Alberto Burgio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alberto Burgio

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XV Legislatura
Gruppo
parlamentare
Rifondazione Comunista
Coalizione L'Unione
Circoscrizione Lombardia 3
Incarichi parlamentari
giunta per il regolamento; XI Commissione (Lavoro pubblico e privato); Commissione esaminatrice del premio Lucio Colletti dal 28 luglio 2006

Dati generali
Partito politico PRC
Titolo di studio Laurea in lettere e filosofia
Professione docente universitario

Alberto Burgio (Palermo, 13 maggio 1955) è un filosofo e politico italiano.

Nato a Palermo il 13 maggio 1955, dal 1993 insegna Storia della filosofia presso l'Università di Bologna. È stato eletto deputato al Parlamento della Repubblica alle elezioni politiche del 2006 (XV legislatura).

Studi[modifica | modifica wikitesto]

Si è occupato prevalentemente di storia della filosofia politica e di filosofia della storia con studi focalizzati su Rousseau e l'idealismo classico, la teoria della storia tra Kant e Marx e il marxismo italiano (Labriola e Gramsci), il razzismo e il nazismo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Eguaglianza, interesse, unanimità. La politica di Rousseau, Napoli, Bibliopolis, 1989. ISBN 978-88-7088-209-4.
  • Rousseau, la politica e la storia. Tra Montesquieu e Robespierre, Milano, Guerini, 1996. ISBN 88-7802-707-3.
  • L'invenzione delle razze. Studi su razzismo e revisionismo storico, Roma, manifestolibri, 1998. ISBN 88-7285-149-1.
  • Nel nome della razza. Il razzismo nella storia d'Italia 1870-1945, a cura di, Bologna, Il Mulino, 1999. ISBN 88-15-07200-4 (seconda ed., 2000. ISBN 88-15-07854-1).
  • Modernità del conflitto. Saggio sulla critica marxiana del socialismo, Roma, DeriveApprodi, 1999. ISBN 88-87423-20-2.
  • Strutture e catastrofi. Kant Hegel Marx, Roma, Editori Riuniti, 2000. ISBN 88-359-4987-4 (Vernunft und Katastrophen: Das Problem der Geschichtsentwicklung bei Kant, Hegel und Marx, Frankfurt am Main, Peter Lang, 2003; ISBN 978-3-631-39245-4).
  • La guerra delle razze, Roma, manifestolibri, 2001. ISBN 88-7285-205-6.
  • Gramsci storico. Una lettura dei "Quaderni del carcere", Roma–Bari, Laterza, 2003. ISBN 88-420-6854-3.
  • Guerra. Scenari della nuova "grande trasformazione", Roma, DeriveApprodi, 2004. ISBN 88-88738-34-7.
  • Antonio Labriola nella storia e nella cultura della nuova Italia, a cura di, Macerata, Quodlibet, 2005. ISBN 88-7462-040-3.
  • Escalation. Anatomia della guerra infinita, con Manlio Dinucci e Vladimiro Giacché, Roma, DeriveApprodi, 2005. ISBN 88-88738-65-7.
  • Per un lessico critico del contrattualismo moderno, Napoli, La Scuola di Pitagora, 2006. ISBN 88-89579-03-X.
  • Dialettica. Tradizioni, problemi, sviluppi, a cura di, Macerata, Quodlibet, 2007. ISBN 978-88-7462-153-8.
  • Per Gramsci. Crisi e potenza del moderno, Roma, DeriveApprodi, 2007. ISBN 978-88-89969-33-5.
  • Manifesto per l'università pubblica, con Gaetano Azzariti, Alberto Lucarelli e Alfio Mastropaolo, Roma, DeriveApprodi, 2008. ISBN 978-88-89969-63-2.
  • Senza democrazia. Un'analisi della crisi, Roma, DeriveApprodi, 2009. ISBN 978-88-89969-70-0.
  • Nonostante Auschwitz. Il "ritorno" del razzismo in Europa, Roma, DeriveApprodi, 2010. ISBN 978-88-6548-003-8.
  • Rousseau e gli altri. Teoria e critica della democrazia tra Sette e Novecento, Roma, DeriveApprodi, 2012. ISBN 978-88-6548-057-1.
  • Il razzismo, con Gianluca Gabrielli, Roma, Ediesse, 2012.
  • Gramsci. Il sistema in movimento, Roma, DeriveApprodi, 2014. ISBN 978-88-6548-091-5.
  • Orgoglio e genocidio. L'etica dello sterminio nella Germania nazista, con Marina Lalatta Costerbosa, Roma, DeriveApprodi, 2016. ISBN 978-88-6548-160-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN73977825 · LCCN: (ENn88025044 · SBN: IT\ICCU\CFIV\043492 · ISNI: (EN0000 0000 2772 4114 · GND: (DE1054101612 · BNF: (FRcb12733694t (data)