Giò Di Tonno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giò Di Tonno
Giò di Tonno insieme a Lola Ponce nel 2008.
Giò di Tonno insieme a Lola Ponce nel 2008.
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Periodo di attività 1992 – in attività
Etichetta Raimoon Edizioni Musicali
Studio 2
Live 0
Raccolte 0

Giovanni "Giò" Di Tonno (Pescara, 5 agosto 1973) è un cantante, cantautore e attore teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giò Di Tonno ha trascorso la sua infanzia nel quartiere di Santa Filomena, al confine tra Pescara e Montesilvano. Ha mosso i suoi primi passi nel mondo della musica all'età di 8 anni con lo studio del pianoforte. Dopo i primi anni di studio classico, ancora adolescente, nasce in lui la passione per la musica leggera, italiana e no. In particolare è attratto dalla figura del cantautore come poeta che racconta cantando. Grazie all'ascolto di autori come De André, Guccini e Fossati all'età di 15 anni inizia a scrivere canzoni e a cantarle con diversi gruppi dei quali man mano sarà il leader; proponendo le proprie canzoni in manifestazioni e concorsi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La sua personalità musicale si formerà ben presto, tanto da permettergli di mettersi in luce a Sanremo Giovani al quale partecipa nel 1993 con la canzone La voce degli ubriachi che gli consente l'accesso al Festival di Sanremo del 1994 dove porta il brano Senti uomo, che entra in finale classificandosi decimo. Qui è notato da numerosi discografici ma nasce un ottimo feeling con Franco Bixio della Cinevox Record di Roma. Ha inizio così il suo viaggio nella musica che lo porterà a partecipare anche al Festival del 1995 con Padre e padrone, che pur non raggiungendo la finale riscuote consensi di ascoltatori e critica.

A ciò farà seguito il suo primo cd omonimo prodotto da Franco Bixio ed arrangiato da Vince Tempera che avrà un ottimo riscontro da parte della critica. Tra il 1995 ed il 1997 saranno numerose le apparizioni in programmi televisivi come Maurizio Costanzo Show, Domenica in, In famiglia, Tappeto volante, e altri.

Molte sono le tournée che lo hanno visto impegnato in Italia ed all'estero anche con grossi nomi della musica leggera. Oltre a ciò non va dimenticata la sua vita musicale parallela che lo vede ancora impegnato nella musica classica e soprattutto come direttore artistico del primo Laboratorio per cantautori, struttura unica in Italia nata per soddisfare chi si avvicina al mondo della musica leggera, coadiuvato da un corpo docente altamente qualificato; tra gli altri Franco Fasano, Max Gazzè, Franco Bixio e Matteo Di Franco.

  • 2004 - incide con Fabio Concato ed Eugenio Finardi il singolo “Les nuites d'Afrique” inserito all'interno dell'omonima compilation, finalizzata a scopi benefici.
  • 2006 - Il 25 marzo - apre il concerto della regina del soul Dionne Warwick, all'Auditorium Maxlive di Vicenza.

A dicembre - realizza per l’A.I.L di Pescara Onlus. Il cd è composto da cover natalizie Buon Nat A.I.L. e in un mese vende più d 10.000 copie. Riceve il prestigioso Premio “Dante Alighieri”, per essersi distinto nel campo della musica.

Recitazione[modifica | modifica wikitesto]

Allarga i suoi orizzonti professionali al fine di completarsi come artista e comincia a studiare recitazione; un percorso che lo avvicinerà al teatro-musicale, dove le due arti, canto e recitazione, si fondono alla perfezione.

Nel 2001 Riccardo Cocciante lo sceglie per interpretare Quasimodo nell'Opera musicale Notre Dame de Paris, prodotta da David Zard; nel 2002 il debutto. Lo spettacolo del gobbo campanaro Quasimodo innamorato della bella Esmeralda viene replicato per circa 520 volte, calcando i palcoscenici e i teatri italiani più importanti. Nella messa in scena dell'Arena di Verona sarà registrato il DVD dello spettacolo.

Nel novembre 2006 debutta come protagonista nella versione Italiana del musical Jekyll & Hyde prodotto dal Teatro Stabile D'Abruzzo e da Teatromusica Mamo' dove interpreta i due personaggi Dottor Jekyll e Mr. Hyde. La tournée proseguirà nel 2007 e terminerà a Milano il 30 marzo 2008.

Nel 2007 canta nella fiaba musicale L'orco di Giorgio Bernabò, spettacolo che vede la partecipazione di Antonella Ruggiero e Patrizia Laquidara. Nel 2009 sarà nel musical-opera Oscuro e La strega, spettacolo ispirato alla fiaba di Marina Rossi e con le musiche di Giorgio Bernabò dove ci saranno anche i Colours Roller Team, straordinaria compagnia di pattinatori.

Da gennaio 2010 inizia le prove per il musical I promessi sposi - Opera moderna scritto e diretto da Michele Guardì con le musiche di Pippo Flora, in cui interpreta il ruolo di Don Rodrigo. Lo spettacolo ha debuttato il 18 giugno allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano. Il 29 aprile il musical viene presentato in anteprima all’interno del Duomo di Milano, con la partecipazione di Giorgio Albertazzi. Mentre il 18 giugno allo Stadio San Siro di Milano l’evento viene ripreso da RAI Uno e trasmesso i primi di settembre in prima serata. Nella stagione teatrale 2011/2012, è ancora impegnato nel tour de I promessi sposi che ha toccato numerose città italiane, raccogliendo consensi unanimi in tutte le 100 rappresentazioni.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 a giugno partecipa su Rai Uno allo show televisivo di Fiorello “Stasera Pago Io -Revolution" .

Nel 2007 ad aprile partecipa alle riprese della terza serie della fiction televisiva "Un caso di coscienza" (regia di Luigi Perelli) in cui Giovanni è protagonista – insieme a Sebastiano Somma - di un episodio in cui interpreta il cantante Danko. Per la puntata incide un brano della colonna sonora scritta da Maurizio Solieri, chitarrista storico di Vasco Rossi. La fiction viene nel mese di settembre dello stesso anno su Rai Uno.

Al termine delle dirette su Radiodue dell'edizione 2009 del Festival di Sanremo conduce il programma 'Buonanotte ai suonatori' su Radio Due.

Nel luglio 2009 partecipa come ospite dell'evento di Riccardo Cocciante “Cocciante Canta Cocciante”.

Dal mese di settembre a quello di novembre 2012 partecipa come concorrente e vince con il 27% di voti la seconda edizione di Tale e Quale Show, il programma di Rai Uno condotto da Carlo Conti. Nel programma, è l'interprete che ha vinto il maggior numero di puntate (5, una delle quali in ex aequo con Paolo Conticini). Il 30 novembre 2012 è il campione assoluto del programma, vincendo la finalissima con il 55.52% di voti.

Il 12 gennaio 2013 in coppia con Mietta vince Tale e Quale Show - Duetti. I due artisti imitati sono Gino Paoli & Ornella Vanoni in Senza fine.

Partecipa allo spin off della terza edizione di Tale e Quale Show classificandosi secondo, alle spalle di Attilio Fontana.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È fidanzato da parecchi anni con la fotografa italo-marocchina Sara Benmessaoud, dalla quale ha avuto un figlio nel 2013, Jad.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Dal 2006 è Socio Onorario, nonché Testimonial, della sezione A.I.L. (Associazione Italiana contro le Leucemie, il Linfoma e il Mieloma) di Pescara.
  • Il 4 ottobre 2008 Giò debutta nella Nazionale Italiana Cantanti.
  • Nell’estate del 2010 riceve a Roma il prestigioso Premio Persefone, come miglior interprete di musical.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vincitore del Festival di Sanremo Successore
Simone Cristicchi 2008
con Lola Ponce
Marco Carta