Vittorio Capraro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Vittorio Capraro (Trento, 10 dicembre 1911 – ...) è stato un fisiologo, chimico e accademico italiano, con cattedra di Fisiologia umana e di Chimica biologica. Dal 1951 è stato professore straordinario di Fisiologia generale nell'Università degli Studi di Urbino, dove dal 1953 è stato anche preside della Facoltà di Farmacia. È stato direttore dell'Istituto di biologia presso l'Istituto Carlo Erba di Milano.

Nel 1966 vinse il Premio Feltrinelli per Scienze biologiche e Applicazioni[1]

Capraro con la sua squadra ha isolato dalla mucosa gastrica alcune glicoproteine in grado di legarsi con la vitamina B12 e di assorbire nell'intestino l'azoto e i grassi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Basi Molecolari della vita
  • Medicina d'oggi letture de le Scienze

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Accademia Nazionale dei Lincei - Premi e borse di studio - Premi "Antonio Feltrinelli" finora conferiti, su lincei.it. URL consultato il 28 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2014).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Who's who in Italy, 1958, Volume 3,Parte 4
  • Panorama biografico degli italiani d'oggi, Volume 1 Gennaro Vaccaro - A. Curcio, 1956
  • Accademie e biblioteche d'Italia, Volume 35; Palombi, 1967
Controllo di autoritàBNE (ESXX1228798 (data)