Sergio Steve

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sergio Steve (La Spezia, 4 marzo 1915Roma, 9 luglio 2006) è stato un economista e accademico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Edoardo e da Dina Andreani, ha vissuto con la famiglia a La Spezia per poi trasferirsi a Genova. Si è laureato in giurisprudenza all’Università di Genova nel 1936, con una tesi dal titolo “La spesa pubblica in regime fascista”, relatore Jacopo Tivaroni. Nel 1937 consegue una seconda laurea in scienze politiche, con una tesi in diritto tributario, relatore Roberto Ago.

Cominciò ad approfondire la teoria economica all'Università di Pavia, dove divenne assistente di Benvenuto Griziotti, suo maestro, e fece amicizia con Ezio Vanoni. In questi anni ebbe modo di confrontarsi anche con monsignor Cesare Angelini, noto critico letterario.

Docente nelle università di Milano e Roma, fu a capo della sottocommissione delle finanze dell'assemblea Costituente. Le sue opere sono state raccolte nell'omnia Scritti vari (1997).

Nel 1985 l'Accademia dei Lincei gli ha conferito il Premio Feltrinelli per l'Economia.[1] Dal 1967 al 1971 ha fatto parte del Comitato scientifico della Fondazione Luigi Einaudi di Torino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premi Feltrinelli 1950-2011, su lincei.it. URL consultato il 17 novembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43681848 · ISNI (EN0000 0000 3581 7230 · SBN IT\ICCU\CFIV\114625 · LCCN (ENn2003105426 · GND (DE170646165 · WorldCat Identities (ENlccn-n2003105426
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie