Fabrizio Moro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabrizio Moro
Fotografia di Fabrizio Moro
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop[1]
Pop rock[1]
Rock progressivo
Periodo di attività 2000 – In attività
Etichetta La Fattoria Del Moro Publishing
Album pubblicati 8
Studio 7
Live 1
Sito web

Fabrizio Moro, pseudonimo di Fabrizio Mobrici (Roma, 9 aprile 1975), è un cantautore e chitarrista italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Roma nel quartiere periferico di San Basilio, da genitori di Vibo Valentia, studia all'Istituto per la cinematografia e la televisione Roberto Rossellini, successivamente si trasferisce con tutta la famiglia a Guidonia Montecelio nel quartiere di Setteville di Guidonia, comune in provincia di Roma. Moro impara a suonare la chitarra da autodidatta e a 15 anni scrive la sua prima canzone. La musica gli permette di vivere in pieno la dimensione della borgata che, per lui, rappresenta una forza piuttosto che un impedimento, tanto che proprio l'esperienza della "periferia urbana" fornisce l'ispirazione ai testi delle sue canzoni, dense di personaggi di quella realtà.

Le sue canzoni sono una serie di fotografie, di immagini in sequenza di disagi quotidiani, di vicende soprattutto autobiografiche, per raccontare a suo modo nient'altro che la vita. Per anni si esibisce live con numerose giovani band in locali e pub, presentando un repertorio rock-pop insieme a brani dei Doors, Guns'n'Roses e U2.

Nel 1996 pubblica il suo primo singolo Per tutta un'altra destinazione.

Il primo album, Fabrizio Moro, viene pubblicato nel 2000, anno in cui concorre per la prima volta al Festival di Sanremo nella categoria Giovani piazzandosi al 13º posto con la canzone Un giorno senza fine, prodotta artisticamente da Massimo Luca.

Nel 2004, insieme ad altri esponenti della canzone italiana, partecipa alla compilation Italianos para siempre con i brani Situaciones de la vida e Linda como eres, la compilation era destinata per il mercato sudamericano. Sempre nello stesso anno esce il singolo Eppure pretendevi di essere chiamata amore, una "power ballad", dagli arrangiamenti essenziali ma incisivi, "costruito" sulla ritmica di basso, batteria e chitarre. Il videoclip del singolo è stato anche in concorso al Fandango Festival 2004[2].

Nel 2005 esce il singolo Ci vuole un business, brano utilizzato anche dalla Croce Rossa Italiana per le proprie campagne sociali e che viene inserito nel secondo album Ognuno ha quel che si merita, pubblicato nello stesso anno[2].

Il successo[modifica | modifica sorgente]

Pensa e la vittoria del Festival di Sanremo (2007)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 partecipa alla 57ª edizione del Festival di Sanremo con il brano Pensa, dedicato alle vittime della mafia, riuscendo a vincere la competizione nella categoria Giovani ed aggiudicandosi anche il Premio Mia Martini della Critica. Moro ha sempre rifiutato l'etichetta di "cantautore impegnato" che i giornalisti gli stavano attribuendo dopo questa canzone, per la quale viene girato un videoclip diretto da Marco Risi, che vede la partecipazione di Rita Borsellino e di molti attori del film Mery per sempre, diretto dallo stesso Risi nel 1989, il quale video lo porta alla vittoria del Premio Roma Videoclip 2007.

Sempre nel 2007 gli viene assegnato il Premio Lunezia per il valore Musical-Letterario dell'album Pensa. Inoltre riceve i premi Radio & Stampa e Sorrisi e Canzoni Tv. Il 1º marzo 2007, in concomitanza con il Festival, è uscito il terzo album, intitolato appunto Pensa, il quale raggiunge l'ambito traguardo del Disco d'oro.

Il 18 maggio 2007 esce Fammi sentire la voce, il nuovo singolo dell'album sanremese con il quale nell'estate si esibisce nelle due tappe di Milano e Catania del Festivalbar 2007. A Catania canta anche il brano sanremese.

Nello stesso anno si esibisce anche sul palco dell'Heineken Jammin' Festival e partecipa al TRL - Total Request Live on tour 2007.

Successivamente esce il singolo Parole rumori e giorni, il cui video lo riporta alla vittoria del Premio Roma Videoclip 2007. Sempre nell'estate del 2007 Fabrizio Moro presenta dal vivo il nuovo album in alcuni eventi estivi, tra i quali il più importante è la partecipazione, come supporter, al tour di Vasco Rossi.

Nello stesso anno si esibisce con Claudio Baglioni al festival lampedusano di O' Scià.

Domani e il terzo posto al Festival di Sanremo (2008)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008 partecipa alla 58ª edizione del Festival di Sanremo con la canzone Eppure mi hai cambiato la vita, classificandosi al 3º posto nella sezione Campioni[3]. In una delle tre serate si è esibito con il leader degli Stadio, Gaetano Curreri, per reinterpretare il pezzo in gara.

Il video del brano sanremese vince anch'esso il Premio Roma Videoclip 2008. Il 29 febbraio 2008, in concomitanza con il Festival, esce il quarto album, intitolato Domani, diventando anch'esso Disco d'oro. Altro singolo estratto dall'album Domani è Libero, canzone utilizzata anche come colonna sonora della prima serie del telefilm di canale 5 I liceali.

Il 4 luglio 2008 Fabrizio Moro fa il suo esordio in un concerto live nella cornice del Rock in Roma, registrando un grande successo di pubblico con oltre 8.500 spettatori. In questo anno partecipa nuovamente al TRL - Total Request Live on tour 2008 e per la prima volta al Radionorba Battiti Live. Partecipando anche al Venice Music Awards vince la categoria Rivelazione Sanremo 2007/2008.

Barabba (2009)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2009 al Festival di Sanremo si esibisce nella serata dei duetti, come ospite insieme a Fausto Leali, interpretando la canzone Una piccola parte di te.

Sempre nello stesso anno Fabrizio collabora nuovamente con Gaetano Curreri alla lavorazione del nuovo album degli Stadio, scrivendo e cantando per loro la canzone Resta come sei.

Il 22 maggio 2009 esce il nuovo singolo Il senso di ogni cosa che va ad anticipare il suo primo EP intitolato Barabba in uscita il 5 giugno 2009.[4]. Con il nuovo singolo concorre anche al Coca Cola Live @ MTV - The Summer Song.

Il secondo singolo da estrarre sarebbe stato appunto Barabba, brano che racconta degli scandali politici e che viene censurato e quindi rifiutato di essere trasmesso dalle radio[5].

L'evento più importante, però, è datato 17 agosto 2009: è la nascita del suo primo figlio, per il quale sceglie un nome di buon auspicio come Libero. La paternità rende più esaltante l'intensa attività live che anima la sua estate 2009, trascorsa in tour da giugno a settembre, in cui ha nuovamente partecipato al Radionorba Battiti Live. Il tour si chiude ufficialmente a Roma il 3 dicembre con il concerto live a "Stazione Birra"[6].

Moro inoltre partecipa insieme alla Nazionale italiana cantanti a interpretare La canzone del sole, La forza della vita e Si può dare di più, brani utilizzati in operazioni benefiche.

Ancora Barabba e il Festival di Sanremo (2010)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010 partecipa alla 60ª edizione del Festival di Sanremo con il brano Non è una canzone, nella categoria Artisti. La canzone viene esclusa dal festival alla quarta serata dopo l'esibizione con Jarabe De Palo e DJ Jad, assieme a quella di Enrico Ruggeri.

Il 19 febbraio 2010, in concomitanza con il Festival, è uscito il sesto album, intitolato Ancora Barabba. L'album va a completare il primo EP uscito a giugno del 2009 (infatti nel disco, oltre a sette inediti, due tracce Live registrate durante il concerto di chiusura del tour 2009 e una traccia il cui testo è scritto da Roberto Roversi e la musica a cura di Gaetano Curreri, sono presenti anche le tracce dell'album Barabba).

Nell'estate del 2010 esce il secondo singolo Non gradisco, inoltre il cantautore è stato impegnato in un Tour che lo ha portato in giro per le piazze italiane e che si è concluso il 19 novembre con il concerto all'Atlantico di Roma, in cui viene registrato anche il suo primo DVD Live

Il 4 dicembre 2010 il cantautore romano riceve a Foggia il premio Solidarietà e Impegno Civile 2010 per l'impegno in diverse campagne sociali.[7]

Atlantico Live e l'esperienza televisiva in Sbarre (2011)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2011 Fabrizio Moro abbandona la Warner Music e fonda la sua etichetta discografica indipendente La Fattoria del Moro Publishing.

Il 23 settembre 2011, esce il nuovo singolo Respiro che anticiperà l'uscita del nuovo album Atlantico Live, il singolo sarà anche la sigla di apertura di Sbarre, dal 28 settembre su Rai Due in seconda serata, che vede come narratore d'eccezione proprio Fabrizio Moro.

Il 4 novembre 2011 esce in rotazione radiofonica Fermi con le mani il secondo inedito tratto dal DVD e doppio cd Atlantico Live, il brano dedicato alla vicenda di Stefano Cucchi (la canzone è anche la sigla finale del documentario 148 Stefano mostri dell'inerzia).

Il documentario ha partecipato al Festival Internazionale del Film di Roma come concorso esterno, nella stessa serata della presentazione Moro ha eseguito una versione della canzone solo chitarra dopo la visione del documentario. L'8 novembre 2011 esce la sua prima raccolta live intitolata Atlantico Live. La raccolta composta da 3 cd contiene un DVD del live registrato all'Atlantico di Roma l'anno precedente e due cd contenenti le tracce live del concerto e i due nuovi inediti che hanno trainato come singoli l'album.

L'esperienza da autore (2012)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2012 Fabrizio Moro partecipa come autore al 62º Festival di Sanremo; scrive per Noemi il brano Sono solo parole con cui la cantante romana si piazza al terzo posto[8].

Il 24 agosto 2012 esce in rotazione radiofonica Se non è amore altro singolo scritto dal cantautore per Noemi, che va ad anticipare la prima raccolta live della cantante, nel quale è presente l'altro inedito Buongiorno alla vita, scritto sempre da Moro[9].

Il 12 ottobre 2012 esce in radio I nostri anni il nuovo singolo degli [Stadio, il quale Fabrizio ha composto e cantato con la band emiliana[10]. Il 24 novembre 2012 Fabrizio insieme ad altri ospiti prende parte a Roma al "Friendly Gala Stadio", l'evento concerto degli Stadio per festeggiare i loro trenta anni di carriera.

L'inizio (2013-2014)[modifica | modifica sorgente]

Nel 2013 Fabrizio Moro collabora con uno tra i più famosi gruppi indie-rock del panorama musicale italiano, Il Parto delle Nuvole Pesanti, scrivendo e cantando con loro il brano Crotone, in uscita come singolo il 6 marzo 2013, nel quale partecipa anche al videoclip.

Il 21 marzo 2013 gira su internet un suo inedito intitolato L'Inizio, il quale farà parte del prossimo album di inediti in uscita il 30 aprile.

Il 1º aprile 2013, esce il nuovo album dei Kutso, un'altra band indie-rock, nel quale Fabrizio partecipa assieme a Pier Cortese, Pierluigi Ferrantini (Velvet) e Adriano Bono (ex dei Radici nel Cemento), alla versione Aiutatemi - Kutso & friends version della band contenuta nell'album.

Nel 2013 partecipa come autore all'album Schiena di Emma, con il brano intitolato La mia felicità.

Il 19 aprile 2013 esce il primo singolo ufficiale intitolato Sono come sono estratto dall'album L'inizio, la cui uscita è prevista per fine aprile, del quale è presente anche un videoclip.[11]

Il 30 aprile 2013 a distanza di tre anni esce il nuovo album di inediti intitolato L'inizio, nell'album è presente anche una traccia dedicata a Giulio Andreotti.

