Enchiridion symbolorum, definitionum et declarationum de rebus fidei et morum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Enchiridion symbolorum, definitionum et declarationum de rebus fidei et morum, in forma più abbreviata Enchiridion Symbolorum, citato oggi anche come Denzinger-Schönmetzer è una raccolta cattolica del magistero della Chiesa. Venne elaborata e pubblicata inizialmente da Heinrich Joseph Dominicus Denzinger nel 1854.

È il principale punto di riferimento teologico in ciò che si riferisce al magistero della Chiesa: nacque infatti per riunire in un'unica fonte il compendio di tutti i principali testi dogmatici del magistero, partendo dalle affermazioni dei padri della Chiesa fino ai tempi recenti. [1]Il grande teologo fondamentale gesuita Karl Rahner ha tuttavia messo in guardia studenti e studiosi sul rischio riduzionistico di una "teologia del Denzinger". Altri studiosi, peraltro, come Antonio Livi, Giovanni Cavalcoli e altri, intervenuti in un convegno a Firenze nel 2007, hanno messo in evidenza i limiti, le ambiguità e le insidie rispetto al sentire cattolico della teologia di Karl Rahner. [2]

Dopo la morte del Denzinger, molti altri autori (tra cui proprio Karl Rahner e Peter Hünermann) si sono dedicati ad attualizzare l'opera, che è stata rivista e riedita più di trenta volte. L'ultima edizione (la 38ª) incorpora i documenti del Concilio Vaticano II ed altri, incluse le encicliche del Papa fino al 1995.

L'opera è organizzata cronologicamente, secondo la successione dei Papi.

Si è soliti citare l'Enchiridion Symbolorum con l'abbreviazione Denz. oppure, a partire dell'edizione del 1965, con la sigla DS (o Denz.-Schönm.) da Denzinger-Schönmetzer, il padre gesuita Alfons Schönmetzer ultimo curatore dell'Enchiridion nel 1976. In Italia il volume è pubblicato in edizione bilingue dalle Edizioni Dehoniane di Bologna, come gli altri Enchiridia (Enchiridion Ecumenico, dei Documenti Vaticani dal 1962, delle Encicliche dei papi, della Conferenza Episcopale Italiana, dei documenti sulla Sacra Scrittura, della Pace, della Famiglia, della Vita Consacrata...)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Denzinger, e il mondano dimezzato
  2. ^ Karl Rahner. Un'analisi critica

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo