Il Tirreno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Tirreno
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità quotidiano
Genere stampa locale
Formato Berlinese a 6 colonne
Fondazione 1877[1]
Sede Viale Vittorio Alfieri, 9
57100, Livorno
Editore Gruppo Editoriale L'Espresso
Diffusione cartacea 82.231 (2005)
Direttore Omar Monestier
Sito web Sito ufficiale
 

Il Tirreno è una testata giornalistica edita a Livorno, che ha diffusione nelle province di Livorno, Pisa, Lucca, Pistoia, Grosseto, Massa Carrara, Prato e Firenze (la cui sede cura le cronache locali).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La testata ebbe origine nel 1877 col nome Il Telegrafo; cessate le pubblicazioni per la connivenza con la Repubblica Sociale, nel 1945 la testata fu rifondatata col nome Il Tirreno da Athos Gastone Banti. Il primo numero uscì il 28 gennaio 1945; il nuovo quotidiano si caratterizzò per l'orientamento progressista.

Nel 1961, Il Telegrafo riprese le pubblicazioni e la testata cessò. Nel 1977, centenario della fondazione del Telegrafo, le due testate furono fuse. Il nome del nuovo quotidiano fu Il Tirreno.

Oggi il giornale appartiene al Gruppo Editoriale L'Espresso. Il direttore responsabile è Omar Monestier , che nell'ottobre 2014 ha sostituito Roberto Bernabò.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Anno Copie vendute
2008 79.048
2007 80.969
2006 81.906
2005 82.231
2004 84.022
2003 84.410
2002 85.358
2001 89.008
2000 88.523
1999 89.753
1998 89.696
1997 88.615
1996 89.338

Dati Ads - Accertamenti Diffusione Stampa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A. Santini, Il Tirreno. 130 anni della nostra storia, Livorno 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]