Christus Dominus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Christus Dominus è un decreto del Concilio Vaticano II sull'ufficio pastorale dei vescovi.
Venne approvato con 2319 voti favorevoli e 2 contrari dai vescovi riuniti in Concilio e fu promulgato dal papa Paolo VI il 28 ottobre 1965.
Il titolo Christus Dominus significa dal latino: Cristo Signore e deriva dalle prime parole del decreto stesso.

Il decreto Christus Dominus parla del ruolo dei vescovi all'interno della Chiesa cattolica.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

  • Proemio
  • Capitolo I - I vescovi e la chiesa universale
  • Capitolo II - I vescovi e le chiese particolari o diocesi
  • Capitolo III - Cooperazione dei vescovi al bene comune di più diocesi
  • Mandato generale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

testo del documento in italiano (dal sito del Vaticano)