Celso Valli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Celso Valli

Celso Valli (Bologna, 14 maggio 1950) è un compositore, arrangiatore e produttore discografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bologna, Valli si è iscritto all'età di quindici anni presso il Conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna, allievo di Ettore Ballotta. In tale contesto è cofondatore di una big band jazz, con la quale partecipa a festival jazz italiani.

Muove i suoi primi passi come tastierista del gruppo musicale rock progressivo Ping Pong, con cui incide due album, ottenendo un discreto successo con la canzone Caro Giuda, scritta da Roberto Vecchioni; passa poi ai Bulldog, incidendo altri tre album; pubblica inoltre un 45 giri da solista dal titolo Pasta e fagioli. In quegli anni si sposa con Anna Dalla, intraprendendo successivamente l'attività discografica in veste di arrangiatore e produttore discografico.

Diviene uno degli esponenti della italodisco, dando vita a vari progetti: Azoto (San Salvador), Tantra (The hills of Katmandu), di cui è autore e produttore, Passengers (He’s Speedy Gonzales), Nuggets (New York).

L'attività si allarga alla musica pop: dopo alcune collaborazioni con Drupi (Provincia), Bruno Tavernese (Marea), Gianni Bella (Dolce uragano) e Pino Mango (Arlecchino), nel 1978 produce Ricominciamo, che rilancia Adriano Pappalardo dopo anni di silenzio artistico.

In quel periodo viene contattato da Mina, con la quale realizza tre album nel corso del decennio successivo; la prima collaborazione è per la canzone Anche un uomo, sigla nel 1979 della riedizione del quiz 'Lascia o raddoppia?'. Sempre per Mina è autore del singolo Musica d'Argentina.

Gli anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Gli anni ottanta segnano lo sviluppo della sua carriera: i singoli Canzoni stonate di Gianni Morandi (1980), Nell’aria di Marcella Bella (1983), Self control di Raf (1984), Ti sento dei Matia Bazar (1985), 051 di Fabio Concato (1989), Quello che le donne non dicono di Fiorella Mannoia (1987) e gli l'album Nove di Ivan Graziani (1984) e Salamandra di Miguel Bosè (1986) sono alcuni dei lavori realizzati nel decennio.

Con Mina lavora agli album Italiana (1982); Venticinquesimo (1983); Catene (1984) e sarà anche autore di brani: Musica d’Argentina, Ballando ballando e Perfetto non so.

Inizia anche la collaborazione con Claudio Baglioni, con il disco La vita è adesso, 1985, che ottiene ottimi risultati di vendita, dopodiché i due lavorano al successivo Oltre (1991); entrambi i progetti vengono realizzati in studi di registrazione inglesi (fra i quali i Real World di Peter Gabriel).

Per lungo tempo da allora Valli svolgerà la propria attività fra Stati Uniti, Inghilterra ed Italia, collaborando fra gli altri, con i batteristi Vinnie Colaiuta, Manu Katche e Greg Bissonette, i bassisti Tony Levin, Pino Palladino e Randy Jackson, i chitarristi Phil Palmer, Michael Landau e Paco De Lucia e il musicista Hans Zimmer.

In quegli anni incontra Eros Ramazzotti, con cui inizia, dopo la vittoria al Festival di Sanremo 1984 con Terra Promessa, una collaborazione duratura: Adesso tu, Una storia importante, Musica è, Se bastasse una canzone, Cose della vita, Più bella cosa, Un'emozione per sempre, e così via.

Sul finire della decade lavora con Vasco Rossi, collaborando a Guarda dove vai, unico brano inedito nell'album Fronte del palco (1989), e poi con Senza parole, Sally e Marea dall 'album Nessun pericolo... per te. Nel 1998 cura la realizzazione di Canzoni per me.

Collabora anche i Ladri di Biciclette, di cui Celso produrrà gli album: Ladri di biciclette e Figli di un do minore ed il singolo Sotto questo sole, interpretato insieme a Francesco Baccini e vincitore del Festivalbar 1990.

Gli anni ottanta segnano anche il ritorno del musicista alla musica dance; è così produttore per diversi artisti della scuderia Claudio Cecchetto: Sandy Marton, Taffy, Tipinifini.

In quegli anni realizza alcune colonne sonore per fiction televisive: Il cugino americano di Giacomo Battiato e Ti presento un'amica di Francesco Massaro con Michele Placido. Si occupa inoltre dell'arrangiamento di un brano "Dimmi Dimmi" contenuto nella colonna sonora del film di Francis Ford Coppola, Il Padrino Parte Terza.

Gli anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

Per tutti gli anni novanta continua a lavorare con Eros Ramazzotti; incontra poi Andrea Bocelli, col quale inizia una lunga collaborazione con l'edizione 1994 del Festival di Sanremo, vinta dal tenore con Il mare calmo della sera.

Durante questo decennio partecipa a molte edizioni del Festival di Sanremo, collaborando con, Giorgia Come saprei (1995), Gloria Bonaveri Le voci di dentro (1995) Vincitrice del Premio della Critica Mia Martini, Enzo Jannacci Guarda la fotografia (1991), Irene Grandi La tua ragazza sempre (2000) , Patty Pravo E dimmi che non vuoi morire (1997) e Gerardina Trovato Non è un film (1994), con quest'ultima scrive il brano Dare to Live (Vivere) storico duetto ripreso poi da Andrea Bocelli e Laura Pausini.

Incontra nuovamente Vasco Rossi collaborando con lui per il singolo Senza parole, Sally e Marea dall'album Nessun pericolo... per te e nel 1998 per la realizzazione di Canzoni per me. In questi anni collabora nuovamente con Mango nei brani Mediterraneo (dall'album Come l'acqua, 1992) e Amore per te. Sempre in questi anni Valli, compone alcune musiche per famosi spot televisivi tra i quali ricordiamo Nescafè e Postalmarket.

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la collaborazione con Laura Pausini con gli album Tra te e il mare (2000), Resta in ascolto (2004), Io canto (2006) e Primavera in anticipo (2008). Contemporaneamente scopre l'autore Daniel Vuletic che firma alcuni brani della stessa Pausini, di Andrea Bocelli, Nek, Luciano Pavarotti, Mina, Gianni Morandi e Adriano Celentano.

Altri artisti con cui lavora in questo periodo sono lo spagnolo Joan Manuel Serrat (l’album Ombre Cinesi, 2000) e l’argentina Lola Ponce, vincitrice del Festival di Sanremo del 2008 insieme a Giò Di Tonno con il brano Colpo di fulmine. Prosegue intanto la collaborazione con Vasco Rossi, per il quale produce numerosi brani; tra i quali citiamo Un senso, Buoni o cattivi, Il mondo che vorrei. Affianca Guido Elmi nella realizzazione di pezzi come Siamo soli, e ultimo in ordine di tempo la cover dei Radiohead Ad ogni costo.

In questi anni Celso lavora con Renato Zero La curva dell'angelo, con Gianni Morandi L'amore ci cambia la vita, A chi si ama veramente, con Adriano Celentano e Ornella Vanoni, per la quale negli anni novanta aveva già prodotto i singoli Insieme a te (1990) e Stella nascente (1993) e per cui produce il disco Più di me, nel quale l'interprete duetta con Eros Ramazzotti, Carmen Consoli, Giusy Ferreri, Mina.

La collaborazione con Adriano Celentano prosegue, oltre agli album C'è sempre un motivo e Dormi amore, la situazione non è buona, nella trasmissione televisiva Rockpolitik. Ulteriore esperienza televisiva sarà poi quella al fianco di Gianni Morandi nella trasmissione televisiva Non facciamoci prendere dal panico del 2006.

Sempre in questi anni lavora con Lorenzo Jovanotti: nell'album Buon sangue con i brani " Mi fido di te" ed Una storia d'amore, e nell'album Safari con "A te" e Musica.

Collabora con molti musicisti italiani, tra cui Massimo Varini, Alfredo Golino, Cesare Chiodo, Giorgio Secco e il figlio Paolo Valli.

Fonda la CelsoValliEnsembleOrchestra, che userà nei successivi progetti, a partire da Orchestra e voce di Francesco Renga.

Anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

Produce alcuni brani dell'album Inaspettata di Biagio Antonacci, da cui è tratto il singolo omonimo in duetto con Leona Lewis. Produce alcuni pezzi dell'album una canzone pop di Pierdavide Carone.

Nel 2011 è il produttore e l'arrangiatore di Vuoto a perdere, singolo di Noemi scritto da Vasco Rossi e Gaetano Curreri inserito anche come colonna sonora nel film Femmine contro maschi di Fausto Brizzi. Sempre nel 2011 lavora con Alessandra Amoroso per il singolo È vero che vuoi restare e Ti aspetto, mentre nel 2012 per il singolo Ciao. Nello stesso anno esce l'album Sarò libera di Emma, nel quale Valli produce, Non sono solo te, Maledetto quel giorno, Da quando mi hai lasciato tu e Cercavo Amore, quest'ultimo è stato la colonna sonora anche di un famoso spot televisivo.

Si valuta che nel corso della sua carriera le sue produzioni, abbiano superato ad oggi, i 100 milioni di copie nel mondo. Nel 2012 cura una nuova orchestrazione di tredici canzoni di Vasco Rossi, pubblicate nell'album L'altra metà del cielo, utilizzate come base registrata per il balletto omonimo andato in scena al Teatro alla Scala nell'aprile dello stesso anno.

Un suo brano scritto con Paolo Zavallone Amada mia, amore mio/Una rosa, per El Pasador, viene scelto come tema principale della colonna sonora del film To Rome with Love' di Woody Allen.

Nel 2013 produce 5 brani dell'album Amo - Capitolo I di Renato Zero. Continua inoltre la collaborazione con Maria de Filippi e il suo Amici. In questa edizione con Ylenia Morganti con il singolo Sempre così, Emanuele Corvaglia con Non importa dove, Angela Semerano con Quella Parola e Greta con Solo Rumore, classificatosi secondo ad Amici 2013. Nel 2014 produce ed arrangia l'album Se amore è di Sal Da Vinci. Produce ed arrangia i brani, Guai e Quante volte dell'album Sono Innocente, di Vasco Rossi.

Nel 2015 ha prodotto ed arrangiato l'EP Sanremo grande amore del Il Volo, contenente il singolo Grande amore, vincitore del Festival di Sanremo 2015.

Direzioni d'orchestra al Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

1991[modifica | modifica wikitesto]

1994[modifica | modifica wikitesto]

1995[modifica | modifica wikitesto]

1997[modifica | modifica wikitesto]

1998[modifica | modifica wikitesto]

1999[modifica | modifica wikitesto]

2000[modifica | modifica wikitesto]

2001[modifica | modifica wikitesto]

2005[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

2007[modifica | modifica wikitesto]

Vince senza dirigere nel: 2001 con i Gazosa, Stai con me (forever) , nel 2008 con Giò di Tonno e Lola Ponce, Colpo di Fulmine nel 2015 con Il Volo Grande Amore.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della propria attività ha ottenuto dischi d’oro e dischi di platino, e il Latin Grammy Award per il disco Primavera Anticipada di Laura Pausini. Nel 2006 è stato premiato con il Leone d'oro alla carriera. Nel 2011 riceve il disco di diamante con Vasco Rossi, album: Vivere o niente

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

1984[modifica | modifica wikitesto]

1985[modifica | modifica wikitesto]

1986[modifica | modifica wikitesto]

1987[modifica | modifica wikitesto]

1988[modifica | modifica wikitesto]

1989[modifica | modifica wikitesto]

1990[modifica | modifica wikitesto]

1991[modifica | modifica wikitesto]

1992[modifica | modifica wikitesto]

1993[modifica | modifica wikitesto]

1994[modifica | modifica wikitesto]

1995[modifica | modifica wikitesto]

1996[modifica | modifica wikitesto]

1997[modifica | modifica wikitesto]

1998[modifica | modifica wikitesto]

1999[modifica | modifica wikitesto]

2000[modifica | modifica wikitesto]

2001[modifica | modifica wikitesto]

2002[modifica | modifica wikitesto]

2003[modifica | modifica wikitesto]

2004[modifica | modifica wikitesto]

2005[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

2007[modifica | modifica wikitesto]

2008[modifica | modifica wikitesto]

2009[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

2012[modifica | modifica wikitesto]

2013[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

2015[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990; alla voce Valli, Celso, di Riccardo Giagni, pagg. 1683-1684
  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Valli, Celso

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]