Wolfhart Pannenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wolfhart Pannenberg

Wolfhart Pannenberg (Stettino, 2 ottobre 1928) è un teologo tedesco.

Studia filosofia e teologia prima a Berlino poi ad Heidelberg, dove inizia ad insegnare negli anni cinquanta e dove sarà uno degli animatori del Circolo di Heidelberg. Successivamente sarà docente di teologia a Wuppertal, Magonza e Monaco di Baviera. Esponente del cristianesimo protestante esprime una teologia di ispirazione antropocentrica radicalmente critica nei confronti dell'autoritarismo presente nella religione cristiana. Sostiene, inoltre, con decisione un rinnovamento profondo all'interno della chiesa evangelica.

Pensiero[modifica | modifica sorgente]

« La fine del mondo attuerà semplicemente in misura cosmica ciò che è già accaduto a Gesù »
(Wolfhart Pannenberg)

Il pensiero teologico di Pannenberg è caratterizzato dal tentativo post-illuminista di conciliare la fede e la ragione in una visione coerente, in parte in polemica con le concezioni della rivelazione proprie dei teologi Karl Barth e Rudolf Bultmann. Tale visione è incentrata sull'idea della storia come progressiva rivelazione di Dio. La stessa rivelazione è dunque da intendersi come graduale e incompleta, e il senso della venuta di Cristo nella storia è quello di una anticipazione a livello individuale di quel momento finale della piena autorivelazione. Il punto d'arrivo della storia, ovvero la fine del mondo, coincide per Pannenberg con il ricongiungimento dell'uomo con Dio, già desiderato da Adamo e anticipato dalla persona di Cristo (il "nuovo Adamo").

Opere principali in lingua italiana[modifica | modifica sorgente]

  • Rivelazione come storia, Edizioni Dehoniane Bologna, Bologna 1969 (orig., 1963)
  • La teologia e il Regno di Dio, Herder - Morcelliana, Roma - Brescia 1971 (orig., 1968)
  • Che cosa è l'uomo? L'antropologia contemporanea alla luce della teologia, Morcelliana, Brescia 1974 (orig., 1962)
  • Cristologia: lineamenti fondamentali, Morcelliana, Brescia 1974
  • Questioni fondamentali di teologia sistematica. Raccolta di scritti, Queriniana, Brescia 1975
  • Epistemologia e teologia, Queriniana, Brescia 1975, 19992 (orig., 1973)
  • Il destino dell'uomo. Umanità, elezione e storia, Morcelliana, Brescia 1984 (orig., 1978)
  • Antropologia in prospettiva teologica, Queriniana, Brescia 1987
  • Teologia sistematica 1, Queriniana, Brescia 1990
  • Teologia sistematica 2, Queriniana, Brescia 1994
  • Teologia sistematica 3, Queriniana, Brescia 1996
  • Fondamenti dell'etica. Prospettive filosofico-teologiche, Queriniana, Brescia 1998
  • Teologia e filosofia. Il loro rapporto alla luce della storia comune, Queriniana, Brescia 1999, 20073
  • Storia e problemi della teologia evangelica contemporanea in Germania. Da Schleiermacher fino a Barth e Tillich, Queriniana, Brescia 2000

Opere secondarie[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 46765582 LCCN: n/79/120654