Gianni Ciardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gianni Ciardo
Fotografia di Gianni Ciardo
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Periodo di attività 1973 – in attività
Etichetta RCA Italiana
Album pubblicati 2
Studio 2

Gianni Ciardo (Bari, 21 luglio 1949) è un attore, cabarettista e musicista italiano.

Suona pianoforte e chitarra ed è stato attivo in diversi campi dello spettacolo: dal cinema alla televisione, dal teatro alla musica, alle serate di cabaret[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gianni Ciardo è padre di cinque figli. Nella sua città svolge come primo lavoro il rappresentante di accendini di marca; si lega a Nico Salatino e debutta in coppia con lui nel 1973 nei primi spettacoli. Intorno al 1975 inizia a lavorare da solo in teatro in varie località della Puglia e partecipa al Cantapuglia, una manifestazione itinerante che si tiene nelle piazze della regione, con Enrico Beruschi ed Elisabetta Viviani. Si esibisce per la prima volta in televisione a Matera in un varietà sull’emittente Trm. Nel 1996 è stato assessore agli spettacoli del comune di Taranto.

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1979 comincia a lavorare nel cinema in coppia con Nico Salatino, come attore nel genere della commedia erotica, nel film Quello strano desiderio con le belle attrici Marina Lotar (alias Marina Frajese, allora Marina Hedman), e Dirce Funari (film uscito nel 1980). Nel 1980 partecipa con Alvaro Vitali al film La liceale al mare con l'amica di papà, in cui recita anche Andrea Brambilla. Insieme a Lando Buzzanca ed Aldo Maccione (gli unici attori con cui non abbia mai lavorato), rappresenta il gruppetto di mostri sacri delle commedie erotiche degli anni Settanta, che furono criticate a quel tempo per le scene di nudo e per i linguaggi volgari, ma che sono state rivalutate negli ultimi anni, poiché considerate un'analisi critica dei difetti della società italiana non solo di quel periodo, ma anche dei giorni nostri.

Alla televisione riveste nella trasmissione Il tuttologo sulla rete televisiva Antenna Sud il ruolo del "professor Ciardo", un opinionista che parla a ruota libera. Apre “Crescendo”, uno studio di registrazioni discografiche, con il musicista Mimì Uva. Nel 1981 gira ancora i film La dottoressa preferisce i marinai, diretto da Michele Massimo Tarantini, ancora con Alvaro Vitali e Paola Senatore, Pierino il fichissimo con Maurizio Esposito, Pierino medico della Saub diretto da Giuliano Carnimeo, ancora con Alvaro Vitali, L’esercito più pazzo del mondo diretto da Marino Girolami e con Andrea Brambilla, per il quale è anche uno degli autori della canzone Arrivano i nostri, cantata da Leo Gullotta. Sempre nello stesso anno partecipa alla trasmissione televisiva Domenica In con Pippo Baudo.

Del 1982 sono i film: Giovani, belle... probabilmente ricche, o Amiche mie, diretto ancora da Michele Massimo Tarantini con lo pseudonimo di Michael E. Lemick, insieme a Carmen Russo e Nadia Cassini, Il sommergibile più pazzo del mondo per la regia di Mariano Laurenti, con la coppia Enzo Cannavale e Bombolo, È forte un casino, con la regia di Alessandro Metz. Recita ancora nelle sceneggiate napoletane di Alfonso Brescia I figli... so' pezzi 'e core e Tradimento. Nel 1983 partecipa a Bonnie e Clyde all'italiana per la regia di Steno, a Grunt!, una parodia de La guerra del fuoco per la regia di Andy Luotto.

Recita ancora nella sceneggiata napoletana Laura... a 16 anni mi dicesti sì, sempre di Alfonso Brescia. Nel 1985 recita in Mezzo destro mezzo sinistro - 2 calciatori senza pallone accanto alla coppia Gigi e Andrea, diretto da Sergio Martino. In televisione, su Rai 3, partecipa all’episodio Alla conquista di Roma di Sergio Martino, della serie di film girati per la Tv: Che fai, ridi?. Conduce inoltre la trasmissione della RAI Dancemania n. 3, insieme a Laura D'Angelo, per tredici puntate. Nel 1986 partecipa al varietà Un fantastico tragico venerdì (su Rete 4) e recita nei film per la tv diretti da Sergio Martino Doppio misto, ancora con la coppia Gigi e Andrea, con Tinì Cansino e con Moana Pozzi, Ferragosto OK in due puntate, e Provare per credere, con Guido Angeli e Gegia, questi ultimi entrambi prodotti da Reteitalia per Italia 1.

Nel 1987 gira Italiani a Rio, diretto ancora da Michele Massimo Tarantini e in televisione partecipa alla trasmissione L’Italia s'è desta di Michele Mirabella su Rai 2. In teatro recita testi di Dario Fo e Carla Vistarini). Nell’estate del 1988 conduce a Rai 2 con Carmela Vincenti le ventitré puntate della trasmissione di Michele Mirabella, Aperto per ferie, Fate il vostro gioco e le dodici puntate di Chi c'è, c'è, per la regia di Gian Carlo Nicotra con Giobbe Covatta. Per la Fininvest recita scenette comico-erotiche con Carmen Russo. Nel 1989 recita nel film Nulla ci può fermare, insieme a Sergio Rubini.

Luca Montrone, presidente di Telenorba programma il suo tg satirico TeleNormale. Nel 1991 gira il film Abbronzatissimi dal regista Bruno Gaburro e nel 1992 è in televisione per Un inviato molto speciale (Rai 2), con Lino Banfi). Nel 1993 gira la fiction Il Polpo, versione barese dello sceneggiato La Piovra, per la quale scrive e canta la canzone “Enza”. Nel 1997 gira sempre per Telenorbala sit com Italo e nel 1998 il film Vento di primavera - Innamorarsi a Monopoli, insieme al duo comico Manuel & Kikka direttamente dalla sitcom Very Strong Family. Presenta con Fabrizia Carminati le diciotto puntate della trasmissione Grand Lady, trasmessa contemporaneamente da Telenorba, Canale 21, TRC e Telespazio.

Nel 2000 gira Il segreto del giaguaro, con il cantante rap Piotta, diretto da Antonello Fassari, e Vento di primavera - Innamorarsi a Monopoli, diretto da Franco Salvia, per il quale è anche autore delle musiche con Vera D'Agostino. Nel 2001 gira Prigionieri di un incubo, film per la tv ancora diretto da Franco Salvia. Nel 2003 recita in teatro la commedia Ugo, di Carla Vistarini, con la regia di Vito Signorile. Nel 2005 riceve il premio Pugliesi al cinema e in luglio presenta la manifestazione Portici d’estate a Taranto con Francesco Giorgino e Jo Squillo. In dicembre partecipa alla trasmissione televisiva Zelig Off.

Nel 2006 è nl cast del film tv Il padre delle spose, con Lino Banfi, Rosanna Banfi ed Antonio Stornaiolo ed il film sulla traslazione delle reliquie di San Nicola di Bari Nicola, lì dove sorge il sole, diretto da Vito Giuss Potenza, del quale cura anche le musiche. Partecipa a diverse puntate della trasmissione Zelig Circus, su Canale 5. A dicembre cura la stagione del teatro Duse di Bari e presenta lo spettacolo Ultima Spiaggia. Nel 2007 partecipa al Teatroteam di Bari a "Novecento 50", con Angela Minafra e Pippo Volpe, in scena con cinque ballerine, per far rivivere il mondo dell'avanspettacolo.

Nel 2008, con altri artisti di Zelig, compie un tour nei tre factory outlet center del network Fashion District, a Mantova, Valmontone e Molfetta. Recita in teatro in L'Imbianchino bussa sempre due volte, regia di Michele Mirabella, in una commedia di Dario Fo, e in Le due croci di Pietro De Silva, con la regia di Vito Latorre. Al teatro Duse organizza nuovamente la stagione teatrale (Il teatro è una cosa seria), presentandoDa giovedì a giovedì e Il vizietto. A Matera gira il film Lo Stallo, scritto da Antonio Andrisani e diretto da Silvia Ferreri, nella parte di Donato. Nel 2009 al teatro Duse dirige due produzioni di Codice Arte, Ultima Spiaggia e Domanda di matrimonio - L'uomo dal fiore in bocca (su testi di Cecov e di Pirandello). Nel 2012 partecipa al film Non me lo dire. Nel 2013 è regista e protagonista del film Sdramma.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • 1988: testi d’autore tra i quali di Dario Fo, di Donald Churcill e di Carla Vistarini.
  • 2003: commedia Ugo, di Carla Vistarini (teatro Mercadante di Cerignola).
  • 2005: direzione artistica del teatro Duse di Bari (regia di La casa di Bernalda Alba di Federico García Lorca.
  • 2006:
    • Ragù sopra la nonna (spettacolo di tradizioni popolari, battute, filastrocche, indovinelli e nenie, dalla fusione del suo Sopra la nonna e di Ragù di Vito Signorile.
    • Ultima spiaggia, regia per il teatro Duse di Bari.
  • 2007: Novecento 50 (Teatroteam di Bari).
  • 2008:
  • 2009:
    • Domanda di matrimonio - L'uomo dal fiore in bocca, testi di Cecov e di Pirandello (teatro Duse di Bari)
    • regia di Ultima Spiaggia.

Album musicali[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel ottobre 2005, al Levante Film Fest (terza edizione) riceve il premio Pugliesi al cinema.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo il critico Roberto Poppi, si caratterizza per "aria stralunata, accentuato accento pugliese, incarna alla perfezione il giovanotto un po’ timido, insicuro, sempre alla ricerca di qualcosa che non trova. I suoi personaggi sono genuini, ingenui e inesorabilmente simpatici! Il suo slang, più unico che raro, la sua passione per la terra caratterizzano i suoi lavori"[senza fonte]. Secondo il critico Carlo Vulpio (articolo sul Corriere della Sera del 19 agosto 1996): "Battuta fulminante, tanta polvere mangiata nei teatri di provincia, trentacinque film, ma di quelli "leggeri", che se non "sfondi" ti restano attaccati sulla pelle come i tatuaggi dei carcerati, poi radio e televisione."

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Morandini; (Zanichelli Editore) di Laura, Luisa e Morando Morandini.
  • Dizionario della TV; di Giorgio Carbone - Leo Pasqua.