Pieve Porto Morone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pieve Porto Morone
comune
Pieve Porto Morone – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
Sindaco Angelo Cobianchi (lista civica) dal 07/06/2009
Territorio
Coordinate 45°06′37″N 9°26′13″E / 45.110278°N 9.436944°E45.110278; 9.436944 (Pieve Porto Morone)Coordinate: 45°06′37″N 9°26′13″E / 45.110278°N 9.436944°E45.110278; 9.436944 (Pieve Porto Morone)
Altitudine 58 m s.l.m.
Superficie 16 km²
Abitanti 2 801[1] (31-12-2010)
Densità 175,06 ab./km²
Frazioni Casoni, Mezzano, Sartorona
Comuni confinanti Arena Po, Badia Pavese, Castel San Giovanni (PC), Costa de' Nobili, Monticelli Pavese, Santa Cristina e Bissone, Zerbo
Altre informazioni
Cod. postale 27017
Prefisso 0382
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 018114
Cod. catastale G650
Targa PV
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti pievesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pieve Porto Morone
Posizione del comune di Pieve Porto Morone nella provincia di Pavia
Posizione del comune di Pieve Porto Morone nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Pieve Porto Morone è un comune italiano di 2.740 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nel Pavese sudorientale, a breve distanza dalla riva sinistra del Po, al confine con la provincia di Piacenza.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Appare con il nome di Plebs Portus Moroni nel diploma con cui, nel 1164, l'imperatore Federico I concesse a Pavia la giurisdizione sull'Oltrepò Pavese, la Lomellina e anche alcune località periferiche del Pavese (come Pieve Porto Morone) che probabilmente non le appartenevano già. Fu signoria dei Conti di Rovescala, discendenti dei Conti di Pavia, dal 1228. Appartenne alla Campagna Sottana pavese, e come molti paesi circostanti nel XV secolo fu incluso nel Vicariato di Belgioioso che venne infeudato a un ramo cadetto della casa ducale degli Estensi, che confluì per matrimonio nel 1757 nei principi Barbiano di Belgioioso. Il Vicariato aveva come capoluogo Corteolona (Belgioioso infatti, pur dando il nome al Vicariato, non ne faceva parte).

Nel XVIII secolo gli fu annesso il comune di Casone del Mezzano (l'attuale Casoni), e nel 1866 gli fu aggregato il soppresso comune di Mezzano Parpanese.

  • Mezzano Parpanese (l'attuale fraz. Mezzano, CC F178) era un'antica dipendenza del comune di Parpanese (attuale fraz. di Arena Po), signoria del monastero di San Bartolomeo in Strada di Pavia, il cui capoluogo era posto a sud del Po; nel XVIII secolo il comune di Mezzano (sorto probabilmente su un'isola fluviale) acquisì l'autonomia per motivi geografici. Nel 1866 fu aggregato a Pieve Porto Morone.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Pieve Porto Morone[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.