Valgoglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valgoglio
comune
Valgoglio – Stemma Valgoglio – Bandiera
Valgoglio – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Bergamo-Stemma.png Bergamo
Amministrazione
Sindaco Eli Pedretti (lista civica Il coraggio di cambiare) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 45°58′00″N 9°55′00″E / 45.966667°N 9.916667°E45.966667; 9.916667 (Valgoglio)Coordinate: 45°58′00″N 9°55′00″E / 45.966667°N 9.916667°E45.966667; 9.916667 (Valgoglio)
Altitudine 929 m s.l.m.
Superficie 31 km²
Abitanti 616[1] (31-12-2010)
Densità 19,87 ab./km²
Frazioni Colarete, Novazza
Comuni confinanti Ardesio, Branzi, Carona, Gandellino, Gromo
Altre informazioni
Cod. postale 24020
Prefisso 0346
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 016225
Cod. catastale L579
Targa BG
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti valgogliesi
Patrono santa Maria Assunta
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Valgoglio
Posizione del comune di Valgoglio nella provincia di Bergamo
Posizione del comune di Valgoglio nella provincia di Bergamo
Sito istituzionale

Valgoglio (Valgòi in dialetto bergamasco[2][3]) è un comune di 613 abitanti della provincia di Bergamo, in Lombardia

Situato in una valletta che, bagnata dal torrente Goglio, si sviluppa perpendicolarmente alla val Seriana, dista circa 44 chilometri dal capoluogo orobico.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Posto ad un'altezza di 930 m s.l.m., presenta le caratteristiche di un borgo alpino con una natura circostante pressoché intatta.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia della Lombardia.
Le origini del nome

Il nome del paese deriva dalla valle in cui esso è inserito, la quale a sua volta deve il nome al torrente che la bagna. Il Goglio, che sfocia nel fiume Serio nel territorio di Gromo, etimologicamente deriva da goi, che in dialetto bergamasco sta ad indicare un corso d'acqua con gole e forre profonde.

Il paese di Valgoglio, unitamente alle frazioni di Colarete e di Novazza, ha una storia con pochi eventi di rilievo, legati per lo più alle vicende del vicino comune di Gromo.

Difatti il borgo è rimasto estraneo sia alla colonizzazione romana che alle dispute medievali, legando il proprio nome soltanto alla grande capacità estrattiva che il sottosuolo garantiva.

La ricchezza di minerali ha da sempre fornito una sussistenza più che dignitosa per gli abitanti del luogo fin dai tempi del medioevo. In quel tempo quando gran parte delle armi, armature e corazze era prodotta con il ferro qui estratto, così come le monete della zecca di Bergamo, coniate con l'argento di Valgoglio. Unitamente a questi materiali veniva estratto anche l'oro, che contribuì a creare un certo benessere nella zona.

Recentemente, in una miniera dismessa nella frazione Novazza, sono state rinvenute modeste quantità di uranio, tanto da ipotizzare l'apertura di una miniera per l'estrazione di questo minerale da molti considerato pericoloso. Per questo motivo gran parte della popolazione, anche dei paesi circostanti, ha manifestato un forte dissenso, facendo rientrare il progetto.

Il paese tuttora vive grazie allo sfruttamento delle risorse che offre la natura, quali il turismo, l'industria idroelettrica e, in qualche caso, di pastorizia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

La chiesa parrocchiale del capoluogo, edificata nel XVII secolo, ma rifatta due secoli più tardi, è intitolata a Santa Maria Assunta, e custodisce affreschi e sculture di buona fattura, risalenti ad un periodo compreso tra il XIV ed il XV secolo.

La chiesa della frazione Novazza, dedicata ai Santi Pietro e Paolo e risalente al XIX secolo, possiede un ciclo di affreschi sulla vita di San Pietro, eseguito da Ponziano Loverini.

Infine merita menzione pure la chiesa di Colarete, dedicata a San Michele, con affreschi del XV e del XVI secolo.

Notevoli sono le escursioni che si possono compiere sul territorio comunale, adatte ad ogni tipo di utenza: si va dalla semplice passeggiata ad itinerari riservati a persone più esperte. Tra questi vale la pena segnalare la Val Sanguigno ed il cosiddetto Giro dei cinque laghi, che tocca i laghi artificiali di Aviasco, Nero, Campelli, Sucotto e Cernello.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 12 giugno 1999 Corrado Fumagalli lista civica Sindaco
13 giugno 1999 13 giugno 2004 Augusto Bonardo lista civica Sindaco
14 giugno 2004 7 giugno 2009 Augusto Bonardo lista civica Sindaco
8 giugno 2009 in carica Eli Pedretti lista civica "Il coraggio di cambiare" Sindaco

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario di Carmelo Francia, Emanuele Gambarini (a cura di), Dizionario italiano-bergamasco, Torre Boldone, Grafital, 2001, ISBN 88-87353-12-3.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 682.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Bergamo Portale Bergamo: accedi alle voci di Wikipedia su Bergamo e sul suo territorio