Patriarcato di Antiochia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il titolo di patriarca di Antiochia (Antakya nell'attuale Turchia) è posseduto tradizionalmente dal vescovo di Antiochia, antica sede apostolica.

Attualmente cinque vescovi di chiese diverse portano tale titolo. Nessuno di questi risiede effettivamente ad Antiochia (l'odierna città turca di Antakya); nel corso dei secoli, infatti, le sedi apostoliche di Antiochia sono state trasferite a causa di persecuzioni e scismi.

Elenco dei vescovi e patriarchi di Antiochia[modifica | modifica sorgente]

Vescovi[modifica | modifica sorgente]

Nome Inizio episcopato[1] Fine episcopato[1] Note
San Pietro 42
37
54
67
Apostolo di Gesù
Sant'Evodio 53
67
68
Sant'Ignazio di Antiochia l'Illuminatore 68 100
107
Padre della Chiesa e Padre Apostolico
Sant'Eros I 100
107
127
San Cornelio 127 151
154
Sant'Eros II 151
154
169
San Teofilo 169 182
San Massimo I o San Massimiano 188
182
191
San Serapione 191 212
211
Sant'Asclepiade il Confessore 212
211
218
220
Fileto 218
220
231 Primo vescovo di Antiochia a non essere venerato come santo
Zebino o Zenobio 231 240
237
San Babila 240
237
253
251
Muore martire durante la persecuzione di Decio
Fabio 253
251
256
254
Convoca un sinodo sul novazianismo
Demetriano 256
254
263
260
Amfilochio 263 267 Riconosciuto solo dai calcedoniani
Paolo I di Samosata 267
260
270
268
Viene deposto da un sinodo per le sue idee monarchianiste e adozioniste, ma rifiuta di lasciare l'incarico
Domno 270
268
273
Timeo 273 277
282
Cirillo I 277
283
299
303
Vitale I
Tiranno 308
304
314
San Filogonio 314
320
323 Assieme al patriarca di Alessandria, Sant'Alessandro e ad altri compagni iniziò la lotta contro l’arianesimo.
Paolino I 324 324

Patriarchi prima dello scisma tra monofisiti e ortodossi[modifica | modifica sorgente]

Nome Inizio patriarcato[1] Fine patriarcato[1] Note
Eustazio 325 332
337
Fu il primo a cui venne riconosciuto il titolo di Patriarca
Eulalio 332 332 Ariano
Eufronio 333 334 Ariano
Filaclo o Placenzio 334 342 Ariano
Atanasio 337 340 Dubbio, non risulta dagli elenchi ufficiali delle Chiese di Antiochia
Gregorio 340 341 Dubbio, non risulta dagli elenchi ufficiali delle Chiese di Antiochia
Stefano I 342 344 Ariano; viene deposto da un sinodo in prevalenza semi-ariano
Leonzio 344 350
357
Ariano
Eudossio 350
358
357
359
Ariano; nel 360 diventa Patriarca di Costantinopoli
Melezio 354 354 Da fonti calcedonesi pare che sia riuscito ad esautorare Eudossio per un breve periodo
Annia o Ammiano 357 360 Ariano; presente solo nella tradizione calcedonese

Primo scisma (360-393)[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca monofisita Capo della fazione ariana
360 Euzoio o Eudozio Euzoio o Eudozio Paolino II
Melezio
370
Doroteo
371
Paolino II
376
Vitale II -
381
Flaviano I
384
Evagrio I
393
Flaviano I

Ricomposizione del primo scisma[modifica | modifica sorgente]

Con Flaviano I (che morirà nel 404) si ricostituisce l'unità del Patriarcato.

Nome Inizio patriarcato[1] Fine patriarcato[1] Note
Porfirio 404 408
412
Alessandro 408
412
418
Teodoto 418 428
Giovanni I 428 442 Zio del successore; condannato nel primo concilio di Efeso sulla controversia nestoriana
Domno II (442-449) 442 449 Deposto dal secondo concilio di Efeso
Massimo I o II 449 459
455
Nel 451 dal Patriarcato si distacca la chiesa autocefala cipriota
Basilio 459
456
459
Acacio 459 461
459
Martirio 461
459
465
468
Deposto dal generale Zenone

Secondo scisma (465-505)[modifica | modifica sorgente]

Nel 465 i calcedoniani disconoscono Martirio come Patriarca, e viene nominato al suo posto Pietro Fullo.

Anni Patriarca ortodosso Patriarca monofisita
465 Pietro Fullo[2] Martirio
466
Giuliano[3]
468
Pietro Fullo[4]
474
-
475
Giovanni II Codonato
488
Bladio
490
Stefano II
493
Stefano III
495
Callandione
Giovanni III Codonato
497
Palladio
498
Flaviano II
505
Flaviano II

Ricomposizione del secondo scisma[modifica | modifica sorgente]

Con Flaviano II (deposto nel 512) si ricostituisce l'unità del Patriarcato.

