Anna Tatangelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anna (Tatangelo)
Fotografia di Anna (Tatangelo)
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop[1][2]
Dance pop[3]
Periodo di attività 2001 – in attività
Etichetta Sony Music - GGD (casa discografica)
Album pubblicati 5
Studio 5
Sito web

Anna Tatangelo, nota dal 2014 con il solo nome Anna (Sora, 9 gennaio 1987), è una cantante italiana.

Diviene nota grazie alla vittoria del Festival di Sanremo 2002 nella sezione Giovani con il brano Doppiamente fragili. Nella sua carriera ha partecipato sei volte al Festival di Sanremo gareggiando complessivamente in otto categorie, e conquistando sei podi e due primi posti (nella categoria Giovani nel 2002 appunto, e nella categoria Donne nel 2006). Ha inoltre ricevuto diversi premi e riconoscimenti, incluso un Premio Mia Martini "Giovani", un Venice Music Award ed un Wind Music Award, vendendo oltre 500.000 copie dei suoi dischi[4].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gli esordi[modifica | modifica sorgente]

Anna Tatangelo nasce a Sora da una famiglia di produttori della tradizionale ciambella sorana; a partire dal 1994, incomincia a prendere parte a diverse manifestazioni canore provinciali e regionali, nel 1999 si aggiudica il secondo posto al “Minifestival della Canzone” di Viterbo, che l'anno dopo invece vince.

Nel 2001 partecipa al concerto “La Nota D'oro di Blera”, vince il concorso itinerante “Bravissimi in Tour" di tappa a Sora e vince anche la finale nazionale di Cassano. Ancora, doppio secondo posto alle selezioni e alla finalissima del concorso “Una voce per…” e un'altra vittoria a “Castelliri in Musica”. Nell'agosto dello stesso anno, all'età di 14 anni, viene selezionata dalla Rai per il “Girofestival” dove presenta il suo primo inedito, dal titolo Dov'è il coraggio, per la stessa canzone gira il suo primo videoclip e firma anche il suo primo contratto discografico (con la CSB Italia - Casalba).

Perfeziona il suo stile presso l'Accademia musicale di Sora, per la quale svolge attività concertistica nel coro giovanile. Nel settembre dello stesso anno partecipa e vince all'Accademia della Canzone di Sanremo con il brano L'angelo di Syria: con questa vittoria entra di diritto nel cast della Categoria Giovani del Festival di Sanremo 2002.

La vittoria al Festival di Sanremo e il primo album Attimo x attimo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2002, a 15 anni, partecipa e vince nella Categoria Giovani del Festival di Sanremo, con il brano Doppiamente fragili composto da Marco Del Freo e David Marchetti, seguita da Valentina Giovagnini e Simone Patrizi. Pippo Baudo la sceglie come co-conduttrice della trasmissione Sanremo Top, insieme a Silvia Mezzanotte, vincitrice con i Matia Bazar della sezione Campioni col brano Messaggio d'amore.[5]

Sempre nello stesso anno duetta con Gigi D'Alessio in Un nuovo bacio, che raggiunge la nona posizione tra i singoli più venduti.[6] A luglio prende parte alla XVII Giornata Mondiale della Gioventù. Nel 2003 la Tatangelo torna al Festival di Sanremo, questa volta nella sezione Big, in coppia con Federico Stragà, con la canzone Volere volare, firmata da Bungaro e Claudio Passavanti.

Anticipato dal singolo estivo Corri esce nell'agosto del 2003 il suo primo album, dal titolo Attimo x attimo, prodotto da Fio Zanotti. Dall'album, oltre a Corri, vengono estratti la stessa Attimo x attimo e L'amore più grande che c'è. Nel 2004 viene scelta dalla Disney per duettare con Gigi D'Alessio ne Il mondo è mio, colonna sonora del film di animazione Aladdin.

Nello stesso anno, oltre a dedicarsi ai molteplici concerti del suo primo tour ufficiale, instaura una collaborazione con il canale Video Italia: le viene affidata la fascia pomeridiana Playlist Italia per la quale introduce le interviste, i programmi e i video live richiesti dai telespettatori di Live Italia. Con Video Italia la Tatangelo collabora per due anni.

Il secondo disco Ragazza di periferia[modifica | modifica sorgente]

Anna Tatangelo nel 2005.

Nel 2005 partecipa per la terza volta al Festival di Sanremo con Ragazza di periferia, canzone scritta da Gigi D'Alessio con Vincenzo D'Agostino e Adriano Pennino. La canzone si classificherà al terzo posto della Categoria Donne e nelle settimane successive raggiungerà la posizione numero 16 nella classifica dei singoli più venduti in Italia[7].

Con la partecipazione al Festival esce anche il secondo album della cantante, anch'esso intitolato Ragazza di periferia[8]. Due canzoni dell'album (Dimmi dimmi e Quando due si lasciano) vengono incluse nella colonna sonora del film Troppo belli.

A luglio la Tatangelo inizia il Tour 2005, che conta diverse date in tutta Italia. Quando due si lasciano è il nuovo singolo estratto. Il 23 settembre dello stesso anno partecipa ad O' Scià, il festival di musica leggera italiana ideato da Claudio Baglioni e, nel corso dello stesso mese, viene estratto dall'album il terzo singolo, Qualcosa di te. A dicembre è ospite del tour in Australia di Gigi D'Alessio.

Nel 2006 la Tatangelo debutta discograficamente in Brasile e Sudamerica. Partecipa per la quarta volta al Festival di Sanremo, con Essere una donna, canzone composta da Mogol e Gigi D'Alessio. Durante il corso della manifestazione, nella serata dei duetti, esegue una versione riarrangiata del brano, affiancata da Alberto Radius e Ricky Portera. La canzone vince nella Categoria Donne e questa affermazione le permette di partecipare alla votazione finale, dove si classifica al terzo posto. Il brano raggiunge la quarta posizione nella classifica FIMI[9].

Con la quarta partecipazione al Festival esce anche una riedizione dell'album Ragazza di periferia, al quale viene aggiunto il brano sanremese e l'inedito Colpo di fulmine. L'album viene certificato disco di platino.[10] In estate gira l'Italia con il Tour estivo e viene premiata a Venezia al primo Venice Music Awards come Rivelazione Femminile 2006[11]. A settembre partecipa, per il secondo anno consecutivo, al Festival di O' Scià.

Mai dire mai ed il ritorno a Sanremo[modifica | modifica sorgente]

Anticipato dal singolo Averti qui[12] arriva il 2 novembre il terzo album dal titolo Mai dire mai, che rappresenta il debutto della Tatangelo come autrice: suoi sono infatti i testi della già citata Averti qui e di Lo so che finirà; l'album, che vede anche il contributo di Gaetano Curreri degli Stadio, autore insieme a Saverio Grandi di Cosa ne sai, raggiunge la sesta posizione della classifica FIMI[13].

Tra ottobre e novembre dello stesso anno, la Tatangelo è ospite nel tour americano di Gigi D'Alessio[14]. Il secondo singolo estratto dell'album, a partire dal 23 novembre, è Lo so che finirà[15]. Il brano, con oltre 18.000 download, raggiunge un disco d'oro.[16].

Il 2008 vede la sua quinta partecipazione al Festival di Sanremo, dove si classifica al secondo posto con il brano Il mio amico, dedicato a un amico gay della cantante, che ha suscitato critiche negative da parte di alcune associazioni omosessuali.[17] Il brano raggiunge anche la seconda posizione nella classifica dei singoli più venduti e viene certificato disco di platino.[18]

Nel corso del festival, sempre sulla stessa canzone, duetta anche con Michael Bolton[19] e lo stesso duetto viene inserito nel repackaging di Mai dire mai, pubblicato il 29 febbraio, che nel frattempo ha superato le 100.000 copie e raggiunto anche il disco di platino.[20]. Tra la primavera e l'estate la Tatangelo è impegnata con il suo tour. Il 30 maggio viene estratto il nuovo singolo Mai dire mai.

Nel mondo delle donne[modifica | modifica sorgente]

Il 7 novembre 2008 esce il singolo Profumo di mamma, il brano anticipa l'uscita del nuovo disco, avvenuta il 28 novembre, dal titolo Nel mondo delle donne, un concept album tutto incentrato sull'universo femminile. L'album viene certificato disco d'oro con oltre 60.000 copie vendute in un solo mese[21]. Dal 30 gennaio entra in rotazione radiofonica il secondo singolo scelto per la promozione dell'album, Rose spezzate, brano di denuncia contro gli abusi sulle donne[22]. Con questo singolo l'artista si unisce all'associazione Doppia difesa di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno e, il 5 febbraio dichiara di voler devolvere i ricavati derivanti dal download del brano alla suddetta fondazione.[23]

Nel giugno 2009 contribuisce al megaconcerto allo stadio San Siro di Milano in favore delle vittime del Terremoto dell'Aquila del 2009. L'iniziativa benefica intitolata Amiche per l'Abruzzo è stata ideata da Laura Pausini e vede coinvolte altre cantanti femminili della musica italiana.[24]. Pur dando la sua adesione Anna Tatangelo non può però partecipare all'evento, il giorno 21 giugno, per motivi di salute. Il 27 novembre 2009 esce Q.P.G.A, album di Claudio Baglioni nel quale è presente il brano Due Universi cantato in duetto da Baglioni con la Tatangelo e Gigi D'Alessio.[25]

X Factor 4, 3 X te, Progetto B, Ballando con le stelle 8 e il ritorno a Sanremo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010 la cantante partecipa, in veste di giudice, alla quarta edizione di X Factor: le viene affidata la categoria Donne 16/24, che guida con la collaborazione di Adriano Pennino come vocal coach[26].

Il 10 dicembre 2010, insieme a Valeria Marini e Gigi D'Alessio, pubblica la compilation 3 x te, progetto il cui ricavato è destinato ad essere devoluto a favore delle associazioni Noi come voi, Doppia difesa e Amri.[27] Nel 2011 Anna Tatangelo partecipa per la sesta volta al Festival di Sanremo con un brano di cui è coautrice, Bastardo: una ballata rock[28], con la quale arriva in finale e si classifica al nono posto. In contemporanea con la partecipazione al festival della cantante viene pubblicato, il 16 febbraio 2011, il quinto album dal titolo Progetto B. L'album contiene 12 inediti e la reinterpretazione di Mamma, il brano di Cesare Andrea Bixio scelto dall'artista per la serata speciale del festival per i 150 anni dell'Unità d'Italia[29][30][31]. Tra gli autori delle canzoni del disco compaiono Mario Biondi che firma Se e L'aria che respiro, quest'ultima cantata in duetto con la Tatangelo e pubblicata il 1º aprile come secondo singolo; e Renato Zero, autore della canzone Anna dedicata all'artista.[32]

Il 22 marzo la Mondadori pubblica l'autobiografia di Anna Tatangelo Ragazza di periferia. La mia piccola favola. Nel maggio dello stesso anno prende parte ai Wind Music Awards e ha inizio il tour. Il 24 giugno esce Sensi, il terzo singolo estratto da Progetto B.[33]

Nel 2012 partecipa come concorrente, in coppia con Stefano Di Filippo, dell'ottava edizione di Ballando con le stelle, il talent show di Rai Uno sul ballo condotto da Milly Carlucci con la partecipazione di Paolo Belli, dove si classifica al terzo posto e vince il Premio boogie woogie. Partecipa anche a Ballando con te dove vince la sfida a squadre nel Team di Bobo Vieri e si classifica al secondo posto nella Coppa dei Campioni.[34]

Il 15 giugno 2012 Tatangelo si esibisce a Città del Messico come ospite nel concerto di Gigi D'Alessio cantando.[35] Il 9 e 10 settembre 2012 è membro della giuria tecnica della 73ª edizione di Miss Italia[36] A fine settembre la Tatangelo è impegnata in Egitto, a Sharm el-Sheikh[37] dove ha tenuto un servizio fotografico e ha condotto un documentario per la rete televisiva Marcopolo.[38] A dicembre partecipa a I grandi della musica, programma di Rai Uno condotto da Massimo Giletti dedicato ai grandi artisti della musica italiana scomparsi, interpretando varie canzoni di Lucio Battisti e Mia Martini nelle serate a loro dedicate.

Il ritorno musicale con "Occhio per occhio" e il programma "Questi siamo noi"[modifica | modifica sorgente]

Il 16 gennaio 2013 in un'intervista radiofonica a "I corrieri della sera", programma condotto da Francesco Facchinetti e Pippo Pelo, Anna ha annunciato di aver registrato un nuovo brano definendolo divertente, giovane e soggetto al senso del ritmo. In seguito in un'intervista esclusiva al settimanale Chi, la cantante ha presentato il suo nuovo singolo dal titolo Occhio per occhio[39] uscito il 22 marzo 2013. La canzone diventa la colonna sonora della campagna pubblicitaria di "Coconuda" per la quale la Tatangelo è testimonial.

Nel 2013 insieme al suo compagno Gigi D'Alessio, conduce in prima serata su Canale 5 un varietà dal titolo Questi siamo noi. Nel programma ci sono stati ospiti Alessandra Amoroso, i Modà, Roberto Vecchioni, Ale & Franz e Paolo Bonolis. Il programma è andato in onda il 25 novembre dello stesso anno.[40] Il programma è stato seguito da più di 4 milioni di telespettatori e con picchi di 7 milioni, totalizzando il 19,46% share di ascolti.

I singoli "Senza dire che" e "Muchacha"[modifica | modifica sorgente]

Il 14 marzo la Tatangelo pubblica "Senza dire che", un brano scritto per lei da Francesco Silvestre, leader dei Modà e in varie interviste, la cantante ha affermato che la collaborazione con quest'ultimo continuerà anche per il nuovo disco di inediti in uscita nell'anno nuovo. Il singolo è accompagnato da un videoclip, girato a Verona e diretto da Gaetano Morbioli.

A metà giugno 2014 la cantante annuncia l'uscita di "Muchacha", un nuovo singolo estivo e soggetto al senso del ritmo, scritto per lei da Francesco Silvestre, presentato in anteprima in occasione del Coca Cola Summer Festival, apripista del nuovo disco di inediti in uscita a gennaio 2015.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre del 2006 viene resa nota la sua relazione con il collega Gigi D'Alessio, cominciata esattamente un anno prima[41]. I due hanno un figlio, Andrea, nato il 31 marzo 2010[42].

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Anna Tatangelo.

Tour[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Moda[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 è testimonial insieme a Gigi d'Alessio della linea di borse "Fergi"[43].

Nel 2008 è testimonial per "Monella Vagabonda"[44].

Nel 2009 ha sfilato per la collezione moda autunno-inverno di John Richmond di cui era testimonial[45]. Sempre nel 2009 è stata testimonial anche nella campagna primavera/estate[46].

Nel 2011 è protagonista della nuova campagna pubblicitaria sunglasses Primavera/Estate 2011 di John Richmond[47].

Nel 2013 è testimonial della campagna "Coconuda" primavera-estate[48].

Nel 2014 è testimonial della campagna "Coconuda" inverno-primavera e primavera-estate.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Partecipazioni al Festival di Sanremo[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Anna Tatangelo su Allmusic.com
  2. ^ Anna Tatangelo su mtv.it
  3. ^ Anna Tatangelo dance e sexy nel video dello spot Coconuda
  4. ^ Ballando con le stelle, cast: l’identikit di Anna Tatangelo, la Lady Tata made in Italy | LaNostraTv
  5. ^ Festival di Sanremo -2002
  6. ^ Hit Parade Italia - Top Annuali Single: 2002
  7. ^ Italiancharts – Anna Tatangelo – Ragazza di periferia. URL consultato il 21 agosto 2011.
  8. ^ [1]
  9. ^ italiancharts.com - Italian charts portal
  10. ^ Sorrisi e Canzoni TV - Il blog di Anna Tatangelo
  11. ^ a b Foto 2006
  12. ^ Video e testo di “Averti qui” di Anna Tatangelo | Music Room
  13. ^ Fimi.it
  14. ^ D' Alessio all' Olympia un pop quasi classico
  15. ^ Anna Tatangelo – Lo so che finirà (video + testo) | Musicjam.it
  16. ^ http://www.musicaedischi.it/mdonline/7267.pdf
  17. ^ Gay contro gay! Anna Tatangelo con Il mio amico apre lo scontro in bloo.it, 5 marzo 2008. URL consultato il 24/4/2008.
  18. ^ Hit Parade Italia - Top Annuali Single: 2008
  19. ^ » Anna Tatangelo e Michael Bolton , Loredana Bertè e Ivana Spagna : tutti i duetti di Sanremo 2008 » VideoMusic
  20. ^ Anna Tatangelo: superate le cento mila copie con “Mai dire mai” | Music Room
  21. ^ Nel mondo delle donne di Anna Tatangelo 60.000 copie.
  22. ^ [2]
  23. ^ Sorrisi e Canzoni TV - Uniamo le forze per i più deboli
  24. ^ Amiche per l'Abruzzo - 21 giugno San Siro - Milano
  25. ^ [3]
  26. ^ Boom! Maionchi, Elio, Tatangelo E Ruggeri Sono I Giudici Di Xfactor | Davidemaggio.It
  27. ^ 3 x Te… Gigi, Anna & Valeria! « Gigi D'Alessio 2.0
  28. ^ Il Giorno - Blue Notes - Sanremo quest’anno suona bene
  29. ^ I big in gara al Festival su La Repubblica
  30. ^ Sanremo Tra i Big Patty Pravo, Giusy Ferreri, La Crus, Tricarico e Nathalie su IGN
  31. ^ Caserta: Anna Tatangelo rivela la collaborazione nel nuovo album con il grande artista Mario Biondi
  32. ^ Anna Tatangelo, recensione di Progetto B - FullSong.it - Magazine di musica
  33. ^ Lady Tatangelo dance in videoclip 'Sensi' - Spettacolo - ANSA.it
  34. ^ BALLANDO CON TE/ La finale: il vincitore è Kaspar Capparoni, ora in Le tre rose di Eva. Seconda Anna Tatangelo
  35. ^ http://www.ggdsrl.com/website/wp-content/uploads/2012/06/articolo_spagnolo.jpg
  36. ^ L'Arena.it - dalla home
  37. ^ Anna in Egitto, la Tatangelo si prepara al servizio fotografico | Woonko
  38. ^ Follow Me. Seguendo i vip nei posti dove hanno lasciato il cuore | Marcopolo.tv
  39. ^ Sanremo 2013: Anna Tatangelo promuove la formula
  40. ^ Tatangelo e D'Alessio, il backstage esclusivo di Questi siamo noi : http://www.vanityfair.it/people/italia/13/11/26/anna-tatangelo-gigi-d%27alessio-questi-siamo-noi-backstage-foto
  41. ^ Gigi D'Alessio e Anna Tatangelo: l'amore c'è | Haisentito (3)
  42. ^ E’ nato Andrea il figlio di D’Alessio e Tatangelo » GOSSIPpando | GOSSIPpando
  43. ^ Borse Fergi, Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo testimonial storici | Bags Stylosophy
  44. ^ ANNA TATANGELO - Testimonial - MONELLA VAGABONDA - VIDEO - Top Card Italia
  45. ^ Anna Tatangelo sfila per John Richmond - Pop - News - Virgilio Musica
  46. ^ Anna Tatangelo protagonista per John Richmond - Cheap & Chic
  47. ^ Anna Testimonial John Richmond EYEWEAR S/S 2011 | Anna Tatangelo
  48. ^ Catalogo Coconuda PE 2013 con Anna Tatangelo: tutte le foto
  49. ^ http://www.festivaldisanremo.com/2002.htm
  50. ^ ALBO D'ORO "PREMIO MIA MARTINI" 1995 - 2010 di PREMIO MIA MARTINI su Myspace
  51. ^ WIND MUSIC AWARDS 2011: MODA’ MATTATORI CON 4 RICONOSCIMENTI, PREMIATI ANCHE MARIA DE FILIPPI E I SUOI TALENTI | DavideMaggio.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vincitore del Festival di Sanremo (Categoria Giovani) Successore
Gazosa - Stai con me (Forever) Anna Tatangelo - Doppiamente fragili Dolcenera - Siamo tutti là fuori

Controllo di autorità VIAF: 69261200 LCCN: no/2011/65424