Rea (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rea
comune
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Sindaco Claudio Segni (lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 45°07′00″N 9°09′00″E / 45.116667°N 9.15°E45.116667; 9.15 (Rea)Coordinate: 45°07′00″N 9°09′00″E / 45.116667°N 9.15°E45.116667; 9.15 (Rea)
Altitudine 63 m s.l.m.
Superficie 2,96 km²
Abitanti 429[1] (31-12-2010)
Densità 144,93 ab./km²
Comuni confinanti Bressana Bottarone, Cava Manara, Travacò Siccomario, Verrua Po
Altre informazioni
Cod. postale 27040
Prefisso 0385
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 018119
Cod. catastale H204
Targa PV
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti reesi
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Rea
Posizione del comune di Rea nella provincia di Pavia
Posizione del comune di Rea nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Rea è un comune italiano di 438 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia.

Situato nell'Oltrepò pavese a 17 km a sud di Pavia, sulla destra del Po.

L'economia del comune è basata sulla produzione agricola, le aziende artigiane e l'industria della carta.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Rea è noto dal XIII secolo tra le località del territorio pavese. La vicinanza al Po, fiume dal corso perennemente mutevole e soggetto a piene disastrose, condizionò pesantemente l'esistenza del paese, che appare infatti di aspetto moderno (la pianta del paese, solo due secoli fa, appariva sensibilmente diversa). Tuttavia, a differenza di molti altri paesi lungo il fiume, non fu mai completamente distrutto né si trovò sull'altra riva, essendo appartenuto sempre (da che se ne ha memoria) all'Oltrepò. Il Po, nei suoi continui mutamenti, si trovò a volte a nord, a volte a est e a volte a ovest (come è oggi) del paese: nel XVII secolo, per esempio, esso scorreva tra Rea e Verrua, mentre un vasto territorio oggi nel Siccomario, denominato Rotto di Rea, apparteneva all'Oltrepò e faceva capo a Rea.

Sembra che nel XIII secolo facesse capo al feudo (podesteria o squadra) di Broni, ma successivamente entrò a far parte di quello di Casteggio, del quale rappresentava il limite settentrionale. Probabilmente all'inizio del XVI secolo ne fu staccato; apparteneva allora in gran parte ai Beccaria del Mezzano, ma non è chiaro se essi ne fossero i feudatari. Nel XVIII secolo il comune di Rea comprendeva anche Bressana, ma all'inizio del successivo esso fu unito ad Argine (sua attuale frazione).

Nel 1929 il comune di Rea fu soppresso e unito a Verrua Po; fu ricostituito nel 1954. Rea faceva parte della diocesi di Piacenza fino al passaggio di tutto l'Oltrepò pavese alla diocesi di Tortona (Giacomo Coperchini Pc.), come risulta dalle Rationes Decimarum della diocesi di Piacenza.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.