Arcidiocesi di Goa e Damão

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Goa e Damão
Archidioecesis Goana et Damanensis
Chiesa latina
Se cathedral goa (edit).jpg
Diocesi suffraganee
Sindhudurg
Arcivescovo metropolita Filipe Neri António Sebastião do Rosário Ferrão
Arcivescovi emeriti Raul Nicolau Gonsalves
Sacerdoti 630 di cui 377 secolari e 253 regolari
995 battezzati per sacerdote
Religiosi 436 uomini, 870 donne
Abitanti 1.763.598
Battezzati 627.400 (35,6% del totale)
Superficie 4.194 km² in India
Parrocchie 166
Erezione 31 gennaio 1533
Rito romano
Indirizzo Paco Patriarcal, P.O. Box 216, Altinho, Panaji, Goa-403001, India
Sito web www.archgoadaman.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in India

L'arcidiocesi di Goa e Damão (in latino: Archidioecesis Goana et Damanensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 627.400 battezzati su 1.763.598 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Filipe Neri António Sebastião do Rosário Ferrão, a cui è concesso, solo ad honorem, il titolo di patriarca delle Indie Orientali.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende i seguenti territori dell'India: lo stato di Goa; i territori di Dadra e Nagar Haveli e di Daman e Diu; i distretti di Ratnagiri e Sindhudurg nello stato di Maharashtra.

Sede arcivescovile è la città di Goa, dove si trova la cattedrale di Santa Caterina.

Il territorio è suddiviso in 166 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di Goa fu eretta il 31 gennaio 1533 da papa Clemente VII, ricavandone il territorio dalla diocesi di Funchal. La diocesi di Funchal fu nel contempo elevata ad arcidiocesi metropolitana e la sede di Goa ne era suffraganea. La giurisdizione della diocesi di Goa originariamente si estendeva dal Capo di Buona Speranza fino alla Cina e al Giappone.

Il 3 novembre 1534 l'erezione della diocesi di Goa fu confermata dalla bolla Aequum reputamus di papa Paolo III, poiché la morte di Clemente VII aveva impedito la pubblicazione di una bolla d'erezione.

Il 4 febbraio 1558 con la bolla Etsi sancta di papa Paolo IV la diocesi fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana. Nello stesso giorno furono erette le diocesi di Cochin e di Malacca (oggi arcidiocesi di Singapore), ricavandone il territorio dalla diocesi di Goa.

Papa Gregorio XIII con il breve Pastoralis Officii Cura del 13 dicembre[1] 1572 concesse agli arcivescovi di Goa il titolo di patriarca delle Indie Orientali.

Il 23 gennaio 1576, il 21 gennaio 1612 e nel 1637 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente della diocesi di Macao, dell'amministrazione apostolica del Mozambico (oggi arcidiocesi di Maputo) e del vicariato apostolico di Idalcan, Deccan e Bijapur (oggi arcidiocesi di Bombay).

Il 1º settembre 1886 per effetto della bolla Humanae salutis di papa Leone XIII fu istituita l'arcidiocesi di Daman, a cui fu assegnato il titolo dell'antica arcidiocesi di Cranganore, soppressa con il breve Multa praeclare di papa Gregorio XVI il 24 aprile 1838.[2] Con il concordato del medesimo anno, agli arcivescovi fu concesso, ma solo ad honorem, il titolo di patriarca delle Indie Orientali.

Il 1º maggio 1928 con la bolla Inter Apostolicam la diocesi di Damão fu soppressa e il suo territorio fu in parte incorporato nell'arcidiocesi di Goa, che assunse contestualmente il nome di arcidiocesi di Goa e Damão. Inoltre, agli arcivescovi di Goa e Damão fu concesso il titolo di arcivescovi di Cranganor, che era già stato concesso ai vescovi di Damão.

Il 19 settembre 1953 l'arcidiocesi cedette un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Belgaum.

Il 1º gennaio 1976 in forza della bolla Ad nominum di papa Paolo VI l'arcidiocesi di Goa e Damão, che aveva per suffraganee le diocesi di Macao e di Dili, cessò di essere sede metropolitana e fu resa immediatamente soggetta alla Santa Sede.

Il 25 novembre 2006 papa Benedetto XVI con la bolla Cum Christi Evangelii ha ristabilito l'arcidiocesi come sede metropolitana, assegnandole come suffraganea la diocesi di Sindhudurg.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Sede di Goa[modifica | modifica sorgente]

