Mario Dal Pra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Dal Pra (Montecchio Maggiore, 29 aprile 1914Milano, 21 gennaio 1992) è stato un filosofo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mario Dal Pra, nato a Montecchio Maggiore il 29 aprile 1914, si è laureato in filosofia all'Università di Padova sotto la guida di Erminio Troilo. Ha iniziato giovanissimo la sua carriera didattica come docente di filosofia e storia prima nel Liceo Scientifico Paleocapa di Rovigo (1937-1939) e poi nel Liceo classico di Vicenza (1939-1943), trasferendosi poi durante la seconda guerra mondiale a Milano; qui dalla fine della guerra al dicembre 1951 ha insegnato filosofia e storia nel Liceo classico Carducci. Dal dicembre 1951 ha insegnato Storia della filosofia antica e Storia della filosofia medioevale all'Università Statale di Milano, dove ha infine ricoperto la cattedra di Storia della filosofia, succedendo ad Antonio Banfi. Dal Pra ha partecipato attivamente alla Resistenza, nelle file di "Giustizia e Libertà", guadagnandosi due croci di guerra al merito partigiano, ed ha collaborato alla ricostruzione politica e culturale del Paese, con un'opera didattica e scientifica sempre sorretta da un'alta ispirazione morale.

Medaglia d'oro quale benemerito della Scuola, della Cultura e dell'Arte, membro dell'Accademia dei Lincei, dell'Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, dell'Accademia Olimpica di Vicenza, nonché membro autorevole della Società Filosofica Italiana, della quale è stato anche Presidente nazionale per un triennio. Con decreto del presidente della Repubblica in data 27-7-1987 gli è stato conferito il titolo di professore "emerito" della Università di Milano a tutti gli effetti di legge.

Storico del pensiero di prestigio internazionale (tra i suoi temi preferiti, lo scetticismo greco, Abelardo e la logica medioevale, Hume, Condillac, , la logica hegeliana, il giovane Marx, il pragmatismo, americano e italiano, la storia della storiografia filosofica), Dal Pra ha sempre connesso la sua attività storiografica con l'esplicitarsi di interessi teorici che lo hanno portato ad elaborare, negli anni cinquanta, un'originale linea di pensiero denominata "trascendentalismo della prassi", poi evoluta in una forma di razionalismo storicista e critico. Il suo interesse filosofico fondamentale si è infatti sempre rivolto al chiarimento del rapporto tra teoria e prassi in una prospettiva antimetafisica che lo ha fin dai suoi esordi posto in contrasto con le posizioni del neoidealismo italiano, e più in generale con ogni forma di dogmatismo teoricistico emergente nel pensiero contemporaneo, per favorire la libera esplicazione dell'iniziativa pratico-razionale dell'uomo.

Nel 1946 Dal Pra ha fondato la Rivista di storia della filosofia, un riferimento costante e prestigioso nell'ambito degli studi del pensiero occidentale, tuttora pubblicata.

Negli anni sessanta è stato autore di un fortunato Sommario di storia della filosofia per licei, in tre volumi e più volte ristampato (La Nuova Italia, Firenze) e poi direttore di una monumentale Storia della filosofia (prima edizione Vallardi, Milano 1975, in dieci volumi, poi Piccin, Padova 1999, aggiornata in undici volumi).

È deceduto a Milano il 21 gennaio 1992 ed i suoi resti mortali riposano nel Cimitero di Vicenza. Ha donato la sua biblioteca e le sue carte alla Biblioteca di Filosofia Università degli Studi di Milano.

Pensiero[modifica | modifica wikitesto]

Filosofia[modifica | modifica wikitesto]

Nel dopoguerra e negli anni Cinquanta, in collaborazione con Andrea Vasa, Dal Pra elabora una posizione filosofica che viene indicata come trascendentalismo della prassi.

Successivamente, avvicinandosi alle idee di Giulio Preti, Dal Pra propone uno storicismo critico, più attento alle strutture della ragione con cui l'esperienza storica si struttura.

Storiografia[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Il realismo e il trascendente, Padova, Cedam, 1937, pp. XXVIII-166.
  • Scoto Eriugena ed il neoplatonismo medievale, Fratelli Bocca, Torino 1941.
  • Condillac, Fratelli Bocca, Torino 1942.
  • Il pensiero di Sebastiano Maturi, Fratelli Bocca, Torino 1943.
  • Valori cristiani e cultura immanentistica, Padova, Cedam, 1944, pp. 108.
  • Hume, Fratelli Bocca, Torino 1949.
  • La storiografia filosofica antica, Fratelli Bocca, Torino 1950.
  • Giovanni di Salisbury, Torino, Fratelli Bocca, 1951.
  • Nicola di Autrecourt, Torino, Fratelli Bocca, 1951.
  • Amalrico di Bène, Fratelli Bocca, Torino 1951.
  • Il pensiero di John Dewey, Fratelli Bocca, Torino 1952.
  • La dialettica in Marx, Laterza, Roma-Bari 1972.
  • Hume e la scienza della natura umana, Laterza, Roma-Bari 1973.
  • Logica e realtà. Momenti del pensiero medievale, Laterza, Roma-Bari 1974.
  • Lo scetticismo greco, Laterza, Roma-Bari 1975.
  • Logica esperienza e prassi. Momenti del pensiero contemporaneo, Morano, Napoli 1976.
  • Il problema del realismo nella storia del pensiero, Unicopli, Milano 1980.
  • La storiografia filosofica e la sua storia, con Garin E. ed altri autori, Antenore, Padova 1982.
  • David Hume. La vita e l'opera, Laterza, Roma-Bari 1984.
  • Antonio Banfi (1886-1957), Unicopli, Milano 1984.
  • Studi sul pragmatismo italiano, Bibliopolis, Napoli 1984.
  • Studi sull'empirismo critico di Giulio Preti, Bibliopolis, Napoli 1988.
  • Lo scetticismo greco, Laterza, Roma-Bari 1989.
  • Filosofi del Novecento, Franco Angeli, Milano 1989.
  • Ragione e storia. Mezzo secolo di filosofia italiana, con Fabio Minazzi, Rusconi, Milano 1992.
  • Storia della filosofia e della storiografia filosofica. Scritti scelti, a cura di Maria Assunta Del Torre, Franco Angeli, Milano 1996.
  • La guerra partigiana in Italia. Settembre 1943 - maggio 1944, a cura di Dario Borso, Giunti, Milano 2009.
  • Il pensiero filosofico di Marx, a cura di Dario Borso, Shake, Milano 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. Cambi, Razionalismo e prassi a Milano (1945-1954), Milano, 1983;
  • N. Badaloni (et al.), La storia della filosofia come sapere critico. Studi offerti a Mario Dal Pra, Milano, Angeli, 1984.
  • L. Bianchi, Bibliografia degli scritti di Mario Dal Pra, in La storia della filosofia come sapere critico. Studi offerti a Mario Dal Pra, Milano, 1984, pp. 749-72;
  • A. Montesperelli, Introduzione, in E. Mirri - L. Conti (a cura di), Filosofi nel dissenso, Foligno, 1986;
  • M. Mirri, Fra Vicenza e Pisa. Esperienze morali, intellettuali e politiche di giovani degli anni ’40, in Il contributo dell’Università di Pisa e della Scuola Normale Superiore alla lotta antifascista ed alla guerra di Liberazione, Pisa, 1987;
  • A. Pacchi, Il filosofo e l’educatore, in In onore di Mario Dal Pra, Montecchio Maggiore, 1988, pp. 13-26;
  • F. Cassinari (a cura di), Filosofia e storia della filosofia in Mario Dal Pra. Conversazione con Fulvio Papi, «Itinerari filosofici», 2 (1992), pp. 68-79;
  • E.I. Rambaldi, Ricordo di M. Dal Pra, «Rivista di storia della filosofia», 47 (1992), pp. 9-45;
  • E. Garin, Mario Dal Pra, «Rivista di storia della filosofia», 48 (1993), pp. 231-37;
  • A. Santucci, Mario Dal Pra filosofo e storico della filosofia, «Rivista di storia della filosofia», 85 (1994), pp. 67-97;
  • E.I. Rambaldi, Mario Dal Pra e l’esistenzialismo positivo di Nicola Abbagnano, «Rivista di storia della filosofia», 50(1995), pp. 41-72;
  • M.A. Del Torre (a cura di), Mario Dal Pra e i cinquant’anni della "Rivista di storia della filosofia", Milano, 1998;
  • G. Paganini, Dall’empirismo classico all’empirismo «critico». Le ricerche di M. Dal Pra tra storia e teoria, «Cenobio. Rivista trimestrale di cultura della Svizzera italiana», 1998, pp. 365-85;
  • P. Giordanetti, Il fondo manoscritto di Mario Dal Pra, «Rivista di storia della filosofia», 55 (2000), pp. 671-72;
  • E.I. Rambaldi, Et vos estote parati. Mario Dal Pra, la vigilia, «Rivista di storia della filosofia», 55 (2000), pp. 625-44;
  • G. Barreca, L’archivio Mario Dal Pra, «Rivista di storia della filosofia», 59 (2004), pp. 931-33;
  • E. I. Rambaldi, Mario Dal Pra in Enciclopedia filosofica, Milano, 2006, v. III, pp. 2510-2511, Id., Mario Dal Pra giovane insegnante a Vicenza, «Rivista di storia della filosofia», 61 (2006), pp. 397-401;
  • M. Rigamonti, Gli Hume di Mario Dal Pra, «Rivista di storia della filosofia», 63 (2008), pp. 139-50;
  • M. Parodi - C. Selogna, Per una filosofia minore. Mario Dal Pra e il pensiero debole, «Rivista di storia della filosofia», 63 (2008), pp. 771-789;
  • P. Di Vona, Ricordo di Mario Dal Pra, «Rivista di storia della filosofia», 63 (2008), pp. 815-18;
  • Enrico I. Rambaldi, Filologia e filosofia nella storiografia di Mario Dal Pra, in «ACME», LXII (2009), n. 1, pp. 254-89;
  • E. Franzina, Mario Dal Pra partigiano. Dal fascismo alla Resistenza e alla sua storia, in «Belfagor», 65 (2010), pp. 341-48.
  • Il fondo manoscritto di Mario Dal Pra. Descrizione, in "Rivista di storia della filosofia", LV (2000), 4, pp. 671-672.
  • AA. VV., Ricordo di M. Dal Pra, Informazione filosofica, sito "studifilosofici.it".
  • G. Barreca, P. Giordanetti, Fondo Mario Dal Pra, Milano, Cisalpino, 2005.
  • Dal Pra, Mario» in Dizionario di filosofia, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2009.
  • Presentiamo Mario Dal Pra: l'uomo, il filosofo. Una mostra biografico-documentaria dall'archivio inedito Università dgli Studi di Milano, Biblioteca di Filosofia, 4 dicembre-21 gennaio 2015
  • L'archivio Mario Dal Pra presso l Biblioteca di Filosofia dell'Università degli Studi di Milano
  • Fascicolo speciale in memoria di Mario Dal Pra per il settantesimo anniversario della fondazione della Rivista, in Rivista di storia della filosofia: LXXI, supplemento 4, 2014, Milano, Franco Angeli, 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN22136877 · ISNI: (EN0000 0000 8100 5364 · SBN: IT\ICCU\CFIV\036973 · LCCN: (ENn82244175 · GND: (DE13048329X · BNF: (FRcb11886057r (data) · NLA: (EN35116064 · BAV: ADV10006247