Rosa Fumetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rosa Fumetto
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica leggera
Periodo di attività 1973 – in attività
Album pubblicati 0

Rosa Fumetto, nome d'arte di Patrizia Novarini (Torino, 22 agosto 1946), è una showgirl, danzatrice, attrice e cantante italiana.

È stata un personaggio di spicco negli anni settanta degli spettacoli a contenuto erotico. In particolare, è stata una figura di pin-up e spogliarellista del Crazy Horse, storico locale parigino di cabaret.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlia di una ballerina, viene notata e assunta da Alain Bernardin nel suo famoso locale di strip tease parigino, il Crazy Horse, rimarrà a Parigi per nove anni.[1] Ha esordito come attrice cinematografica nel 1973 con il film erotico Les tentations de Marianne[2]. Successivamente ha recitato in diverse pellicole fra cui La Lune dans le caniveau, del 1983, per la regia di Jean-Jacques Beineix e al fianco di Gérard Depardieu e Nastassja Kinski.

Nel 1979 incide un singolo Crazy Moon edito dalla RCA, che ottiene un buon successo commerciale in Spagna. Pubblica in seguito un nuovo singolo Non mi chiedere perché nel 1984.

Contestualmente è apparsa in alcune trasmissioni per la televisione conducendo, sempre nel 1983, su Rai 2, il varietà sexy Il cappello sulle 23, trasmesso nella seconda fascia serale.

Nel 2006 è in teatro nella piece "Se ne carette o teatro" con la regia di Bruno Colella al fianco di Ernesto Mahieux. L'anno seguente interpreta il ruolo di Lola nel film "Gloss cambiare si può" di Valentina Brandolini.

Ha inoltre posato per Playmen ed è stata testimonial dello spot pubblicitario "Roberta" che per primo ha mostrato in tv un sedere.

È inventrice di un corso di strip tease maschile, di cui è insegnante.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

45 giri[modifica | modifica sorgente]

45 giri Mix[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Rosa Fumetto - lavocedelledonne.it
  2. ^ IMDb - Les tentations de Marianne (1973)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]