Bagnaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il comune della provincia di Udine, vedi Bagnaria Arsa.
Bagnaria
comune
Bagnaria – Stemma
Bagnaria – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
Sindaco Gianluigi Bedini (lista civica) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 44°50′00″N 9°07′00″E / 44.833333°N 9.116667°E44.833333; 9.116667 (Bagnaria)Coordinate: 44°50′00″N 9°07′00″E / 44.833333°N 9.116667°E44.833333; 9.116667 (Bagnaria)
Altitudine 333 m s.l.m.
Superficie 16,59 km²
Abitanti 684[1] (31-12-2010)
Densità 41,23 ab./km²
Frazioni Casa Arcano, Casa Galeotti, Casa Massone, Livelli, Ponte Crenna, Spizzirò, Torretta, Mutti, Moglia, Coriola
Comuni confinanti Gremiasco (AL), Ponte Nizza, Varzi
Altre informazioni
Cod. postale 27050
Prefisso 0383
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 018007
Cod. catastale A550
Targa PV
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti bagnaresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bagnaria
Posizione del comune di Bagnaria nella provincia di Pavia
Posizione del comune di Bagnaria nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Bagnaria (Bagnèra in dialetto oltrepadano[2] e in ligure[3]) è un comune italiano di 689 abitanti[4] della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nell'Oltrepò Pavese, in valle Staffora, in una zona di bassa montagna.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Bagnaria fece parte del marchesato dei Malaspina fin dall'investitura imperiale del 1164; passò al ramo dello Spino Fiorito e, nell'ulteriore divisione della famiglia nei tre rami di Varzi, Godiasco e Pizzocorno (vedi Ponte Nizza), toccò a quest'ultimo. Esso fu bruscamente troncato nel 1413 con l'assassinio di tutti i membri nel castello di Olivola in Lunigiana: nella dispersione dei loro beni, Bagnaria fu acquistata dai nobili Busseti di Tortona, e quando i feudi di valle Staffora, ormai sottomessi dai duchi di Milano, furono aggregati alle province del ducato, Bagnaria non toccò a Pavia ma a Tortona. E del Tortonese fece sempre parte fino all'inizio del XIX secolo.

Nel 1485 il feudo di Bagnaria passò ai Fieschi di Genova, e dopo la loro ribellione fu confiscato e dato ai principi Doria. Questi riuscirono a far riconoscere questo feudo come imperiale o esente: questo significa che si trovava in una condizione ancor più privilegiata rispetto alle giurisdizioni separate dell'Oltrepò (vedi Oltrepò Pavese), godendo della totale autonomia giudiziaria e fiscale, in pratica era uno staterello indipendente. Tra l'altro, mentre negli altri feudi c'era il diritto d'appello alla magistratura di Stato contro i giudizi dei giudici feudali, qui il diritto di appello era al tribunale del Principe Doria.

Il feudo imperiale fu abolito con l'arrivo di Napoleone; nel 1801 Bagnaria fu staccata dal Tortonese e unita al Bobbiese nella provincia di Bobbio, con cui entrò poi (1859) nella provincia di Pavia. Il vecchio nome era Bagnara, solo nel 1863 prese il nome attuale. Nel 1929 venne aggregato al comune di Varzi, ma nel 1946 riacquistò l'autonomia comunale.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]


Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Comunità montane[modifica | modifica sorgente]

Fa parte della fascia montana della Comunità Montana Oltrepò Pavese.

Sagre e feste[modifica | modifica sorgente]

La prima settimana di giugno, dal 1974 si svolge la sagra delle ciliegie. Nella settimana di Ferragosto, dal 1993 nel Borgo Medievale (Piazza S.Bartolomeo) si svolge annualmente il festival musicale en plein air Ultrapadum con un tripudio di fisarmoniche. L'edizione 2011 ha registrato 15.000 presenze (fonte: www.ultrapadum.com).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 63.
  3. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario del professor Gaetano Frisoni, Nomi propri di città, borghi e villaggi della Liguria del Dizionario Genovese-Italiano e Italiano-Genovese, Genova, Nuova Editrice Genovese, 1910-2002.
  4. ^ Dato Istat al 31/7/2010.
  5. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia