Pentecostalismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il pentecostalismo o Movimento pentecostale è una delle denominazioni cristiane afferenti all'evangelicismo protestante. L'aggettivo pentecostale fu usato per le prime volte intorno al 1880 tra alcune correnti interne alle chiese metodiste e battiste nord americane che ponevano speciale enfasi sull'"effusione" dello Spirito Santo nel giorno di Pentecoste, come descritto negli Atti degli Apostoli (capitolo 2).[1][2]

Dottrina[modifica | modifica sorgente]

Dottrina comune a tutte le chiese pentecostali[modifica | modifica sorgente]

Le chiese pentecostali, come tutte le chiese evangeliche, riconoscono come fonte primaria della fede soltanto gli insegnamenti della Bibbia: Antico Testamento (esclusi quelli che i cattolici chiamano libri deuterocanonici ed i protestanti libri apocrifi) e Nuovo Testamento.

I punti della dottrina pentecostale sono:

  • il battesimo nello Spirito Santo: esso è un conferimento di potenza che viene dato al credente, il quale possiede già lo Spirito Santo dal momento in cui è stato salvato. Tale evento è accompagnato da varie evidenze, primo fra tutti il parlare in altre lingue, di origine ignota per chi le parla. Tale fenomeno viene chiamato glossolalia ed è il segno iniziale che manifesta l'avvenuto battesimo nello Spirito Santo.
  • i Doni e i frutti dello Spirito Santo: particolari capacità soprannaturali, detti carismi e descritti nella paolina prima lettera ai Corinzi (12,1-14), che lo Spirito Santo conferisce al credente.
  • il mandato universale dei credenti: ogni credente ha recepito il mandato da Gesù Cristo di predicare il Vangelo ad ogni uomo, e di ricercare la propria santificazione e consacrazione a Dio in ogni giorno della propria vita, mediante la preghiera, il digiuno, la lettura e meditazione della Bibbia e la costante e continua ricerca della comunione personale intima con Dio
  • il Rapimento della Chiesa: il ritorno di Gesù Cristo alla fine dei tempi, per rapire in cielo e portare con sé tutti i credenti in lui che in quel momento saranno in vita sulla terra, oltre che a tutti i credenti in lui che saranno già morti, i quali saranno resuscitati al momento e rapiti in cielo.[3]
  • Il secondo avvento di Cristo.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Apostolic Faith Mission di Azusa Street a Los Angeles, considerata il luogo di nascita del Pentecostalismo

Le origini del movimento pentecostale, vengono comunemente fatte risalire a cinque revival,[4] il cui comune denominatore era l'interesse per la glossolalia, inizialmente circoscritti ad aree geografiche determinate: Bradford, UK (S Wigglesworth)[5] 1875; Chicago (J. A. Dowie- J. G. Lake)[6] 1891-1907; gli episodi di Topeka, nel Kansas, nel 1901; di Azusa Street, a Los Angeles, nel 1906; e del Galles tra il 1904 e il 1908. Precedentemente però all'interno del movimento protestante sono comparse manifestazioni comuni ai pentecostali attuali:

  • Fra il Settecento e l'Ottocento un rinnovato interesse per le guarigioni e i miracoli si manifestò nei grandi movimenti di risveglio, in ambiente presbiteriano con Charles Finney (1792-1875) e perfino fra gli episcopali di tradizione anglicana.
  • Movimento della santità (holiness), John Wesley[7] e J. Fletcher.
  • La glossolalia si era affacciata occasionalmente in revival di predicatori come Dwight L. Moody (1837-1899) e aveva avuto un ruolo in determinate fasi storiche (non proseguite fino al XX secolo) di movimenti profetici o restaurazionisti di origine cristiana.
  • Edward Irving, pastore della chiesa presbiteriana di Regent Square a Londra nel 1831 in cui ci furono manifestazioni di lingue e di profezia.
  • Movimento di Keswick (UK) 1875, che poneva enfasi sul rivestimento di potenza spirituale.
  • Particolarmente interessati alle guarigioni erano il canadese A. B. Simpson (1843-1919), fondatore dell'Alleanza cristiana missionaria e John Alexander Dowie (1847-1907), un predicatore di origine scozzese che fonda nel 1896 una denominazione, la Christian Catholic Church incentrata sulla guarigione.

Smith Wigglesworth[modifica | modifica sorgente]

Smith Wigglesworth (18591947) estremamente povero e senza alcuna istruzione, all'età di otto anni si convertì in una riunione di metodisti che frequentava con la nonna. Dopo aver iniziato a lavorare come idraulico, il 5 settembre 1872 divenne pastore metodista. Wigglesworth era un uomo imprevedibile, pregava, evangelizzava e predicava secondo un suo stile non-convenzionale. Sperimentò il battesimo nello Spirito Santo in una chiesa anglicana e con lui in una sera anche cinquanta persone parlarono in nuove lingue. Il ministero di Smith Wigglesworth lo portò in Francia, Svizzera, Svezia, India, Nuova Zelanda, Stati Uniti, e Africa.[5]

John Graham Lake[modifica | modifica sorgente]

John G. Lake (1870-1935). Canadese, nel 1886 si spostò con la sua famiglia (genitori con 16 figli) nel Michigan. Insieme a molti suoi fratelli sviluppò una strana malattia digestiva. Questa malattia uccise 8 di loro. Questa eccessiva esposizione alla malattia e al dolore fece nascere in lui la ricerca di Dio. All'età di sedici anni si unì alla Chiesa Metodista. Lake studiò per il ministero nella chiesa metodista e nell'ottobre 1891 fu ordinato pastore della chiesa di Peshtigo, Wisconsin. Ma piuttosto che fare il pastore lì, egli scelse di darsi agli affari e fondò un giornale, The Harvey Citizen, costituì un'agenzia immobiliare, aiutò la costituzione del giornale The Soo Times e acquistò un posto alla Camera di Commercio di Chicago. Nel 1901 Lake con moglie e figli si spostarono a Indianapolis e poi per una permanenza missionaria di cinque anni in Sud Africa. Lì fondò la Chiesa apostolica di Sion (Movimento pentecostale per l'Africa da non confondere con l'altro Movimento pentecostale originario del Galles, appunto Chiesa apostolica) e fu eletto presidente, con 125 congregazioni di bianchi e 500 di indigeni. Ritornò negli Stati Uniti nel 1912 dopo la morte della prima moglie e risposatosi, si trasferì a Spokane, Washington. Lì acquistò alcune stanze in una costruzione di un vecchio ufficio. Lake trasformò questi uffici nell'Istituto di guarigione divina (Divine Healing Institute). Le Healing Rooms (stanze di guarigione) di John G. Lake ebbero inizio nel 1914, quando Lake cominciò a insegnare sul soggetto della Guarigione Divina in una chiesa locale e iniziò a pregare per gli ammalati su una base giornaliera. Lake lasciò Spokane nel maggio del 1920 per andare a Portland, Oregon, e incominciare lì un'opera identica. La chiesa di Portland tra il 1920 e il 1925 crebbe fino a 25.000 membri prima che egli lasciasse quella zona. Morto Lake, le Healing Rooms non riaprirono più.[8]

Charles F. Parham[modifica | modifica sorgente]

Charles F. Parham

Charles F. Parham (1873-1929), originario dell'Iowa, era un pastore metodista di Eudora, nel Kansas, fino al 1895. L'interesse principale di Parham si pose sulle guarigioni miracolose. Aprì una scuola biblica a Topeka, la Bethel Bible School dove insegnò il battesimo nello Spirito Santo come terza esperienza dopo la giustificazione e la santificazione. Una studentessa della Bethel Bible School di Topeka, Agnes Ozman (1870-1937), fu la prima a ricevere il “dono delle lingue” come prova del “battesimo nello Spirito Santo” nella serata del 1º gennaio o nella mattinata del 2 gennaio del 1901. Con un equivoco, caratteristico dei primi anni del pentecostalismo, la glossolalia di Agnes Ozman fu scambiata per xenoglossia, quando in seguito altri allievi di Parham – che interpretavano il loro dono delle lingue come xenoglossia – cercarono di svolgere un'attività missionaria tra le popolazioni asiatiche ed europee utilizzando le “lingue” che avevano miracolosamente ricevuto. L'equivoco ora è chiarito, e nella sua grande maggioranza la corrente pentecostale riconosce le proprie esperienze come glossolalia e non come xenoglossia. Alla fine del suo ministero pastorale Parham assunse delle posizioni controverse a causa di immoralità e di razzismo da lui manifestati in special modo verso il battista William J. Seymour, uno dei principali ministri di culto di Azusa Street.[9]

Azusa Street[modifica | modifica sorgente]

Nel 1905 Parham durante le sue attività in Texas nel 1906 permise ad alcuni afro-americani di assistere alle sue lezioni bibliche a Houston. Uno di questi, il battista William J. Seymour (1870-1922), invitato da alcuni credenti a predicare a Los Angeles, accettò benché non avesse ancora ricevuto il “battesimo nello Spirito Santo” e il parere contrario di Parham. A Los Angeles, Seymour con alcuni credenti rimise in ordine una chiesa abbandonata al numero 312 di Azusa Street. Questo edificio – che oggi non esiste più – è considerato da molti come la “chiesa madre” del pentecostalismo. La reazione della stampa tese a mettere in ridicolo la glossolalia. Migliaia di persone da tutti gli Stati Uniti e il Canada (alcuni perfino dall'Europa) andarono ad Azusa Street per vedere di persona che cosa successe. Negli anni dal 1906 al 1909 frequentarono Azusa Street ministri di culto di varie denominazioni. Nel 1910 esistevano già negli Stati Uniti e in Canada diverse decine di migliaia di pentecostali, che non riconoscevano come leader né Parham, né Seymour.[10]

Galles[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1904 e il 1905 in Galles vi fu un rinnovamento spirituale con la conversione di migliaia di persone; in tutti gli aspetti della vita, religioso, familiare o sociale. Tutto iniziò ad Ammanford con manifestazioni di glossolalia. I maggiori esponenti furono Evan Roberts di Ammanford e Daniel Williams e suo fratello Jones di Penygroes In venti anni circa si formarono 90 comunità, solo nel Galles.[11]

La Chiesa Apostolica in Italia ha origine dalla Chiesa apostolica, un movimento nato nel Galles in seguito ad un risveglio religioso sviluppatosi tra il 1904 e il 1905.

Le Chiese Elim in Italia (Elim Pentecostal Churches) sono un movimento di chiese evangeliche di fede pentecostale fondato nel 1915 dagli evangelisti gallesi George e Stephen Jeffreys. Derivano il loro nome da un luogo citato nella Bibbia: « Poi giunsero a Elim, dov'erano dodici sorgenti d'acqua e settanta palme; e si accamparono lì presso le acque. » (Esodo 15:27)

Successivi Risvegli[modifica | modifica sorgente]

Fra i revival successivi sono da citare quelli di William M. Branham, un pastore influente all'interno delle chiese pentecostali anche se ha rifiutato di appartenere a queste organizzazioni. A volte è considerato il fondatore del movimento La Stagione dell'ultima pioggia. I suoi sostenitori lo vedono come l'avvento di un profeta importante e l'Elia annunciato dal profeta Malachia nel Vecchio Testamento (Malachia 4:5). William M. Branham è stato uno degli iniziatori del movimento di guarigione per fede lanciato nel 1947. Ha influenzato alcuni sottogruppi di movimento pentecostale e carismatico, come il movimento della La Stagione dell'ultima pioggia. Le sue vocazioni ministeriali hanno scatenato l'esempio per la diffusione di successive ondate e generazioni di predicatori, tra i quali il famoso evangelista Benny Hinn, Joel Osteen della Lakewood Church, T. B. Joshua, Reinhard Bonnke e soprattutto David Yonggi Cho della Yoido Full Gospel Church., a Seul, in Corea del Sud, dove sorge quella che oggi è la più grande chiesa in assoluto del mondo che ha più di 1.000.000 di membri fedeli, seguita dalla Manmin Central Church che è una chiesa evangelica internazionale fondata a Seoul nel 1982. Ed, infine, il Risveglio di Hinghwa (Cina), Toronto (Canada), e Pensacola (USA).

Chiese pentecostali in Italia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chiese protestanti in Italia.

Le chiese pentecostali italiane si collegano a quello che è definito risveglio pentecostale del 1900, e, precisamente, al risveglio di Los Angeles nel 1906, dal quale il messaggio pentecostale si sparse rapidamente in tutti gli Stati Uniti e raggiunse a Chicago un gruppo di evangelici italiani (1907). Ben presto si organizzò una comunità italiana da cui partì verso la fine del 1908 un fedele, Giacomo Lombardi, senza alcuna istruzione o preparazione teologica. Egli fondò alcune piccole comunità: Roma (1908), Genova (1910) e Gissi (1910), un piccolo centro in provincia di Chieti, in Abruzzo. Negli anni seguenti, come conseguenza della testimonianza di altri immigrati tornati in Italia, si costituirono altre chiese e gruppi. Fino a quel momento il movimento pentecostale aveva una organizzazione tipicamente congregazionalista, in cui ogni comunità era completamente autonoma.[2]

Altri missionari pentecostali italiani da Chicago, come Luigi Francescon, Lucia Menna, Umberto Garazzi, Luigi Terragnoli, Narciso Natucci hanno fondato chiese in Italia, altri luoghi in nordamerica ed anche in sudamerica, come la Congregazione cristiana nel Brasile e le Assemblee cristiane nell'Argentina.

In Italia, i pentecostali sono concentrati nelle aree meridionali del paese (specialmente Campania e Lucania). Ciò è dovuto principalmente al fatto che all'epoca della sua diffusione, e cioè tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, il maggiore afflusso di immigrati italiani negli Stati Uniti (patria dei pentecostali) provenisse proprio dal Mezzogiorno. Ritornando in patria, gli emigranti diffusero questa nuova dottrina religiosa. Nelle aree centro-settentrionali del Paese, invece, i pentecostali sono presenti in numero estremamente ridotto; e quei pochi, generalmente, sono seconde generazioni di migranti meridionali saliti nelle zone settentrionali del Paese (A Firenze, fino agli anni 90, si contava una sola famiglia "nativa" aderente alla dottrina pentecostale, a fronte delle oltre 300 di discendenza campana o lucana). [12]

Durante il fascismo[modifica | modifica sorgente]

Un'apposita disposizione riguardava i pentecostali. Tale disposizione[13] – risalente al 9 aprile 1935 e a firma del sottosegretario all'interno Guido Buffarini Guidi, controfirmata dal capo della polizia Arturo Bocchini – vietava il culto pentecostale in tutto il Regno in quanto «esso si estrinseca e concreta in pratiche religiose contrarie all'ordine sociale e nocive all'integrità fisica e psichica della razza».

In conseguenza a questa circolare avvennero molti arresti e invii al confino sia di semplici credenti sia di pastori pentecostali. Uno fra i più importanti, Roberto Bracco, fu arrestato diciassette volte. Antonio Brunetti morì nel Campo di concentramento di Mauthausen-Gusen.[senza fonte]

Nel 1953, a dieci anni dalla caduta del fascismo e quasi a cinque dall'entrata in vigore della Costituzione della Repubblica Italiana, il ministro dell'Interno Mario Scelba affermò in risposta ad un'interrogazione parlamentare che «l'esercizio del cosiddetto culto pentecostale non è ammesso in Italia». Tale disposizione fu dichiarata «non più in vigore» il 16 aprile 1955.[14]

Terminato il periodo clandestino, ci si rese conto che le comunità non erano diminuite né disperse. Le statistiche dicono che dalle 172 del 1930, le chiese erano 201 nel 1940. Fino a quel momento le chiese pentecostali erano assolutamente indipendenti e non esisteva alcuna forma di organizzazione o denominazione.[2]

Organizzazione e origine delle chiese in Italia[modifica | modifica sorgente]

Sino ad oggi, la chiesa cristiana evangelica pentecostale italiana non è dotata di una struttura unica organizzativa ma è composta da organismi associativi o singole chiese autonome. Il Cesnur le ha suddivise in 12 gruppi, in base alle origini storiche, culturali e geografiche.[15]

Chiesa pentecostale A.D.I. di Crotone.

Pentecostalismo di origine metodista

  • Chiesa di Dio in Italia - Palermo[16]

Pentecostalismo di origine battista

Pentecostalismo del Galles - Le chiese Apostoliche

Pentecostalismo "dell'unità"

Pentecostalismo afro-americano

  • Chiesa di Dio in Cristo[25]

Pentecostalismo latino americano

Pentecostalismo africano e filippino

  • Christian Pentecostal Ministry[15]
  • International Christian Center - Chiesa cristiana evangelica carismatica Potenza della Resurrezione[27]
  • Chiesa Pentecostale Etiope in Italia[15]
  • Associazione Cristiani Uniti d'Italia[15]
  • Chiesa Cristiana Evangelica Internazionale[15]
  • Mountain of Fire and Miracles Ministries[15]
  • The Redeemed Evangelical Mission[15]
  • The Redeemed Christian Church of God[15]
  • Zoe Pentecostal Mission[15]
  • Life Renewal Evangelical Church International[15]
  • Christ Apostolic Church of God Mission[15]

I Branhamiti

  • Tabernacolo di Branham[15]

Il Latter Rain Movement e la Full Gospel

  • Chiese Elim in Italia
  • Ministero Insieme - Roma City Church[28] (2002)
  • Missione del Pieno Vangelo (MPV)[15]
  • Chiesa Cristiana del Pieno Evangelo - Collegno[15]
  • Chiesa Evangelica Internazionale e Associazione Missionaria (C.E.I.A.M.)[29] (1966)

Risveglio carismatico

Vineyard e i risvegli di Toronto e Pensacola

  • Missione Cristiana Agape[31]
  • Ministero Profetico Luce delle nazioni[31]

Il movimento della fede

  • Chiesa cristiana evangelica Gesù Vive[32]
  • Chiesa Cristiana Evangelica Parola di Vita[33]
  • Chiesa Cristiana Raggio di Luce - Bentivoglio[15]
  • Centro Cristiano Interconfessionale La Parola di Fede - Firenze[15]
  • Chiesa Cristiana Parola della Fede - Roma[15]
  • Centro Cristiano Ladispoli[15]
  • Chiesa Evangelica La Parola della Vita[15]
  • Chiesa Evangelica Internazionale La Parola della Grazia (2.500 membri, circa)[34]
  • Chiesa Cristiana La Parola Vivente[15]
  • Chiesa Cristiana Cammino in Amore[15]
  • Chiesa Cristiana Evangelica “Cristo è la Tua Salvezza”[35]
  • Chiesa Cristiana Carismatica “La Parola della Fede - Centro di vita abbondante”[15]
  • Comunità Cristiana Cammino di Fede[36]
  • Comunità evangelica Sana la nostra Terra (SNT)

Altre chiese di origine varia

  • Chiesa cristriana Filadelfia di Acireale[15]
  • Chiese cristiane evangeliche pentecostali nelle Valli del Sele e dell'Irno - CCEVAS
  • Chiesa cristiana evangelica “Fonte di Vita”[15]
  • Chiese cristiane evangeliche pentecostali – Movimento del Risveglio[15]
  • Betania Chiesa cristiana evangelica di Varese[37]
  • Movimento cristiano evangelico per il Veneto[38]
  • Chiesa cristiana evangelica indipendente pentecostale - Trieste[15]
  • Missione evangelica pentecoste - Associazione Chiesa cristiana evangelica indipendente di Sassuolo[39]
  • Chiesa cristiana pentecostale - Via del Grano, Roma[15]
  • Chiesa cristiana evangelica Torre Angela[40]
  • Chiesa evangelica pentecostale – Comunità di Palmarola[15]
  • Associazione cristiana e di volontariato Chiesa cristiana evangelica “Fiumi di Vita”[15]
  • Chiesa cristiana evangelica pentecostale di Secondigliano (2.500 membri, circa)[41][42]
  • Chiesa Evangelica di Giugliano (1.500 membri, circa)[43]
  • Chiesa cristiana evangelica “Nuova Pentecoste”
  • Chiesa “Gesù Salva” di Corato[15]
  • Chiesa Cristiana Evangelica Indipendente “Maran-Atha”[15]
  • Opera Missionaria “Invito al Vangelo” (O.M.I.V.)[15]
  • Associazione “Gesù è il Signore” di Squillace[15]
  • Chiesa Pentecostale di Bruzzano Zeffirio[15]
  • Chiesa “Gesù Cristo è il Signore” di Gallico[44]
  • Associazione Missionaria Indipendente Bethel[45]
  • Comunità Cristiana Evangelica Maranatà di Catanzaro[15]
  • Chiesa Evangelica Incontrare Gesù[46]
  • Chiese “Gesù Cristo è il Signore” di Catania[15]
  • Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale Piccolo Gregge[47]
  • Comunità Pentecostale Tutto e Solo l'Evangelo[15]
  • Chiesa Cristiana Rinnovata Bethel[15]
  • Chiesa Cristiana “La Nuova Via” - Partinico[48]
  • Comunità Cristiana Giubileo[15]
  • Chiesa Cristiana Bet-El[49]
  • Chiesa Pentecostale in Italia "Fede Cristiana" (8 chiese)[50]
  • Chiesa di Dio in Italia (31 chiese)[51]
  • Chiesa Cristiana Evangelica pentecostale "La Grazia dell'Eterno" (4 chiese)[52]
  • Chiese Ministri Pentecostali M.A.D.( MINISTERO ASSEMBLEE DI DIO ) ( Napoli 2010 ) 15 comunità aderenti

Chiese pentecostali nel mondo[modifica | modifica sorgente]

La Lakewood Church è una mega chiesa pentecostale situata a Houston, in Texas. Ha sede presso il Lakewood Church Central Campus. È la più grande chiesa degli Stati Uniti, con più di 45.000 fedeli. Il Pastore della comunità è il reverendo Joel Osteen. I 16.800 posti del Lakewood Church Central Campus sono utilizzati per 4 funzioni alla settimana in inglese e due in spagnolo. Seguono in ordine di grandezza ed importanza le Assemblee di Dio americane.

Tra i revival successivi sono da citare quelli di William M. Branham, un pastore influente all'interno delle chiese pentecostali anche se ha rifiutato di appartenere a queste organizzazioni. Ed il famoso pastore pentecostale Benny Hinn, peraltro molto conosciuto e seguito anche in Italia, che è autore e conduttore della trasmissione televisiva This is your day, in onda dal 1990 su diversi canali monotematici religiosi negli Stati Uniti quali la Trinity Broadcasting Network e la Daystar Television Network. Il programma viene doppiato e replicato in circa 200 Stati del mondo e in tutta Europa è visibile sulla Televisione Cristiana in Italia, un canale in chiaro presente sul satellite Hotbird e ritrasmesso in digitale terrestre in Lombardia, Piemonte e Lazio. Alcune puntate di This is your day mostrano le Holy Spirit Miracle Crusades, ovvero le riunioni evangelistiche che Hinn organizza in tutto il mondo all'interno di grandi strutture come arene o stadi. A partire dal 2001, gli eventi si sono tenuti anche a Milano, Roma e Palermo. Inoltre, Hinn è autore di saggi di carattere religioso, tra cui "Buon giorno, Spirito Santo" (titolo originale: Good Morning, Holy Spirit)

Il pentecostalismo sta crescendo notevolmente soprattutto in Brasile e anche in Corea del Sud dove a Seul sorge quella che oggi è la più grande chiesa pentecostale in assoluto nel mondo che conta più di 1.000.000 di fedeli, la Yoido Full Gospel Church di David Yonggi Cho, seguita dalla Manmin Central Church che è una chiesa evangelica internazionale fondata a Seoul nel 1982.) ed in modo particolare la Chiesa universale del regno di Dio (Igreja Universal do Reino de Deus in portoghese, Iglesia Universal del Reino de Dios in spagnolo, la Comunità Cristiana dello Spirito Santo così com'è denominata in Italia, http://iurditalia.org/) che è una Chiesa evangelica pentecostale, nata in Brasile (Rio de Janeiro) il 27 luglio 1977, il cui fondatore è Edir Macedo. La grande diffusione del pentecostalismo brasiliano va annoverata anche con altre importantissime denominazioni pentecostali quali la Congregazione cristiana nel Brasile o Congregação Cristã no Brasil che peraltro è stata fondata dal missionario italiano Luigi Francescon (1866-1964) a San Paolo nel 1910 e le Assemblee di Dio brasiliana (fondate nel 1911 a Pará dagli svedesi-americani Daniel Berg e Gunnar Vingren).

La Vera Chiesa di Gesù (Cinese: 真[Zhēn] 耶[Yē] 穌[sū] 教[Jiào] 會[Huì]) è una Chiesa cristiana non-confessionale (indipendente) fondata nel 1917 nella regione di Pechino in Cina. Ad oggi, la chiesa conta un numero di fedeli compreso tra 1,5 e i 2,5 milioni, sparsi in quarantacinque paesi e sei continenti. La chiesa si è sviluppata all'inizio del XX secolo dal movimento Pentecostale legato al Cristianesimo. La chiesa aderisce alla dottrina nel nome di Gesù (come la Chiesa unita pentecostale internazionale e l'Assemblea apostolica della fede in Cristo Gesù), è stata una delle tre chiese non ufficiali esistenti prima dell'avvento del comunismo in Cina nel 1949, ed osserva il riposo del Sabato biblico, lo Shabbat. La chiesa predica gli insegnamenti del vangelo a tutte le nazioni prima della seconda venuta di Gesù. Nel 1967, è stato istituita a Los Angeles l'Assemblea Internazionale della Vera Chiesa di Gesù. Reinhard Bonnke (Königsberg, 19 aprile 1940) è un predicatore evangelico pentecostale tedesco e pastore di una chiesa pentecostale di Amburgo. Nel 1974, Bonnke fonda l'associazione missionaria Christ for all Nations (CfaN) con sede a Francoforte. Da quando ha iniziato la sua attività missionaria in Africa, si calcola che abbiano partecipato alle sue conferenze più di 120 milioni di persone. Ogni conferenza è caratterizzata dalla preghiera per la guarigione dei malati per opera divina, a cui Bonnke crede fortemente.

T. B. Joshua è il fondatore della Synagogue, Church Of All Nations (SCOAN), un'organizzazione cristiana con sede a Lagos, in Nigeria. È un pastore e profeta cristiano evangelista, fondatore del canale televisivo nigeriano "Emmanuel TV" che è la più grande e diffusa Televisione satellitare cristiana in inglese dell'Africa, (con sede a Lagos, in Nigeria, e con il centro playout in Johannesburg, Sudafrica), che trasmette in tutta l'area dell'Africa così come in Europa, nel Nord America e Centro America. Il motto del canale Emmanuel TV è "Cambiando vite, cambiando le nazioni, cambiando il mondo". T. B. Joshua ha donato molti televisori nelle carceri e negli ospedali in modo da render possibile anche a loro di guardare le trasmissioni televisive di Emmanuel TV. JBN-TV (Jesus Broadcasting Network , http://www.jbntv.org/) è un canale televisivo honduregno fondato dalla Manmin Central Church (http://www.manminhonduras.org/ una chiesa evangelica fondata a Seul, Corea del Sud, nel 1982) nata nel 2000 nella città di Tegucigalpa ma che ha la propria sede nella città di San Pedro Sula, nel Dipartimento di Cortés. JBN-TV è un canale televisivo dedicato al cristianesimo in lingua spagnola. Attualmente, JBN-TV è anche il canale satellitare honduregno di maggior copertura nell' attualità internazionale.

Neopentecostalismo[modifica | modifica sorgente]

Il Neopentecostalismo, movimento neopentecostale, pentecostalismo moderno o terza onda del pentecostalismo è un ramo dell'evangelicismo protestante che raccoglie le denominazioni derivati dal pentecostalismo classico oppure dalle chiese cristiane tradizionali (battisti, metodisti, ecc.). Apparso 60 anni dopo il movimento pentecostale dell'inizio del XX secolo, nel 1906, presso Azusa Street, ambidue negli Stati Uniti. In alcuni luoghi sono chiamati carismatici o neocarismatici, con l'eccezione del Brasile, dove questa nomenclatura è riservata quasi esclusivamente per un movimento all'interno della Chiesa cattolica, denominato Rinnovamento Carismatico Cattolico.

Dottrina del neopentecostalismo[modifica | modifica sorgente]

Secondo il Dictionary Of Pentecostal And Charismatic Movements (Dizionario dei movimenti pentecostali e carismatici), "Confessione Positiva è un titolo alternativo per la teologia della formula della fede, conosciuta anche come "Movimento della Fede" (Faith Movement, http://www.cesnur.org/religioni_italia/p/pentecostali_15.htm) o "dottrina della prosperità" promulgata da telepredicatori contemporanei sotto la guida e ispirazione di Essek William Kenyon (1867-1948), che studia presso l'Emerson College of Oratory di Boston, un centro di diffusione d'idee del New Thought da cui è in parte influenzato e, a sua volta ispirato, proprio da concetti ed idee presi a prestito dal New Thought.

Il termine "confessione positiva" può legittimamente essere interpretato in diversi modi. Il più significativo di tutti è che l'espressione "confessione positiva" si riferisce letteralmente a portare all'esistenza ciò che noi dichiariamo con la nostra bocca, una volta che la fede è una confessione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nelle battiste e metodiste del resto del mondo non si riscontrano tali correnti in quel periodo.
  2. ^ a b c Storia-Del-Movimento-Pentecostale
  3. ^ Capitolo 4 della II Lettera ai Tessalonicesi
  4. ^ Risvegli ovvero movimenti di ritorno alla spiritualità e alla santificazione
  5. ^ a b Il segreto dei risvegli
  6. ^ Il segreto dei risvegli
  7. ^ Il segreto dei risvegli
  8. ^ Who is John G. Lake? | John G. Lake Ministries
  9. ^ Charles Fox Parham
  10. ^ Il risveglio di Azusa Street Cronaca ed Attualità La-Bibbia.it Costruisci la tua casa sulla roccia! News, articoli e studi biblici. Lettura della Bibbia Online
  11. ^ Il segreto dei risvegli
  12. ^ Il linguaggio dello spirito. Il cuore e la mente nel protestantesimo evangelico, George Saunders, Pacini Editore
  13. ^ Prot. 600/158, Archivio di Stato serie PS GI busta 26 fasc. 299 1-c-z.[senza fonte]
  14. ^ Eugenio Stretti, Il movimento pentecostale. Le assemblee di Dio in Italia, Roma, Claudiana, 1998 e Arturo Carlo Jemolo, La libertà religiosa in Italia, Roma, Nuovi argomenti, 2, 1953, pp. 45-46.
  15. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf Le religioni in Italia - CESNUR - Il protestantesimo
  16. ^ Chiesa di Dio
  17. ^ Home
  18. ^ Home
  19. ^ Benvenuti in Uzziel
  20. ^ Chiesa Apostolica in Italia - Centro Nazionale
  21. ^ Chiesa Apostolica Antica - Gruppo Evangelico Apostolico
  22. ^ Chiesa Unita Pentecostale Internazionale d'Italia
  23. ^ Assemblea Apostolica della fede in Gesu Cristo
  24. ^ Aquila and Priscilla Ministries - Helping Supporters Understand and Meet the Needs of God's Harvest Workers
  25. ^ Church Of God In Christ | Church Of God In Christ, Inc
  26. ^ http://www.chiesaravvivamentodellafede.org/
  27. ^ Chiesa Potenza Della Risurrezione
  28. ^ [1]
  29. ^ CEIAM.net
  30. ^ Chiesa Evangelica della Riconciliazione
  31. ^ a b Ministero Apostolico Profetico - Luce delle nazioni (Isaia 49:1-7) / Apostolic Prophetic Ministry - Light of the nations (Isaiah 49:1-7)
  32. ^ Gesù Vive | Chiesa Cristiana - Baranzate (MI)
  33. ^ Parola di Vita - Chiesa Cristiana
  34. ^ www.paroladellagrazia.it - ParolaDellaGrazia.it
  35. ^ Homepage
  36. ^ Comunità Cristiana Cammino di Fede
  37. ^ Betania Chiesa Cristiana Evangelica di Varese
  38. ^ Movimento cristiano evangelico per il Veneto
  39. ^ chiesapentecostale.org
  40. ^ Buona Notizia
  41. ^ Le religioni in Italia - La seconda ondata: (b) alcuni esempi di Chiese e aggregazioni indipendenti
  42. ^ ・゚☆.。.:*デコメ無料・゚☆.。.:*スマホデコメで欠かせない3つのサイト
  43. ^ Chiesa Cristiana Evangelica Giugliano - La nostra Storia
  44. ^ Chiesa Cristiana di Gallico - Reggio Calabria - Italia
  45. ^ Amicib - Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale Bethel | Associazione MIssionaria Cristiana Bethel
  46. ^ Incontrare Gesù
  47. ^ Piccolo Gregge - Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale
  48. ^ La nuova Via
  49. ^ Chiesa Cristiana BET-EL - Chiesa Cristiana Betel
  50. ^ Fede Cristiana - Chiesa Pentecostale in Italia
  51. ^ [2]
  52. ^ La Grazia dell'Eterno - Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • John G. Lake, Il deserto fiorirà, La Buona Novella, Brindisi 1985
  • Walter Smet, Pentecostalismo cattolico, editoriale di L. Suenens, Queriniana, Brescia 1975
  • Jack Hywel-Davies, Battezzato dal Fuoco. La storia di Smith Wigglesworth, EPA Media, Aversa 1991
  • Frank Bartleman, Azusa Street. Le radici del moderno movimento Pentecostale, Introduzione di V. Synan, Publielim, Milano 1998
  • Batt John Herridge, Dwight L. Moody, Adi Media, Roma 1999
  • Charles Finney, Sulla potenza spirituale, Wubbels Lance, Verso la Meta, 2003
  • Vittorio Fiorese, Le possibilità di un risveglio in Italia, Verso la Meta, Catania 2001
  • Stefano Bogliolo, La storia del Risveglio Pentecostale in Italia, dal 1901 al 2001, Verso la Meta, Catania 2002
  • Eugenio Stretti, Il movimento pentecostale. Le Assemblee di Dio in Italia, Torino 1998
  • Edoardo Labanchi, Un uomo in fuga. Autobiografia spirituale, BE Edizioni, Firenze 2013.
  • Giovanni Traettino, Italy, The Pentecostal Movement, in S.M. Burgess, E.M. van der Maas (edd.), International Dictionary of Pentecostal Charismatic Movements, Zondervan, Grand Rapids/MI 2002.
  • Giuseppe Criscenti, Introduzione alla storia delle Chiese Cristiane Evangeliche "Assemblee di Dio in Italia", Università degli Studi di Padova, Facoltà di Lettere e Filosofia, Anno Accademico 2009/2010 (http://tesi.cab.unipd.it/23081/).
  • Alessandro Iovino, Salvatore Anastasio. La storia del pioniere del movimento pentecostale napoletano, Guida, Napoli 2008
  • F. Toppi, E mi sarete testimoni. Il Movimento Pentecostale e le Assemblee di Dio in Italia, ADI-Media, Roma 1999.
  • Karl-Josef Kuschel – Jürgen Moltmann (edd.), I movimenti pentecostali come sfida ecumenica (Concilium 3/1996), Queriniana, Brescia 1996
  • Silvia Cristofori, Il movimento pentecostale nel post-genocidio rwandese. I Salvati (Balokole),L'Harmattan, Torino 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]