Enzo Iacchetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enzo Iacchetti
Enzo Iacchetti nel 2008
Enzo Iacchetti nel 2008
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica demenziale
Periodo di attività 1971 – in attività
Etichetta Edel Music
Album pubblicati 4
Studio 4

Vincenzo "Enzo" Iacchetti (Castelleone, 31 agosto 1952) è un attore, comico, conduttore televisivo, cantante italiano.

Dal 1994 conduce insieme al suo collega e grande amico Ezio Greggio il "telegiornale satirico" Striscia la notizia, diventandone uno dei volti storici.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La gavetta e gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Dopo essersi licenziato dall'agenzia di viaggi Globus di Lugano, nel 1978 inizia la sua carriera a Radio Tresa, una piccola radio libera di Lavena, occupandosi di tutta la programmazione: radiogiornale, intrattenimento per le casalinghe e per i bambini, contributi politici e assistenza per i pensionati.[1] Ha fatto la gavetta come intrattenitore a battesimi e matrimoni e nelle pizzerie.[2]

Inizia la professione di attore comico nel 1979 al Derby Club di Milano. Fino al 1985 frequenta il locale con assiduità, mettendo in scena spettacoli con Francesco Salvi, Giorgio Faletti, Walter Valdi, Giobbe Covatta, Malandrino e Veronica, I Gatti di Vicolo Miracoli.

In televisione, fino ai primi anni novanta, lavora in numerosissime trasmissioni per Rai, Mediaset e Telemontecarlo: dal 1986 al 1989 Sportacus su Odeon TV, Fate il vostro gioco e Tiramisù su Rai 2, Banane su Telemontecarlo, nel 1993 Dido Menica su Italia 1 e nel 1994 Italia Firza su Telemontecarlo e Giro d'Italia su Italia 1. È noto per aver cantato il brano Balliamo e cantiamo con Licia, con Vincenzo Draghi, Ricky Belloni, Silvio Pozzoli, Moreno Ferrara e Cristina D'Avena. Poi ha cantato un'altra canzone, sempre con Moreno Ferrara e Cristina D'Avena, ma con Giorgio Vanni e Marco Gallo, la canzone Tutti all'arrembaggio sigla di One Piece.

Il successo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1990 inizia la sua collaborazione con il Maurizio Costanzo Show, dove presentò le sue poesie e "Canzoni bonsai" che raccolse in un album nel 1991. Nel 1994 ottiene la conduzione di Striscia la notizia insieme a Ezio Greggio, sodalizio artistico che proseguirà per molte stagioni (e che dura tuttora), ottenendo sempre un successo strepitoso. Nel 1995 diventa testimonial dei grandi magazzini Standa, all'epoca di proprietà Fininvest.

Nel 1996 interpreta la sit-com di Antonio Ricci Quei due sopra il Varano con Lello Arena, e i film per la tv Come quando fuori piove per la regia di Bruno Gaburro e Da cosa nasce cosa per la regia di Andrea Manni. In seguito ha condotto insieme a Lorella Cuccarini La stangata - Chi la fa l'aspetti! nel 1995/1996. Sempre per la regia di Andrea Manni, produce e realizza il programma televisivo Titolo, di cui è protagonista assoluto.

Con Greggio è stato protagonista di Benedetti dal Signore, mini serie di otto puntate che nel 2004 ha vinto il Telegatto. Dal 2004 al 2007 è protagonista con Natalia Estrada della sit-com Il mammo. Dal 1998 al 2001 ha anche partecipato saltuariamente come ospite a Quelli che il calcio su Raidue. Nell'autunno 2008 è protagonista della sit-com su Italia 1 Medici miei con Giobbe Covatta, mentre nel 2009 debutta come cantante con il disco Chiedo scusa al signor Gaber, disco di cover di canzoni di Giorgio Gaber ricantate con nuovi arrangiamenti, pubblicato il 16 ottobre.[3] Dal 2 ottobre è in radio, come singolo radiofonico "Il Riccardo".[3]

Nel 2010 conduce su Canale 5 la seconda edizione di Velone, affiancato dal Gabibbo e Nina Senicar. Il 19 marzo 2010 riceve il "Riccio d'Argento" della 24ª edizione di Fatti di Musica, la rassegna del Miglior Live d'Autore italiano diretta da Ruggero Pegna per lo spettacolo "Chiedo scusa al signor Gaber". A marzo 2011, in coppia con Giobbe Covatta a teatro con “Niente progetti per il futuro" una commedia con ben 87 repliche nei teatri di tutta Italia. A fine anno ha inoltre pubblicato il disco Acqua di Natale, i cui proventi verranno sfruttati per la realizzazione di una diga in Kenya. Il disco ha debuttato alla posizione numero 24.[4]

Dal 2012 è direttore artistico del "Cabaret Amore Mio" di Grottammare.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

  • Ha un figlio, Martino, nato nel 1985.
  • Dal 2002 al 2007 è stato fidanzato con l'ex velina Maddalena Corvaglia.
  • Ha avuto un cane, di nome Willy, morto nell'estate del 2010, che spesso era presente sul bancone di Striscia la Notizia quando il suo padrone, in coppia con Ezio Greggio, conduceva il programma. Ora ha adottato un cane di nome Lucino, che svolge lo stesso ruolo di Willy.
  • È un grande tifoso dell'Inter.
  • Alto 178 cm.
  • Vive da molti anni a Luino.

Attività politica[modifica | modifica sorgente]

Da giovane è stato consigliere comunale nel Partito Comunista Italiano e nel dicembre 2012 ha detto di non votare da anni per protesta: il 26 marzo 2013 ha rivelato, in una intervista radiofonica[5], che nelle elezioni politiche del febbraio 2013 ha votato per il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Enzo Iacchetti (a destra) con Vincenzo Salemme nel 2007
  • 1989/90 - è protagonista di due farse prodotte dal Teatro dei Filodrammatici di Milano di Dario Fo.
  • 1991 - Troppa salute di Enzo Iacchetti.
  • 1992/93 - Don Chisciotte, la vera storia di pierino e di suo cugino di Daniele Sala e Francesco Freyrie.
  • 1993 - Puccini music comic show con Antonio Albanese.
  • 1994 - Gulliver monologo per voce e fiati tratto da J. Swift.
  • 1994 - Gli alberi nani, storia dei bonsai di Enzo Iacchetti e Il colore del miele di Enzo Iacchetti.
  • 1994/95 - ...e fuori nevica di Enzo Iacchetti.
  • 1998 - Grande Iac di Enzo Iacchetti e Francesco Freyrie con la regia di Daniele Sala.
  • 1999/00 - Risate al 23º piano di Neil Simon.
  • 2000/01 - Titolo: canaret di Enzo Iacchetti.
  • 2001/02 - Provaci ancora, Sam di Woody Allen.
  • 2002 - Pierino e il lupo di S. Prokotiev.
  • 2004 - Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber (dal 19 al 25 luglio).
  • 2005 - Solo con un cane.
  • 2005 - Un virus nel sistema.
  • 2005/06 - The Producer di Mel Brooks.
  • 2009/11 - Niente progetti per il futuro
  • 2012 - Il vizietto di Marco Columbro e Enzo Iacchetti

Cinema/Televisione[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • 1995 - Telegatto Trasmissione rivelazione dell'anno con La stangata - Chi la fa l'aspetti!.
  • 1996 - Premio Festival del cinema di Salerno come Miglior protagonista maschile col film Da cosa nasce cosa..
  • 2001 - Testimoniale Award per lo spot della Birra Moretti.
  • 2004 - Telegatto Miglior film tv con Benedetti dal Signore
  • 2007 - Nickelodeon Kids' Choice Awards come Miglior Personaggio TV (premio dato alla coppia Greggio-Iacchetti)
  • 2008 - Telegatto Trasmissione dell'anno con Striscia la notizia
  • 2008 - Premio Festival del cinema di Salerno con il corto Pazza di te.
  • 2010 - Premio Il clown nel cuore festival Clown & Clown di Monte San Giusto (MC)
  • 2010 - Riccio d'Argento della 24ª edizione di Fatti di Musica, la rassegna del Miglior Live d'Autore italiano per lo spettacolo "Chiedo scusa al signor Gaber".

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Da Ponte Tresa a Mediaset: "Cercavo solo di non fare il ragioniere"
  2. ^ Gigi Vesigna, Sorprese VIP in Oggi, 5 giugno 2013, p. 74-80.
  3. ^ a b Enzo Iacchetti: "Il Riccardo" anticipa l'album "Chiedo scusa al signor Gaber", "musicroom.it", 4 ottobre 2009. URL consultato il 17-10-2009.
  4. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche
  5. ^ Diario della Televisione Italiana del 26 marzo 2013 | DavideMaggio.it
  6. ^ a b c Enzo Iacchetti su Orrore a 33 giri. URL consultato il 25-10-2009.
  7. ^ Enzo Iacchetti - Il Colore del Miele (1995) | Orrore a 33 Giri

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]