Bruno Santori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bruno Santori

Bruno Santori (Trezzo sull'Adda, 12 ottobre 1957) è un direttore d'orchestra, compositore e arrangiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di cinque anni si avvia allo studio del pianoforte con il Maestro Silvio Marchesi. Il padre, Sergio Santori, segue i primi anni della sua carriera da musicista affiancandolo ad ogni passo facendo nascere, grazie alle sue capacità imprenditoriali, i Raminghetti, una band composta da quattro ragazzi di età compresa tra gli otto e i dieci anni di cui Bruno è tastierista. Il gruppo inciderà vari dischi (tra cui due brani di Mogol e Lavezzi) pubblicati per la Bentler Eldorado. Mogol si definirà il "Padrino" del gruppo.

Allo scioglimento dei Raminghetti, all'età di quattordici anni, dopo diverse esperienze in altri gruppi e dopo aver sperimentato nuovi generi musicali, Santori entra a far parte di una nuova formazione: i Daniel Sentacruz Ensemble[1], nati nel 1974, con il ruolo di tastierista e di compositore. Il primo successo non tardò: grazie al singolo "Soleado" il gruppo raggiunge la notorietà. Dopo il grande successo segue l'uscita del brano "Un sospero (sempre più in alto...)" da lui composto, che diverrà colonna sonora della celebre pubblicità della grappa Bocchino (interpretata da Mike Bongiorno). Nel 1976 il gruppo partecipa al ventiseiesimo Festival di Sanremo con la canzone "Linda bella Linda": dopo questa esperienza, Bruno Santori abbandona i Daniel Sentacruz Ensemble per proseguire lo studio della musica classica e terminare il conservatorio.

Dopo aver conseguito il diploma in pianoforte, sotto la guida del Maestro Paolo Bordoni, Santori parte per Londra, dove frequenta un corso di perfezionamento con il Maestro Arnaldo Cohen. Dopo l'esperienza nella musica leggera, la classica si pone in una posizione di maggior rilievo nel suo percorso artistico: la sua formazione prosegue con lo studio della composizione.

All'età di 23 anni, mosso dall'interesse per la direzione d'orchestra, Santori diviene allievo del Maestro Franco Ferrara[2]. Dopo la scomparsa del Maestro Ferrara, Santori fonda (insieme alla moglie del Maestro, Mariza) l'orchestra "Franco Ferrara", di cui la vedova è stata presidente onorario.

Durante gli anni ottanta Santori fonda, inoltre, le Istituzioni Harmoniche, un complesso da camera che, occasionalmente, viene ampliato sino a divenire orchestra sinfonica. Questo è l'inizio di una serie di concerti, sia in Italia che all'estero, muovendosi talvolta nel circuito Gioventù Musicale. In questo periodo incontra il Maestro Gianluigi Gelmetti e ne diviene prima allievo quindi assistente, seguendolo nei suoi concerti in tutto il mondo (Orchestra sinfonica della Radio di Stoccarda, Orchestra dell'Opéra di Parigi, Maison de la Radio, Orchestra sinfonica di Colonia, London Symphony Orchestra sono alcune delle orchestre che Santori ha visto lavorare da vicino in qualità di assistente).

In questo periodo è intensissimo l'impegno per lo studio della musica e della composizione; una parte importante di tempo lo dedica allo studio degli strumenti musicali, in particolar modo dei fiati, del violino e delle percussioni, che impara a suonare.

Santori si dedica anche all'attività dell'insegnamento per cinque anni in diversi istituti musicali paritari, tra cui la Folcioni di Crema, e fonda la scuola musicale Johannes Brahms, che dirige per due anni.

Torna a dedicarsi all'insegnamento nel 2003 presso il Conservatorio Donizetti di Bergamo dove tiene un corso per Direttori d'orchestra e arrangiatori.

Nel corso della sua attività concertistica è stato direttore di importanti orchestre, tra cui l'Orchestra dell'Opera di Budapest, l'Orchestra sinfonica di Lubiana, l'Orchestra sinfonica di Sofia, l'Orchestra dell'Angelicum di Milano, Orchestra della Grecia, l'Orchestra dei Pomeriggi Musicali, l'Orchestra Sinfonica della RAI di Roma, l'Orchestra del Bergamo Musica Festival, l'Orchestra della Svizzera Italiana, i Cameristi della Scala, l'Orchestra della Toscana, l'Orchestra sinfonica di Tokio, esibendosi a volte anche come pianista.

Nel marzo 2008, in una cerimonia pubblica presso l'Auditorium S.Martino della città di Fermo, Santori è stato insignito del Premio Giordaniello alla carriera, che nella precedente edizione fu assegnato a Bruno Canfora.

Il 6 novembre, in occasione del Fenice Day, ha diretto l’orchestra della Fenice di Venezia in un concerto dedicato ai 40 anni di carriera di Katia Ricciarelli. Artisti ospiti della serata: Michael Bolton, Fausto Leali, Ron, Alessandro Safina, Massimo Ranieri, Amedeo Minghi. Il concerto fu trasmesso su canale 5.

Attualmente è il direttore stabile e artistico dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo (Sanremo Festival Orchestra).

Dall' ottobre 2010 al gennaio 2012, su nomina di Roberto Formigoni, ha fatto parte del Comitato Tecnico Scientifico (area economica) della Regione Lombardia.

Il 15 dicembre 2010, in occasione dei 100 anni dalla nascita di Madre Teresa di Calcutta, ha diretto un concerto di commemorazione della Beata.

Il 18 maggio 2011, in occasione della Beatificazione di Giovanni Paolo II, ha diretto il concerto che la città di Roma ha voluto dedicare al Beato.

Dal 23 settembre 2011, prima data ufficiale tenutasi al Teatro degli Arcimboldi di Milano, è impegnato nel progetto "PFM in classic" un tour in cui Santori dirige una grande sinfonica (tra cui: l'Orchestra della Svizzera Italiana, i Cameristi della Scala, l'Orchestra della Toscana, l'Orchestra sinfonica di Tokio) ed il gruppo PFM in un percorso che spazia dalla musica classica ad alcuni tra i brani più celebri della band. Il tour viene ospitato nei più importanti teatri italiani e stranieri.

Il 4 ottobre 2014, in occasione dei 30 anni della Fondazione Exsodus di don Antonio Mazzi, ha diretto l'Orchestra Filarmonica Italiana ed i Nomadi nel concerto "Tremenda voglia di musica". L'evento si è tenuto in Piazza Duomo a Milano ed è stato trasmesso in diretta radio/video da RTL 102.5. Davanti alle 80.000 persone presenti in piazza, come ospiti all'interno del concerto, sono intervenuti: Francesco Renga, Nek, Annalisa e Luca Carboni.

DB One Music[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1990 al 2004 si dedica a DB One Music, una casa di produzione discografica proprietaria di alcuni tra i più importanti studi di registrazione in Italia, nella quale lavoreranno molti artisti, tra cui Jan Teigen, Fabio Concato, Daniele Silvestri, Michele Zarrillo, Drupi, Raf, i Pooh, Giorgio Faletti ed Ami Stewart.

Ha ideato e prodotto il progetto Suntory, un mix tra suoni etnici ed elettronici, realizzato avvalendosi della collaborazione di Dj produttori quali Roland Brant (Orlando Bragante), JK LLoyd (Giancarlo Loi), Valoy (Valentino Loi), Claudio Diva e Gianni Parrini, già produttori di altrettanti successi del genere Trance e Dream.

Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

Il Maestro Bruno Santori con Beppe Carletti durante i festeggiamenti per la vittoria nella categoria gruppi durante Sanremo 2006
Anno Artista Brano
1992 Drupi Un uomo in più
1992 Michele Zarrillo Strade di Roma
1992 Aida Satta Flores Io scappo via
1994 Giorgio Faletti Signor Tenente
1995 Rossella Marcone Un posto al sole
1996 Rossella Marcone Una vita migliore
1997 Tony Blescia E ti sento
2001 Riki Anelli Ho vinto un viaggio
2002 Daniele Silvestri Salirò
2002 Lollipop Batte forte
2002 Giuliodorme Odore
2002 OffSide Quando una ragazza c'è
2003 Luca Barbarossa Fortuna
2003 Syria L'amore è
2006 Nomadi Dove si va
2006 Riccardo Maffoni Sole negli occhi
2006 Sugarfree Solo lei mi da
2006 Simona Bencini Tempesta
2007 Daniele Silvestri La paranza
2007 Grandi Animali Marini Napoleone azzurro
2008 Melody Fall Ascoltami
2008 Andrea Bonomo Anna
2010 Irene Grandi La cometa di Halley
2010 Arisa Malamorenò
2010 Luca Marino Non mi dai pace
2011 Anansi Il sole dentro
2011 Micaela Fuoco e cenere
2013 Simona Molinari feat. Peter Cincotti La felicità
2013 Simona Molinari feat. Peter Cincotti Dr. Jekyll e Mr. Hide

Il maestro Santori è stato anche il direttore musicale del Festival di Sanremo 2009. Ha diretto l'orchestra nel "Nessun dorma" dalla Turandot in apertura alla prima serata del Festival; realizzato l'arrangiamento e diretto l'apertura della seconda serata facendo convivere il "Confutatis" dalla messa da Requiem di W.A. Mozart ed "Another brick in the wall" dei Pink Floyd; aperto la quarta serata arrangiando un medley (Sempre libera, E lucean le stelle, Memory, Torna a Surriento, We are the champions) con due solisti: il soprano Dimitra Theodossiou ed il tenore Gianluca Terranova; aperto la quinta ed ultima puntata con il finale del "Lago dei Cigni" che è stato ballato da Giuseppe Picone quindi il passo a due "Il cigno nero" ballato da Caroline Rice e Giuseppe Picone per poi eseguire "I love to boogie".

All'interno delle serate ha accompagnato l'ingresso di vari artisti come Roberto Benigni "la banda del pinzimonio", Eleonora Abbagnato (intermezzo della cavalleria rusticana, valzer della "Cenerentola"), Gabriella Pession "La danza delle ore", Hugh Hefner "Do you think I'm sexy", Maria de Filippi "La cavalcata delle Walkirie", "Rapsodia in Blue", Vincent Cassel "Marseilleise", Nuove Proposte "Let the sunshine", valletti "Un uomo e una donna". Ha diretto il ballo di Alessia Piovan e Paul Sculfor "Valzer Gattopardo". Ha diretto uno schatch sulle ‘2 anime dell'orchestra: classica e rock' "Eine Kleine Nachtmusik, Smoke in the water" Ha arrangiato e diretto per: Luca Laurenti "Sogni D'oro" "That's Life" "New York, New York" "My Way" "The Lady Is a Tramp", Massimo Ranieri "Perdere l'amore", Ornella Vanoni "Una ragione di più", Kevin Spacey "Fly me to the moon", Katy Perry "Don't stop me now", Paolo Bonolis "Tanto pe' cantà", PfmClaudio SantamariaStefano Accorsi "Bocca di rosaPescatore", Roberto Vecchioni "Sogna ragazzo sogna", per Burt Bacharach ha scritto e diretto un medley eseguito con Burt Bacharach al pianoforte "Raindrops Keep Fallin' on My Head - I'll never for in love again - I say a little prayer".

Omnia Symphony Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Prova d'orchestra

Nel 2005, insieme a Beatrice Saottini (oggi Presidente dell'associazione), fonda la Omnia Symphony Orchestra, con la quale realizza molti concerti con una peculiarità: intingere nella musica leggera quella classica, e viceversa. Nascono così esperienze singolari tra cui il concerto "Stelle per un grande sogno" (Brescia dicembre 2006) in cui Nomadi, Roby Facchinetti, Isabeau e molti altri artisti di musica leggera hanno cantato accompagnati da una grande orchestra. Non mancano i concerti di classica (è il caso della musica sacra, sinfonica e della musica da camera eseguita dalla Omnia Symphony Orchestra) e l'esplorazione di alcune vie musicali differenti, ad esempio "L'Histoire du Soldat" di Stravinsky, eseguito con la partecipazione dei solisti del Teatro alla Scala.

Il 25 marzo 2007 Santori è in veste di arrangiatore e di direttore della Omnia Symphony Orchestra che si impegna alla realizzazione di un monumentale evento per Radio Italia in occasione del suo 25º compleanno(evento diffuso da Radio e Video Italia oltre ad una messa in onda dell'evento su Canale Cinque in prima serata). A quell'evento hanno partecipato i cantanti: Claudio Baglioni, Andrea Bocelli, Edoardo Bennato, Mango, Marco Masini, Gianni Morandi, Nek, Nomadi, Enrico Ruggeri, Raf, Umberto Tozzi, gli Stadio, Alex Britti, Luca Carboni, Tiziano Ferro, Gigi D'Alessio, Gianluca Grignani, I Pooh, Ron, Le Vibrazioni, Michele Zarrillo, Renato Zero.

Il 6 e 7 aprile 2007 presso il PalaBrescia Bruno Santori ha diretto la Omnia Symphony Orchestra con il gruppo dei Nomadi orchestrando 36 tra le più famose e storiche canzoni del popolare gruppo, realizzando un doppio CD e DVD messo in vendita dalla Warner Music e già disco di platino.

Il 16 settembre 2007 la Omnia Symphony Orchestra diretta dal Maestro Santori, in occasione del 30º anniversario dalla scomparsa della ‘Divina' Maria Callas ha eseguito presso il Teatro La Fenice di Venezia un concerto commemorativo con il celebre soprano greco Dimitra Theodossiou, da cui sono stati realizzati una messa in onda internazionale sulla Rai e un DVD.

Nel maggio 2008, all'interno della stagione di Omnia Orchestra, Santori ha diretto "i Virtuosi dei Berliner Philharmoniker".

Nel mese di giugno 2008, in occasione dei festeggiamenti per i 45 anni dei Nomadi ha diretto tre concerti tenuti dal gruppo insieme alla Omnia Symphony Orchestra eseguendo i brani da lui orchestrati per il disco Orchestra.

Nel settembre 2009 ha diretto, nel teatro sociale di Brescia, un concerto lirico/pop che ha visto cimentarsi Dimitra Theodossiou e Simona Molinari sia su brani del repertorio lirico che su brani del repertorio moderno.

Il 30 novembre 2009 in occasione del compleanno di Don Antonio Mazzi ha diretto un concerto per coro e orchestra proponendo l’opera “Songs of the sanctuary: Adiemus” di Karl Jenkins.

Il 26 dicembre 2009 ha diretto la sesta edizione del concerto di S. Stefano “Film in concerto: MusicAlCinema” presso il palabrescia di Brescia.

Sanremo Festival Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

L’ultima fatica del 2009 per il M° Santori è stato il “Capodanno dei fiori” concerto svolto dal teatro del casinò di Sanremo il 31 dicembre trasmesso in diretta radiofonica e televisiva su rtl 102.5 e in collegamento con il capodanno di Rai 1, il concerto ha aperto i festeggiamenti per i 60 anni del Festival di Sanremo. Per questa occasione ha diretto la “Sanremo Festival Orchestra”, di cui attualmente è il direttore artistico e stabile, accompagnando artisti come: Dimitra Theodossiou, Simona Molinari, Romolo Tisano, Riccardo Maffoni, Daniel Sentacruz Ensamble. Si sono esibiti anche i 6 ragazzi finalisti di Sanremo Lab. Per il 2011, parallelamente alla stagione sinfonica, è stata organizzata una stagione in collaborazione con Radio/Video Italia. Tutti i concerti si sono tenuti presso il teatro del casinò di Sanremo e sono andati in onda su Radio Italia e sui canali satellitari e terrestri di Video Italia. Gli artisti ospiti della stagione sono stati:

Il 24 dicembre 2011, dopo la messa del Santo Padre su Rai Uno, è stata trasmesso il programma "Canto di Natale". Il programma diretto dal M° Santori, che si è svolto nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, ha visto come ospiti:

Il 20 aprile 2012, alternandosi con il M° Leonardo Laserra Ingrosso (direttore della Banda della Guardia di Finanza), ha diretto il concerto di gemellaggio tra la Sanremo Festival Orchestra e la banda della Guardia di Finanza. Il concerto, tenutosi presso il Teatro Donizetti di Bergamo, è stato a favore della cardiochirurgia pediatrica degli Ospedali Riuniti di Bergamo. Gli ospiti della serata sono stati:

Il 14 maggio 2012 ha diretto "Radio Italia Live: Il concerto", concerto per il festeggiamento dei 30 anni di Radio Italia. L'evento è stato trasmesso in diretta su tutte le piattaforme dell'emittente (radio, digitale terrestre, satellite, internet) e ha visto oltre 100.000 persone presenti in piazza Duomo a Milano durante il concerto. Il concerto è stato trasmesso in differita in due puntate anche su Italia 1. Gli artisti che si sono esibiti sono:

Il 12 aprile 2013 si è tenuta la seconda edizione del "Concerto di Primavera". L'evento benefico che quest'anno ha voluto sostenere l'Associazione per l'aiuto del neonato Onlus, ha confermato la formula dello scorso anno in cui il concerto di gemellaggio tra la Sanremo Festival Orchestra e la banda della Guardia di Finanza ha visto alternarsi nella direzione il M° Bruno Santori (direttore della Sanremo Festival Orchestra) e il M° Leonardo Laserra Ingrosso (direttore della Banda della Guardia di Finanza).
Gli artisti ospiti della serata sono stati:

L'11 maggio 2013, nuovamente nella splendida cornice di piazza Duomo a Milano, ha diretto "radio Italia Live: Il Concerto". Un altro grande successo di pubblico e di critica, organizzato da Radio/Video Italia, trasmesso in diretta su tutte le piattaforme dell'emittente (radio, digitale terrestre, satellite, internet). Il concerto è stato trasmesso in differita in due puntate anche su Italia 1. Gli artisti che si sono esibiti in questa edizione sono:

L'11 aprile 2014 si è tenuta la terza edizione del "Concerto di Primavera". In quest'edizione, l'evento benefico, ha voluto sostenere Arlino - Associazione di ricerca a livello infantile e adolescenziale di natura oculare. Ancora una volta il gemellaggio tra la Sanremo Festival Orchestra e la Banda della Guardia di Finanza ha visto alternarsi la direzione con i relativi direttori: il M° Bruno Santori e il M° Leonardo Laserra Ingrosso.

Gli artisti ospiti di questa edizione sono stati:

Il 1º giugno 2014 ha diretto la terza edizione consecutiva di "Radio Italia Live: Il concerto". L'evento, divenuto un appuntamento di altissima importanza per la musica italiana, è stato trasmesso in diretta su tutte le piattaforme dell'emittente (radio, digitale terrestre, satellite, internet) e ha visto oltre 100.000 persone presenti in piazza Duomo a Milano durante le prove ed il concerto. Il concerto è stato trasmesso in differita, l'8 giugno 2014, Italia 1.

Gli artisti che hanno partecipato a questa edizione sono:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniel Sentacruz Ensemble
  2. ^ Franco Ferrara

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]