Sergio Carrà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sergio Carrà (Milano, 4 maggio 1929) è un chimico e fisico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi[1][2] in chimica industriale nel 1953, è stato docente di chimica fisica in diverse università italiane e, dal 1972, di termodinamica applicata all'ingegneria chimica al Politecnico di Milano, dove ha ricoperto diversi ruoli dirigenziali e di ricerca. Nel 2005 è stato nominato professore emerito.

Nel 2015 ha ricevuto la laurea honoris causa in ingegneria chimica da parte dell'Università di Genova.

Socio dell'Accademia Nazionale dei Lincei, è uno dei maggiori esperti internazionali di chimica fisica applicata, con particolare riguardo alla teoria dei processi chimici (catalisi, cinetica chimica, reattività).

Tra le sue molte pubblicazioni, si ricordano Introduzione alla termodinamica chimica (1972), Struttura e stabilità (1978), in collaborazione con Massimo Morbidelli Chimica Fisica Applicata (1983), La formazione delle strutture (1989), Sviluppo e necessità (2012), Ricerca scientifica e tecnologia (2013),Stepping Stones to Synthetic Biology (2018) a cui il suo nipote maggiore Davide Carrà partecipato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata (PDF), su unige.it. URL consultato l'8 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2018).
  2. ^ Copia archiviata, su www2.fci.unibo.it. URL consultato l'8 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Carrà, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 25-8-2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN94355967 · ISNI (EN0000 0000 6648 1354 · SBN IT\ICCU\CFIV\094336 · LCCN (ENn80139112 · BNF (FRcb123678065 (data) · WorldCat Identities (ENn80-139112
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie