Bosnasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bosnasco
comune
Bosnasco – Stemma Bosnasco – Bandiera
Il municipio
Il municipio
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Sindaco Flavio Vercesi (Uniti per Bosnasco) dal 15/04/2008
Territorio
Coordinate 45°04′00″N 9°21′00″E / 45.066667°N 9.35°E45.066667; 9.35 (Bosnasco)Coordinate: 45°04′00″N 9°21′00″E / 45.066667°N 9.35°E45.066667; 9.35 (Bosnasco)
Altitudine 124 m s.l.m.
Superficie 4,77 km²
Abitanti 655[1] (31-12-2010)
Densità 137,32 ab./km²
Frazioni Cardazzo, Sparano
Comuni confinanti Arena Po, Castel San Giovanni (PC), Montù Beccaria, San Damiano al Colle, Zenevredo
Altre informazioni
Cod. postale 27049
Prefisso 0385
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 018020
Cod. catastale B082
Targa PV
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti bosnaschini
Patrono Madonna del Carmine
Giorno festivo 16 luglio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Bosnasco
Posizione del comune di Bosnasco nella provincia di Pavia
Posizione del comune di Bosnasco nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Bosnasco (Busnàsc in dialetto oltrepadano[2]) è un comune italiano di 655 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nella collina dell'Oltrepò Pavese, al limite della pianura, al confine con la provincia di Piacenza. La frazione Cardazzo, con circa 370 abitanti[3], rappresenta il principale nucleo abitato del comune.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il luogo è noto fin dal XII secolo, quando era conteso tra Piacenza e Pavia, che da poco aveva avuto per diploma imperiale il dominio sull'Oltrepò Pavese; per arbitrato il luogo fu dato a Pavia. Caduto sotto la supremazia dei Beccaria, divenne parte del feudo Arena Po, appartenente al ramo della famiglia che da Arena prendeva nome. Questo, per contrasto con i Visconti all'inizio del XV secolo, si vide confiscare il centro maggiore, ma poté conservare Bosnasco fino all'estinzione nel 1695. Bosnasco passò in eredità ai Busca, e successivamente ai Bellisomi e ai Corsi di Nizza, poco prima della fine del feudalesimo (1797).

Presso Bosnasco esisteva anche il piccolo comune di Sparano (o Spariano), noto fin dal X secolo, quando apparteneva in parte al monastero di San Colombano di Bobbio. È citato tra i centri che nel 1164 l'imperatore Federico I pose sotto la giurisdizione di Pavia: era dunque un luogo di una certa importanza. Fu soppresso nel 1818 e unito a Bosnasco.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]


Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Comunità montane[modifica | modifica sorgente]

Fino al 2009 faceva parte della fascia bassa della Comunità montana Oltrepò Pavese.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 109.
  3. ^ La frazione di Cardazzo nel comune di Bosnasco
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.