Gerry Scotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gerry Scotti

Gerry Scotti, pseudonimo di Virginio Scotti (Miradolo Terme, 7 agosto 1956[1]), è un conduttore televisivo, attore, disc jockey ed ex parlamentare italiano.

Viene considerato la figura simbolo di Mediaset e uno dei presentatori più popolari e più amati della televisione italiana. Tra i programmi di maggior successo da lui condotti vi sono Passaparola, Il Quizzone, La sai l'ultima?, Chi vuol essere milionario?, La corrida, Paperissima, Avanti un altro!, The Money Drop, Lo show dei record, Io canto (programma televisivo) e Italia's Got Talent, in cui vestiva il ruolo di giudice.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Virginio Scotti (successivamente conosciuto con lo pseudonimo di Gerry Scotti) nasce a Camporinaldo il 7 agosto 1956, prendendo il nome da un suo zio. Il padre Mario, milanese, è operaio: lavora alle rotative del Corriere della Sera; la madre, di Miradolo Terme, è una casalinga. Dopo pochi mesi dalla nascita del proprio figlio, la famiglia Scotti si trasferisce a Milano. Frequenta il liceo classico[2] e poi s'iscrive a giurisprudenza. Abbandona gli studi quando ormai è una stella della radio, ma successivamente dichiara di essere intenzionato a riprendere gli studi. Per ottenere la laurea gli mancano solo due esami e la tesi, ma col nuovo ordinamento sono aumentati a 20.

Nel 1991 si è sposato con Patrizia Grosso, dalla quale si è poi separato nel 2002 e ha infine divorziato nel 2009.[3] I due hanno avuto un figlio, Edoardo, nato il 10 marzo 1992; il 21 maggio 2009 manda una lettera al direttore del Corriere della Sera in cui manifesta la sua approvazione per l'apertura della Chiesa cattolica nei confronti dei divorziati auspicata dal cardinale Carlo Maria Martini.[4]

Attività radiofonica[modifica | modifica sorgente]

Radio Milano International[modifica | modifica sorgente]

Gerry (che inizialmente si fece chiamare "Gary") inizia la sua carriera radiofonica a Radio Hinterland Milano2 e a NovaRadio. A fine anni settanta passerà a Radio Milano International con le rubriche Il mercatino delle pulci, dove leggeva messaggi di persone che vendevano o cercavano cose usate, e poi Il puntaspilli, rubrica di annunci, per poi diventare una delle voci di punta della radio con il programma La mezz'ora del fagiano.

Radio DeeJay[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo estivo del 1982 Gerry approda a Radio Deejay dopo essere stato chiamato da Claudio Cecchetto. Prima dell'incontro con quest'ultimo Scotti aveva lavorato contemporaneamente per Radio Milano International e un'agenzia per la quale inventava testi e campagne pubblicitarie. Il responsabile di quest'agenzia gli aveva appena prenotato un biglietto aereo per gli Stati Uniti, dove si sarebbe dovuto recare per prendere parte a un corso di regia televisiva, ma arriva la telefonata di Cecchetto, che riesce a convincerlo a restare in Italia con una proposta interessante: diventare la prima voce di Radio Deejay.[5] In riguardo ha raccontato: "Avevo un ottimo stipendio, un sacco di benefit, persino il dentista pagato. Così, quando dissi a casa che volevo darmi allo spettacolo, per poco a mia mamma non prendeva un coccolone".[6]

Proprio grazie a Radio DeeJay non solo arriva al grande pubblico, ma sbarca anche in televisione con DeeJay Television. Lascerà questa radio solo nel 1988 per andare a RDS, dove rimarrà solo sei mesi.

Radio R101[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del 2006, dopo quasi vent'anni, torna in radio con Il quesito del fagiano, in onda su R 101 (che non è altro che la sua vecchia Radio Milano International), ed entra nel cda della Monradio srl (la società Arnoldo Mondadori Editore nata per la gestione dell’area radiofonica) dove viene nominato vicepresidente.[7] Nell'autunno 2006 è in onda con Sbanca 101, riproposizione del suo quiz Passaparola in radio. In inverno-primavera 2007 conduce Regalo di compleanno. Dal giugno 2007 è presidente della Monradio srl.[8]

