Franco Locatelli (medico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Franco Locatelli

Presidente del Consiglio superiore di sanità
In carica
Inizio mandato 22 febbraio 2019
Predecessore Roberta Siliquini

Coordinatore del Comitato tecnico scientifico
Durata mandato 17 marzo 2021 –
31 marzo 2021
Predecessore Agostino Miozzo
Successore CTS sciolto

Dati generali
Titolo di studio laurea in medicina e chirurgia
Università Università degli Studi di Pavia

Franco Locatelli (Bergamo, 3 luglio 1960) è un medico e accademico italiano, dal 22 febbraio 2019 presidente del Consiglio superiore di sanità[1][2][3][4] e dal 17 marzo 2021 coordinatore del Comitato tecnico scientifico[5].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Franco Locatelli, secondogenito di Ersilia e Santo Locatelli, nacque il 3 luglio 1960 in via Pradello a Bergamo, dodici anni dopo la sorella maggiore Roberta[6][7]. Alla nascita di Franco, Santo svolgeva la professione di medico e pediatra di famiglia, mentre Ersilia, allora trentanovenne, era ostetrica e assisteva il marito gestendo le chiamate per le visite a domicilio. Viste le contingenze famigliari e lavorative dei genitori, Franco fu cresciuto a Costa Volpino[8] sul lago d'Iseo dagli zii Giuseppe – insegnante elementare a Lovere – e Luisa, i quali non avevano figli[6][7].

Una volta ultimato il liceo scientifico a Lovere, diversamente dalla sorella divenuta docente di lettere, Franco decise di studiare medicina all'Università degli Studi di Pavia, laddove si laureò specializzandosi in pediatria ed ematologia[9][10]. Nella medesima città fu direttore, da settembre 2000 a gennaio 2010, del reparto di oncoematologia pediatrica presso il policlinico San Matteo e professore di pediatria dal 2006 al 2019. Dal 2010 è direttore del dipartimento di oncoematologia e terapia cellulare e genica all'ospedale pediatrico Bambino Gesù[11][12] e da novembre 2018, professore ordinario di pediatria presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"[13]. Nel corso della sua attività, grazie allo sviluppo di nuove tecniche per il trapianto di cellule ematopoietiche, ha contribuito alla cura della leucemia[6][14][15].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 9 novembre 2021[18]
Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al merito della sanità pubblica
— 1º aprile 2005[19]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Insediato oggi il nuovo Consiglio Superiore di Sanità: Franco Locatelli presidente, Paola Di Giulio e Paolo Vineis i due vicepresidenti, su salute.gov.it, Ministero della salute, 22 febbraio 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
  2. ^ Franco Locatelli nuovo presidente Consiglio superiore di sanità, in Adnkronos, 22 febbraio 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
  3. ^ Michele Bocci, Franco Locatelli presidente del Consiglio superiore di sanità: scelto il luminare che ha curato il piccolo Alex, in la Repubblica, 22 febbraio 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
  4. ^ Donatella Tiraboschi, Franco Locatelli ai vertici della Sanità, in Corriere della Sera, Bergamo, 23 febbraio 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
  5. ^ Comitato tecnico scientifico, su salute.gov.it, Ministero della Salute. URL consultato il 20 marzo 2021.
  6. ^ a b c Fabio Turone, Salvare i bambini crea dipendenza, su airc.it, AIRC, 29 novembre 2018. URL consultato il 16 marzo 2021.
  7. ^ a b Carmelo Caruso, Parla Franco Locatelli, il prof. che spiega agli italiani la pandemia, in Il Foglio, 14 aprile 2020. URL consultato il 16 marzo 2021.
  8. ^ Donatella Tiraboschi, Il medico che ha salvato Alex Montresor: «Tornerei a Bergamo con un progetto di terapia genica», in Corriere della Sera, Bergamo, 2 febbraio 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
    «[...] del[lo] zio maestro che mi aveva cresciuto con sua moglie in quel di Costa Volpino [...]»
  9. ^ Stefano Romano, Locatelli prof alla Sapienza lascia la cattedra di Pavia, in la Provincia Pavese, 11 novembre 2018. URL consultato il 16 marzo 2021.
  10. ^ Il Premio Angelini Giovani a tre ricercatori. "Fedeltà a Pavia" al prof. Franco Locatelli, in il Ticino, Diocesi di Pavia, 14 novembre 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
  11. ^ Ospedale pediatrico bambino Gesù – Divisione ematologia pediatrica, su trapianti.salute.gov.it. URL consultato il 16 marzo 2021.
  12. ^ Oncoematologia – Ospedale pediatrico bambino Gesù, su ospedalebambinogesu.it. URL consultato il 16 marzo 2021.
  13. ^ Docente – Franco Locatelli, su corsidilaurea.uniroma1.it. URL consultato il 16 marzo 2021.
  14. ^ La nuova terapia genetica porta la firma di Locatelli, in la Provincia Pavese, 3 febbraio 2018. URL consultato il 16 marzo 2021.
  15. ^ Oncoematologia – Ospedale pediatrico bambino Gesù, su ospedalebambinogesu.it. URL consultato il 16 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2021).
  16. ^ Premi "Antonio Feltrinelli" 2019 (PDF), Accademia Nazionale dei Lincei, 8 novembre 2019. URL consultato il 16 marzo 2021.
  17. ^ Franco Locatelli. Premio Feltrinelli per la patologia, oncologia, immunologia, microbiologia, su Rai Cultura. URL consultato il 16 marzo 2021.
  18. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  19. ^ Locatelli dott. Franco medaglia d'oro al merito della sanità pubblica, su quirinale.it. URL consultato il 16 marzo 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141154076017311860001 · GND (DE1169940412 · WorldCat Identities (ENviaf-141154076017311860001