L'11 maggio 2013 parte da Caramanico Terme il tour 2013 del cantautore denominato L'inizio Tour. Il 24 maggio 2013 pubblica su Facebook il videoclip ufficiale di Io so tutto, il brano dedicato a Giulio Andreotti e che fa parte del nuovo album, annunciando inoltre che per ogni brano del nuovo album è presente un videoclip, i quali verranno caricati ognuno su internet e che comporranno L'inizio Live in Studio.

Il 29 maggio 2013 partecipa ad un incontro con gli studenti e concerto unplugged nell'aula magna dell'università La Sapienza di Roma, in occasione di questa giornata rivive le tappe più salienti della sua carriera e presenta molti brani del nuovo album.

Il 20 giugno 2013 Fabrizio pubblica sulla sua pagina Facebook, il video ufficiale de L'Inizio che si va ad aggiungere agli altri due video de L'inizio Live in Studio.

Il 27 giugno a Villa Ada (Roma) Fabrizio e la sua band si esibiscono davanti a 4000 persone. Il tour estivo prosegue fino a settembre toccando molte città italiane.

Nell'estate 2013 esce il nuovo spot pubblicitario della FIAT che utilizza come soundtrack la canzone Libero.

Il 6 settembre 2013 esce in rotazione radiofonica il secondo singolo estratto L'inizio, intitolato L'eternità. Il 7 settembre 2013 in occasione di una tappa del tour Fabrizio annuncia la nascita della sua secondogenita Anita.

Il 28 settembre 2013, a Faenza nell'ambito nell'ambito del Meeting delle Etichette Indipendenti edizione 2013 MEI 2.0, gli viene assegnato il premio speciale Pivi (Premio italiano videoclip indipendente) per il brano–videoclip Pensa in quanto miglior video antimafia di sempre e divenuto uno dei brani di riferimento e colonna sonora della resistenza antimafia.

L'8 dicembre 2013 viene caricato su Youtube L'inizio Live in Studio, ovvero un video Live registrato in studio di tutte le tracce componenti L'inizio.

Il 13 dicembre 2013 Fabrizio pubblica sulla sua pagina Facebook il video ufficiale della canzone "Babbo Natale esiste".

Il 23 maggio 2014 si schiera politicamente salendo sul palco in piazza S.Giovanni a Roma per la chiusura della campagna elettorale per le elezioni Europee del Movimento 5 Stelle.

Il 9 giugno 2014 inizia il terzo giro del suo tour (L'inizio tour) con tappa in Emilia Romagna.

Sicuramente l'evento più importante di questo nuovo tour sarà il 18 luglio 2014 presso l'Ippodromo delle Capannelle in Roma ospite del famoso festival denominato Rock in Roma.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album Studio[modifica | modifica sorgente]

Album Live[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Fabrizio Moro in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b » Fabrizio Moro - Pensa « SanRemo 2007
  3. ^ Quotidiano Net - Sanremo 2008 - Trionfano Gio' Di Tonno e Lola Ponce Seconda la Tatangelo: "Gigi ti amo" A Tricarico il premio della critica
  4. ^ √ Nei negozi 'Barabba', nuovo ep di Fabrizio Moro - Rockol
  5. ^ Music Show International - Fabrizio Moro
  6. ^ Fabrizio Moro
  7. ^ Foggia, il Csv Daunia premia il cantante Fabrizio Moro
  8. ^ Noemi a Sanremo 2012 con la canzone Sono Solo Parole scritta da Fabrizio Moro
  9. ^ Noemi ritrova Fabrizio Moro: "Se non è amore", nuovo singolo (per il doppio cd live) - Panorama
  10. ^ Stadio e Fabrizio Moro in radio con I nostri anni - Festival
  11. ^ Musica: Fabrizio Moro, a fine aprile esce il nuovo album 'L'inizio' - Adnkronos Spettacolo
  12. ^ Repubblica.it » Spettacoli &amp Cultura » Sanremo » Giovani, il vincitore è Fabrizio Moro A Penelope Cruz l'Oscar di Pippo
  13. ^ Nek e Fabrizio Moro al Premio Lunezia - Nek e Fabrizio Moro al Premio Lunezia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vincitore del Festival di Sanremo categoria Giovani Successore
Riccardo Maffoni - Sole negli occhi Fabrizio Moro - Pensa Sonohra - L'amore