Nell'autunno 2007 torna con Sbanca 101. Dal gennaio fino a giugno 2008 è in radio con Smile. Nel 2007 è premiato con la Radiogrolla, il Premio Saint Vincent per la Radio, per la categoria miglior voce maschile.[9] Dall'autunno 2008 a gennaio 2011 è in radio con un programma di musica in onda il sabato, e in replica la domenica, chiamato 101%. Nel gennaio 2012 rassegna le dimissioni da presidente per troppi impegni televisivi.[10]

Attività musicale[modifica | modifica sorgente]

Nella sua carriera, Gerry Scotti ha inciso anche alcuni dischi di successo, spesso sigle di sue trasmissioni televisive. I suoi cantanti preferiti sono David Bowie e Zucchero, di cui fa anche una simpatica imitazione e col quale ha duettato il 14 giugno 2008 cantando Per colpa di chi sul palco di San Siro[11]

  • Smile / Smile (strum.) (Ibiza Records - 1987).
    È il primo 45 giri di Scotti. Prodotto da Claudio Cecchetto, il brano era la sigla dell'omonima trasmissione da lui presentata. Giunse fino al primo posto in hit parade e tutti i proventi furono devoluti al Telefono azzurro.[12] Sulla copertina erano raffigurati Gerry e un bambino: Conor Clapton, figlio di Lory Del Santo e Eric Clapton, tragicamente scomparso nel 1991.
  • Aiè (oi iuai) / Let's show (Five Record - 1989).
    Sigle della trasmissione tv Candid Camera Show. Esiste una versione cantata del brano Let's show, pubblicata solamente nell'album Festivalbar 1989 (RCA - 1989).
  • Abbattiamoci le mani / Abbattiamoci le mani (strum.) (Five Records - 1990).
    Il brano era sigla della trasmissione tv Candid Camera Show.
  • Siamo rovinati! (Five Records - 1991).
    Album in condivisione con altri artisti, firmato Quelli di sabato al circo.
  • Luna Party con Cristina D'Avena (Five Records - 1991).
    Sigla della trasmissione tv omonima incisa nell'album Fivelandia 9.
  • Siamo tutti equilibristi con Cristina D'Avena (Five Records - 1991).
    Sigla della trasmissione tv Sabato al circo incisa nel 2007 nell'album Cristina D'Avena e i tuoi amici in tv 20.

Attività politica[modifica | modifica sorgente]

on. Virginio Scotti
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Virginio Scotti
Luogo nascita Camporinaldo (frazione di Miradolo Terme)
Data nascita 7 agosto 1956
Titolo di studio Diploma di liceo classico
Professione Conduttore televisivo
Partito Partito Socialista Italiano
Legislatura X
Gruppo Partito Socialista Italiano
Coalizione Pentapartito
Circoscrizione Lombardia 1
Collegio Milano
Incarichi parlamentari
  • Componente della IV Commissione (Difesa)
  • Componente della VII Commissione (Istruzione)
  • Componente della Commissione Parlamentare d'inchiesta sulla condizione giovanile
Pagina istituzionale

Alle elezioni politiche del 1987 fu candidato nel collegio di Milano alla Camera dei deputati nelle file del Partito Socialista Italiano, allora guidato da Bettino Craxi, e viene eletto deputato con più di 9 286 preferenze.[13] Anche a lui, oltre a Sandra Milo e ad altri personaggi dello spettacolo, si riferì Rino Formica quando accusò Craxi di aver infarcito l'Assemblea Nazionale (organo sostitutivo del Comitato Centrale) del PSI di nani e ballerine. Il suo mandato finì il 22 aprile 1992.[14]

Sui suoi manifesti elettorali compare con un garofano bianco che fa l'occhietto dicendo: Forse un garofano starebbe bene anche a voi.[15] Nel 1988 firmò la prefazione al libro Dove andiamo a ballare questa sera?: guida a 250 discoteche italiane del socialista Gianni De Michelis, allora vicepresidente del Consiglio dei ministri.

Scotti parla molto raramente della sua esperienza politica e quelle poche volte che lo fa non nasconde che per lui è stata un'esperienza negativa, non avendola potuta svolgere al meglio e non avendone ricavato stimoli; durante il suo mandato parlamentare, infatti, si fece notare soprattutto per le assenze.[13][16][17]

Ha però rivelato: "Mi affidarono le questioni giovanili e io presi la cosa talmente sul serio che cominciai a tempestare la Camera di proposte su proposte. Rimasero tutte inascoltate, lettera morta, e così mi dimisi e tornai alla tv".[18]

Attività televisiva[modifica | modifica sorgente]

Gerry Scotti conduce quiz, varietà e talent show, ma recita spesso anche in sit-com o film-tv. Ha sempre presentato su Mediaset, e l'azienda di Cologno Monzese lo considera un suo personaggio di punta e di spicco, richiamandolo spesso in occasione di crisi di ascolto o di insuccessi di trasmissioni. Mike Bongiorno, il re dei presentatori televisivi, lo considerava il suo erede.[19] Titolo confermato anche dalla gente: secondo la società di sondaggi SWG, per conto del settimanale Oggi, Gerry per il 58% dei telespettatori intervistati è l'erede televisivo di Mike.[20] Nel 2010 ha dichiarato di volersi ritirare dal mondo televisivo intorno ai 60 anni di età.[21]

Musica e varietà[modifica | modifica sorgente]

Durante i primi anni Gerry si specializza nella conduzione di programmi musicali, ma non solo. Esordisce nel 1983 su Italia 1, essendo dj di Radio DeeJay, con DeeJay Television, il primo programma televisivo che trasmette videoclip musicali, l'antesignano di MTV. Nel 1985 partecipa a Zodiaco e alla versione estiva di DeeJay Television, chiamata Video Match, mentre l'anno successivo partecipa al Festivalbar 1986 in qualità di cantante.

Nel 1987 conduce Candid Camera, in estate Deejay Beach e in autunno Smile, programma che condurrà fino al 1990. Dal 1988 e fino al 1991 presenta tre stagioni di Candid Camera Show, ottenendo un considerevole successo: la media degli ascolti supera i 4 milioni di ascoltatori. In estate torna al Festivalbar, che condurrà fino al 1992 per un totale di cinque edizioni, e presenta anche Azzurro dal 1989.[22]

Dal 1990 prende il posto di Raimondo Vianello ne Il gioco dei 9, che conduce fino al 1992, anno in cui il gioco è passato su Italia 1, per dare spazio al neonato TG5. Nel 1991 conduce con Cristina D'Avena Sabato al circo, con la partecipazione di Massimo Boldi.[23] Sempre in quell'anno, Scotti interpreta il ruolo di Porthos nel tv-musical I Tre Moschettieri. Il 1992 su Canale 5 è l'anno de La grande sfida, trasmissione del venerdì sera condotta con Natasha Stefanenko, e del poco fortunato programma del mezzogiorno Ore 12, molto criticato perché considerato clone dei programmi di Michele Guardì in onda su Rai 2.[24]

Il 1993 è l'anno di Campionissimo[25] su Italia 1 e in autunno della seconda edizione de La grande sfida con Valeria Marini e Nino Frassica, ma soprattutto dell'edizione 1993/1994 di Buona Domenica su Canale 5 insieme a Gabriella Carlucci. In estate conduce su Canale 5 tre speciali sulla moda: ModaMare, Donna sotto le stelle e Bellissima; sempre in estate ogni domenica conduce Il Quizzone. Sempre al fianco di Gabriella Carlucci condurrà l'edizione 1994/1995 di Buona Domenica.

Nel 1995 conduce su Canale 5 La sai l'ultima? con Paola Barale, la trasmissione musicale Super[26], versione aggiornata della fortunata trasmissione di Maurizio Seymandi Superclassifica Show, e in estate nuovamente Il Quizzone. Su Italia 1 conduce il programma, che tuttavia riscuote poco successo, Non dimenticate lo spazzolino da denti, insieme a una giovanissima Ambra Angiolini. Nell'autunno sempre del 1995 sbarca anche su Rete 4 all'ora di pranzo, dove conduce Adamo contro Eva, ma la trasmissione sarà chiusa dopo poco per insuccesso.[27]

Nel 1996 conduce Miss & Mister '96 e La sai l'ultima?; in estate ancora Il Quizzone e nel preserale di Canale 5 conduce il quiz Vinca il migliore. Nel 1997 conduce ancora Miss & Mister '97, La sai l'ultima? con Natalia Estrada e presenta in maggio Striscia la notizia con Franco Oppini. Nel 1998 presenta su Canale 5 Scopriamo le carte con Natalia Estrada e in estate Forza Papà con Mara Venier. Ha inoltre recitato tra il 1996 e il 1998 nella sit-com televisiva, Io e la mamma con Delia Scala. Inoltre sempre nel 1998 ha partecipato alla settima puntata della prima edizione di Ciao Darwin dove è stato a capo della categoria "Calvi".

Passaparola e Chi Vuol Essere Milionario?[modifica | modifica sorgente]

« È la tua risposta definitiva? L'accendiamo? »
(Gerry Scotti, Chi vuol essere milionario?)

Dal 1999 Gerry approda alla fascia preserale di Canale 5, dove inizia a condurre vari quiz. L'11 gennaio del 1999 infatti conduce su Canale 5 Passaparola, affiancato da Alessia Mancini e da altre ragazze chiamate Letterine. Il programma, che Scotti condurrà fino al 2006 (tranne un mese nella primavera del 1999 perché sostituito da Claudio Lippi) quando terminerà il suo ciclo, prende il posto dello sfortunato Superboll condotto da Fiorello[28] e ottiene un grande successo. In primavera insieme a Gene Gnocchi (coppia già rodata ad Il gioco dei 9) conduce Striscia la notizia. Proprio nella prima puntata di Striscia condotta dalla coppia Scotti-Gnocchi, Gerry sfonda il bancone di Striscia saltando come faceva abitualmente Ezio Greggio. Gerry ammetterà che il salto e la rottura del bancone erano previsti ed erano stati provati, ma lo sfondamento vero e proprio non era previsto.

Nel settembre 1999 riprende Passaparola sempre con successo. Viene anche trasmessa la sit-com Finalmente soli, spin-off di Io e la mamma; Gerry interpreta sempre Gigi Mantelli, ma stavolta si è sposato e fatto una famiglia; sua moglie è interpretata da Maria Amelia Monti. Nel gennaio 2000 presenta con Roberta Lanfranchi Provini - Tutti pazzi per la tv. In maggio sperimenta un nuovo quiz, un format della Endemol che mette in palio ben un miliardo di lire e che ha riscosso molto successo all'estero: Chi vuol essere miliardario? (che poi verrà intitolato Chi vuol essere milionario?). Il gioco ottiene un grandissimo successo.[29] Nel giugno 2000 presenta Un disco per l'estate.

Nell'autunno 2000, in settembre presenta Passaparola, in ottobre torna a condurre Chi vuol essere miliardario?, e in novembre però riprende Passaparola. In ottobre è in onda anche la seconda serie di Finalmente soli. Nel gennaio 2001 conduce ancora il Miliardario, ma la domenica e in prima serata[30] e Passaparola nel preserale. Conduce il Gran galà della pubblicità e la diciottesima edizione del Gran Premio Internazionale dello Spettacolo con Maria De Filippi.[31] In estate conduce la 37ª edizione de Un disco per l'estate.

Nell'autunno 2001 riprende Passaparola nel preserale e il Miliardario nel prime time della domenica. Nel 2002 tra inverno e primavera i due quiz si alternano e con l'avvento dell'euro Chi vuol essere miliardario? diventa Chi vuol essere milionario?, con il raddoppio del montepremi finale. Viene poi trasmessa la terza serie di Finalmente soli.

La Corrida e Paperissima[modifica | modifica sorgente]

Nel 2001 Marina Donato, moglie di Corrado, sceglie Gerry come nuovo conduttore de La Corrida (dilettanti alla sbaraglio), uno dei varietà più seguiti della storia della televisione, che condurrà dal 16 marzo 2002 per 11 puntate, sempre al fianco del maestro Roberto Pregadio, e otterrà altrettanto successo.[32]

Nell'autunno 2003 a settembre conduce due speciali in prima serata per la prima edizione della Fabbrica del sorriso, il primo con Michelle Hunziker e Claudio Bisio, il secondo con Alessia Marcuzzi. Riprende[33] poi Passaparola e sarà trasmessa la quarta serie di Finalmente soli. Da gennaio 2004 riprende Chi vuol essere milionario? e in aprile con Raffaella Carrà conduce la 21ª edizione del Gran Premio Internazionale dello Spettacolo. Nella primavera 2004 conduce con successo la sua terza edizione de La Corrida.[34]

Nell'autunno 2004 a settembre presenta lo show della seconda edizione de La Fabbrica del sorriso, conduce Chi vuol essere milionario? la domenica sera in prime time per otto puntate e Passaparola nel preserale. Tra dicembre 2004 e gennaio 2005 presenta insieme a Michelle Hunziker la nona edizione di Paperissima - Errori in tv.[35] Nel febbraio 2005 conduce il Gran galà della pubblicità.[36] Da gennaio riprende Chi vuol essere milionario? nel preserale e da metà marzo un'altra vincente[37] edizione de La Corrida. Il 14 aprile 2005 conduce una puntata di Striscia la notizia insieme a Mike Bongiorno (la puntata è vista da 7.832.000 ascoltatori).

Nell'autunno 2005 conduce di nuovo Passaparola che si presenta con una nuova formula in cui interagisce tutto il pubblico in studio. Il venerdì ha condotto con Michelle Hunziker Chi ha incastrato lo zio Gerry? (remake di Chi ha incastrato Peter Pan?) dove i protagonisti erano bambini che si esibivano in candid camera, si raccontavano, giocavano e conducevano interviste ai vip in studio e molte altre cose; ma la trasmissione non ha ottenuto un buon successo. Dalla trasmissione è stato tratto uno speciale natalizio Buon Natale con lo Zio Gerry. In dicembre è trasmesso il film-tv Il mio amico Babbo Natale in cui recita con Lino Banfi e la notte della vigilia di Natale conduce il Concerto di Natale in Vaticano. Ad inizio gennaio 2006 termina Passaparola e riprende a condurre Chi vuol essere milionario?, e poi un'altra edizione di successo[38] de La Corrida. Nell'estate 2006 Scotti afferma di voler un periodo di pausa televisiva, volendosi dedicare più alla fiction. (Ma in autunno Mediaset lo chiamerà per risolvere più di un problema).

Nell'autunno 2006 presenta Paperissima insieme a Michelle Hunziker; a dicembre è richiamato in anticipo a presidiare il preserale di Canale 5, a causa dei flop di Formula segreta e Fattore C, con Chi vuol essere milionario?[39], che condurrà fino ad aprile. Nelle tre settimane natalizie conduce Striscia la notizia insieme a Ezio Greggio e viene trasmesso il film-tv Il mio amico Babbo Natale 2 in cui recita al fianco di Lino Banfi.

Da gennaio 2007 condurrà Chi vuol essere Milionario? anche la domenica, dopo la soppressione di Conversando. Nella primavera 2007 riprenderà a condurre La Corrida, con la quale otterrà un successo strepitoso: la trasmissione chiude con la media di 33% di share.

Nell'autunno 2007 torna con Chi vuol essere milionario?, ritorno non previsto ma causato dall'insuccesso di 1 contro 100. In dicembre è trasmesso il film-tv Finalmente Natale con Maria Amelia Monti. Tra dicembre 2007 e gennaio 2008 sospende il Milionario e conduce una nuova edizione di Passaparola nell'access prime time della domenica. A metà gennaio 2008 riprende il Milionario e in primavera torna con La Corrida. Dopo l'insuccesso dell'edizione di Sanremo di Baudo-Chiambretti, il suo nome viene accostato più volte al Festival. Il 21 marzo è ospite di una puntata di Matrix dedicata a lui e chiamata Fenomeno Gerry[40] Ad aprile, al termine del Milionario, conduce un nuovo quiz targato Endemol 50 - 50 fino a fine maggio.

Dall'8 settembre 2008 riprende Chi vuol essere milionario? da lunedì alla domenica e conduce da metà ottobre Paperissima il venerdì, al fianco di Michelle Hunziker. Recita anche in due film-tv: martedì 28 ottobre con Finalmente a casa e martedì 25 novembre con Finalmente una favola, in onda sempre su Canale 5 con Maria Amelia Monti. Dal 15 dicembre esordisce con una nuova edizione riveduta e corretta del Milionario chiamata Chi vuol essere milionario - Edizione straordinaria, prolungato fino al 29 marzo 2009; dal 30 marzo riprenderà il Milionario tradizionale. Sempre nel 2009, dal 10 gennaio fino al 4 aprile, conduce La Corrida ma questa edizione, per Gerry l'ottava, non ha il successo di quelle precedenti. Al suo fianco però non ci sarà più il maestro Pregadio, ma il maestro Vince Tempera. Pregadio dirà di essere stato infastidito dall'idea di essere affiancato da un altro maestro, e motiverà così la scelta di andarsene; imputa questa idea alla produzione, togliendo Gerry da qualsiasi responsabilità. Partecipa come ospite speciale alla puntata del Grande Fratello 9 del 2 aprile 2009 e all'ultima puntata del Chiambretti Night[41] del 21 maggio.

La collaborazione con la Fascino PGT e attivita recenti[modifica | modifica sorgente]

Nell'agosto 2009 ha annunciato che non avrebbe proposto La Corrida nella stagione successiva e dal 31 dello stesso mese ha ripreso Chi vuol essere milionario?, in onda sette giorni su sette[42]. Nel dicembre del 2009 ha partecipato come giudice alla puntata zero di Italia's Got Talent, programma prodotto dalla Fascino PGT. Dal 14 dicembre 2009 per 28 puntate ha condotto, al posto del Milionario, un nuovo preserale La stangata[43]. Dal 9 gennaio 2010 conduce un nuovo programma: Io canto, con la regia di Roberto Cenci. Dopo il successo della puntata zero, dal 12 aprile è giudice della prima edizione di Italia's Got Talent, in onda nella primavera dello stesso anno[44].

Il 6 settembre 2010 inizia la stagione televisiva con la nuova edizione del Milionario, che conduce fino al 29 luglio 2011. Da martedì 14 settembre conduce la seconda edizione di Io canto, poi spostata il venerdì e in dicembre al sabato, ottenendo buoni ascolti ma non in grado di battere il concorrente in onda su Rai 1 I migliori anni condotto da Carlo Conti. Mercoledì 15 dicembre è tornato al timone di Paperissima, ancora al fianco di Michelle Hunziker.[45] Terminato il varietà di Antonio Ricci a febbraio, a marzo è tornato in prima serata su Canale 5, sostituendo Paola Perego alla conduzione della quarta edizione de Lo show dei record e durante l'ottava ed ultima puntata Gerry entra a far parte dei Guinness per aver condotto il maggior numero di puntate del quiz Chi vuol esser milionario? di tutto il mondo. Tra maggio e giugno del 2011 è giudice della seconda edizione de Italia's Got Talent.

Il 15 settembre 2011 riprende la stagione televisiva conducendo la terza edizione di Io canto il giovedì in prima serata. È ospite anche da Maria De Filippi durante la settima puntata del programma C'è posta per te. Dal 7 gennaio ritorna insieme alla De Filippi e Rudy Zerbi come giudice della terza edizione di Italia's Got Talent, per poi diventare giudice esterno (insieme a Zerbi) anche ad Amici di Maria De Filippi nella primavera 2012. Dal 12 dicembre 2011 al 6 maggio 2012 è tornato nella fascia del preserale con la prima edizione del nuovo gioco The Money Drop: nell'esordio della prima puntata di The Money Drop lo share è stato circa del 24% con più di cinque milioni di telespettatori.[46] Questa stagione inoltre è stata la prima dopo 11 anni che non ha visto Chi Vuol Essere Milionario? tra i programmi del palinsesto.

Dopo 7 mesi di assenza dallo schermo, il 17 novembre 2012, dopo una ospitata a C'è posta per te, riprende la stagione televisiva conducendo la prima edizione di The Winner Is, il nuovo talent-game prodotto dalla Fascino PGT, in prima serata su Canale 5, il sabato sera. Dal 12 gennaio 2013 torna come giudice insieme a Maria De Filippi e Rudy Zerbi nella quarta edizione di Italia's Got Talent, terminata il 17 marzo con rinnovato successo di pubblico e critica. Dall' 11 marzo 2013 al 1º giugno 2013 ha condotto la seconda edizione di The Money Drop nel preserale di Canale 5 e da venerdì 5 aprile conduce la tredicesima edizione di Paperissima (registrata nel dicembre 2012) in coppia con Michelle Hunziker.

Dall'8 settembre 2013 è tornato alla conduzione del programma Io canto, giunto alla quarta edizione, e dal 14 settembre 2013 alla giuria della quinta edizione di Italia's Got Talent insieme a Rudy Zerbi e a Maria de Filippi. Dal 10 al 12 ottobre 2013, torna alla conduzione di Striscia la Notizia (come sostituto di Michelle Hunziker) assieme a Virginia Raffaele.

Dal 25 marzo 2014 subentra a Paolo Bonolis nella conduzione di Avanti un altro!, sostituzione che è poi proseguita dal 31 marzo successivo fino al 6 giugno 2014. Il 17 maggio 2014 è il quarto giudice nella ottava puntata di Amici di Maria De Filippi. il 26 maggio dello stesso anno è ospite nella finale del Grande Fratello 13.

Nell'autunno 2014, tornerà alla conduzione de Lo Show dei Record (registrata nell'estate 2014) con la sesta edizione e sarà giudice insieme a Maria de Filippi, Rudy Zerbi al nuovo talent Tu si que Vales che sostituirà Italia's Got Talent.

Altre attività[modifica | modifica sorgente]

Da molti anni sponsor-man della Riso Scotti S.p.A. (situata a Pavia). Dal 2006 non è più un solo testimonial del prodotto, ma è anche diventato socio, con il 10% del capitale, della Riso Scotti Snack, società nata nel 2001 e controllata dalla casa madre per il 65%. Nel corso della carriera, per brevi periodi, lega la sua immagine di testimonial ai marchi Motta, Genialloyd, Rovagnati, Omnitel ed Edison.

E' un grande tifoso del Milan. [47]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Gerry Scotti ha recitato nei vari film-tv, sit-com e fiction, con alcune comparsate in film.[49]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Virginio Scotti sul sito del Parlamento italiano.
  2. ^ www.storiaradiotv.it
  3. ^ Gerry Scotti divorzia dalla moglie e si gode il nuovo amore - CronacaQui, 3 marzo 2009
  4. ^ Gerry Scotti: «Il mio divorzio come secondo peccato originale» - Corriere della sera, 21 maggio 2009.
  5. ^ www.storiaradiotv.it Radio Deejay
  6. ^ Gigi Vesigna, Sorprese VIP in Oggi, 5 giugno 2013, p. 74-80.
  7. ^ Mondadori: Gerry Scotti da febbraio vicepresidente di Monradio - Il Sole 24 Ore, 23 gennaio 2006
  8. ^ Gerry Scotti presidente di Radio 101 - TvBlog, 18 giugno 2007
  9. ^ www.millecanali.it I premiati alla 'Radiogrolle' di Saint Vincent
  10. ^ GERRY SCOTTI LASCIA R101. E GIÀ SI PARLA DI UN RITORNO A DEEJAY
  11. ^ Zucchero a San Siro (e nessuno sta seduto) - Corriere della sera, 15 giugno 2008, pag. 41.
  12. ^ Il dottor Gerry- Famiglia Cristiana - 18 gennaio 2009, pag. 68-71.
  13. ^ a b Gerry, onorevole a mezzo servizio - la Repubblica, 21 settembre 1990, p. 31
  14. ^ Dati personali e incarichi nella X Legislatura
  15. ^ Giampaolo Pansa, I cari estinti, Rizzoli, Milano, 2010, pag. 441
  16. ^ DC il deputato superstakanovista - Corriere della Sera, 22 marzo 1992, p. 6
  17. ^ Viste le numerose assenze in parlamento, ha annunciato che quando comincerà a ricevere la pensione da parlamentare (cioè dal compimento dei 65 anni di età), la devolverà alle famiglie dei membri delle forze dell'ordine morti in servizio.Gerry Scotti: «Devolverò la mia pensione da ex parlamentare alle famiglie dei caduti»
  18. ^ Gigi Vesigna, Sorprese VIP in Oggi, 5 giugno 2013, p. 74-80.
  19. ^ Mike Bongiorno: il mio erede è Gerry Scotti - Corriere della sera, 10 maggio 2003, pag. 37.
  20. ^ L'erede di Mike Bongiorno? Gerry Scotti! - www.mondotvblog.com, 16 settembre 2009
  21. ^ Gerry Scotti:"Tra sei anni lascio la tv". URL consultato il 17 novembre 2012.
  22. ^ 'AZZURRO' ALLA TV IN QUASI - DIRETTA - la Repubblica, 16 maggio 1989, pag. 31
  23. ^ Allegre serate sotto il tendone - Sorrisi e Canzoni TV, n.42 1991, pag.44-47
  24. ^ Sodano, direttore di Rai2, accusa <Quel ladro di Canale 5 ha rubato I fatti vostri> Pronta la replica di Gori: <Ore 12 non è un furto. I veri ladri siete voi> - La Stampa, 17 settembre 1992, pag. 19
  25. ^ ANTENNA Oggi Campionissimo Leccisi Sipra Crociere Bbc - La Stampa, 5 luglio 1993, pag. 19
  26. ^ Nuova hit parade, Scotti sfratta Seymandi - Corriere della sera, 26 marzo 1995, pag. 228
  27. ^ UN FIASCO PER SCOTTI - la Repubblica, 31 ottobre 1995, pag. 45
  28. ^ Gerry Scotti rilancia la tv del "massaggio" - Corriere della sera, 13 gennaio 1999, pag. 36.
  29. ^ Gerry Scotti, un quiz record laRepubblica, 09 giugno 2000, pag. 58
  30. ^ Gerry Scotti miliardario conquista la prima serata - la Repubblica, 07 gennaio 2001, pag. 49
  31. ^ Scotti De Filippi ai Telegatti - laRepubblica, 03 maggio 2001, pag. 69
  32. ^ Torna la Corrida, con Gerry Scotti - la Repubblica, 7 dicembre 2001, p. 50
  33. ^ Gerry Scotti e le sue Letterine tornano in tv con Passaparola - la Repubblica, 29 settembre 2003, pag. 61
  34. ^ Gerry Scotti batte la Carrà - laRepubblica, 23 febbraio 2004, pag. 36
  35. ^ Che risate da urlo - Sorrisi e Canzoni TV, n. 50 2004, pag. 45-47
  36. ^ Scotti con Sorvino e Herzigova per i premi della pubblicità - la Repubblica 04 febbraio 2004 pag. 57.
  37. ^ Gerry Scotti batte ancora Amendola In 7 milioni davanti alla «Corrida» - Corriere della sera, 17 febbraio 203, pag. 29
  38. ^ La corrida di Scotti batte il nuovo show di Pippo Baudo - la Repubblica, 11 aprile 2005, pag. 37
  39. ^ La missione di Gerry Scotti Pronto a conquistare il preserale - la Repubblica, 20 dicembre 2006 pag. 62
  40. ^ www.matrix.mediaset.it
  41. ^ Chiambretti Night da VideoMediaset
  42. ^ Gerry Scotti: per ora dico basta «Corrida» - Corriere della Sera, 2 agosto 2009
  43. ^ Dal 14 dicembre su Canale 5 arriva il nuovo preserale La Stangata con Gerry Scotti - tvblog, 27 novembre 2009
  44. ^ Aldo Grasso, Talenti all'italiana (come alla Corrida) in Corriere della Sera, 14 aprile 2010, p. 71. URL consultato il 19-04-2010.
  45. ^ Kataweb Televisione - Gerry Scotti: “Io sovraesposto, ho messo dei paletti legali” 14 dicembre 2010
  46. ^ Ascolti tv - dati auditel del 12 dicembre 2011 | DavideMaggio.it
  47. ^ Gerry Scotti, il Milan e gli scudetti interisti... di cartone
  48. ^ SU CANALE 5 MODA E CANZONI PER BENEFICIENZA
  49. ^ Internet Movie Database
  50. ^ Natale a casa Deejay - Radio Deejay
  51. ^ I premi San Siro a Gerry Scotti e Daniela Bonanni - Corriere della Sera, 10 dicembre 2006, pag. 12
  52. ^ Domani "Alassino d'oro" a Gerry Scotti e Luisella Berrino - Primocanale.it, 6 dicembre 2008
  53. ^ TvBlog Awards, Scotti: Quando l’Auditel non è tutto - il Velino, 11 febbraio 2009
  54. ^ TvBlog Awards 2009 - Tutti i vincitori - Trionfano Che tempo che fa e Amici di Maria De Filippi - TvBlog, 11 febbraio 2009
  55. ^ www.tgcom.it "Scotti miglior presentatore tv"

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Conduttore de Lo show dei record Successore
Paola Perego (terza edizione nel 2010) quarta edizione nel 2011 Teo Mammucari (quinta edizione nel 2012)