Corriere Romagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corriere Romagna
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità quotidiano
Genere stampa locale
Formato berlinese
Inserti e allegati Sport Romagna (al lunedì)
Sede Rimini, Piazza Tre Martiri, 43/a
Editore Cooperativa editoriale giornali associati C.s.p.a.
Tiratura 13.000 copie circa
Direttore Pietro Caricato
Redattore capo Roberto Masini
Sito web corriereromagna.it
 

Il Corriere Romagna è un quotidiano locale, diffuso nelle province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, nel circondario di Imola e a San Marino, per una copertura completa del territorio romagnolo.

Fondato nel settembre 1993 con il nome «Corriere di Ravenna»[1], sulle ceneri della Gazzetta di Rimini (1987-1993)[2] dell'imprenditore anconetano Edoardo Longarini, si è in breve imposto soprattutto tra il pubblico giovane, riuscendo a fare da riferimento, come formato e organizzazione, per gli altri quotidiani locali.

Nell'ottobre 2006 è stato rilevato per il 49% dal Gruppo editoriale L'Espresso, con opzione da confermare entro tre anni per il restante 51%. In questa ottica è da leggere il temporaneo arrivo di un nuovo direttore, Stefano Tamburini, che dopo pochi mesi ha preferito lasciare l'incarico al suo predecessore Maria Patrizia Lanzetti perché chiamato a un altro importante incarico dal suo editore di riferimento, il Gruppo editoriale L'Espresso. Da ottobre 2012 la direzione è stata affidata a Pietro Caricato. Attualmente stampa tre edizioni: Rimini e San Marino, Forlì-Cesena, Ravenna-Faenza-Lugo-Imola.
Il Corriere contrasta efficacemente il monopolio dell'informazione del Resto del Carlino in Romagna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiara Sabattani, Leggere la città. I giornali imolesi dal Settecento ad oggi, Imola, Biblioteca comunale d'Imola, 2012.
  2. ^ Editoria: fallite le Gazzette di Longarini. URL consultato il 17 aprile 2013.
editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria