Carbonara al Ticino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carbonara al Ticino
comune
Carbonara al Ticino – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
Sindaco Germano Miatton (lista civica) dal 14-6-2004
Territorio
Coordinate 45°08′00″N 9°06′00″E / 45.133333°N 9.1°E45.133333; 9.1 (Carbonara al Ticino)Coordinate: 45°08′00″N 9°06′00″E / 45.133333°N 9.1°E45.133333; 9.1 (Carbonara al Ticino)
Altitudine 83 m s.l.m.
Superficie 14,78 km²
Abitanti 1 550[1] (31-12-2010)
Densità 104,87 ab./km²
Frazioni Canarazzo, Cantarana, Sabbione, Casoni
Comuni confinanti Cava Manara, Pavia, San Martino Siccomario, Torre d'Isola, Villanova d'Ardenghi, Zerbolò, Zinasco
Altre informazioni
Cod. postale 27020
Prefisso 0382
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 018030
Cod. catastale B741
Targa PV
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti carbonaresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Carbonara al Ticino
Posizione del comune di Carbonara al Ticino nella provincia di Pavia
Posizione del comune di Carbonara al Ticino nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Carbonara al Ticino è un comune italiano di 1.530 abitanti[2] della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nella Lomellina orientale, sul ciglio del terrazzo che domina la valle alluvionale del Ticino, presso la riva destra del fiume.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Noto fin dal XIII secolo come Carbonaria, legato al feudo di Gropello, fu sotto la signoria dei Beccaria di Gropello e poi per eredità (XV secolo) dei Visconti del ramo di Breme e Gropello, dei quali Girolamo fu primo Conte di Carbonara (inizio del XVII secolo). Essi si estinsero prima della fine di quel secolo, e la contea passò ai loro congiunti Lonati Visconti. Nel 1768 Antonio Maria della Chiesa, che prese per adozione il cognome Malaspina della città di Bobbio (PC), fu creato Marchese di Carbonara.[3] Nel 1713 il comune, seguendo le sorti della Lomellina, fu incluso nei domini dei Savoia. Nel 1863 prese il nome di Carbonara al Ticino. Tra le frazioni di Carbonara, due ebbero vicende particolari e furono comuni autonomi, Sabbione e Campomaggiore.

  • Sabbione, noto come Sablonum già nel XIII secolo, seguì feudalmente le sorti di Cava Manara e terre vicine, appartenendo agli Eustachi e poi ai marchesi Olevano di Pavia, essendo poi unito a Carbonara verso il 1800.
  • Campomaggiore, a causa dell'incerta collocazione tra la Lomellina e il Siccomario, fu causa, con altri tre paesi (Torre de Torti, fraz. di Cava Manara, San Fedele e Travedo, fraz. di Sommo), di un lungo contenzioso tra l'Austria e i Savoia, tra il 1710 e il 1738. Nel 1815 il comune (che contava circa 200 abitanti) fu soppresso e unito a Zerbolò, e solo nel 1866 ne fu staccato e unito a Carbonara.

È stata location del film Il ragazzo di campagna (1984) diretto da Castellano e Pipolo ed interpretato da Renato Pozzetto.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Dato Istat al 31/7/2010.
  3. ^ I Malaspina di Bobbio
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia