Elio (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elio
Elio e Cesareo (sullo sfondo) durante il Tour Emozioni fortissime (14 luglio 2007, Cesenatico)
Elio e Cesareo (sullo sfondo) durante il Tour Emozioni fortissime (14 luglio 2007, Cesenatico)
Nazionalità Italia Italia
Genere Rock demenziale
Rock progressivo
Pop rock
Periodo di attività 1979 – in attività
Strumento voce, flauto traverso, chitarra
Gruppo attuale Elio e le Storie Tese
Album pubblicati 26
Studio 9
Live 12
Raccolte 5

Elio, nome d'arte di Stefano Belisari (Milano, 30 luglio 1961), è un cantautore, compositore e polistrumentista italiano, leader del gruppo Elio e le Storie Tese, da lui fondato nel 1979, all'età di 18 anni, insieme al batterista Pier Luigi Zuffellato.

È voce solista del gruppo, ma si esibisce suonando anche la chitarra ed il flauto traverso, strumento in cui si è diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Alcune volte ha suonato anche il basso elettrico. Negli ultimi anni è stato interprete di partiture scritte per lui da compositori di provenienza classica, come Luca Lombardi o Nicola Campogrande. È giudice di X Factor dalla quarta alla settima edizione.

Il vero nome di Elio è stato per anni tenuto nascosto. In occasione di concerti o interviste, Elio spesso si prendeva gioco dei propri interlocutori "rivelando" di chiamarsi con nomi inventati al momento, come "Roberto Moroni" o "Roberto Gustavivi".

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli alias degli Elii

Ogni componente degli Elio e le Storie Tese nel corso degli anni ha adottato, in maniera più o meno estemporanea, numerosi alias. Curiosamente, tra i membri del gruppo, è proprio il cantante Elio quello che più raramente ha abbandonato il soprannome "ufficiale". Altri alias sono stati Steve (quando, nel periodo successivo al Festival di Sanremo 1996, tutta la band utilizzò appellativi anglofoni), Roberto Moroni, Roberto Gustavivi, Julio Hammurabi.

Di origini marchigiane (i genitori sono originari di Cossignano, in provincia di Ascoli Piceno), si diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e, successivamente, riprende a studiare tanto che nel 2002 si laurea in ingegneria elettronica al Politecnico di Milano. Sposato, dall'11 novembre 2009 è padre di due gemelli, Dante ed Ulisse.

Artista eclettico conta, tra l'altro, partecipazioni a opere teatrali (L'opera da tre soldi di Bertolt Brecht, Storia di Amore e di Anarchia, musical di Lina Wertmüller) ed ha all'attivo numerose collaborazioni a dischi di musica leggera, tra cui quella con Giorgio Conte, con cui ha cantato Modulazione di frequenza nell'album del cantautore astigiano del 1993 Giorgio Conte.

Insieme a Faso, Rocco Tanica, Cesareo, Mangoni e Linus conduce la trasmissione radiofonica di Radio Deejay Cordialmente, in onda dal 1993. Ha composto quasi tutte le sigle di Mai dire Gol partecipandovi diverse volte come ospite nei vari anni. Nel 2001 è stato ospite fisso della trasmissione con tutto il gruppo che, per l'occasione, ha preso il nome di "Tripudio Intestinale".

Verso la fine degli anni novanta ha doppiato il personaggio di Butt-head del cartone animato Beavis and Butt-Head in onda su MTV insieme a Nicola Fasani (che ha doppiato invece Beavis), dalla quarta serie fino alla settima. Ha collaborato alla stesura del doppiaggio del film "Austin Powers: La spia che ci provava". La "carriera" di doppiatore è proseguita grazie al film d'animazione Terkel in Trouble (Danimarca 2004; uscito nelle sale italiane nel 2006). Ha prestato la voce anche a Pino il Pinguino, mascotte della pubblicità della Vodafone dal 2013.

Nel 2002 pubblica, in veste di pianista e chitarrista, il singolo C'è solo l'Inter, cantato da Graziano Romani, nuovo inno della squadra calcistica di cui è tifoso. Nel 2004 ha pubblicato il libro Fiabe centimetropolitane e, con Faso, Rocco Tanica, Cesareo e Chiara Rapaccini, Animali spiaccicati. Nel 2006 esce Vite bruciacchiate, l'eterobiografia degli Elio e le Storie Tese scritta dagli stessi e da vari amici e collaboratori.

In quegli anni è anche commentatore delle partite di baseball della MLB (al fianco di Faso) per SKY Sport.[1] Ha giocato per anni nella squadra di baseball dell’Ares Milano Baseball, militante in serie B, nel girone A, squadra della quale Faso è presidente.[1]

Nel 2003 è ospite del disco "X" degli Ossi Duri, band piemontese esperta nel repertorio di Frank Zappa, con i quali registra la cover "City of tiny lites" e l'inedito "Balletto". Nel corso degli anni, Elio e gli Ossi Duri realizzano diversi live assieme, uno dei quali è stato registrato nel disco "Gnam Gnam", uscito nel 2004. Ha collaborato con Maurizio Crozza nella trasmissione Crozza Italia su LA7 (2006). Nel marzo 2007 esce Tre colori, il nuovo album del rocker Graziano Romani, in cui Elio duetta assieme a Romani nel brano dal titolo Giorni sporchi. Ha partecipato alla realizzazione del brano Invisibile traccia nell'album Stonata della cantante Giorgia, suonando il flauto traverso.

