Luca Lombardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luca Lombardi (Roma, 24 dicembre 1945) è un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Compie i suoi primi studi musicali tra Roma, Firenze, Vienna, Colonia, Utrecht e Berlino. In particolare ha studiato Composizione con Armando Renzi a Roma, Roberto Lupi a Firenze, con Boris Porena a Pesaro, con Karl Schiske a Vienna e Bernd Alois Zimmermann e Vinko Globokar a Colonia. A Utrecht e a Colonia ha studiato musica elettronica, dove ha anche frequentato i Kölner Kurse für Neue Musik di Karlheinz Stockhausen. Nel 1973 a Berlino è stato allievo (Meisterschüler) di Paul Dessau. Nel 1975 si è laureato a Roma con una tesi sulla musica di Hanns Eisler. Ha insegnato Composizione presso il Conservatorio di Pesaro dal 1973 al 1978 e, successivamente, fino al 1993, al Conservatorio di Milano[1].

Lombardi è autore di numerose composizioni; ha scritto diversi saggi musicologici su Eisler, Petrassi, Dessau; ha tenuto conferenze e seminari in Europa, Giappone, Stati Uniti e America Latina.

Grazie ai suoi studi giovanili alla scuola tedesca di Roma è divenuto un intermediario culturale e ha vissuto per lunghi periodi in Germania come ospite di istituzioni tedesche (Berlin Wissenschaftskolleg, Künstlerhof Schreyahn, Hanse Wissenschaftskolleg Delmenhorst).

Ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti tra i quali, nel 2006, il Premio Goffredo Petrassi.

Lo stile compositivo di Luca Lombardi ha attraversato varie fasi. Inizialmente ispirato alle avanguardie musicali, le ha superate dopo l'incontro fondamentale con Paul Dessau a Berlino nel 1973, che era il compositore di Bertolt Brecht. Negli anni settanta ha maturato dunque l'idea della funzione sociale della musica, attraverso il concetto di "efficacia sociale" della composizione musicale che, con l'uso di un linguaggio contemporaneo semplificato e "didascalico", si propone di incidere politicamente nella società. Negli ultimi anni settanta e a partire dagli anni ottanta il suo linguaggio si evolve in senso critico nei confronti della possibilità della musica di incidere nel sociale, orientandosi verso un maggiore soggettivismo esistenziale.

Nel settembre 2012 è stato eletto membro della Bayerische Akademie der schönen Künste (Accademia Bavarese di Belle Arti)[2].

Luca Lombardi vive sul Lago Albano, nei pressi di Roma.

Opere[modifica | modifica sorgente]

La produzione musicale Lombardi è vasta (oltre 150 composizioni) ed è stata pubblicata da diversi editori musicali, tra i quali Moeck, Schirmer, Suvini Zerboni, Ricordi e RAI Trade). La maggior parte delle sue composizioni gli sono state commissionate da importanti istituzioni, fra cui l'IRCAM di Parigi, la WDR di Colonia, il Saarländischer Rundfunk di Saarbrücken, la Radio DDR di Berlino, la RAI di Roma, la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana di Lugano, la RSO di Berlino, la Musikbiennale di Berlino, il Kölnmusik di Colonia, il Frankfurter Feste di Francoforte sul Meno, il Wiener Festwochen di Vienna, il Rikskonserter di Stoccolma, il Teatro dell'Opera di Basilea, il Teatro dell'Opera di Lipsia, il Teatro dell'Opera di Norimberga.

Tra le sue composizioni le più significative sono:

  • Non requiescat (in memoria di Hanns Eisler) per orchestra da camera (1973)
  • Gespräch über Bäume per 9 esecutori (1976)
  • Variazioni per orchestra (1977)
  • E subito riprende il viaggio per 5 voci, su poesie di Ungaretti (1979)
  • Majakovskij per basso, coro e 7 strumenti (1979-80)
  • Ophelia-Fragmente per voce e pianoforte (1982)
  • Sysiphos I-II-III per orchestra da camera (1984-89)
  • Nel tuo porto quiete (un requiem italiano) (1985)
  • Faust. Un travestimento, opera su testi di Edoardo Sanguineti (1986-90);
  • III Sinfonia con soli e coro (1993)
  • Concerto per viola (1995)
  • Yedid Nefesh per voce e 7 strumenti, su testi ebraici (1996)
  • Dmitri oder der Künstler und die Macht, opera su libretto di H. K. Jungheinrich (2000)
  • Prospero, opera su libretto suo e di F.C. Delius da La tempesta di Shakespeare (2005)
  • Warum?, secondo Quartetto per archi (2006)
  • Un Valzer per Roberto e Alessandra, con un pizzico di Tango e una fugace apparizione di Dmitri Sostakovic (2006)
  • Capricornus versus Leonem, per fagotto, viola, violoncello e contrabbasso (2008)
  • Terra, per grande orchestra (2007)
  • Bremer Trio, per violino, violoncello e pianoforte (2007)
  • Memoria, per voce recitante e 4 strumenti (2008)
  • Il re nudo, divertimento in due atti (2008)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda Compositore Rai Trade.
  2. ^ http://www.badsk.de/text/2012/NeueMitglieder-2012.pdf

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66584245 LCCN: n80139145 SBN: IT\ICCU\CFIV\007145