  • Francisco de Mello † (31 gennaio 1533 - 27 aprile 1536 deceduto)
  • João de Albuquerque, O.F.M. † (11 aprile 1537 - 28 febbraio 1553 deceduto)
    • Sede vacante (1553-1558)
  • Gaspar de Leão Pereira † (4 febbraio 1558 - 1567 dimesso)
  • Jorge Temudo, O.P. † (13 gennaio 1567 - 29 aprile 1571 deceduto)
  • Gaspar de Leão Pereira † (19 novembre 1572 - 15 agosto 1576 deceduto) (per la seconda volta)
  • Henrique de Távora e Brito, O.P. † (29 gennaio 1578 - 17 maggio 1581 deceduto)
  • Vicente de Fonseca, O.P. † (31 gennaio 1583 - 1586 deceduto)
  • Mateus de Medina, O.Carm. † (19 febbraio 1588 - 29 luglio 1593 deceduto)
  • Aleixo de Menezes, O.E.S.A. † (13 febbraio 1595 - 19 marzo 1612 nominato arcivescovo di Braga)
  • Cristovão da Sá e Lisboa, O.S.H. † (12 novembre 1612 - 31 marzo 1622 deceduto)
  • Sebastião de São Pedro, O.E.S.A. † (7 ottobre 1624 - 7 novembre 1629 deceduto)
  • Manoel Telles, O.P. † (10 febbraio 1631 - 4 luglio 1633 deceduto)
  • Francisco dos Martyres, O.F.M. † (3 dicembre 1635 - 25 novembre 1652 deceduto)
    • Sede vacante (1652-1671)
  • Cristovão da Silveira, O.E.S.A. † (22 dicembre 1670 - 9 aprile 1673 deceduto)
  • António Brandão, O.Cist. † (17 dicembre 1674 - 6 luglio 1678 deceduto)
  • Manoel de Sousa e Menezes † (19 agosto 1680 - 31 gennaio 1684 deceduto)
  • Alberto de São Gonçalo da Silva † (18 marzo 1686 - 10 aprile 1688 deceduto)
  • Agostinho da Annunciação † (6 marzo 1690 - 6 luglio 1713 deceduto)
  • Sebastião de Andrade Peçanha † (16 dicembre 1715 - 25 gennaio 1721 dimesso)
  • Inácio de Santa Teresa, O.E.S.A. † (3 febbraio 1721 - 19 dicembre 1740 nominato arcivescovo, titolo personale, di Faro)
  • Eugénio Trigueiros, O.E.S.A. † (19 dicembre 1740 - 22 aprile 1741 deceduto)
  • Lourenço (Francisco) de Santa Maria (de Mello), O.F.M.Ref. † (26 novembre 1742 - 17 gennaio 1750 dimesso)
  • António Taveira de Neiva Brum † (19 gennaio 1750 - 11 dicembre 1773 dimesso)
  • Francisco da Assumpção e Brito, O.E.S.A. † (20 dicembre 1773 - 23 giugno 1783 dimesso)
  • Manoel da Santa Catalina, O.C.D. † (18 luglio 1783 - 10 febbraio 1812 deceduto)
  • Manuel Santo Galdino, O.F.M. † (10 febbraio 1812 succeduto - 15 luglio 1831 deceduto)
    • Sede vacante (1831-1843)
  • João José da Silva Torres, O.S.B. † (19 giugno 1843 - 22 dicembre 1848 dimesso)
    • Sede vacante (1848-1861)
  • João Crisóstomo de Amorim Pessoa, O.F.M. † (22 marzo 1861 - 17 novembre 1874 nominato arcivescovo coadiutore di Braga)
  • Aires de Ornelas de Vasconcelos † (23 luglio 1874 - 28 novembre 1880 deceduto)
  • António Sebastião Valente † (4 agosto 1881 - 25 gennaio 1908 deceduto)
  • Matheus de Oliveira Xavier † (26 febbraio 1909 - 1º maggio 1928 nominato arcivescovo di Goa e Damão)

Sede di Damão[modifica | modifica sorgente]

  • António Pedro da Costa † (14 marzo 1887 - 30 gennaio 1900 deceduto)
  • Sebastião José Pereira † (23 luglio 1900 - 4 agosto 1925 deceduto)
    • Sede vacante (1925-1928)

Sede di Goa e Damão[modifica | modifica sorgente]

  • Matheus de Oliveira Xavier † (1º maggio 1928 - 19 maggio 1929 deceduto)
  • António Pedro da Costa † (14 marzo 1887 - 30 gennaio 1900 deceduto)
  • Sebastião José Pereira † (23 luglio 1900 - 4 agosto 1925 deceduto)
  • Teotonio Emanuele Ribeira Vieira de Castro † (25 maggio 1929 - 16 maggio 1940 deceduto)
  • José da Costa Nunes † (11 dicembre 1940 - 16 dicembre 1953 dimesso)
  • José Vieira Alvernaz † (16 settembre 1953 succeduto - 22 febbraio 1975 ritirato)
  • Francisco Xavier da Piedade Rebello † (1966 - 1972 ritirato)
  • Raul Nicolau Gonsalves (30 gennaio 1978 - 16 gennaio 2004 ritirato)
  • Filipe Neri António Sebastião do Rosário Ferrão, dal 12 dicembre 2003

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.763.598 persone contava 627.400 battezzati, corrispondenti al 35,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1970 259.660 655.700 39,6 732 608 124 354 189 627 148
1980 424.500 1.106.850 38,4 648 460 188 655 232 764 158
1990 385.076 1.852.000 20,8 582 404 178 661 366 744 160
1999 451.220 1.442.913 31,3 608 361 247 742 450 951 166
2000 453.450 1.445.915 31,4 609 365 244 744 423 955 162
2001 458.450 1.446.219 31,7 615 370 245 745 507 944 163
2002 450.130 1.502.057 30,0 619 371 248 727 450 941 162
2003 449.818 1.665.994 27,0 612 364 248 734 424 888 165
2004 454.926 1.685.335 27,0 608 382 226 748 386 849 165
2006 627.400 1.763.598 35,6 630 377 253 995 436 870 166

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alcune fonti riportano la data del 15 marzo, che è errata perché Gregorio XIII fu eletto in Conclave il 13 maggio 1572.
  2. ^ Convenzione fra la Santa Sede ed il Portogallo, ASS 19 (1886-87), p. 185 e sgg.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Documenti pontifici[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi