Zanica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zanica
comune
Zanica – Stemma
Zanica – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Bergamo-Stemma.png Bergamo
Amministrazione
Sindaco Luigi Alberto Locatelli (lista civica Il Tasso) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 45°38′22″N 9°41′03″E / 45.639444°N 9.684167°E45.639444; 9.684167 (Zanica)Coordinate: 45°38′22″N 9°41′03″E / 45.639444°N 9.684167°E45.639444; 9.684167 (Zanica)
Altitudine 208 m s.l.m.
Superficie 14,66 km²
Abitanti 8 345[1] (31-03-2013)
Densità 569,24 ab./km²
Frazioni Capannelle, Padergnone
Comuni confinanti Azzano San Paolo, Cavernago, Comun Nuovo, Grassobbio, Orio al Serio, Stezzano, Urgnano
Altre informazioni
Cod. postale 24050
Prefisso 035
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 016245
Cod. catastale M147
Targa BG
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 475 GG[2]
Nome abitanti zanichesi
Patrono san Nicola di Bari
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Zanica
Posizione del comune di Zanica nella provincia di Bergamo
Posizione del comune di Zanica nella provincia di Bergamo
Sito istituzionale

Zanica (Sanga in dialetto bergamasco[3][4]) è un comune italiano di 8.345 abitanti[5] della provincia di Bergamo in Lombardia. Il comune si trova a circa 6 chilometri a sud del capoluogo orobico.

La tradizione vuole che a Zanica fosse nato e vivesse sposato con la Margì e il figlio Bortolì, il Gioppino la più famosa maschera bergamasca.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Nella chiesa parrocchiale, dedicata a San Nicolò vescovo, sono conservati dipinti di Palma il Giovane, Sante Peranda e Francesco Cavagna, un polittico della bottega Marinoni e un coro ligneo di Giuseppe Caniana.[6]

In ambito naturalistico, il comune è stato inserito nel Parco agricolo del Rio Morla e delle rogge, un PLIS che si prefigge di tutelare sia il corso del fiume Morla e delle rogge che compongono l'intricato sistema irriguo delle campagne, sia gli ambienti rurali presenti.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Parco agricolo del Rio Morla e delle rogge.

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Il comune ha come simboli lo stemma e il gonfalone concessi con D.P.R. 17 maggio 1989.

Blasonatura stemma:

« Partito: nel primo di rosso alla torre d'argento, murata di nero, merlata alla guelfa di cinque, chiusa di nero con porta a sesto acuto, essa torre fondata sulla campagna di verde; nel secondo d'azzurro, al tasso al naturale, fermo sulla campagna bandata d'oro e di rosso, accompagnato in capo dal sole orizzontale, sinistro, d'oro, munito di due raggi ondeggianti e di un raggi e due semiraggi acuti. Ornamenti esteriori da Comune. »
(DPR 17 maggio 1989)

Blasonatura gonfalone:

« Drappo partito di azzurro e di rosso... »
(DPR 17 maggio 1989)

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[7]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 2004 25 maggio 2014 Giovanni Mario Aceti Lista civica - Insieme per Zanica Sindaco
25 maggio 2014 in carica Luigi Alberto Locatelli Lista civica - Il tasso Sindaco

Associazionismo[modifica | modifica sorgente]

Sul territorio sono presenti diverse associazioni, tra cui:

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La principale squadra di calcio della città è l'ASD Anima e Corpo Orobica CF, società sportiva di calcio femminile che milita nel campionato di Serie A dalla stagione 2014-2015.

L'altra società calcistica della cittadina è l'A.S.D. U.S.O. Zanica che milita nel girone C lombardo di Prima Categoria.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2013.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Carmelo Francia, Emanuele Gambarini, Dizionario italiano-bergamasco, Torre Boldone, Grafital, 2001, ISBN 88-87353-12-3.
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 717.
  5. ^ Dato Istat all'1/1/2008.
  6. ^ Visite guidate al museo della chiesa parrocchiale. URL consultato il 2 dicembre 2008.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bergamo Portale Bergamo: accedi alle voci di Wikipedia su Bergamo e sul suo territorio