Debora Villa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Debora Villa (Pioltello, 13 aprile 1969) è un'attrice e comica italiana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Originaria di Pioltello, frequenta la scuola di teatro di "Quelli di Grock" e, successivamente, il laboratorio per attori tenuto da Raul Manso. Presso l'Umanitaria di Milano segue i seminari di Manuel Ferreira e Donatella Massimilla sul teatro di strada e Canto con Germana Giannini. Partecipa a programmi televisivi sulle reti Mediaset e Rai tra cui Colorado Cafè, Sputnik, Super Ciro, Rido e Scatafascio, ed è nota in particolare per il ruolo della segretaria Patti nella sitcom Camera Cafè.

Per qualche puntata è un'inviata del programma Le Iene. Dal 2005 al 2008 è co-conduttrice, a fianco di Enrico Bertolino, di Glob - L'osceno del villaggio su Rai 3[1], mentre nelle edizioni successive del programma è invitata frequentemente come ospite. Nel 2009 è, con Alessia Marcuzzi, protagonista della sitcom Così fan tutte e, nello stesso anno, entra nel cast di Zelig.

Nel 2010 scrive il libro Amo un bastardo (ma non è il mio cane) edito per la Mondadori[2].

Dal 30 ottobre 2011 conduce Lilit - In un mondo migliore su Rai 3. Dal 12 aprile 2012 prende parte alla fiction Benvenuti a tavola - Nord vs Sud, nella parte di Elisabetta Conforti.

Nell'autunno 2012 in coppia con l'attore Alessandro Sampaoli, partecipa e si classifica al primo posto nella prima edizione del reality-game di Rai 2 Pechino Express. Nello stesso anno pubblica per Cairo editore il libro Donne che corrono dietro ai lupi.

Da agosto 2013 conduce No comment, trasmissione del mattino di Radio Monte Carlo.

Radio[modifica | modifica sorgente]

Programmi TV[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Tra il 2009 e il 2010 è stata testimonial di Diffusione Tessile in due spot pianificati nei maggiori circuiti cinematografici italiani, con la regia di Leone Pompucci.

Teatro[modifica | modifica sorgente]

  • Itaca Itaca (1991)
  • Le mosche (1992)
  • Le ali della libertà (1993)
  • Tristano e Isolde (1997)
  • Tristano e Isolde (1997)
  • Shakespeare al kilo (2001)
  • Mi piace pensare che sia amore (2001)
  • Questa sera si recita Molière (2002)
  • Anche alle balene piacciono le carezze (2002)
  • Donne che corrono dietro ai lupi(2012)
  • Palco doppio palco (2014)

Libri[modifica | modifica sorgente]

  • Amo un bastardo (ma non è il mio cane), Mondadori (2010)
  • Donne che corrono dietro ai lupi, Cairo editore (2012)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pagina su Debora Villa nel sito di Glob - L'osceno del Villaggio
  2. ^ Debora Villa diventa scrittrice con "Amo un bastardo (ma non è il mio cane)".

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vincitore di Pechino Express Successore
prima edizione Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni