William Baumol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Precursors in mathematical economics, 1968

William Jack Baumol (New York, 26 febbraio 1922New York, 4 maggio 2017) è stato un economista statunitense, professore della New York University e della Princeton University, si occupa del mercato del lavoro e di altri fattori economici. Ha inoltre apportato considerevoli contributi alla storia del pensiero economico. È tra i 500 migliori economisti del mondo secondo la RePEc[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tra i suoi contributi più noti: la teoria dei mercati contendibili, il modello Baumol-Tobin sulla domanda di moneta con movente transattivo, la descrizione di quella che Baumol ha chiamato la malattia dei costi nel settore dei beni sociali, e i lavori sulle imposte pigouviane.[2]

Nel 2006 la riunione annuale della American Economic Association, onorando i suoi innumerevoli contributi, ha tenuto una sessione speciale in suo nome, nella quale sono stati presentati 12 documenti sull' imprenditorialità.[3]

La rivista inglese The Economist ha pubblicato un articolo su William Baumol e il suo lavoro di una vita teso a sviluppare un posto nella teoria economica dell'imprenditore (11 marzo 2006, pag. 68)[4], molto del quale deve la sua genesi a Joseph Schumpeter. Entrambi hanno infatti notato che la tradizionale teoria microecomica tiene in considerazione sia 'prezzi' che le 'imprese' ma non per ciò che (apparentemente) è il più importante motore dell'innovazione: l'imprenditore. Baumol ha il merito di aver posto rimedio a questa lacuna: "Grazie all'accurata opera di Baumol, ora per gli economisti gli imprenditori hanno un po' più di considerazione nelle loro teorie."

Baumol è tra i curatori dell'associazione Economists for Peace and Security. È membro straniero dell'Accademia dei Lincei[5].

Principali pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Top 5% Authors, RePEc, 2008-08. URL consultato l'11 settembre 2008.
  2. ^ Baumol, W.J. (1972), ‘On Taxation and the Control of Externalities', American Economic Review, 62 (3), 307-322.
  3. ^ (EN) Annual Meeting Allied Social Science Associations, American Economic Association, 6 gennaio 2006. URL consultato l'11 settembre 2008.
  4. ^ (EN) Searching for the invisible man, The Economist, 9 marzo 2006. URL consultato l'11 settembre 2008.
  5. ^ Scheda, dal sito dell'Accademia dei Lincei

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàVIAF (EN108139227 · ISNI (EN0000 0001 1032 0946 · SBN IT\ICCU\CFIV\101084 · LCCN (ENn79064968 · GND (DE119076209 · BNF (FRcb12277835s (data) · ULAN (EN500098585