Mike Francis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Francis
Mike Francis live al "The Place" in Roma, il 22 febbraio 2006
Mike Francis live al "The Place" in Roma, il 22 febbraio 2006
Nazionalità Italia Italia
Genere Italo disco
New wave
Lounge
New romantic
Periodo di attività 1981-2009
Album pubblicati 18
Studio 10
Live 2
Raccolte 6
Sito web

Mike Francis nome d'arte di Francesco Puccioni (Firenze, 26 aprile 1961Roma, 30 gennaio 2009) è stato un cantante e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Mike Francis nasce a Firenze, per poi formarsi a Roma. Comincia a suonare il pianoforte e la chitarra a 14 anni e successivamente studia da autodidatta composizione e arrangiamento. Dopo diverse esperienze nei club della Capitale, nel 1981 scrive, a nome "Metropole" insieme ad Al Festa (con il testo di Enrica Bonaccorti) un singolo dance a tinte soul, jazz e funk dal titolo "Miss Manhattan"; di tale brano è anche coproduttore. Il lavoro non ha nessun esito commerciale, ma l'aver pubblicato un 12 pollici dance con ispirazioni black lo fa notare nel mondo delle discoteche più raffinate. L'anno successivo infatti viene contattato da una piccolissima etichetta romana, la Best Records, con la quale pubblica il primo singolo come Mike Francis. La distribuzione ridotta impedisce di ricavare un vero successo da questa ottima incisione, ma permette di capire la grande preparazione dell'autore. Il caldo e piacevole tono vocale di Mike Francis fa sì che la canzone sia diffusa in molte discoteche e radio. I testi, in inglese, sono inoltre ben curati, il musicista ha frequentato una scuola superiore americana in Roma, e grazie a questo ha un'ottima conoscenza della lingua; possiede inoltre notevoli estro e sensibilità che gli permettono di comporre testi di un certo spessore. In questo periodo si avvale, per la produzione, dei fratelli Pietro e Paolo Micioni già creatori, insieme a Claudio Simonetti e Giancarlo Meo, del progetto Easy Going.

Nel 1983 l'autore pubblica uno dei suoi più grandi successi "Survivor", grazie all'interesse della nota emittente romana Radio Dimensione Suono questo brano guadagna grande popolarità e raggiunge la top five italiana (lo stesso brano verrà riproposto nel 1989 in coppia con Belen Thomas in lingua spagnola). Poco tempo dopo, nel 1984, realizzerà un successo ancora maggiore, affidando alla splendida e bravissima cantante americana, ma italiana di adozione, Amii Stewart il brano da lui composto "Friends"; questa canzone arriverà addirittura al primo posto dei singoli divenendo il 14º singolo più venduto del 1984. Venderà molto anche il disco mix sia per la capillare diffusione anche in negozi non specializzati, sia per il fatto che non si tratta di un remix ma della versione completa (la cosiddetta "full length version") della canzone stessa, della durata di quasi 8 minuti.

Sull'onda del successo ottenuto in quell'anno, Mike Francis pubblica il suo primo album "Let's not talk about it" che contiene "Survivor", in versione 'corta', una re-incisione di "Night Time Lady" (già presente come 'lato b' del suo singolo) e altri 8 brani. L'album viene presentato in aprile durante un affollatissimo concerto al Teatro Olimpico di Roma: si tratta della sua prima esibizione di un certo spessore tecnico, pochi del resto sono i dubbi sul piano artistico. L'album toccherà la quindicesima posizione nella classifica italiana.

Nell'autunno del 1984 è pubblicato il singolo "Let me in" per il quale si avvale della collaborazione di Rossana Casale, si tratta di un brano ben più romantico rispetto al repertorio precedente; l'arrangiamento è completamente elettronico (in ossequio alla moda imperante negli anni ottanta) e meno di altri parrebbe adatto al contenuto della canzone, ma l'autore riesce a raggiungere comunque un risultato di alto livello, dando vita ad uno dei brani più significativi della sua carriera. Anche in questo caso la versione pubblicata su singolo da dodici pollici non è un allungamento o un rimissaggio, ma si tratta della versione integrale del pezzo dalla ragguardevole durata di 7'40.

