Dalmatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dalmatica
Dalmatica da utilizzarsi sotto la casula o la pianeta (solo i vescovi)

La dalmatica era una veste utilizzata in epoca romana e poi rimasta in uso come paramento liturgico consistente in una lunga tunica, provvista di ampie maniche, che arriva all'altezza delle ginocchia. È l'abito proprio dei diaconi, i quali la indossano nelle Celebrazioni liturgiche della Chiesa cattolica, della Chiesa anglicana e della Chiesa vetero-cattolica. Così come la casula per i presbiteri e i vescovi, essa è la veste più esterna.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Al tempo dei romani era ricamata in oro, tessuta anche in filigrana d'oro, con smalto e perle, e ancora oggi viene prodotta con questi materiali. La dalmatica era una veste degli imperatori romani d'Oriente e fu adottata anche dall'imperatore Paolo I di Russia come veste da indossare durante l'incoronazione. Nella Storia della Chiesa è uno dei più antichi paramenti sacri e risale al III secolo. Nelle chiese di Rito ortodosso e nelle chiese cattoliche orientali esiste una veste molto simile alla Dalmatica: lo sticharion, indossato da diaconi e suddiaconi e, come sottoveste, dai presbiteri e dai vescovi.

Anche i crociati utilizzavano la dalmatica come veste da "battaglia" sopra l'armatura, con la forma di uno scapolare con un'apertura per la testa e due ali ricadenti sulle braccia.

Usi liturgici[modifica | modifica sorgente]

La dalmatica può essere indossata dal Vescovo, sotto la casula o la pianeta, durante le messe Pontificali o comunque di maggiore importanza; in questo modo si indica che il vescovo è detentore della pienezza dell'Ordine sacro.

La tunicella, anticamente riservata al suddiacono, è oggi anche utilizzata in funzione di dalmatica, date le loro caratteristiche simili. La tunicella, infatti, era di dimensioni minori rispetto alla dalmatica ed era provvista di maniche più strette.

Può essere di diversi colori liturgici, a seconda del periodo in cui viene indossata.

Nel rito ambrosiano sopra la dalmatica viene invece portata la stola.

Le icone bizantine rappresentano Gesù Cristo che indossa una dalmatica, anche se in quel caso si tratta di un sakkos, abito proprio dell'imperatore e dei vescovi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo