Episcopato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella Chiesa cattolica e in altre chiese cristiane episcopato è il sostantivo indicante la funzione o servizio del vescovo nella chiesa.

In esso si mantiene la radice della parola greca epìscopos (επισκοπος), che significa "supervisore".

La stessa radice si mantiene nella denominazione delle chiese episcopali o episcopaliane: sono quelle chiese della riforma protestante che, a differenza delle altre, hanno mantenuto il servizio episcopale. In contrapposizione ad esse, alcune chiese simili che non hanno l'episcopato sono dette presbiteriane, intendendo con ciò che mantengono unicamente il servizio dei presbiteri.

L'episcopato è il grado di completezza nell'amministrazione dei sacramenti del Cattolicesimo; infatti solo un vescovo, o un chierico di grado superiore, può amministrare per esempio il Sacramento della Confermazione o Cresima, e quello dell'Ordine Sacro.

Il termine dal greco "episcopos" deriva dal verbo "episcopeo" cioè scruto, guardo ed esso appunto stava ad indicare il compito di un vescovo nell'antichità: quello di osservare e amministrare i beni e i sacerdoti da lui ordinati.

Un vescovo prima di ricevere questa carica deve essere un prete e al momento dell'ordinazione solo un cardinale oppure tre altri vescovi lo possono ordinare.


cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo