Yves Congar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yves Congar, O.P.
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalnobishopCOAPioM.svg
Nato 8 aprile 1904 a Sedan
Ordinato presbitero 25 luglio 1930
Creato cardinale 26 novembre 1994 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto 22 giugno 1995 a Parigi

Yves-Marie-Joseph Congar (Sedan, 8 aprile 1904Parigi, 22 giugno 1995) è stato un cardinale e teologo francese. Insieme a Jean Daniélou e Henri de Lubac fu uno dei precursori della nuova teologia, che, soprattutto fra gli anni 1940 e 1950 considerò nello studio della dogmatica gli sviluppi della filosofia contemporanea. In particolare tali studiosi posero al centro della loro attenzione il problema dell'immutabilità e della storicità della Verità, il rapporto tra Natura e Grazia e i temi delle religioni non-cristiane e del marxismo. Furono così posti in discussioni alcuni dei temi che avrebbero occupato la discussione teologica del Concilio Vaticano II e del Postconcilio.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Yves-Marie-Joseph Congar, nacque l’8 aprile 1904 a Sedan, la quale sarebbe stata un decennio dopo teatro di una delle più sanguinose battaglie della Prima guerra mondiale.

Congar entrò nell’ordine dei domenicani e studiò teologia e filosofia a Reims e a Parigi. Ordinato presbitero il 25 luglio 1930 lavorò in seguito come docente presso il seminario domenicano "Le Saulchoir". Dal 1935 fu segretario della prestigiosa rivista "Revue des sciences philosophiques et théologiques". Congar partecipò in seguito come sanitario nell’esercito francese alla Seconda guerra mondiale e catturato alla disfatta del 1940 rimase prigioniero di guerra dei tedeschi fino al 1945.

Nel dopoguerra si impegnò nel movimento dei preti operai, il Vaticano gli proibì pertanto dal 1954 al 1956 di insegnare di pubblicare libri. Egli fu successivamente riabilitato, tanto da essere chiamato quale consulente della commissione preparatoria del Concilio Vaticano II, al quale partecipò poi,come esperto, per l’intera sua durata dal 1962 al 1965.

Nel 1958 pubblica il testo Quod omnes tangit ab omnibus tractari et approbari debet in cui utilizza una celebre locuzione, usata in senso teocratico da Bonifacio VIII, per fondare la democrazia nella Chiesa.

Colpito, già nel 1968, da una grave malattia neurologica, che ne limita gravemente le capacità, Congar è creato cardinale diacono con il titolo di San Sebastiano al Palatino da Giovanni Paolo II nel concistoro del 26 novembre 1994. Egli viene tuttavia dispensato – per il precario stato di salute e per l’età avanzata - dall’ordinazione episcopale prevista per tutti i cardinali da Giovanni XXIII. Congar muore pochi mesi dopo, il 22 giugno 1995, e viene seppellito nella cripta dei domenicani nel cimitero di Montparnasse.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • I cristiani disuniti (1937).
  • Schizzi sul mistero della Chiesa (1941).
  • Vera e falsa riforma della Chiesa (1950).
  • Cristo, Maria e la Chiesa (1952).
  • Per una teologia del laicato (1956).
  • La Pentecoste (1956).
  • Il mistero del tempio (1958).
  • Quod omnes tangit ab omnibus approbari debet (1958).
  • La mia parrocchia, vasto mondo (1959).
  • La Tradizione e le tradizioni (1960, 2voll.).
  • Le vie del Dio vivente (1962).
  • Fede e teologia (1962).
  • Sacerdozio e laicato (1962).
  • Per una Chiesa serva e povera (1963).
  • Chiesa santa (1963).
  • Cristiani in dialogo (1964).
  • Aspetti dell'Ecumenismo (1967).
  • L'ecclesiologia nell'alto medioevo (1968).
  • Questa Chiesa che amo (1968).
  • L'apostolato dei laici (1970).
  • Ministeri e comunione ecclesiale (1971).
  • Un popolo messianico (1975).
  • La crisi nella Chiesa e Mons. Lefevre (1976).
  • Credo nello Spirito Santo (1978).
  • Spirito di Dio, spirito dell'uomo (1983).
  • Conversazioni d'autunno (1987).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • É. Fouilloux, Frère Yves, Cardinal Congar, Dominicain. Itinéraire d’un théologien. Revue des Sciences Philosophiques et Théologique, LXXIX (1995)
  • Jean Pierre Jossua, Yves Congar. La vie et œuvre d’un théologien. Cristianesimo nella storia, XVII (1996), pagg. 1-12
  • Jean Pierre Jossua, Congar Yves. Profilo di una teologia, Queriniana, Brescia 1970.
  • Aidan Nichols, Yves Congar, San Paolo Edizioni, Cinisello Balsamo 1991.
  • Filippo Rizzi, Congar il maestro ecumenico, articolo di Avvenire per il decennale della morte del teologo domenicano, 22 giugno 2005 pagina 25

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Cardinale diacono di San Sebastiano al Palatino Successore CardinalCoA PioM.svg
Ferdinando Giuseppe Antonelli 26 novembre 1994 - 22 giugno 1995 Dino Monduzzi

Controllo di autorità VIAF: 31994764 LCCN: n/50/28692