Agli inizi del 1985 la canzone "Friends" è pubblicata in Gran Bretagna e raggiunge l'ottavo posto in classifica singoli; nello stesso anno esce il suo secondo album "Features of love", ma l'esito delle vendite non è eccellente, probabilmente l'artista sconta una promozione in scala ridotta e la propria personale riluttanza a mettersi in mostra; da questo album è comunque estratto il nuovo singolo "Iron it out" che avrà particolare successo su 12" dove trova posto un'interessante versione a cura del d.j. Mario Tagliaferri.

Durante la primavera e l'estate 1985 effettua un'apprezzatissima tournée e nei primi mesi del 1986 è pubblicato il suo nuovo singolo in coppia proprio con la Stewart dal titolo "Together", il successo è eccellente ed il brano raggiunge i primi 5 posti nella classifica settimanale.

Nel 1986 Mike Francis pubblica il suo terzo album dal semplice titolo "Mike Francis"; il successo di questo disco è superiore a quello del precedente lavoro, grazie a questo il musicista si convince, nel 1987 a pubblicare la sua prima raccolta: "Songs"; si tratta di una raccolta per certi versi atipica in quanto tutti i brani sono arrangiati, suonati e cantati ex novo, negli anni successivi questo diverrà la regola per molti altri artisti; il successo di vendite premia questa idea tanto che, con circa 350.000 copie, sarà il suo album più venduto e verrà consacrato dalla sua prima tournée nei palasport.

Nel 1988 esce il suo quarto album "Flashes of life" al cui interno il brano "I want you" ottiene subito un grande successo. Contrariamente a quanto la logica suggerirebbe, la casa discografica omette di pubblicare tale titolo anche come singolo, così facendo il buon riscontro di pubblico non viene sfruttato completamente e la carriera del cantante ne è indirettamente danneggiata. Mike, in conseguenza della scelta poco felice, si allontana dalla scena italiana e si trasferisce temporaneamente nelle Filippine dove pubblicherà nel 1990 il suo primo album dal vivo "Live in Manila" grazie al quale riesce a diventare una star locale.

Nel 1991 pubblica, avvalendosi della collaborazione di Mogol per i testi, il suo primo album in italiano, "Mike Francis in italiano", in previsione di una sua partecipazione a Sanremo, tale partecipazione non si concretizza ma il disco ha comunque successo tanto che tre anni dopo, nel 1994, Mike pubblica il suo secondo album in lingua italiana (il sesto della sua carriera), questa volta su testi di Pasquale Panella: "Francesco innamorato", il disco contiene un altro dei suoi classici: "Bellissimi occhi chiusi" e sarà un apprezzato successo, grazie anche alla buona diffusione sulle emittenti radio, tanto da entrare tra i primi 30 album della classifica settimanale dell'autorevole pubblicazione "Musica e Dischi".

La produzione di Mike Francis si arricchisce, nel 1995 dell'album: "A different air" la cui title track è una cover dei Living in a Box, è di questi anni infatti la collaborazione con gli autori Frank Musker e Richard Darbyshire, quest'ultimo ex leader dei Living in a Box stessi. In questo periodo si esibisce in California (Los Angeles, Hollywood Palladium e San Francisco) e ancora in oriente, da queste performance sarà tratta la raccolta "The very best - Live" pubblicata nello stesso anno.

Nel 1998 pubblica l'album "Misteria" e la raccolta "The best of"; nel 1999 incide l'album "All rooms with a view" distribuito dalla Sony e rende disponibile la raccolta "I grandi successi"; nel 2000 è la volta della doppia raccolta "I Grandi Successi Originali - "Flashback"".

Nel 2000 e nel 2004 torna nelle Filippine per una serie di concerti. Il palasport Araneta Coliseum di Manila fa il tutto esaurito con 16,000 fan.

Nel 2007, dopo alcuni anni di silenzio come solista, durante i quali Mike si dedica all'esperienza dei Mystic Diversions, esce il suo nuovo lavoro "Inspired"; in questo disco sono riproposte personali interpretazioni di celebri cover amate dal cantante, insieme ad alcuni brani nuovi.

Nel 2008, in considerazione delle sue straordinarie doti di cantante e autore, riceve il titolo di "honorary doctorate" in scienze musicali dal Grande Senato Accademico di Alta Educazione della The Yorker International University USA.

Il 16 gennaio 2009 esce la raccolta "The very best of Mike Francis (All was missing)", contenente anche alcuni inediti: è questo l'ultimo disco pubblicato prima della morte del cantante, avvenuta a Roma il 30 dello stesso mese, a causa di un tumore polmonare.

Nel gennaio 2011 Paolo Di Sabatino e Grazia Di Michele dedicano a Mike Francis una ballata delicata, intitolata semplicemente Francesco, realizzando per l'occasione anche un video.

Mystic Diversions[modifica | modifica sorgente]

Nel 1998 Mike fonda il gruppo Mystic Diversions assieme al fratello arrangiatore, compositore e ingegnere del suono Mario Puccioni ed al polistrumentista maltese Aidan Zammit, con essi pubblica gli album: "Crossing the liquid mirror" (2001), "Beneath another sky" (2002), "Colours" (2004),"From the distance" (2006) e "Wave a little light" (2007); per questo progetto recupera il proprio nome di battesimo semplicemente modificato in "Francesko".

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

  • 1982 - Love has found you/Nightime lady (Best Record, BEST 12009) (12")
  • 1984 - Survivor/Late summer night (Concorde, ZBCO 7363)
  • 1984 - Let me in (1ª parte)/Let me in (2ª parte) (Concorde, ZBCO 7399) (7") (con Rossana Casale)
  • 1985 - Together (con Amii Stewart)/Do it all again (RCA Italiana, PB 40205) (7") (lato b eseguito da Amii Stewart)
  • 1985 - Features of love/Upside down (Concorde, ZB 7511) (7")
  • 1986 - Iron it out/You can't get out of my heart (Concorde, ZZT 7547) (12")
  • 1987 - Suddenly back to me/Suddenly back to me (Instrumental) (Concorde, ZB 41351) (7")
  • 1987 - Dreams of a lifetime/Body thrill (Concorde, ZB 41171) (7")
  • 1988 - Times out of time (Extended version)/Don't start givin' up+Times out of time (Instrumental version) (RCA Italiana, PT 42356) (12")
  • 1988 - Still I'm runnin' back to you/Dusty road (RCA, PT 7638) (12")
  • 1991 - Se tu provi (Club version)/Se tu provi (Piano version)+4:30 A.M. party (RCA Italiana, PT 7704) (12")
  • 1992 - I want you (Inedito)/I want you (Inedito) (RCA/BMG Ariola, PT 7747) (12") (Promo "Only for clubs")
  • 1994 - Bellissimi occhi chiusi (Dub mix)/Bellissimi occhi chiusi (Remix)+Bellissimi Occhi Chiusi (RCA Italiana, 74321 20467 1) (12")
  • 2005 - Josephine (Express Deluxe edit)+Josephine (Radio edit)/Josephine (Tribute remix)+Josephine (Tribute Radio remix) (Six Of Us Italy, SOU 01.05) (12")

Album[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Mike Francis era cugino della nota cantautrice Grazia Di Michele e della giornalista televisiva RAI Danila Bonito.
  • Giorgia Todrani è stata sua corista.
  • Mike Francis ha venduto più di 8 milioni di copie in tutto il mondo (album, singoli e compilation), durante la sua carriera come solista e come membro dei Mystic Diversions.
  • La canzone Time's Out Of Time è utilizzata nel film Fantozzi va in pensione nella scena in cui il protagonista entra in un night club.
  • Mike era molto amato nell'ambiente e dai suoi amici per la generosità, la riservatezza e un raffinato senso dello humor. Era inoltre un ottimo chef e un esperto di pesca a traina che praticava a Ponza, isola da lui amata. Dopo la sua morte le sue ceneri sono state sparse sopra questa isola.
  • Mike Francis "compare" nella versione italiana dell'episodio "Life’s a glitch, then you die" dell'undicesima stagione dei Simpsons. Nella versione originale la vera identità del personaggio era quella del comico statunitense Pauly Shore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79597783