American Economic Association

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
American Economic Association
AbbreviazioneAEA
Fondazione1885
ScopoPromozione della ricerca economica
Sede centraleStati Uniti Nashville
PresidenteStati Uniti Claudia Goldin
Lingua ufficialeinglese
Sito web

La American Economic Association, o AEA, è un'associazione accademica attiva nel campo dell'economia, nata nel 1885 con sede a Nashville, Tennessee, il cui attuale presidente è Claudia Goldin della Harvard University. La AEA pubblica la American Economic Review, una delle riviste accademiche economiche più prestigiose.

Gli scopi della AEA sono:

  • promuovere la ricerca economica;
  • pubblicare studi economici;
  • promuovere la piena libertà di discussione economica.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Per molti anni, la AEA ha pubblicato l'American Economic Review, il Journal of Economic Literature, ed il Journal of Economic Perspectives (disponibile gratuitamente online). Dal 2009 pubblica l'American Economic Journal (AEJ), che si occupa di economia, politica economica, macroeconomia e microeconomia. La AEA produce poi EconLit, la sua bibliografia elettronica, comprendente articoli di riviste, libri, recensioni di libri, articoli di volumi collettivi, saggi e dissertazioni di 125 anni di letteratura economica di tutto il mondo.

L'American Economic Review[modifica | modifica wikitesto]

L'American Economic Review è la principale pubblicazione dell'Associazione Economica Americana ed è considerata una delle riviste più prestigiose e rinomate nel campo dell'economia.[1][2][3] Fondata nel 1911, esce in stampa generalmente 7 all'anno, e in casi eccezionali con una frequenza mensile. Dal 2007 la sede editoriale si è stabilita a Pittsburgh.[4]

Gli articoli sono sottoposti a revisione paritaria, requisito al quale a partire dal 2004 si è aggiunto quella della riproducibilità dei risultati delle ricerca, con l'obbligo di fornire i dati di partenza e il codice utilizzato per l'elaborazione, nel rispetto di una cornice di regole comuni.[5] Tuttavia, l'obbligo è escluso prevista per le popolazioni di dati proprietarie.[6]

Il numero di maggio è noto come Papers and Proceedings, nel quale viene presentata una scelta di paper e delle relative discussioni preparatorie al congresso annuale dell'associazione.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati presidenti dell'associazione:[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrew J. Oswald, An Examination of the Reliability of Prestigious Scholarly Journals: Evidence and Implications for Decision-Makers, in Economica, vol. 74, n. 293, 2007, pp. 21–31, DOI:10.1111/j.1468-0335.2006.00575.x..
  2. ^ Cynthia Clark Northrup, American Economic Association, in The American economy: a historical encyclopedia, vol. 2, ABC-CLIO, 2004, pp. 9–10, ISBN 1-57607-866-3..
  3. ^ IDEAS/RePEc h-index for Journals, su ideas.repec.org. URL consultato l'11 settembre 2009.
  4. ^ (EN) Una prestigiosa rivista economica trasferisce la propria sede a Pittsburgh, su Pittsburgh Post-Gazette, 18 aprile 2007.
  5. ^ (EN) B. D. McCullough, Got replicability? (PDF), in Econ Journal Watch 1, vol. 4, n. 3, settembre 2007. URL consultato il 9 luglio 2019 (archiviato il 9 luglio 2019).
  6. ^ (EN) Risorse web per gli economisti, su rfe.org.
  7. ^ (EN) American Economic Association, su www.aeaweb.org. URL consultato il 7 agosto 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN148600662 · ISNI (EN0000 0004 0508 5920 · LCCN (ENn80044605 · GND (DE1000388-5 · BNF (FRcb12083340w (data) · NLA (EN35004857 · NDL (ENJA00767502 · WorldCat Identities (ENlccn-n80044605