Arcidiocesi di Stettino-Kamień

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Stettino-Kamień
Archidioecesis Sedinensis-Caminensis
Chiesa latina
0910 Bazylika archikatedralna św Jakuba Szczecin.jpg
Diocesi suffraganee
Koszalin-Kołobrzeg, Zielona Góra-Gorzów
Arcivescovo metropolita Andrzej Dzięga
Ausiliari Henryk Wejman
Sacerdoti 651 di cui 468 secolari e 183 regolari
1.536 battezzati per sacerdote
Religiosi 187 uomini, 170 donne
Abitanti 1.065.920
Battezzati 1.000.000 (93,8% del totale)
Superficie 12.754 km² in Polonia
Parrocchie 270
Erezione 28 giugno 1972
Rito romano
Indirizzo ul. Papieża Pawła VI 4, 71-459 Szczecin, Polska
Sito web www.szczecin.kuria.pl
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Polonia
La concattedrale di San Giovanni Battista a Kamień Pomorski

L'arcidiocesi di Stettino-Kamień (in latino: Archidioecesis Sedinensis-Caminensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2010 contava 1.000.000 di battezzati su 1.065.920 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Andrzej Dzięga.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende la parte occidentale del voivodato della Pomerania Occidentale.

Sede arcivescovile è la città di Stettino, dove si trova la cattedrale di San Giacomo Maggiore apostolo. A Kamień Pomorski si trova la concattedrale di San Giovanni Battista.

Il territorio è suddiviso in 36 decanati e in 270 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Vescovato di Cammin.

La diocesi di Pomerania fu eretta nel 1140 con sede a Wolin. Il 26 aprile 1188 in forza della bolla Auctoritate apostolica di papa Clemente III assunse il nome di diocesi di Kamień, dove fu traslata la sede vescovile. Fu soppressa nel 1545 in seguito al passaggio della città e del vescovo al protestantesimo.

La diocesi di Stettino-Kamień fu ristabilita il 28 giugno 1972 con la bolla Episcoporum Poloniae di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Berlino (oggi arcidiocesi). Era originariamente suffraganea dell'arcidiocesi di Gniezno.

Il 25 marzo 1992, nell'ambito della riorganizzazione delle diocesi polacche voluta da papa Giovanni Paolo II con la bolla Totus tuus Poloniae populus, è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi di Kamień[modifica | modifica wikitesto]

  • Wojciech † (1140 - 1162)
  • Konrad I † (1162 - 1186)
  • Zygfryd † (1186 - 1191)
  • Zygwin † (1202 - 1219 dimesso)
  • Konrad II † (23 maggio 1219 - 1233 deceduto)
  • Konrad III † (13 novembre 1233 - 20 settembre 1241 deceduto)
  • Wilhelm I † (24 dicembre 1244 - 1251 dimesso)
  • Hermann von Gleichen † (dicembre 1251 - 1289 deceduto)
  • Jaromar von Rügen † (7 ottobre 1289 - 1294 deceduto)
    • Wiesław † (1294 - 1296) (vescovo eletto)
  • Piotr, O.P. † (13 febbraio 1296 - 1300 deceduto)
    • Ginter † (1300) (vescovo eletto)
  • Henryk von Wacholtz † (28 gennaio 1302 - 1317 deceduto)
  • Konrad IV † (13 agosto 1318 - 1324 deceduto)
    • Jan von Goettingen † (1324) (vescovo eletto)
    • Henryk von Henneberg † (1324) (vescovo eletto)
  • Wilhelm II von Eltz, O.P. † (14 novembre 1324 - 1330 deceduto)
  • Fryderyk von Eickstedt † (17 settembre 1330 - 1343 dimesso)
  • Jan I von Sachsen-Lauenburg † (3 settembre 1343 - 1370 deceduto)
  • Filip von Rehberg † (29 maggio 1370 - 1385)
  • Jan II Willekini, O.Cist. † (7 novembre 1385 - 1386)
    • Bogusław VIII † (1386) (vescovo eletto)
  • Jan III Brunonis † (5 maggio 1386 - 1394 dimesso)
  • Jan IV Kropidło † (31 luglio 1394 - 26 aprile 1398 nominato arcivescovo, titolo personale, di Chełmno)
  • Mikołaj I Bock von Schippenbeil, O.T. † (1º giugno 1398 - 1410 nominato legato pontificio)
  • Magnus Wettin † (14 marzo 1410 - 10 maggio 1424 nominato vescovo di Hildesheim)
  • Zygfryd II von Boock † (10 maggio 1424 - 15 maggio 1446 deceduto)
  • Henning Iven † (1446 - 1468 dimesso)
    • Henning Kassebode † (1468) (vescovo eletto)
    • Ludwik von Eberstein † (1472) (vescovo eletto)
  • Mikołaj II von Tuengen † (1472 - 1478 dimesso)
  • Marinus von Fregeno † (16 novembre 1478 - 1482 deceduto)
  • Angelus von Sessa † (24 luglio 1482 - 1483 dimesso)
    • Mikołaj Westphal † (1483) (vescovo eletto)
  • Benedykt Wallenstein † (2 dicembre 1485 - 1498 dimesso)
  • Marcin von Karith † (4 luglio 1498 - 26 novembre 1521 deceduto)
  • Erazm von Manteuffel † (26 novembre 1521 succeduto - 27 gennaio 1544 deceduto)
  • Bartłomiej Swawe † (1544 - 1545 dimesso)
    • Sede soppressa (1545-1972)
    • Martin Wecherau † (5 ottobre 1551 - ?) (vescovo eletto)

Vescovi di Stettino-Kamień[modifica | modifica wikitesto]

  • Jerzy Stroba † (28 giugno 1972 - 21 settembre 1978 nominato arcivescovo di Poznań)
  • Kazimierz Jan Majdański † (1º marzo 1979 - 25 marzo 1992 ritirato)
  • Marian Przykucki † (25 marzo 1992 - 1º maggio 1999 ritirato)
  • Zygmunt Kamiński † (1º maggio 1999 - 21 febbraio 2009 ritirato)
  • Andrzej Dzięga, dal 21 febbraio 2009

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 1.065.920 persone contava 1.000.000 di battezzati, corrispondenti al 93,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1980 927.000 990.000 93,6 340 217 123 2.726 130 168 168
1990 1.000.000 1.073.400 93,2 482 330 152 2.074 157 203 236
1999 1.000.000 1.079.200 92,7 599 431 168 1.669 171 186 266
2000 1.000.000 1.078.800 92,7 613 440 173 1.631 8 179 177 266
2001 1.000.000 1.080.514 92,5 624 447 177 1.602 182 177 266
2002 1.000.000 1.074.593 93,1 629 455 174 1.589 179 171 266
2003 1.000.000 1.075.100 93,0 639 460 179 1.564 184 173 267
2004 1.000.000 1.074.000 93,1 641 464 177 1.560 185 171 268
2010 1.000.000 1.065.920 93,8 651 468 183 1.536 187 170 270

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi