Lodovica Braida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lodovica Braida (Cirié, 23 febbraio 1961) è una storica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata all'Università di Torino con Giuseppe Ricuperati, è professore ordinario confermato di Storia della stampa e dell'editoria all'Università Statale di Milano. Dal 2011 è socio corrispondente dell'Accademia delle scienze di Torino. È membro del comitato editoriale di diverse riviste specializzate e collabora a numerosi periodici, tra cui la Rivista storica italiana, Annales. Histoire, Sciences Sociales, L'Indice dei libri del mese. Tra i suoi campi di ricerca, la storia del libro e delle pratiche culturali, i generi e le collane di larga circolazione, la censura e i circuiti della circolazione del libro proibito, il ruolo dell'autore, il genere epistolare nel XVI secolo.

Nel 2012 l'Accademia Nazionale dei Lincei l'ha insignita del Premio Feltrinelli per la Storia del Libro e della Scrittura.[1]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Le guide del tempo: produzione, contenuti e forme degli almanacchi piemontesi nel Settecento, Torino, Deputazione subalpina di storia patria, 1989
  • Il commercio delle idee: editoria e circolazione del libro nella Torino del Settecento, Firenze, Olschki, 1995
  • Stampa e cultura in Europa tra XV e XVI secolo, Roma-Bari, Laterza, 2000
  • Libri di lettere: le raccolte epistolari del Cinquecento tra inquietudini religiose e buon volgare, Roma-Bari, Laterza, 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Premi 2012 (PDF), su lincei.it, 22 giugno 2012. URL consultato il 21 febbraio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5081328 · ISNI (EN0000 0001 1020 382X · SBN IT\ICCU\RAVV\037218 · LCCN (ENnr92025227 · BNF (FRcb13477338x (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr92025227