Nome Inizio patriarcato[1] Fine patriarcato[1] Note
Severo 512 518
538
Miafisita, nominato dall'imperatore Anastasio I, deposto dall'imperatore Giustino I
Paolo II 518 521
Eufrasio di Antiochia 521 528
Efrem 528 546

Patriarchi dopo lo scisma tra monofisiti e ortodossi[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca monofisita
544 Efrem Sergio
546 Domno III
-
550
Paolo II il Nero
561
Anastasio I il Sinaita
571
Gregorio I[5]
575
-
581
Pietro III di Raqqa
591
Giuliano I di Antiochia
594
Anastasio I il Sinaita
(seconda fase)
595
Atanasio I Gammolo
599
Anastasio II
610
Gregorio II[5]
620
Anastasio III
628
Macedonio
631
Giovanni II
640
Giorgio I
648
Teodoro
649
656
Macario I
667
Severo II bar Masqeh
681
Teofane -
683
Atanasio II
685

Patriarchi dopo lo scisma tra maroniti e ortodossi[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca maronita Patriarca monofisita
685 Teofane Giovanni Maron Atanasio II
686
Giuliano II
687
Sebastiano
690
Giorgio II
695
Alessandro II
702
-
707
Giovanni el Damlassi
708 ?
709 Elia I
? Patriarchi tra il 707 e l'896 circa:
Giovanni el Damlassi
Teofilo
Gregorio I
Stefano I
Marco
Eusebio
723 ?
724 Atanasio III
740
Ivanio I
742
Stefano IV
748
Teofilatto
754
Euvanio I
? Patriarchi monofisiti tra il 754 e il 758:
Euvanio I
Atanasio al Sandali
758 Atanasio al Sandali
Giorgio I
767
Teodoro I
790
Giuseppe
792
Ciriaco
797
Giovanni IV
810
Giobbe I
817

Scisma interno alla Chiesa nestoriana[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca maronita Patriarca monofisita Antipatriarca monofisita
817 Giobbe I ? Dionisio I di Tellmahreh Abramo di Kartamin
826
Nicola I
834
Simeone I
840
Elia I
845

Ricomposizione dello scisma[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca maronita Patriarca monofisita
846 Elia I ? Giovanni III
852
Teodosio I
860
Nicola II
873
-
878
Ignazio II
879
Michele I
883
-
887
Teodosio Romano
890
Zaccaria
896 Giovanni I
? Patriarchi maroniti tra l'896 e il 938:
Giovanni I
Joshua I
David I
Theofelix Habib
Joshua II
Dumizio
Isacco
Giovanni II
897 Dionisio II
902 ?
Giorgio III
909
910 Giovanni IV
917
Giobbe II
922
923 Basilio I
935
936 Giovanni V
938 Giovanni II
? Patriarchi maroniti tra il 938 e il 1110:
Giovanni II
Simone I
Gregorio II
Geremia
Simone II (esistenza incerta)
Simone III (esistenza incerta)
Giuseppe el Gergessi
939 ?
Eustrasio
953
954 Ivanio II
957
958 Dionisio III
960
Cristoforo I
961
962 Abramo I
963
-
965
Giovanni VI
966
Teodoro II
977
Agapio
985
986 Atanasio IV
995
Giovanni V
1000
Nicola III
1002
-
1003
Elia II
1004
Giovanni VII
1010
Giorgio IV
1015
Macario II il Virtuoso
1023
Eleuterio
1028
Pietro III
1033
1034 Dionisio IV
1044
-
1049
Giovanni VIII
1051
Giovanni VI detto Dionisio
1054

Patriarchi dopo lo Scisma d'Oriente[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca maronita Patriarca monofisita
1054 Giovanni VI detto Dionisio ? Giovanni VIII
1057
1058 Atanasio V
1062
Emiliano
1063
Giovanni IX
1073
1074 Basilio II
1075
Teodosio II Giovanni Abdun
1077
Dionisio V
1078
-
1080
Ivanio III
1082
-
1084
Niceforo
1088
Dionisio VI
1090
Giovanni VII Atanasio VI
1098

Patriarchi dalla fondazione del patriarcato latino[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca latino Patriarca maronita Patriarca monofisita
1098 Giovanni VII Pietro I di Narbona ? Atanasio VI
1100
Bernardo di Valenza
1110
Giuseppe el Gergessi
1120
1121 Pietro I
1129
Giovanni X
1130
Gregorio
1135
Ralf I di Domfrort
1137
1138 Atanasio VII
1139
Aimerio di Limoges
1141
Jacopo
1151
Giovanni III
1154
Pietro II
1155
Giovanni IX
1159
Eutimio I
1164
Macario III
1166
Atanasio I Michele I
1173
Pietro di Lehfeld
1180
Teodosio III
1182
Elia III
1184
Cristoforo II
1185
Teodoro IV
1193
Ralf II
1196
Pietro II di Angouleme
1199
Gioacchino I Geremia di Amshit
1200 Atanasio VIII
1207
1208 Giovanni XI
1209 Pietro III di Locedio
1217
-
1219
Doroteo I
1220
-
1222
Ignazio III David
1226
Alberto da Reggio
1230
Daniele di Shamat
1239
Giovanni di Jaje
1245
Simeone II Elia Roberto Simone II
1247
Obizzo Fieschi
1252
Giovanni XII
1263
Ignazio IV
1268

Patriarchi dalla titolarizzazione del patriarcato latino[modifica | modifica sorgente]

Dal 1293, il nome Ignazio è ripreso da tutti i patriarchi siro-ortodossi di Antiochia.

Anni Patriarca ortodosso Patriarca titolare latino Patriarca maronita Patriarca monofisita
1268 Eutimio II Obizzo Fieschi Simone II Ignazio IV
1269
Teodosio IV
1276
Teodosio V
1277
Daniele di Hadshit
1282
Geremia di Dmalsa
1283 Filosseno I
1285
Arsenio
1292
? Michele II
1293
Dionisio
1297
Simone III
1308
Marco I
1312
Michele III
1339
Giovanni IV
1342
Ignazio II
1349
Basilio III
1357
Gabriele di Hjula
1367
Giovanni V
1386
Pacomio I
1387
Filosseno II
1393
Nilo
1401
Michele III
1404
?
1410
Pacomio II
1411
Gioacchino II
1421
Basilio IV
1426
Marco III
1436
Doroteo II
1440
Giovanni di Jaje II
1444
1445 Ignazio Benham al Hadli
Jacopo di Hadeth
1454
Michele IV
1455 Ignazio Khalaf
1468
Giuseppe di Hadeth
1476
Marco V
Gioacchino III
1483
Gregorio III Ignazio Giovanni XIII
1492
Simeone di Hadeth
1493
Ignazio Nuh
1497
Doroteo III
1509
Ignazio Yeshu I
1512
Ignazio Jacopo I
1517
Ignazio David I
1520
Ignazio Abd'Allah I
1523
Michele V
1524
Moussa Akari
1541
Doroteo IV
1543
Gioacchino IV
1557
Ignazio Ne'met Allah I
1567
Michele Rizzi
1576
Ignazio David II Shah
1577 Michele VI
1581
Gioacchino V Sarkis Rizzi
1591
Ignazio Pilato I
1592
1593 Gioacchino VI
1596
Giuseppe Rizzi
1597
Ignazio Hadayat Allah
1604
Doroteo V
1608
Giovanni Maklouf
1611
Atanasio III
1619
Ignazio III
1622
Luigi Caetani
1626
Giovanni Battista Pamphili
1629
Cesare Monti
1631
?
1633
Fabio de Lagonissa Giorgio Omaira
1635
Eutimio III
1636
Eutimio IV
1639
1640 Ignazio Simone I
1644
Giuseppe Halib
1648
Michele VII Giovanni Bawab
1656
Giorgio Rizkallah
1659
Ignazio Yeshu II Qamsheh
1662

Patriarchi dopo il primo scisma siro-cattolico[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca titolare latino Patriarca maronita Patriarca siro-cattolico Patriarca siro-ortodosso
1662 Michele VII Giacomo Altoviti Jirjis Rizqallah Ignazio Andrea I Ignazio Abdul Masih I
1670
Stefano Douayhy
1672
?
1674
Neofito I
1677
Ignazio Pietro VI
1684
?
1686
Atanasio IV
1687
Ignazio Giorgio II
1694
Cirillo III
1701 Carlo Tommaso Maillard de Tournon
1702

Ricomposizione del primo scisma siro[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca titolare latino Patriarca maronita Patriarca siro
1702 Cirillo III Carlo Tommaso Maillard de Tournon Stefano Douayhy Ignazio Giorgio II
1704
Jibra'il al-Bluzani
1705
Yaaqoub Boutros Awwad
1708
1709 Ignazio Isacco Azar
1710
1711 Gilberto Bartolomeo Borromeo
1720
Atanasio IV (seconda volta)
1722
Ignazio Shukr Allah II
1724

Patriarchi dopo lo scisma melchita[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca melchita Patriarca titolare latino Patriarca maronita Patriarca siro
1724 Silvestro Cirillo VI Gilberto Bartolomeo Borromeo Yaaqoub Boutros Awwad Ignazio Shukr Allah II
1733
Youssef Boutros Dergham El Khazen
1735
Joaquín Fernández Portocarrero
1742
1743 Semaan Boutros Awwad
1745
Ignazio Giorgio III
1756
Toubia Boutros El Khazen
1760
Massimo II ?
1761
Teodosio V
1766
Filemone I Youssef Boutros Estephan
1767
Daniele I
1768
Ignazio Giorgio IV
1781

Patriarchi dopo il secondo scisma siro[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca melchita Patriarca titolare latino Patriarca maronita Patriarca siro-cattolico Patriarca siro-ortodosso
1782 Daniele I Teodosio V ? Youssef Boutros Estephan - Ignazio Matteo
1783 Ignazio Michele III
1791
1792 Eutimio I
1793
Mikhail Boutros Fadel
1794
Cirillo VII
1795
Philibos Boutros El Gemayel
1796
Agapio III Youssef Boutros Tyan
1799
Antonio Despuig y Dameto
1800
?
1802
Ignazio Michele IV
1808
Youhanna Boutros Helou
1810
1811 Ignazio Simone II
1812
Ignazio IV
1813 Atanasio V
Serafino I -
1814
Macario IV
1815
1816 Ignazio V
1817
Ignazio Giovanni
1818
?
1819 Ignazio Giorgio V
1820
Ignazio Pietro VII
1822
Lorenzo Girolamo Mattei
1823
? Youssef Boutros Hobaish
1833
Massimo III ?
1837
1838 Ignazio Elia II
1843
Metodio I
1845
Youssef El Khazen
1847
Ignazio Giacomo
1850
Ieroteo I
1851
?
1853
Ignazio Antonio I
1854
Boulos Boutros Massaad
1855
1856 Clemente I
Alberto Barbolani di Montauto
1857
1858 Giuseppe Milziade Ferlisi
1860
-
1862
Carlo Belgrado
1864
Gregorio II ?
1866
? Ignazio Filippo I
1868
Paolo Brunoni
1871
1872 Ignazio Pietro IV
1874
Ignazio Giorgio V
1877
-
1879
Pietro de Villanova
1881
1882 Placido Ralli
1884
-
1885
Gerasimo I
1886
Vincenzo Tizzani
1890
Youhanna Boutros Al-Hajj
1891
?
1892 Spiridione I
-
1893
Ignazio Behnam II
1894
1895 Ignazio Abdul Masih II
Francesco di Paola Cassetta
1897
1898 Pietro IV Ignazio Efrem II
Elias Boutros Hoayek
1899 Melezio II
Carlo Nocella
1901
Lorenzo Passarini
1902
Cirillo VIII
1905
1906 Ignazio Abd Allah II
Gregorio IV
1915
?
1916 Ladislao Michele Zaleski
-
1917
Ignazio Elia III
1919
Demetrio I
1925
Cirillo IX Roberto Vicentini
1928
Alessandro III
1929
Ignazio Gabriele I
1931
Antoun Boutros Arida
1932
1933
Ignazio Afram I Barsoum
1947
Massimo IV
1953
-
1955
Paul Pierre Méouchi
1957
Ignazio Giacomo III
1958
Teodosio VI
1964

Patriarchi dopo l'abolizione del titolo latino[modifica | modifica sorgente]

Anni Patriarca ortodosso Patriarca melchita Patriarca maronita Patriarca siro-cattolico Patriarca siro-ortodosso
1965 Teodosio VI Massimo IV Paul Pierre Méouchi Ignazio Gabriele I Ignazio Giacomo III
1967
Massimo V
1968
Ignazio Antonio II
1970
Elia IV
1975
Antoine Pierre Khoraiche
1979
Ignazio IV Hazim
1980
Ignazio Zakka I Iwas
1986
Nasrallah Pierre Sfeir
1998
Ignazio Mosé I
2001
Gregorio III[5] Ignazio Pietro VIII
2008
Ignazio Giuseppe III
2012
Giovanni X Yazigi

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h Se ci sono due date la prima segue la tradizione calcedonese, la seconda quella non calcedonese.
  2. ^ Monofisita, nominato dal generale Zenone, deposto dall'imperatore Leone I
  3. ^ Calcedoniano, esiliato da Pietro Fullo
  4. ^ Monofisita, nominato dall'imperatore Basilisco, deposto dall'imperatore Zenone
  5. ^ a b c La numerazione dei patriarchi di nome Gregorio va incrementata di uno se si considera anche il vescovo con questo nome dell'anno 340