Lumen Gentium

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La costituzione dogmatica Lumen Gentium (dal latino e significa Luce delle Genti o, meglio, Lume dei Popoli) è una delle quattro costituzioni del concilio ecumenico Vaticano II, insieme alla Sacrosanctum Concilium, Gaudium et Spes e Dei Verbum.
Fu emessa il 16 novembre del 1964 e promulgata da papa Paolo VI il 21 novembre dello stesso anno.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Il tema trattato è la dottrina cattolica sulla Chiesa. Riguarda l'autocomprensione che la chiesa ha di sé stessa, la sua funzione spirituale e la sua organizzazione.

È costituita da 8 capitoli:

  • Capitolo I: Il Mistero della Chiesa. Viene illustrato il mistero della Chiesa e della sua relazione con Cristo.
  • Capitolo II: Il Popolo di Dio. Viene trattato il popolo di Dio e il rapporto tra la Chiesa e le altre confessioni religiose o gli atei.
  • Capitolo III: Costituzione gerarchica della Chiesa. È illustrata la struttura gerarchica della Chiesa, con particolare riferimento all'Episcopato.
  • Capitolo IV: I Laici. Descrive il ruolo dei laici nella struttura ecclesiastica e la loro missione ecclesiale.
  • Capitolo V: Universale Vocazione alla Santità nella Chiesa. Il tema dominante è la chiamata che tutti i cristiani hanno per conseguire la santità.
  • Capitolo VI: I Religiosi.
  • Capitolo VII: Indole Escatologica della Chiesa Peregrinante e sua Unione con la Chiesa Celeste.
  • Capitolo VIII: La Beata Maria Vergine Madre di Dio nel Mistero di Cristo e della Chiesa. Maria viene presentata come figura della Chiesa.

A questi capitoli si aggiungono alla fine:

  • le "Notificazioni fatte dall'Ecc.mo Segretario generale nella congregazione generale 123.a", tratte dagli "Atti del Concilio";
  • la "Nota esplicativa previa" (mons. Pericle Felici, arcivescovo titolare di Samosata e segretario generale del Concilio).

Novità del documento[modifica | modifica wikitesto]

La Lumen Gentium presenta la chiesa non tanto in forma gerarchica (papa, vescovi, presbiteri e laicato) quanto come popolo di Dio, dove prende grande rilievo il battesimo come comun denominatore di tutti i cristiani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gérard Philips, La Chiesa e il suo mistero nel Concilio Vaticano 2. : storia, testo e commento della Costituzione Lumen Gentium, Milano, Jaca Book, 1975, e successive edizioni 1982 e 1989 (titolo originale: L'Eglise et son mystere);
  • Ciriaco Scanzillo, La Chiesa sacramento di comunione, commento teologico alla Lumen gentium, Napoli, Edizioni dehonianae, 1987 e successive edizioni: 1989;
  • Guido Pozzo, Costituzione dogmatica sulla Chiesa Lumen gentium, introduzione e commento di Guido Pozzo, Casale Monferrato, Piemme, 1988;

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo