Biagio Antonacci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biagio Antonacci
Biagio Antonacci nel 2009
Biagio Antonacci nel 2009
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop rock
Rock latino
Musica d'autore
Periodo di attività 1988 – in attività
Album pubblicati 22
Studio 12
Live 2
Raccolte 8
Sito web

Biagio Antonacci (Milano, 9 novembre 1963) è un cantautore e chitarrista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Milano il 9 novembre 1963, ma vissuto a Rozzano periferia sud della città, anche se le estati le trascorre a Grantola; il padre è originario di Ruvo di Puglia e la madre di Milano. Già giovanissimo suona la batteria in gruppi di provincia, nonostante l'impegno scolastico per prendere il diploma da geometra. Nel frattempo lavora come carabiniere a Garlasco dove fa la conoscenza della mamma di Ron, che perora la sua causa e descrive al figlio le sue ambizioni artistiche. Ron lo raccomanda al leader degli Stadio Gaetano Curreri che lo fa debuttare in apertura di un suo concerto.[1]

Prodotto da Ron, partecipa nel 1988, tra le Nuove Proposte, al 38º Festival di Sanremo con la canzone Voglio vivere in un attimo, senza accedere alla finale. Ottiene il primo contratto discografico e nel 1989 viene pubblicato il suo primo album, Sono cose che capitano.

Il secondo album si intitola Adagio Biagio (titolo ispirato a una canzone ironica degli anni venti) ed esce due anni dopo. Qualcosa comincia a muoversi, le radio lo promuovono grazie ad alcuni brani piuttosto indovinati, Danza sul mio petto e Però ti amo, ed il successo è a portata di mano. Nel frattempo ha un legame sentimentale con Marianna Morandi, figlia di Gianni Morandi, con la quale ha avuto due figli: Paolo e Giovanni.

Il successo[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante l'interesse suscitato dai primi due album, Antonacci non è riuscito a sfondare, ed è consapevole che se anche il terzo disco non dovesse soddisfare le aspettative che i discografici hanno su di lui si giocherebbe la carriera. In questi primi anni è piuttosto intensa anche la sua attività di autore, che comunque non viene meno negli anni seguenti. Tra gli altri artisti per i quali ha collaborato figurano gli Stadio ("Per Lei" del 1989), Syria, Angela Baraldi, Flavia Fortunato e Annalisa Minetti.

Nel 1992, dopo aver scritto per Mietta ("Brivido di Vita", "Lasciamoci Respirare") e per Mia Martini ("Il Fiume dei Profumi"), propone il singolo, e relativo album, Liberatemi con cui gira l'Italia partecipando al Festivalbar e con cui ottiene finalmente un successo lusinghiero. Il cd Liberatemi, prodotto da Mauro Malavasi, vende 150.000 copie e sancisce l'importanza di Biagio Antonacci nel panorama musicale italiano. Nonostante gli impegni riesce a dedicare del tempo all'altra sua passione, il calcio, e diventa titolare della nazionale cantanti.

In una di queste occasioni conosce don Pierino Gelmini e collabora al suo progetto per il recupero di giovani emarginati con diverse iniziative. Nel 1993 partecipa per la seconda volta al Festival di Sanremo con Non so più a chi credere, classificandosi ottavo nella categoria Big, e nello stesso anno è in tour per tutta l'Italia ottenendo un ottimo riscontro di pubblico. Pubblica una raccolta con lo stesso titolo del brano sanremese, con un ulteriore inedito per la stagione estiva "Se ti vedesse mamma". Nello stesso anno Mina incide Mille motivi, scritta per lei proprio da Biagio Antonacci. Nel 1996 partecipa al Lombardia Festival diretto da Luigi e Carmelo Pistillo (collaborazione artistica di Marco Mangiarotti).

La conferma[modifica | modifica wikitesto]

Per il quarto album bisogna attendere l'anno successivo, il 1994, quando esce Biagio Antonacci, con cui si conferma artista di successo. I singoli estratti sono Non è mai stato subito seguito a ruota dalla ballad Se io, Se lei. Il disco è ricco di potenziali singoli, e addirittura nell'estate del 1995 viene estratto un altro brano, Lavorerò, dall'arrangiamento vagamente reggae. Nella versione "album edit", compare anche la sua compagna Marianna alle prese con una strofa in rap. L'album vende oltre 300.000 copie.

Nel lavoro successivo, Il mucchio, pubblicato nel 1996 Biagio Antonacci compare oltre che come autore e interprete anche come produttore. Tra le 13 canzoni, Happy family scritta insieme a Luca Carboni e Se è vero che ci sei dove si è avvalso della collaborazione di Mel Gaynor, batterista dei Simple Minds. Del brano in questione verranno realizzate anche versioni in francese ed inglese, in duetto con la cantante e modella Viktor Lazlo.

Il sesto album, Mi fai stare bene, è prodotto completamente da Antonacci e le canzoni Quanto tempo e ancora e Iris (tra le tue poesie) ottengono un enorme successo. L'album vende oltre 800.000 copie e rimane in classifica per due anni. Il tour che segue riceve lo stesso entusiastico riscontro tanto che al Festivalbar 1999 Biagio vince il Premio Tour.

Tra la tournée e gli impegni con la nazionale cantanti, nel 2000 produce Come una goccia d'acqua, disco della cantante Syria nel quale sono presenti tre sue canzoni, tra cui quella portata dalla cantante pontina al Festival di Sanremo di quell'anno Fantasticamenteamore. Nello stesso anno esce Tra le mie canzoni una raccolta dei suoi maggiori successi e il DVD Live in Palermo registrato durante il concerto del 10 luglio 1999. Biagio conferma le sue doti di autore scrivendo, per Laura Pausini, il brano Tra te e il mare che riscuote consensi di critica e di pubblico in Italia e all'estero.

Nel 2001 viene pubblicato "Volevo solo dirti che " e l'album 9 novembre 2001, album che parla di sogni, di stati d'animo, di amore, di sentimenti e di tutto ciò che oggi è abbandonato, emarginato, dimenticato. L'album vende oltre 400.000 copie e ottiene il Premio Lunezia per il suo valore Musical-Letterario.

Nel 2003 per il mercato spagnolo e sudamericano viene pubblicato Cuanto tiempo...y ahora che contiene 13 brani. A giugno è ospite del concerto di Firenze di Claudio Baglioni.

Convivendo[modifica | modifica wikitesto]

Continua la collaborazione con Laura Pausini e per l'album Resta in ascolto scrive il brano Vivimi. Nel 2004 parte il progetto Convivendo con l'uscita della prima parte, seguita nel 2005 dalla seconda. Esperimento nuovo nel mercato musicale italiano che vede l'uscita di due mini album, in tempo diverso, invece del più classico disco doppio.

Convivendo - Parte I, uscito il 19 marzo 2004, vende oltre 500.000 copie ed è presente in classifica per 88 settimane consecutive, decretando il successo di brani come Non ci facciamo compagnia, Convivendo e Mio padre è un re. Al Festivalbar 2004 vince il Premio Album per Convivendo - Parte I. Nel febbraio dell'anno seguente esce quindi Convivendo - Parte II i singoli estratti da questo album sono Sappi amore mio, Pazzo di lei e Immagina.

Il 2 luglio 2005 al Circo Massimo di Roma si è tenuto uno dei concerti del Live 8 nel quale Biagio ha partecipato ed ha cantato Immagina, Liberatemi, Se io se lei e Non ci facciamo compagnia. Il 31 agosto 2005, ai World Music Awards vince il premio Best-Selling Italian Male Artist (Artista maschile con più dischi venduti in Italia).

A metà settembre partecipa a O' Scià, l'ormai consueta "jam session" di Claudio Baglioni nell'isola di Lampedusa. Il 4 novembre 2005 esce il DVD ConVivo, registrato durante il concerto al Forum di Assago. Il 9 gennaio 2006 la FIMI dirama la Classifica Ufficiale Annuale e Convivendo - Parte II è il disco più venduto in Italia nel 2005.

Il 23 giugno 2006 esce il terzo album di Tiziano Ferro, Nessuno è solo, che contiene un duetto con Biagio Antonacci nel brano Baciano le donne. Nell'edizione 2006 dei Telegatti Biagio è l'unico artista musicale ad essere candidato in tutte e tre le sezioni della categoria musica: Miglior Disco, Miglior Cantante e Miglior Tournée.

Biagio Antonacci a CD Live Estate nel 2007

Vicky Love[modifica | modifica wikitesto]

Del marzo 2007, due anni dopo Convivendo, è Vicky Love, i cui tre singoli estratti per le classifiche furono Lascia Stare, Sognami e L'impossibile.

Il 30 giugno 2007 si esibisce allo Stadio Giuseppe Meazza di San Siro davanti a 60.000 fans per il suo mega-concerto, il quale anticipa la tournée che partirà a novembre.

Il 7 settembre 2007 vince il Premio Album per Vicky Love al Festivalbar 2007.

Il 15 settembre 2007, all'MTV Day di Milano in piazza del Duomo esegue Sognami, L'Impossibile, Lascia Stare, Liberatemi e Convivendo.

Dal 9 novembre 2007 al 19 aprile 2008 si è tenuta una tournée la cui apertura è stata a Treviglio (BG) e la chiusura al PalaLottomatica di Roma.

Il cielo ha una porta sola[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 ottobre 2008 è uscito nelle radio Il cielo ha una porta sola, singolo di lancio che precede la pubblicazione dell'album omonimo, in uscita il 31 ottobre su etichetta Sony BMG. L'album contiene due brani inediti (scritti per la colonna sonora del film Ex di Fausto Brizzi) e tutti i più grandi successi di Antonacci scelti dai suoi fans tramite il sito Internet ufficiale.

L'album contiene le sue inedite versioni dei brani Tra te e il mare e Vivimi già incise da Laura Pausini. Per Tra te e il mare chiede e ottiene il permesso di utilizzare il riff di Start me up, successo dei Rolling Stones del 1981, intitolandola quindi "Rolling version".

Inaspettata[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nuovo album intitolato Inaspettata è uscito il 13 aprile 2010 ed è stato anticipato dal singolo Se fosse per sempre in circolazione radiofonica dal 19 marzo. Durante un'intervista in cui gli è stato chiesto: "Perché la scelta della canzone Inaspettata come titolo dell'album?", il cantautore ha dichiarato: "Scelgo questo brano per dare un'entità al disco, mi piace molto "Inaspettata", come ho amato in passato altri miei titoli, che comunque si riconoscevano in mezzo a tante cose... " I singoli estratti sono Se fosse per sempre, Inaspettata feat Leona Lewis, Chiedimi scusa, Buon giorno bell'anima e Ubbidirò feat Club Dogo.

Sempre nel 2010, Biagio scrive per la concorrente di Amici Loredana Errore l'inedito Ragazza occhi cielo, singolo che segna anche il debutto della Errore con l'ep omonimo, che ottiene un buon successo e che contiene anche un altro inedito firmato da Biagio L'ho visto prima io e la cover di Oggi tocchi a me. Successivamente, sempre per Loredana Errore, Biagio scriverà e produrrà l'anno seguente il suo album di debutto L'errore, scrivendo tutti i pezzi dell'album. Il secondo singolo estratto dall'album, Cattiva, è un duetto con Loredana Berté.

Nel 2011 Antonacci si esibisce per tre sere consecutive all'Arena di Verona e viene premiato ai Wind Music Awards con il cd Multiplatino per le 120.000 copie vendute dell'album Inaspettata. Nel periodo estivo si esibisce a Venezia in Piazza San Marco e a Roma presso l'Anfiteatro Flavio (Colosseo), quest'ultimo a scopo benefico per consentire agli studenti dei paesi in stato di guerra di soggiornare in Italia e contribuire al restauro del Colosseo. Il 25 ottobre 2011 esce la versione cd/dvd del concerto al Colosseo e vengono annunciate le date del tour, che partirà nel maggio 2012 e che toccherà le maggiori città italiane. In contemporanea con l'uscita di "Colosseo" Biagio annuncia che sta lavorando al suo prossimo album, che uscirà nei primi mesi del 2012. L'album "Colosseo" viene certificato disco d'oro per aver superato le 30.000 copie.

Sapessi dire no[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2012 sul suo sito ufficiale, sul profilo Facebook ufficiale e sulla pagina di YouTube viene pubblicato il documentario in 4 puntate sui concerti tenutisi all'Arena di Verona nel maggio 2011. Tra febbraio e marzo, sempre con la formula dei video, viene ufficialmente annunciato il nuovo disco del cantautore, in uscita ad aprile. Tramite Facebook e Twitter, Antonacci comunica che il singolo, in rotazione radiofonica da venerdì 9 marzo, s'intitola Ti dedico tutto.

Il 21 marzo Biagio svela che il CD s'intitola Sapessi dire no e ne mostra la copertina, disegnata da Milo Manara. L'uscita è prevista per il 17 aprile, ma nell'attesa vengono messi in vendita su iTunes altri tre singoli estratti dal disco stesso: Con infinito onore (martedì 27 marzo), Qui (martedì 3 aprile) e Dimenticarti è poco (martedì 10 aprile).

Il 26 marzo 2012 Antonacci è ospite della trasmissione di Canale 5 Panariello non esiste per presentare in anteprima TV il singolo "Ti dedico tutto". In questa occasione duetta inoltre con Laura Pausini sulle note di "Vivimi".

Il 16 aprile presenta l'album "Sapessi dire no" nei cinema del circuito The Space Cinema di Milano, in collegamento con le altre 35 sale del circuito in tutta Italia. In questa occasione Antonacci dichiara che l'intero album è dedicato al collega scomparso Lucio Dalla.

Il 25 maggio entra in rotazione radiofonica il secondo singolo, Non vivo più senza te, che diventa un vero e proprio tormentone estivo. Il 14 settembre in Italia, il 26 settembre a San Marino e il 29 settembre nella Città del Vaticano esce invece in radio il terzo singolo, Insieme finire. Come quarto e quinto singolo vengono rispettivamente scelti L'evento e Dimenticarti è poco.

Il 20 novembre viene rilasciata una Special Edition dell'album con una copertina che mette ancor più in evidenza il disegno del Maestro Milo Manara. Oltre ai 14 brani della prima release, la nuova edizione contiene gli inediti One day (Tutto prende un senso), scritto e interpretato da Biagio con Pino Daniele), e Ci vuole tempo, composto e registrato dall'artista durante le tappe del tour di Roma, Eboli e Bari. A questi brani si aggiunge una nuova versione di Dormi nel cuore (Sleep on my heart), cantata in duetto con Rebecca Ferguson, e I Soli, un omaggio di Antonacci a Giorgio Gaber.

A fine dicembre l'album Sapessi dire di no viene certificato doppio disco di platino per le oltre 120.000 copie vendute.[2]. È stato inoltre l'album italiano che ha primeggiato per numero di settimane di permanenza in testa alla classifica nell'anno 2012.

L'amore comporta[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 febbraio 2014 entra in rotazione radiofonica Ti penso raramente: il singolo fa da apripista al nuovo album di inediti intitolato L'amore comporta, apparso in anteprima su Cubomusica dal 4 aprile al 7 aprile e uscito ufficialmente l'8 aprile.

Prodotto tra Milano e Los Angeles con Michele Canova e composto da 13 tracce, il disco viene presentato dallo stesso Antonacci con una diretta hangout il 7 aprile su YouTube e Google+. Il giorno prima lo stesso Antonacci aveva svelato sulla sua pagina Facebook il testo di una delle tracce, Dolore e forza.

Per celebrare il nuovo lavoro vengono anche annunciati due nuovi eventi live denominati Palco Antonacci. Il primo è previsto all'Arena della Vittoria di Bari il 24 maggio e vedrà come ospiti Alessandra Amoroso e Giuliano Sangiorgi, mentre il secondo andrà in scena il 31 maggio allo Stadio San Siro di Milano con ospiti Eros Ramazzotti e Laura Pausini.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - S.siro 07 (DVD live) (Universal Music Italia)
  • 2011 - Colosseo (CD live + DVD) (Universal Music Ialia)

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - Antes de todo (per il mercato spagnolo)
  • 1999 - Iris (per il mercato spagnolo)
  • 2003 - Cuanto tiempo...y ahora (per il mercato spagnolo e sudamericano)
  • 1999 - Mi fai stare bene LE (Limited Edition con traccia cd-rom) (Universal Music Italia)
  • 2005 - Convivendo (Parte prima e parte seconda + dvd) (Universal Music Italia)
  • 2010 - Inaspettata - Deluxe Edition (ripropone l'album "Inaspettata" con tre nuove canzoni."E' già natale" (inedito), "Ragazza occhi cielo" scritta per Loredana Errore e ora reinterpretata da lui e "Inaspettata" versione senza la voce di Leona Lewis) (Sony Music)
  • 2010 - Todo En Español
  • 2012 - Sapessi Dire No - Special Edition - ripropone l'album "Sapessi Dire No" con quattro nuove canzoni. "One Day (tutto prende un senso)" feat. Pino Daniele, "Ci vuole tempo", "Dormi nel cuore (Sleep in my heart)" feat. Rebecca Ferguson e "I soli" (Sony Music)

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

CD singoli[modifica | modifica wikitesto]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Dvd[modifica | modifica wikitesto]

Autore[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 il cantautore Simone Cristicchi scrive, canta e dedica una canzone a Biagio Antonacci che cita il nome almeno 25 volte creando un vero tormentone per l'estate; il titolo è Vorrei cantare come Biagio.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 2003, all'età di 40 anni, ha coronato il suo sogno giocando una partita di calcio ufficiale con la Cavese nell'ultima giornata del campionato di serie D 2002/2003, vinto dai metelliani. Inoltre, grazie all'amore per i suoi fan, nei primi anni del 2000, a radio Subasio (radio nei pressi di S.Francesco d'Assisi) ha fatto gli auguri di compleanno ad una piccola fan. Biagio disse in onda radio: "Buon compleanno alla piccola Martina di S.Egidio".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gigi Vesigna, Sorprese VIP in Oggi, 5 giugno 2013, p. 74-80.
  2. ^ Doppio disco di platino per 'Sapessi dire di no'

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 90658086