in FIP.it, 2 settembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2019.
  211. ^ Ufficio Stampa FIP, Italia-Serbia 77-92 (26 Gallinari). Seconda fase a Wuhan contro Spagna (6/09, 14.30 italiane) e Portorico (8/09, 10.30 italiane)., in FIP.it, 4 settembre 2019. URL consultato il 4 settembre 2019.
  212. ^ Ufficio Stampa FIP, FIBA World Cup. Italia-Spagna 60-67. Azzurri eliminati. Le parole di Sacchetti, Petrucci e Datome. Domenica chiusura contro il Portorico (10.30 italiane, Sky Sport Uno e Arena), in FIP.it, 6 settembre 2019. URL consultato il 6 settembre 2019.
  213. ^ Ufficio Stampa FIP, FIBA World Cup. Italia-Portorico 94-89 dts (27 Belinelli). Finisce il Mondiale degli Azzurri. Meo: "Che questa esperienza serva a tutti per migliorare ancora", in FIP.it, 8 settembre 2019. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  214. ^ Meglio di Marco Belinelli solo un robot. La sfida in un nuovo spot, su GQ Italy. URL consultato il 29 marzo 2019.
  215. ^ Marco Belinelli sfida robot Racer nel viral creato da Domino per Comau - Engage.it, su Engage | News and views sul marketing pubblicitario, 29 ottobre 2014. URL consultato il 29 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2019).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN75144648423218811833 · LCCN (ENno2015132605 · WorldCat Identities (ENlccn-no2015132605