Concilium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Concilium è una rivista internazionale di teologia, fondata nel 1965 e pubblicata, inizialmente, in sette lingue e undici edizioni nazionali.

I fondatori della rivista, che si pone come uno dei più importanti forum della teologia cattolica contemporanea, sono alcuni dei più noti teologi mondiali: Antonie van den Boogaard, Paul Brand, Yves Congar (morto nel 1994), Hans Küng, Johann Baptist Metz, Karl Rahner (morto nel 1984) ed Edward Schillebeeckx (morto nel 2009).

La rivista, diretta da un comitato scientifico ristretto, vanta la collaborazione di più di cinquecento teologi di tutto il mondo – non solo cattolici, protestanti e ortodossi, ma anche "di frontiera" (ospita, in questi ultimi anni, contributi scelti di teologi ebrei, islamici ecc., in dialogo con il Cristianesimo) –, e predilige le nuove realtà sociali e culturali, dove la riflessione e l'azione ecclesiale sono stimolate alla lettura dei "segni dei tempi" e sono impegnate, anche ma non esclusivamente, sulla pubblica arena. Risulta essere una pubblicazione cattolica di impianto maggiormente progressista al confronto della rivista Communio, più in linea con la tradizione passata. Nei primi anni, la rivista aveva come contraltare anche Renovatio, un periodico di carattere tradizionalista voluta dal cardinale Giuseppe Siri.

Attualmente viene pubblicata in cinque numeri annui. Ed è edita in cinque lingue.

La segreteria internazionale, originalmente a Nimega, in Olanda, dal 2008 ha sede a Chennai, in India. L'edizione italiana, da sempre pubblicata dalla casa editrice Queriniana di Brescia, è stata diretta fino al 2012 dal teologo Rosino Gibellini, mentre attualmente è affidata alla direzione responsabile di Gianluca Montaldi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]