Nel 2009 Elio ha iniziato a recitare nella serie TV Drammi medicali, online su Flop Tv. In tale occasione Elio, che non ama farsi chiamare con il suo nome di battesimo, si è inventato un soprannome fittizio, ovvero Julio Hammurabi, da dare all'attore che ha interpretato il suo personaggio e cioè il Dottor Ovidio Giolsot. Nei titoli coda infatti né Stefano Belisari né Elio e le Storie Tese compaiono come membri del cast, bensì è ben impresso il nome di Julio Hammurabi, alterego del personaggio, cantante, attore, comico.[2][3]

Il 24 marzo 2009 al MAXXI di Roma, Elio si è presentato per ritirare il Premio alla Carriera della XV Quadriennale d'Arte di Roma destinato a Maurizio Cattelan, sostenendo di essere Cattelan.[4][5] Durante la conferenza Elio Cattelan ha ricevuto il premio e interloquito amabilmente con Francesco Prosperetti, Anna Mattirolo, Gino Agnese, Stefano Chiodi, Andrea Cortellessa, Cornelia Lauf e risposto alle domande del pubblico presente, firmando anche autografi con il nome "Maurizio Cattelan".[6] Nell'estate del 2010 Elio è stato scelto per far parte per la prima volta della giuria del famoso talent show di Rai 2 X Factor insieme a Mara Maionchi, Enrico Ruggeri ed Anna Tatangelo.[7] Come giudice Elio ha avuto una grande popolarità e ha portato alla puntata finale del programma, del 23 novembre 2010, due dei tre cantanti della sua squadra, ossia Nevruz Joku, classificatosi terzo, e Nathalie, vincitrice del programma.[8] È giudice anche nella quinta e sesta edizione dello show in onda su Sky Uno, condotto da Alessandro Cattelan insieme ad Arisa, Morgan e Simona Ventura, e nella settima assieme a Mika, Morgan e Simona Ventura.

Nel maggio 2011 è uscito il film Paul, dove Elio doppia l'omonimo alieno protagonista del film.[9][10] Nel 2011 Elio collabora con Nokia e realizza per l'Ovi Store l'add on "Elio ti guida", software aggiuntivo destinato ai navigatori satellitari inclusi nei terminali. Nello stesso anno esce un videoclip dove canta Muppettissimo Show, una canzone per il nuovo film I Muppet. Sempre nel 2011 è ospite fisso dello show The Show Must Go Off condotto da Serena Dandini su La7. Nel 2013 Elio partecipa al Festival di Sanremo, classificandosi al secondo posto. Interviene nell'album di Max Pezzali di nome Max 20 cantando Nord sud ovest est. Dall'ottobre 2014 interpreta Gomez nel musical "La Famiglia Addams" insieme a Geppi Cucciari, Giulia Odetto e Pierpaolo Lopatriello.

Elio (a destra) insieme a Patrick Trentini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Elio e Faso showmen al Dopofestival e “messaggeri” del baseball. URL consultato il 30 marzo 2011.
  2. ^ Drammi medical su floptv, FlopTV.it. URL consultato il 18 marzo 2011.
  3. ^ Maccio Capatonda e Elio protagonisti su Flop.tv: la web tv di Fox dedicata alla comicità, TvBlog.it. URL consultato il 18 marzo 2011.
  4. ^ Maurizio Cattelan conquista la XV Quadriennale d'arte di Roma. «Libero»/«adnkronos». 24 marzo 2009. (Consultato su «liberonews.it» il 4 aprile 2009).
  5. ^ Premio a Cattelan, ma si presenta Elio «Il Tempo», 25 marzo 2009. (Consultato su «iltempo.ilsole24ore.com» il 4 aprile 2009).
  6. ^ Documento video (swf) del 24 marzo 2000. MAXXI, Roma.
  7. ^ La giuria di X-Factor nuovo format Maionchi, Tatangelo, Elio, Ruggeri in La Stampa, 29 giugno 2010.
  8. ^ X FACTOR 4/ Vincitore è Nathalie, con Elio. Riassunto finale 23 novembre 2010: secondo Davide. I Take That accendono X Factor. Nevruz terzo, IlSussidiario.net. URL consultato il 18 marzo 2011.
  9. ^ Elio: «Il vero alieno sono io», Corriere della Sera. URL consultato il 24 agosto 2011.
  10. ^ Elio è Paul!, Elioelestorietese.it. URL consultato il 24 agosto 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]