Festival di Sanremo 1996

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Festival di Sanremo 1996
Edizione XLVI
Periodo 20 - 24 febbraio
Sede Teatro Ariston di Sanremo
Presentatore Pippo Baudo con Sabrina Ferilli e Valeria Mazza
Trasmesso da TV
(Rai Uno)
Radio
(Radio 1)
Partecipanti 37 (37 canzoni)
Vincitore Ron e Tosca
Premio della critica Elio e le Storie Tese
Cronologia
1995 1997

Il quarantaseiesimo Festival della Canzone Italiana si tenne a Sanremo al Teatro Ariston per cinque serate dal 19 febbraio al 24 febbraio 1996.

Il festival venne presentato da Pippo Baudo (che ne fu anche direttore artistico) con Sabrina Ferilli e Valeria Mazza.

Il vincitore della categoria Big fu Ron con il brano Vorrei incontrarti fra cent'anni, coadiuvato nell'esecuzione del brano da Tosca.

Tra le Nuove proposte s'impose invece Syria, con il brano Non ci sto.

In questa edizione le serate divennero sei; infatti il lunedì sera venne svolto uno speciale in prima serata condotto da Baudo dove i cantanti raccontavano le proprie canzoni.

Da quest'anno il Premio della critica (andato a La terra dei cachi di Elio e le Storie Tese, che si rivelò un grande successo di vendite e che fu uno dei tormentoni musicali di quell'anno), viene intitolato a Mia Martini (scomparsa l'anno prima), che ne era stata la prima vincitrice nel 1982.

Fu questa l'ultima delle cinque edizioni consecutive presentate da Baudo.

Classifica, canzoni e cantanti - Sezione Campioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. Vorrei incontrarti fra cent'anni (Rosalino Cellamare) Ron e Tosca – 18 591 voti
  2. La terra dei cachi (Davide Civaschi, Stefano Belisari, Sergio Conforti e Nicola Fasani) Elio e le Storie Tese – 18 080 voti
  3. Strano il mio destino (Maurizio Fabrizio e Giorgia Todrani) Giorgia – 17 881 voti
  4. E io penso a te (Ivana Spagna e Giorgio Spagna) Ivana Spagna – 17 681 voti
  5. Mai più sola (Claudio Mattone) Neri per Caso – 16 949 voti
  6. Se adesso te ne vai (Massimo Di Cataldo e Laurex) Massimo Di Cataldo – 16 561 voti
  7. È la mia vita (Pino Marino e Maurizio Fabrizio) Al Bano – 16 305 voti
  8. Soli al bar (Francesco Palmieri, Giancarlo Bigazzi e Aleandro Baldi) Aleandro Baldi e Marco Guerzoni – 16 139 voti
  9. Cantare è d'amore (Amedeo Minghi e Pasquale Panella) Amedeo Minghi – 15 990 voti
  10. Volo così (Paola Turci e Roberto Casini) Paola Turci – 15 854 voti
  11. L'elefante e la farfalla (Vincenzo Incenzo e Michele Zarrillo) Michele Zarrillo – 15 748 voti
  12. Il ragazzo con la chitarra (Luca Barbarossa) Luca Barbarossa – 15 720 voti
  13. Sulla porta (Federico Salvatore e Giancarlo Bigazzi e Giuseppe Dati) Federico Salvatore – 15 639 voti
  14. Una vita migliore (Pietro Cremonesi, Federico Cavalli e Angelo Valsiglio) Rossella Marcone – 14 669 voti
  15. L'amore è un attimo (Luigi Schiavone, Enrico Ruggeri) Enrico Ruggeri – 14 503 voti
  16. Sarò (Depsa, Fio Zanotti e Angelo Valsiglio) Raffaella Cavalli – 14 236 voti
  17. Solo lei (Gigi Finizio, Antonio Annona) Gigi Finizio – 13 859 voti
  18. Non andare via (Giuseppe Dati e Paolo Vallesi) Paolo Vallesi – 13 237 voti
  19. Romanzo (Guido Morra e Maurizio Fabrizio) Riccardo Fogli – 11 696 voti
  20. Letti (Umberto Bindi e Renato Zero) New Trolls e Umberto Bindi – 10 899 voti

Non finaliste[modifica | modifica wikitesto]

Classifica, canzoni e cantanti - Sezione Nuove Proposte[modifica | modifica wikitesto]

  1. Non ci sto (Claudio Mattone) Syria – 17 649 voti
  2. Sarò bellissima (Franco Migliacci, Stefano Cenci, E. Fratini e L. Silvi) Adriana Ruocco – 17 321 voti
  3. Al di là di questi anni (Frank Minoia e Marina Rei) Marina Rei – 17 177 voti
  4. Quando ti senti sola (Angelo Manfredi e Mario Manzani) O.R.O. – 16 534 voti
  5. Quando il cuore (Manuel De Peppe, Giampiero Artegiani e Silvia Salemi) Silvia Salemi – 16 441 voti
  6. Liberami (Carmen Di Domenico e Fabio Ricci) Jalisse – 15 329 voti
  7. Sottovoce (Franca Evangelisti, Stefano Borzi e Sandro Mattoccia) Olivia- 15 321
  8. Amore di plastica (Carmen Consoli e Mario Venuti) Carmen Consoli – 15 053 voti
  9. E ci sei (Marco D'Angelo, Marco Rinalduzzi, Massimo Calabrese, Mariagrazia Zenima Granieri e Petra Magoni) Petra Magoni – 14 961 voti
  10. Zerotretresette (Paolo Martella, Camilla Lessona, Michele Violante e Kynsha) Camilla – 14 949 voti
  11. Il grido del silenzio (Alessandro Errico) Alessandro Errico – 14 525 voti
  12. Lasciarsi amare (Leandro Barsotti) Leandro Barsotti – 13 859 voti
  13. Ci sarò (Alessandro Maraniello) Alessandro Mara – 13 844 voti
  14. Un po' di tempo (Maurizio Lauzi) Maurizio Lauzi – 11 892 voti

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Una interpretazione per brano.

  • 1ª serata: 16 Campioni + 7 Nuove Proposte finaliste del '95 (4 ammesse alla finale tra i Campioni)
  • 2ª serata: 10 Campioni + 7 Nuove Proposte
  • 3ª serata: 10 Campioni + 7 Nuove Proposte
  • 4ª serata: 14 Nuove Proposte qualificate (proclamazione vincitore)
  • 5ª serata: 20 Campioni (proclamazione vincitore)

Altri premi[modifica | modifica wikitesto]

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

L'Orchestra della RAI venne diretta dai maestri: Pippo Caruso, Antonio Annona, Maurizio Bassi, Paolo Carta, Stefano Cenci, Gabriele Comeglio, Fabio Coppini, Lucio Fabbri, Marco Falagiani, Maurizio Fabrizio, Pino Perris, Riccardo Galardini, Margherita Graszyk, Umberto Iervolino, Gianfranco Lombardi, Adelmo Musso, Francesco Morettini, Massimo Morini, Roberto Rossi, Bruno Santori, Renato Serio, Alberto Tafuri, Vince Tempera, Giuseppe Vessicchio, Paolo Vivaldi, Mario Zannini Quirini.

Entra nell'Orchestra della RAI in qualità di corista un giovane e bravissimo Alex Baroni.

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

Perché Sanremo è Sanremo è cantata da Rudy Neri.

Ospiti cantanti[modifica | modifica wikitesto]

DopoFestival[modifica | modifica wikitesto]

Il DopoFestival fu condotto da Ambra Angiolini con Luciano De Crescenzo, Roberto D'Agostino, Maurizio Battista, Gianni Ippoliti e la supervisione di Pippo Baudo. A causa di problemi personali e forse per i non ottimi ascolti della manifestazione (se paragonati a quelli dell'edizione precedente), Baudo arrivò al casinò sempre nervoso polemizzando con tutti. Durante l'ultima serata lanciò critiche a Fatma Ruffini, a cui andò il merito di portare Ambra al Dopofestival, Gianni Boncompagni (assente), in quanto alla domanda di un giornalista, Baudo rispose io non sono quel tipo di regista, Roberto D'Agostino, colpevole di aver criticato i Take That, Gianfranco Funari (assente), ideatore secondo Baudo della televisione della gente e Luciano De Crescenzo, colpevole anche lui di aver criticato i Take That. Altre critiche andarono a due ascoltatori colpevoli di aver criticato alcune scelte di Baudo e due giornalisti per avergli posto domande non gradite[1][2].

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

RAI

Direzione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Pippo Baudo

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati di ascolto delle varie serate, secondo rilevazioni Auditel.

Prima TV Italia Telespettatori Share
20 febbraio 1996 11 268 000 53,31%
21 febbraio 1996 12 981 000 48,13%
22 febbraio 1996 12 557 000 46,95%
23 febbraio 1996 13 003 000 53,94%
24 febbraio 1996 13 862 000 62,86%
Media delle serate 12 734 000 52,99%

Il caso Elio e le Storie Tese[modifica | modifica wikitesto]

Qualche tempo dopo la conclusione del Festival, iniziarono a circolare voci che affermavano l'effettiva vittoria di Elio e le Storie Tese, gruppo che giunse invece secondo con il brano La terra dei cachi. La canzone, decisamente al di fuori dei canoni "sanremesi", riscosse un grande successo di pubblico e di critica, aggiudicandosi il premio della critica "Mia Martini". Ai tempi le loro esibizioni non passarono inosservate: durante la seconda serata Elio apparve con un braccio finto, per poi tirare fuori quello vero da sotto il maglione; nella serata in cui i concorrenti del Festival avevano un solo minuto per riproporre un estratto della loro canzone (e tutti avevano optato per eseguire il solo ritornello), gli Elii eseguirono buona parte del proprio brano, accelerandone al massimo il tempo per complessivi 55 secondi; infine, nell'ultima serata si esibirono in abiti da alieni e con la testa rasata colorata di argento (in realtà indossavano tutti delle calotte, tranne Elio, che si era rasato davvero), con un travestimento che richiamava esplicitamente i Rockets. Dal successo riscontrato, sembrava che il brano potesse realmente vincere la gara, ma la vittoria andò a Vorrei incontrarti fra cent'anni di Ron e Tosca, proprio davanti a La terra dei cachi.

Durante la puntata del sabato di Striscia la notizia (che precedeva la serata finale di Sanremo e la proclamazione del vincitore), Enzo Iacchetti fece una battuta apparentemente innocua, annunciando che avrebbe fatto un film «con Rosa Fumetto, Lino Banfi e Vince Tempera». Il mistero venne spiegato il lunedì successivo, quando era ormai nota la vittoria di Ron e Tosca al Festival: attraverso un acrostico coi nomi dei tre personaggi citati, si otteneva la frase «Rosa Lino Vince». Il vero nome di battesimo di Ron è Rosalino Cellamare, quindi Striscia la notizia anticipò di qualche ora il nome del vincitore di Sanremo[3][4].

Secondo alcuni, la canzone avrebbe realmente vinto il Festival, ma i risultati finali sarebbero stati modificati da Pippo Baudo in persona, che non volle ufficializzare i voti[5]. Stefano Belisari, in arte Elio, fu chiamato a testimoniare davanti al giudice Giovanna Ichino che chiese informazioni sullo svolgimento della gara canora; domandò inoltre se fosse a conoscenza dell'accaduto e se Baudo avesse collaborato nella stesura del brano. A differenza dei risultati delle indagini, ad oggi, non è nota la conclusione della faccenda[6][7]. D'altro canto, l'Explorer, la società che curò l'organizzazione delle giurie demoscopiche, smentì tutte le accuse, affermando che la vittoria di Ron era indiscutibile. Infatti, stando ai dati forniti dalla società, Elio e le Storie Tese avrebbero ricevuto un totale di 19 schede bianche o nulle, e anche se si fosse attribuito il massimo punteggio per ciascuna di quelle schede, il totale sarebbe comunque stato inferiore a quello ottenuto da Ron.[8]

Piazzamenti in classifica dei singoli[modifica | modifica wikitesto]

Artista Singolo[9] Italia
(Massima posizione raggiunta)
Elio e le Storie Tese La terra dei cachi 1
Giorgia Strano il mio destino 6
Ron e Tosca Vorrei incontrarti fra cent'anni 7
Amedeo Minghi Cantare è d'amore 10
Ivana Spagna E io penso a te 12
Massimo Di Cataldo Se adesso te ne vai 13
Al Bano E' la mia vita 14
  • N.B.: Per visualizzare la tabella ordinata secondo la posizione in classifica, cliccare sul simbolo accanto a "Massima posizione raggiunta"

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sanremo: le nove "vittime" di Baudo al 'Dopofestival' in Adnkronos, 24 febbraio 1996.
  2. ^ Fabio Traversa, Sanremo-Baudo story, 1996: vincono Ron & Tosca e Syria. Co-conducono la Ferilli e la Mazza. Polemiche sul vincitore e inchiesta sulle selezioni in realityshow.blogosfere.it, 10 febbraio 2008.
  3. ^ Mariolina Iossa, Ricci: "Eravamo stati informati. Da chi? Ovvio, da San Vittore..." in Corriere della Sera, 28 febbraio 1996, p. 12.
  4. ^ Striscia story, le incursioni al Festival di Sanremo in striscialanotizia.mediaset.it.
  5. ^ Sanremo truccato? "Non fu Ron il più votato" - Corriere della Sera. URL consultato il 27 ottobre 2009.
  6. ^ tratto da Vite Bruciacchiate, ricordi confusi di una carriera discutibile - Edizioni Bompiani ISBN 88-452-5735-5
  7. ^ Articolo sul Corriere della Sera - 13 novembre 1996
  8. ^ Ron: su Sanremo voglio la verità - Corriere della Sera del 14 novembre 1996. URL consultato il 25 febbraio 2014.
  9. ^ Hit Parade Italia - Classifiche dischi, charts, canzoni, testi, musica leggera, box office italia, classifica film, discografie, festival sanremo
Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Festival di Sanremo